Gruppo Birmania a oltranza - Partenza del 2017-08-10



  • Quota: 2650
  • Cassa comune: 180
  • Partenza: 10 Agosto 2017
  • Ritorno: 24 Agosto 2017
  • Durata: 15 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Vagabondo DOC: _Nur_   

Tommaso è fiorentino, e ha una Smodata Passione per i Viaggi e sopratutto per le diversità che ha sempre accolto come fonte di arricchimento. Ha studiato informatica e attualmente scienze della comunicazione, ma è anche appassionato di Antropologia, Fotografia, Poesia e Musica etnica per compensare il suo lato più razionale.

Ha sempre avuto la passione del viaggio,per conoscere le diversità, le varie sfumature di cui è fatto il nostro mondo e i popoli che lo abitano e i suoi punti di vista, calarsi il più possibile nella realtà del paese visitato e non semplicemente come meri "turisti" alla scoperta solo delle attrattive più famose.

Iscritti/posti:

Con il Vagabondo Doc Tommaso/_Nur_

image

Tommaso è fiorentino, e ha una Smodata Passione per i Viaggi e sopratutto per le diversità che ha sempre accolto come fonte di arricchimento. Ha studiato informatica e attualmente scienze della comunicazione, ma è anche appassionato di Antropologia, Fotografia, Poesia e Musica etnica per compensare il suo lato più razionale. Ha sempre avuto la passione del viaggio,per conoscere le diversità, le varie sfumature di cui è fatto il nostro mondo e i popoli che lo abitano e i suoi punti di vista, calarsi il piu possibile nella realtà del paese visitato e non semplicemente come meri "turisti" alla scoperta solo delle attrattive più famose.

Elenco Iscritti

Federica - Federchicca - da Milano - cerca compagna di stanza Marcello - Kal - da Roma - cerca compagno di stanza Arianna - Arianna-san - da Milano - cerca compagna di stanza Andrea - Andrea-83 - da Milano - con Federica Federica - fefula - da Milano - con Andrea Melania mela croc - da Milano - cerca compagna di stanza Letizia - Letiziafulminata - da Roma - cerca compagna di stanza Luigi - Gigi83 - da Milano - cerca compagno di stanza Simone - burhomer - da Venezia/Milano - cerca compagno di stanza Costanza - da Roma - cerca compagna di stanza Sabrina - Sabrina66 - da Napoli - cerca compagna di stanza Alessandra - da Roma - cerca compagna di stanza Daniela - da Roma - cerca compagna di stanza Mark - markworld -da Firenze - cerca compagno di stanza
il Vagabondo doc Tommaso/_Nur_. - da Bologna - cerca compagno di stanza

Quota

2850 euro a persona voli  e supplemento agosto inclusi  Cassa comune stimata: 180 euro  

Piano voli

Da Milano (Emirates) (su questo volo: Tommaso, Federica B., Arianna, Andrea, Federica F., Melania) EK92 Malpensa - Dubai  10 Ago 22:20  11 Ago 06:25 EK388 Dubai - Yangon  11 Ago 09:15  11 Ago 17:25 EK389 Yangon - Dubai   24 Ago 02:10 24 Ago 05:40 EK205 Dubai - Malpensa  24 Ago 09:45  24 Ago 14:20   Da Roma (Emirates) (Su questo volo: Marcello) EK96 Fiumicino - Dubai  10 Ago 22:05  11 Ago 05:55 EK388 Dubai - Yangon   11 Ago 09:15  11 Ago 17:25 EK389 Yangon - Dubai   24 Ago 02:10  24 Ago 05:40 EK97 Dubai -  Fiumicino 24 Ago 09:10  24 Ago 13:25   Da Milano Malpensa (Singapore Airlines) (Su questo volo: Luigi) SQ377 Malpensa Milano - Singapore   10  Ago 13:00   11  Ago 07:00 SQ5016 Singapore - Yangon               11  Ago 12:00  11  Ago 13:25
SQ5019 Yangon -  Singapore              23  Ago 17:35  23  Ago 22:10
SQ378 Singapore - Malpensa Milano    23  Ago 23:30  24  Ago 06:10   Da Roma Fiumicino (Korean Airlines) (Su questo volo: Letizia, Costanza, Alessandra, Daniela) KE932 Fiumicino Roma - Seoul Incheon Int.  10 Ago 21:15 11 Ago 15:40 KE471 Seoul Incheon Int. - Yangon               11 Ago 18:45 11 Ago 22:05 KE472 Yangon - Seoul Incheon Int.               23 Ago 23:15 24 Ago 07:35 KE931 Seoul Incheon Int. - Fiumicino Roma  24 Ago 13:45 24 Ago 19:25   Da Napoli (Alitalia / Korean Airlines) (Su questo volo: Sabrina) AZ1270 Napoli - Fiumicino Roma     10 Ago 16:10 10 Ago 17:00
KE932 Fiumicino Roma -  Seoul       10 Ago 21:15 11 Ago 15:40
KE471 Seoul  -  Yangon                   11 Ago 18:45 11 Ago 22:05
KE472 Yangon - Seoul                     23 Ago 23:15 24 Ago 07:35
KE931 Seoul   - Fiumicino Roma      24 Ago 13:45 24 Ago 19:25
AZ1267 Fiumicino Roma - Napoli     24 Ago 21:45 24 Ago 22:35   Da Venezia (Ethiad Airways) (Su questo volo: Simone) EY80 Venezia -  Abou Dhabi      10  Ago 12:00 10  Ago 20:00 
EY402  Abou Dhabi - Bangkok   10  Ago 21:30 11  Ago 07:10 
EY7736 Bangkok - Yangon         11  Ago 08:50 11  Ago 09:40 
EY7682 Yangon - Bangkok         23  Ago 15:20 23  Ago 17:15 
EY401 Bangkok - Abou Dhabi    23  Ago  20:35 24  Ago 00:10 
EY79 Abou Dhabi - Venezia       24  Ago  02:15 24  Ago  06:50     

Programma di Viaggio


IN BREVE
GIORNO 1: VOLO di linea internazionale da Roma  o Milano / pernottamento in aereo  e arrivo l'indomani a YANGON. (10 agosto) GIORNO 2: arrivo a YANGON (11 agosto) GIORNO 3: YANGON - MANDALAY (in aereo) - AMARAPURA- MANDALAY (11 km) (12 agosto) GIORNO 4 (in battello) – MANDALAY – MINGUN – (SAGAING o AVA) - MANDALAY (13 agosto) GIORNO 5: Mandalay (city tour) (14 agosto) GIORNO 6: Mandalay – BAGAN (180 km) (15 agosto) GIORNO 7: BAGAN - MONTE POPA  - BAGAN (16 agosto)
GIORNO 8: BAGAN (17 agosto) GIORNO 9: BAGAN – LAGO INLE (250 km bus + barca) (18 agosto) GIORNO 10: LAGO INLE E DINTORNI (barca)  (19 agosto) GIORNO 11: LAGO INLE – INNDEIN - LAGO INLE (BARCA) (20 agosto) GIORNO 12: LAGO INLE – PINDAYA – KALAW (150 km) (21 agosto) GIORNO 13: KALAW – HEHO (flight) – YANGON (32 km bus + volo) (22 agosto) GIORNO 14: Yangon - partenza volo (23 agosto) GIORNO 15: Arrivo in Italia (24 agosto)

 

GIORNO 1VOLO di linea internazionale da Roma  o Milano / pernottamento in aereo  e arrivo l'indomani a YANGON.

GIORNO 2: YANGON Arriviamo a Yangon in serata, tempo di ritirare i babagli e andiamo in hotel per riposarci dopo il lungo viaggio.    GIORNO 3: YANGON - MANDALAY (in aereo) - AMARAPURA- MANDALAY (11 km) Oggi un volo domestico ci porta molto a nord, a Mandalay. Una volta atterrati andiamo ad AMARAPURA, la "Città immortale" (Amritapura in sanscrito), situata a 11 Km da Mandalay, che fu l'antica capitale dal 1783 fino al 1823, per poi ridiventarlo ancora dal 1841 fino al 1857. Qui ha sede il grande monastero Mahagandayon, dove vivono più di 700 monaci. A volte permettono ai visitatori di assistere ai rituali che scandiscono la vita della comunità monastica. Da vedere anche il ponte pedonale Ubein, lungo un chilometro ed interamente in legno di tek, che collega il paese ad una pagoda sull'altra sponda del lago. Poi arriviamo a Mandalay, che è stata l'ultima capitale del regno birmano prima dell'occupazione britannica. Questa città sacra è il centro più importante di studi buddhisti, ma anche un grande polo commerciale ed il cuore culturale della nazione. Ma non è molto antica: è stata fondata solo nel 1857 (da re Mindon), per cui i suoi monumenti sono abbastanza recenti. Pernottamento a Mandalay.

image

GIORNO 4 (in battello) – MANDALAY – MINGUN – (SAGAING o AVA) - MANDALAY
Oggi facciamo un’escursione in battello lungo il fiume Irrawaddy (che è un po’ il Gange della Birmania). Avrete così modo di osservare la vita del fiume, tra risaie e piccole canoe di pescatori. Il battello in circa due ore ci porta all'antica città reale di MINGUN, la cui zona archeologica racchiude un sacco di meraviglie: la Pagoda Pahtodawgyi detta la "Pagoda Incompiuta", la Pagoda Myatheindan e la Mingun Bell, la campana appesa più grande del mondo (ce ne sono di più grandi nel mondo ma non appese). Pesa ben 90 tonnellate ed è stata fatta costruire dal re Bodawpaya nel 1808.

Poi attraversiamo il fiume e Irrawaddy e andiamo a visitare le colline di SAGAING, dove ci sono ben 600 monasteri e luoghi di meditazione. Se vogliamo potremmo visitarne uno (consigliamo il Monastero delle Donne, Nunerie).

In alternativa a Mingun alcuni gruppi visitano AVA, che è una delle capitali dei regni ricchissimi della storia del Myanmar e si trova su una isola del fiume. La visita avviene in carrozzella a cavallo.

Ritorno e pernottamento a Mandalay.

GIORNO 5: Mandalay (city tour) Oggi assieme alla nostra guida visitiamo la PAGODA KYAUKTAWGYI in cui c’è una colossale statua del Buddha: 8 metri, 900 tonnellate, scolpita da un unico blocco di marmo. Poi il MONASTERO SHWENANDAW, interamente in legno scolpito e la PAGODA KUTHODAW, detta "il libro più grande del mondo" per le incisioni che ci si trovano. Sono tutte in lingua Pali, la lingua di Siddharta, divenuta lingua sacra per i buddhisti hinayana, cioè i birmani. Il pomeriggio è libero e assieme al Vagabondo DOC decideremo come impiegarlo Si potranno visitare i monumenti che ci sono rimasti da vedere o fare belle passeggiate oppure girare i mercati. Già, perché i mercati asiatici sono uno spettacolo anche per chi non ha intenzione di comprare nulla. Sono sempre pieni di gente e vi si trovano cosa interessanti da vedere, da fotografare e… da mangiare. Tra i mercati locali più belli ci sono quello della Jada e il Zegyio, (Central market), il mercato di frutta e verdura. Ma non dimenticate il Night Market, specialmente se avete portato pochi vestiti e scarpe e/o ve ne servono altri. Come in tutta l’Asia anche qui si fa shopping di sera. Tra le passeggiate da fare invece vi consigliamo quelle sulla collina di Mandalay, che ospita numerosi templi e pagode, oppure quella sul molo Kweyzun, dove si vedono i bufali al lavoro per il trasporto dei tronchi di tek dal fiume. Poi un giro a Chinatown, dove si può anche cenare. Tra i monumenti che si potrebbero ancora visitare ci sono la Pagoda di Sule, la Pagoda Mahamuni, che ospita la statua del Buddha ricoperta da una miriade di foglie d'oro, il Palazzo Reale, ricostruito dopo un incendio e il Atumashi Kyaung, detto "il monastero incomparabile". Pernottamento a Mandalay.   GIORNO 6: Mandalay – BAGAN (180 km) image Oggi si parte per BAGAN, la cui vasta area archeologica (circa 40 km quadrati) contiene 3500 degli originari 5000 templi che formavano questo complesso. Non vi preoccupate, non ve li faremo visitare tutti! Anche Bagan ha avuto un sacco di nomi: l'originario Pagan, poi Arimaddanapura ("la città del frantoio nemico"), Tambadipa ("la terra del rame"), Tassadessa ("la terra secca", perché si trova tra le pianure aride bagnate però dal fiume Irrawaddy). E’ stata capitale del regno di Birmania tra l’ottavo e il dodicesimo secolo ed è una della località più affascianti dell’Asia. Ovunque arriva il vostro sguardo si vedono spuntare resti di tutte le dimensioni: templi magnifici intonacati in pietra nuda e cotto, piccole pagode solitarie in mezzo ai campi, sacrari scolpiti con interni affrescati, sculture e raffinate decorazioni, pagode dalle cupole e cuspidi dorate. Il tutto a testimoniare la passata opulenza della civiltà indo-buddista di un tempo. Oggi visiteremo i monumenti principali: la PAGODA SHWE ZI GON, il primo esempio di architettura religiosa birmana che poi ha influenzato la costruzione di tutte le altre pagode, con lo stupa a forma di campana, il palazzo e  la porta THARABA, la più antica testimonianza dell’architettura di Bagan, il raffinato DHAMMAYANGYI TEMPLE. Infine potremo ammirare il tramonto dalla PAGODA SHWESANDAW. Se c'è tempo potremo poi fare un giro per il colorato Nyaung-oo (o Nyaung U) Market, un tripudio di colori, odori e suoni. La merce (pollame, pesce, verdura) è abilmente esposta su foglie o su banchetti poveri ma dignitosi. Pernottamento a Bagan.

GIORNO 7: BAGAN - MONTE POPA  - BAGAN
Oggi facciamo un’escursione nei dintorni di Bagan imboccando la strada verso il  Monte POPA, che svetta e circa 50 km con la sua altitudine di 1.520 mt. Ci fermiamo in qualche villaggio.

Il monte POPA è un vulcano ormai estinto e la dimora di molti Nat, importanti divinità birmane pre-buddiste e tuttora molto rispettate. Ancora oggi è centro di frequentazione e culto. In origine il territorio era coperto da foreste e da piante ed erba medica. Sulla sommità sorge un complesso di monasteri e di stupa raggiungibili attraverso una scalinata coperta (30 minuti circa, prendetela molto con calma), piena di negozietti di monili sacri. Il tempio Mahagiri è un’importante meta di pellegrinaggi con raffigurazioni dei 37 Nat.

Se facciamo in tempo a scendere e a tornare a Bagan vedremo il tramonto con le barche sul fiume Irrawaddy.

Pernottamento in hotel a Bagan.

GIORNO 8: BAGAN
A Bagan gli stili architettonici sono vari risentono della influenza delle varie correnti religiose pan-indiane del periodo. Oggi andremo in giro a visitarne altri importanti monumenti: la  Pagoda Lawkananda, East and West Phet Leik Thatbyinnyu Temple, il più alto di Bagan, Shwegugyi Temple. l'Apeyadana Temple. con scene narranti la via Mahayana (La Via Larga dell’accesso all’illuminazione buddista) e il Tempio Ananda, uno dei meglio conservati della Birmania. E’ del 1091 ma i bassorilievi e i dipinti sulle tavolette di terracotta sono perfetti, la sua struttura è piena di corridoi e gallerie che si intrecciano. Ai lati del tempio troneggiano 4 statue ad altezza gigantesca del Buddha, ognuna con diverse particolarità (una di queste è dipinta in modo che allontanandosi o avvicinandosi l'espressione del Buddha cambia da seria a sorridente).

Pernottamento a Bagan.

GIORNO 9: BAGAN – LAGO INLE (250 km bus + barca)
Oggi partiamo verso est e raggiungiamo Heho, che sarà il nostro punto di partenza per visitare l’altipiano di Shan ed il lago Inle. Non ci fermiamo a Heho e arriviamo direttamente al lago INLE, il grande lago (superficie 72 km² ) che si trova a 900 metri di altezza ed è famoso per i suoi pescatori Intha dall'originale tecnica di rematura con il piede e i tanti villaggi galleggianti che vi sorgono. Preparatevi a vivere 3 giorni sull’acqua. Avremo a disposizione delle barche per lente navigazioni alla scoperta dei villaggi e delle popolazioni della zona. Attenzione: qui in inverno la sera fa freddo e negli hotel non c’è acqua calda o se c’è è appena appena tiepida. Prevedete un abbigliamento pesante e fate la doccia la mattina e non la sera. Pernottamento in hotel sul Lago Inle.

GIORNO 10: LAGO INLE E DINTORNI (barca) 
Si va in barca sul lago Inle alla scoperta del villaggi dell’etnia Intha, che si distingue dai vicini Shan sia per cultura che per dialetto linguistico. Gli Intha vivono in case costruite su palafitte di legno collegate l’una all’altra come un villaggio acquatico. Molto curioso ed insolito è il sistema di pesca degli Intha, che ritti sulle barche come gondolieri, manovrano il remo con la sola gamba destra in modo che le mani siano libere per gettare le tipiche reti a forma di cono tese su telai di bambù.

Il lago è un micro sistema ecologico. Le acque calme sono punteggiate da macchie di giardini e orti galleggianti, da canoe di pescatori e villaggi di palafitte. I giacinti d’acqua ne bordano le rive, accanto agli orti galleggianti, veri e propri mini appezzamenti di pochi centimetri di terra di spessore che galleggiano sull'acqua dove vengono coltivati verdure o fiori.I mercati galleggianti sono ovunque, sempre animati e coloratissimi. 
Oggi scenderemo dalle barche per visitare pagode e monasteri, i villaggi con loro lavorazioni artigianali. I più bei monumenti sono la PAGODA PHAUNG DAW OO e il MONASTERO NGE PHECHAUNG,  Chaung detto anche "dei gatti saltatori". Qui i monaci ammaestrano i gatti. Perché lo fanno? Non ve lo diciamo. Lo scoprirete qui.

Pernottamento in hotel sul Lago Inle.

GIORNO 11: LAGO INLE – INNDEIN - LAGO INLE (BARCA) Anche la giornata di oggi la trascorreremo in barca tra scenari naturalistici, villaggi di etnie diverse, mercati locali galleggianti e non e monumenti oramai assorbiti dalla vegetazione. 
Poi faremo una gita a InnDein, detta "l'Angkor della Birmania", un complesso formato da centinaia do pagode costruite dal Re di Bagan. La strada per arrivarci (da percorrere a piedi) è costellata di banchi di prodotti artigianali di alto livello (preparare il portafoglio). Pernottamento in hotel sul Lago Inle.   GIORNO 12: LAGO INLE – PINDAYA – KALAW (150 km)
Al mattino si torna in barca sulla terraferma, poi in bus andiamo in direzione delle montagne per raggiungere PINDAYA, celebre per le sue grotte, che sono state usate come templi e arredate con 8.000 statue di Buddha in alabastro, tek e pietra. Sono state collocate nelle grotte nel corso dei secoli creando uno scenario unico al mondo. L'interno della grotta principale è stupefacente, già vuota sarebbe uno spettacolo naturale, riempita di tutte quelle statue e sapientemente illuminata rende ancora di più. La donazione di statue continua ancora oggi. Questo è il territorio dell’etnia Taungyo. Se è il giorno  giusto andiamo  anche al  pittoresco mercato locale. Si va a dormire a KALAW, cittadina a 1320 m slm che era una piacevole località di villeggiatura, ai tempi del dominio britannico (lo testimoniano alcune costruzioni inglesi ancora in piedi).   GIORNO 13: KALAW – HEHO – YANGON (32 km bus + volo)
Oggi si torna a Heho via terra e si va  in aeroporto, da qui il volo mattutino per Yangon.

Dedichiamo il resto della giornata alla visita della città. Adagiata tra due fiumi, Yangon è chiamata anche Rangoon, anglicizzazione del nome locale, ma quando fu fondata dai Mon nell'XI secolo si chiamava Dagon. Tanti nomi e qualche bel soprannome per questa città che ha tutto il fascino del vecchio oriente. 

Si visiteranno il BUDDHA CHAUK HTAT GYI, la grande statua del Buddha sdraiato, lunga settanta metri, e la PAGODA SHWEDAGON, che è uno dei monumenti religiosi più opulenti di tutta l’Asia. E' un complesso di templi, pagode, sacrari e necropoli edificato intorno ad un imponente stupa centrale, dorato e incastonato di pietre preziose, che si erge fino ad un'altezza di 100 metri. Una leggenda vuole che sia stata costruita quando era ancora in vita il Buddha stesso e che abbia quindi circa 2500 anni, ma gli archeologi ne danno una datazione molto più recente, durante il periodo Mon, fra il VI e X sec. Vi incontrerete comunque tantissimi monaci, pellegrini e fedeli intenti in offerte di fiori e riso, nell'aspersione delle sacre immagini, in canti e preghiere. Tutt’intorno un gran groviglio di venditori di fiori, di dolciumi e di oggetti di culto. Questo perché siete in un luogo di pellegrinaggio davvero vivo e sentito. 
Pernottamento a Yangon.

 

GIORNO 14: Yangon - partenza volo
Ancora qualche ora libera in mattinata per gli ultimi giretti e poi volo internazionale di rientro in Italia, dove si arriverà il giorno 15. (24 agosto)

La quota comprende: 
- Voli intercontinentali di linea  e tasse aeroportuali.
- Tutti i   voli domestici interni in classe economica  (Yangon – Bagan, Bagan – Mandalay, Mandalay – Heho, Heho – Yangon)
- Tutte le tasse aeroportuali 
- Pullmino ad uso esclusivo del gruppo per tutta la durata del viaggio + autista parlante inglese.
- Tutte le barche.
- Sistemazione in hotel 3 stelle + prima colazione (camera doppia o tripla se il gruppo è dispari) 
- Ingressi a monumenti e siti
- Guida locale parlante inglese (il Vagabondo DOC tradurrà le sue spiegazioni).
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc.

Non comprende:   
- Visto 25 EURO (+ agenzia per chi la usa) oppure si può richiedere on-line ( costo 50$). Vi daremo istruzioni a parte.
- I pasti pranzo e cena ( da tener presente che  un pasto medio  si  aggira sui 7 euro /  a pranzo spuntini  e frutta)
- Mancette varie alla guide 
- permesso foto nei monumenti (per chi vuole fare foto)

Supplemento singola 50 euro per notte.



Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Ciao a tutti, 

mi chiamo Tommaso aka _Nur_ e sarò il vostro Vagadoc in questo stupefacente viaggio in Myanmar.

Burma pagoda

La Birmania ci accoglie con importanti ed accattivanti siti storici ed una natura tropicale molto bella che ospita un insieme di etnie con stili di vita ed abitudini molto diversi, ma con un importante punto in comune: il meraviglioso sorriso delle persone, che manifesta una serenità difficile da comprendere quando i mezzi materiali sono a volte così scarsi.

Burma smile

Dall’immortale Bagan, Mandalay e Yangoon, con i siti rupestri di Powintaung e Pindaya, le dimenticate pagode di Kakku e Indein, fino all’incontro con l’animismo birmano al Monte Popa, le popolazioni Danu ed il mondo sospeso dal tempo del lago di Inle, il viaggio consente una visione molto completa di questo Paese.

Si svolge nelle regioni settentrionali e centrali iniziando da Mandalay, meno soggette al flusso monsonico che è ancora attivo nelle parti costiere, e si conclude a Yangoon, la città principale.

Bagan sunset

Che ne dite? Mi fate compagnia? *lol*

Mer, 03/15/2017 - 12:03 Collegamento permanente

Ciao Tommaso!!! ho visto le foto della Birmania e mi sono innamorata!!!

mi sarebbe piaciuto partire a settembre o ottobre...ma se viene confermato questo viaggio, sarò sicuramente una dei partecipanti!!!!

Dom, 03/19/2017 - 10:54 Collegamento permanente

Ciao Mariarosa e Benvenuta!

Eh la Birmania ti prende subito al cuore! E' così! 

Non so se è per le ferie, ma partendo ad agosto oppure a settembre od ottobre si ha la stessa stagione quindi se ti interessa perchè non rompi gli indugi e ti iscrivi? *lol*

Lun, 03/20/2017 - 08:56 Collegamento permanente

Mappa

Ciao a tutti, questa a grandi linee è la mappa visuale del percorso che faremo in questo bellissimo viaggio.

burma temple

Rimanete sintonizzati per altre bellezze e non esitate ad iscirveri o a fare domande!*lol*

smile

sempre con il sorriso mi raccomando....

Mar, 03/21/2017 - 12:26 Collegamento permanente

Ciao,

stavo pensando di iniziare la mia avventura con i Vagabondi in Indonesia, ma anche questo viaggio mi affascina tantissimo! Sefuirò il forum con curiosità.

Lun, 04/17/2017 - 16:02 Collegamento permanente

In risposta a di Arianna-san

Ciao Arianna e Benvenuta!

il tuo nome mi riporta al viaggio in Giappone proprio l'anno scorso per la fioritura dei ciliegi, uno spettacolo!*yahoo*

Proprio come sarà questo viaggio se riuscirà a partire! Un mix di cultura, monumenti e luoghi mozzafiato! Senza tralasciare la bellezza del popolo birmano!*lol*

Insomma un viaggione! Ci fai compagnia? *drinks*

Myanmar Yangoon palace

Mar, 04/18/2017 - 15:02 Collegamento permanente

Ciao Mela croc e Benvenuta!

Oggi parlerò di una delle mete che mi sta più a cuore e più particolari: Il Lago Inle.

Inle Lake

Questo luogo incantato è lungo 22 chilometri e largo 11, adagiato a 800 mt di altitudine, è una perla di bellezza naturale dove i pescatori utilizzano con grande maestria le caratteristiche reti coniche di bambù in equilibrio su una sola gamba, una pesca unica che per il visitatore è un intrattenimento sorprendente.

Inle fishing

Inle è interessantissimo da esplorare con la barca: sul lago si trovano 17 villaggi con molti templi costruiti su palafitte. Tra i diversi siti meritevoli di particolare nota è Phaungdaw Oo, il tempio più importante; molto conosciuto è anche il monastero di Nga Phe Kyaung costruito in tek con molti pilastri decorati, dove si trovano statue di ottima fattura e i monaci fanno esibire dei gatti che saltano.

Inle stupa

L’industriosa gente che popola Inle ha creato dei giardini galleggianti per poter coltivare, oltre ad aver sviluppato molte particolari forme di artigianato, compresa una filatura eseguita con i gambi dei fiori di loto; la visita delle botteghe di produzione è molto interessante e spesso si incontrano le “donne giraffa” dell’etnia Pa O, giunte fin qui di fatto per farsi fotografare in cambio di piccole mance, un effetto questo dell’arrivo del turismo ma che a loro sembra gradito.

Inle floating garden

Navigando lungo i canali che si dipartono dal bordo del lago ci recheremo al villaggio di Indein per raggiungere uno dei siti più interessanti, dove una miriade di pagode sorge dalla giungla in cima ad un colle. Si accede risalendo una stradina gradinata, interamente coperta da una tettoia sotto cui sostano e vendono prodotti locali d’artigianato genti appartenenti a diverse etnie.

Inle Indein

Non ci faremo mancare neanche la visita ad uno dei mercati itineranti del lago, magari uno dei meno turistici come quello di Maing Thauk che ricorre ogni 5 giorni e che sarà uno spettacolo di assoluta bellezza.

Inle Lake

Non vorrete mica perdvi tutto questo vero? *biggrin*

Inle Lake

Che aspettate ad iscrivervi? *yahoo*

Mer, 04/19/2017 - 15:33 Collegamento permanente

Ciao Arianna,

il numero minimo come quasi tutti i viaggi è di 4/5 persone, quindi se uno è interessato può tranquillamente iscriversi; ricordo infatti che l'scrizione è gratuita e non vincolante, infatti la prima trance del pagamento verrà chiesta SOLO a viaggio confermato, quindi iscriversi è anche un modo per "far coraggio" alle altre persone indecise o timorose a rompere gli eventuali indugi ;)

Gio, 04/20/2017 - 12:07 Collegamento permanente

Mandalay fortress

Mandalay è la città più importante dopo Yangoon ed è considerata la capitale culturale e religiosa dello Stato: vi risiede oltre la metà dei monaci birmani. Già capitale del regno birmano settentrionale, il re Mingon vi eresse nel 1856 una suntuosa fortezza di cui resta l’imponente cinta muraria, lunga 8 km e alta 8 metri, circondata da un fossato di 70 metri di ampiezza.

Mandalay

 

Si visiteranno il monastero di Shwe Kyaung, adornato di sculture lignee di raffinata esecuzione, e la pagoda di Kuthodaw, recentemente assurta a patrimonio dell'umanità, celebre perché vi sono incise su 729 lastre di marmo diverse scritture buddiste: motivo per cui è stata anche definita il “Libro più grande del mondo”.

Mandalay

 

Si completa la giornata recandosi al tempio di Mahamuni, il principale luogo di culto di Mandalay che contiene una veneratissima statua del Buddha ricoperta di foglie d’oro, e semmai una visita al quartiere dove vengono realizzate le sculture di pietra oppure una visita ad uno dei mercatini locali, sempre uno spettacolo anche per chi non ha intenzione di comprare nulla, tra i più belli ci sono quello della giada e il Zegyio, il mercato centrale pieno di frutta e verdura senza dimenticare il Night market per chi magari si è portato pochi vestiti. *biggrin*

mandalay royal palace

Saliremo anche sulla sommità di Mandalay Hill, dai cui 200 metri di altitudine la vista spazia su tutta la città ed i dintorni, un punto stupendo per godersi il tramonto.

Mandalay

Che ve ne pare? Non male il panorama da lassu vero?*lol*

Spero di avervi solleticato ancora un pò fino al prossimo post;)

Nel ffrattempo di auguro un buon fine settimana e un buon 25 aprile,

a presto! :ciao:

Ven, 04/21/2017 - 16:06 Collegamento permanente

:ciao:Ciao Nur,

Piacere!! Questo è il viaggio che sogno da quando son piccina. Ma senti una domanda semplice e diretta: perché il costo è così elevato nonostante la Birmania sia un paese stra economico, a maggior ragione per chi arriva dall'Europa come noi?! Mi sembra che la formula di questo viaggio sia tutto tranne che lussuosa.

 

Lun, 04/24/2017 - 01:06 Collegamento permanente
Vagabondo
Staff  Staff

può sembrare che il costo sia elevato ma è necessario, secondo noi, vedere prima cosa è compreso nella quota ;)

Te lo vado al elencare:

La quota comprende:
- Voli intercontinentali di linea  e tasse aeroportuali.
- Tutti i   voli domestici interni in classe economica  (Yangon – Bagan, Bagan – Mandalay, Mandalay – Heho, Heho – Yangon)
- Tutte le tasse aeroportuali
- Pullmino ad uso esclusivo del gruppo per tutta la durata del viaggio + autista parlante inglese.
- Tutte le barche.
- Sistemazione in hotel 3 stelle + prima colazione (camera doppia o tripla se il gruppo è dispari)
- Ingressi a monumenti e siti
- Guida locale parlante inglese (il Vagabondo DOC tradurrà le sue spiegazioni).
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc.

Fuori dalla quota base rimane solo la cassa comune di 180 euro per ciò che non è compreso ( cioè davvero poco)

Un augurio di buona giornata dallo Staff °O°

Lun, 04/24/2017 - 10:12 Collegamento permanente

Perché vi conviene prenotare subito il vostro viaggio con Vagabondo?

image(foto Angthong Thailandia - Golfo Thailandia Freak Style )

Cari Vagabondi, il momento di parlarne è giunto. 
Lo sapete, ma se così non fosse, ve lo diciamo: noi realmente ci teniamo a farvi partire sempre e per quanto questa possa sembrare un’ovvietà (“certo che ci tenete, ci guadagnate”, penseranno alcuni di voi giustamente), la realtà è che nonostante ai cinici parrà fantascienza, noi prima che al guadagno badiamo alla vostra esperienza di viaggio. Ci piace l’idea di rendervi davvero felici e soddisfatti, di trasmettervi il meglio che un viaggio possa dare e vedervi tornare radiosi, anche a discapito del guadagno (la verità alle volte supera anche la “fantascienza”).

E ora cerchiamo di fare chiarezza. 
Tutta questa premessa che significa? Significa che è giunto il momento di spiegarvi un piccolo trucco per permettere a voi di partire sempre con Vagabondo Viaggi, e a noi di riuscire a farvi partire senza lasciare a casa nessun “deluso”. 

Se Vagabondo.net è uno dei portali di viaggi più importanti in Italia (tra i primi 10), Vagabondo Viaggi è più giovane e ancora piccolo come tour operator, il che comporta tanti vantaggi, ma inevitabilmente qualche svantaggio… A cui si può supplire però molto più facilmente di quanto si creda. 

Come? Semplice: il trucco è iscriversi ai viaggi con largo anticipo.
Non aspettare. Non rimandare. Non controllare il gruppo per vedere da fuori se si forma, ma farne parte subito. E adesso vi diciamo perché è tanto importante che, se volete partire, vi iscriviate ai nostri viaggi con tutto l’anticipo che avete.

image(foto panoramica - Barca a Vela Isole Ionie

 

1. Non vi costa niente. L’iscrizione, è gratis!
Tanti i tour operator che chiedono al momento dell’iscrizione il versamento di una caparra… Vagabondo, invece, non lo richiede. 
Voi vi potete iscrivere subito, compilate la scheda di iscrizione, ma finché il gruppo e quindi il viaggio non verrà confermato, Vagabondo non chiederà nessun acconto o pagamento. 

2. Siete certi di non pagare sovrapprezzi
Si sa, spesso i voli aumentano, le tariffe salgono e noi che siamo ancora “piccoli” ci ritroviamo nella condizione di dover far pagare qualcosa di più a chi si iscrive in ritardo. Non ci fa piacere, iscrivetevi presto per assicurarvi il miglior prezzo e controllate l’eventualità che non ci siano sconti su alcuni viaggi per chi si iscrive con largo anticipo. 

3. Partirete con degli amici
Il bello del forum è che ci si conosce prima. Si parla della destinazione, si decide cosa portare e cosa non portare… Esattamente come se foste con i vostri amici. 

4. Prenderete parte attivamente alla "costruzione" del vostro viaggio
I viaggi di Vagabondo come sapete hanno un loro programma, ma hanno anche diverso margine di creazione lasciata al gruppo (dipende dai viaggi eh) e soprattutto una certezza: lo spirito del viaggio, lo create voi! Ogni viaggio di Vagabondo è diverso dall'altro perchè ogni gruppo è unico e solo. Per questo lo spirito del viaggio cambia e sta anche a voi. Non vi sembra bello poter contribuire a rendere il vostro viaggio veramente VOSTRO? Più tempo avrete, e più tale lo sentirete. 

5. Evitate la delusione di restare fuori dal gruppo
I gruppi non sono prevedibili! Ed è inutile alle volte indicare quando sono previste le chiusure delle iscrizioni perché capita che il gruppo si chiuda nel giro di un pomeriggio (quando magari al mattino apparivano solo 4 iscritti? Già successo!).
Tanti e tanti Vagabondi osservano i viaggi senza scrivere sul forum, quindi se volete partire non tergiversate e mandate la scheda. Se no vi potrà capitare di restare tagliati fuori dal gruppo e per quanto ci dispiaccia da matti, non possiamo più farci nulla (neppure quando scrivete diverse mail o mandate messaggi o scrivete lettere addolorate usando le vostri armi migliori di convincimento Occhietto 

image

(foto laguna dei ghiacci - Islanda Into The Wild)


6. Arrivate preparati sul vostro viaggio

Sapere già qualcosa del Paese in cui vi recherete, vi permetterà di capirlo più a fondo… E sul forum grazie a voi e al Vagabondo Doc, questo “studio” sarà quanto mai spontaneo, naturale e pure divertente.

7. Proprio grazie a voi il viaggio potrebbe partire!
Se ci tenete tanto a fare un viaggio, siate i primi a dirlo! Non abbiate timore, non siate timidi e non crediate che nessuno legge. Leggono in tanti, questo ce lo assicurano i numeri ;)
Grazie a voi magari altri Vagabondi prenderanno la palla al balzo superando eventuali tentennamenti e nel giro di breve il gruppo sarà formato e voi in partenza. 
Non solo, quasi spesso il primo iscritto si merita anche una bella bevuta offerta dal gruppo una volta in viaggio, visto che, diciamolo pure, il primo è pur sempre colui che ha avviato la formazione del gruppo... Un po' di merito, è anche vostro!

8. Non avrete rimpianti
L'abbiamo già detto al punto 5? Vero. Solo che vedendo le vostre telefonate quando vi si chiude il viaggio sotto il naso... noi, lo ripetiamo! ;)

9. La felicità dell’attesa 
Filosofia per tanti, ma realtà per molti. Una partenza confermata, una data, un gruppo di amici con cui iniziare a sognare e progettare il viaggio… Dicesi godersi a lungo il viaggio, e non solo in loco. Concordate? Voi cosa ne dite?

E per passare dalle parole ai fatti:
qui il modulo di iscrizione di Vagabondo Viaggi
qui il tabellone con tutti i viaggi e le partenze di Vagabondo Viaggi

A voi quindi chiediamo, perché aspettare? Là dove tutto le cose pratiche sono a posto (lavoro, ferie, casa, gatti o cani… e tutto quanto richiede organizzazione), dicevamo… La dove tutto quanto pratico è sistemato, perché tentennare? Occhietto

Ven, 04/28/2017 - 11:02 Collegamento permanente

Anche se sembra un luogo tratto dal Libro della Giungla, il villaggio di Indein in Birmania è molto più reale della parole scritte da Rudyard Kipling.

Indein

Il paese è raggiungibile soltanto passando attraverso uno stretto canale fluviale, dove si incontrano i bufali che nuotano e le donne che lavano i vestiti. Dopo un’ora di navigazione si arriva al piccolo paesino di Indein, un centro nel quale gli abitanti dei paesi limitrofi portano i loro prodotti come il tofu, la soia, il pesce o le verdure.

Il villaggio detto "l'Angkor del Birmania",nasconde un gioiello della storia e della cultura buddista di tutto il mondo, l’agglomerato denominato Pagoda di Shwe Indein, un complesso di circa 1600 stupa risalenti al 1.100 / 1.200 dopo Cristo. Alcuni di questi stupa, edifici che contengono reliquie buddiste, sono state completamente restaurate ponendo fine al loro fascino millenario, quando il governo ha deciso di ristrutturarle e farle completamente rivestire di vernice dorata.

Indein

Fortunatamente gli stupa sono così numerosi che il processo di rinnovamento non è stato fatto che su pochi esemplari, e immergersi attraverso le rovine di questo antico centro religioso buddista è un viaggio nel tempo e nello spazio con pochi paragoni al mondo.

Molti dei piccoli edifici sono stati inghiottiti dalla vegetazione, che ha colonizzato letteralmente i mattoni con alberi e piante di ogni tipo.

Indein

L’origine del sito è controversa. La storia afferma che le Pagode furono commissionate Durante il regno di re Narapatisithu, ma la tradizione vuole che siano state costruite dal re Ashoka nel 3° secolo Avanti Cristo e che siano state poi restaurate dal re Anawrahta. E’ bene precisare però che non vi è alcuna prova archeologica a sostegno di questa teoria tramandata per tradizione orale.

Indein

Indein

Allora? Avete ancora dubbi?*lol* Che aspettate ad iscrivervi?;)

Indein

Ven, 04/28/2017 - 13:57 Collegamento permanente

Evvai! *clapping*Grande Arianna che ha rotto gli indugi!*yahoo*

Che aspettate? Fate come lei ed iscrivetevi ad uno dei viaggi più belli ed interessanti del mondo!*lol*

Myanmar

Mar, 05/02/2017 - 09:05 Collegamento permanente

Arrivando all’aeroporto di Mingadalon gia’ ci si accorge di essere in un mondo ben diverso rispetto alle metropoli di Singapore e Bangkok.

Yangon ( Rangoon il nome dato dagli Inglesi ) e’ la capitale voluta dal Re Alaungpaya nel 1755.

E’ una citta’ con soli 4 milioni di abitanti ricca di verde ed allungata tra i due rami del fiume Irrawaddy. Il centro storico della citta’ trasmette un particolarissimo fascino coloniale e la popolazione affolla senza la tipica fretta delle moderne metropoli le strade della citta’. In Pandosan Street in particolare gli abitanti di Yangon discutono, mangiano e si incontrano.

Uno dei suoi soprannomi è "Città Giardino" perchè le sue strade sono piene di lussureggiante vegetazione tropicale, è stata capitale dello Stato del Myanmar fino al 2005 fino a quando la giunta militare non ha proclamato la modesta cittadina di Naypyidaw nuova capitale.

Yangon city

 Pagoda Shwedagon

Nella collina Singattura svetta la splendida Pagoda Shwedagon che domina su tutta la citta’, la pagoda d’oro e’ la piu’ sacra della Golden Land, testimone di uno straordinario passato. Arrivando a piedi tra negozietti tipici si presenta una cittadella sacra fatta di piccoli stupa, nicchie, templi con cappelle rosse, gialle, dorate e con al centro l’imponente pagoda ricoperta da 8000 lamine d’oro. Secondo la tradizione la pagoda risale al 500 a.c., ma potrebbe essere anche molto piu’ antica e conserva una sacra reliqua del Buddha.

Shwedagon

Il più grande Buddha dormiente di Yangon è collocato nella gigantesca Chaukhtatgyi Paya. Il viso è ricoperto da una corona di diamanti e pietre preziose mentre gli enormi piedi distesi sono riccamente decorati e misura in tutta la sua lughezza 70 metri.

Chaukhtatgyi Paya

Nel centro coloniale si sviluppano le frenetiche stradine di ChinaTown, dove si trova la più alta concentrazione di bancarelle culinarie.

colonial Yangon

La zona più animata è quella compresa tra Mahabandolla Rd e Anawrahta Rd. La Sule Pagoda, con il suo zedi dorato di 2200 anni fa, è posta in modo bizzarro al centro di una rotonda. Non distante, la Botataung Paya custodisce una reliquia dei capelli del Buddha.

Sule pagoda

Dirigendosi verso nord si raggiunge in pochi minuti il caratteristico mercato Bogyoke Aung, vasto ed animato e’ il piu’ grande bazaar della citta’ dove si trova praticamente di tutto; oggetti antichi, pietre preziose, artigianato locale, avorio ed argento, dipinti, souvenir ed anche “fregature” *biggrin*.

boyoke market

Come potete resistere a tutto questo?;)*lol**

Yangon city

Lun, 05/08/2017 - 15:01 Collegamento permanente

Grandissimo Kal! Che spettacolo!

Fai doppietta eh!*lol*Bene dai, vediamo se riusciamo ad ispirare anche altre persone *yahoo*

Forza ragazzi rompete gli indugi!*DANCE*

Lun, 05/15/2017 - 09:33 Collegamento permanente



  • Quota: 2650
  • Cassa comune: 180
  • Partenza: 10 Agosto 2017
  • Ritorno: 24 Agosto 2017
  • Durata: 15 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
FORUM




    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Viaggi in Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Maldive
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Emirati Arabi Uniti
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI