Varanasi, Calcutta e Isole Andamane

Varanasi, Calcutta e Isole Andamane

Un viaggio in India che parte da Varanasi con il suo Gange, prosegue a Calcutta e termina al mare sulle isole Andamane.

Informazioni Essenziali

  • DURATA Giorni
  • A PARTIRE DA
  • CASSA COMUNE
VEDI LE DATE
Varanasi, Calcutta e Isole Andamane
Durata:

13 giorni.

Partenza da Milano o Roma (a vostra scelta).
Possibili partenze da altri aeroporti italiani (Firenze, Bologna, Venezia, Torino, Napoli, salvo disponibilità) con supplemento di 100 euro.

Costi:

  2700 euro a persona

supplemento 300 euro per Natale e Capodanno.

   
Difficoltà:

 Facile e rilassante

Alloggio:

Si dorme in ottimi alberghi 3-4 stelle, camere doppie con bagno privato.

   

E' tanto tempo che noi di Vagabondo perlustriamo l'India alla ricerca di un posto dal mare cristallino dove concludere degnamente i nostri viaggi. Bè, l'abbiamo trovato! Sono le isole Andamane, un arcipelago che offre spiagge bianchissime, mare color cristallo, giungla verdissima e una popolazione davvero interessante dal punto di vista antropologico.

Itinerario

1 giorno: Italia – Varanasi (note in volo)
Partiamo nel pomeriggio. Destinazione India!!!!!!!! Notte in volo. 

2 giorno -  arrivo a Varanasi 
Al mattino atterriamo a New Delhi, da dove prendiamo la coincidenza per Varanasi.

Varanasi o Benares è la città più sacra dell’India, quella in cui ogni induista vorrebbe trascorrere gli ultimi giorni della sua vita. E’ famosissima per le cremazioni di cadaveri che avvengono tutti i giorni sui suoi ghat, le scalinate che affacciano sul Gange. Ma, si badi bene, Varanasi non è un luogo di morte. Per due buoni motivi. Il primo è che sui ghat si svolgono giornalmente tantissimi altri riti millenari e affascinanti. Le abluzioni per esempio, con il brulicare di persone che mattina e sera vengono a bagnarsi nel sacro fiume. Il secondo motivo per cui Varanasi non può essere definita città di morte e che la morte, nella cultura induista, semplicemente non esiste, è solo un momento di passaggio tra una reincarnazione e un'altra, tra una vita e la seguente. E’ per questo che le donne non vengono mai ammesse ai funerali sul Gange, perché si pensa che piangerebbero, e non deve esserci tristezza nel passaggio alla nuova vita.

Un milione di pellegrini visita Varanasi ogni anno e ben 50 mila brahmini vi risiedono. La città è anche un importante luogo di culto per il Jainismo

 

Come avviene il pellegrinaggio a Varanasi. 

Si crede che chiunque muoia da queste parti passi direttamente al regno dei cieli, liberandosi dal ciclo delle rinascite. Bisogna morire esattamente nel territorio compreso oggi dalla Panch Koshi Road, la strada a Nord del fiume Varuna.

I pellegrini che arrivano a Varanasi devono fare un lungo cammino percorrendo prima la riva del Gange partendo dal Manikarnika Ghats – il ghat delle cremazioni - fino al Assi Ghats, per poi fare a piedi un ampio semicerchio intorno alla città e infine ritornare al Gange. In totale sono 58 Km. Generalmente si impiegano sei giorni per compiere questo percorso, lungo il quale si incontrano templi e villaggi attrezzati per l'ospitalità.

A Varanasi ci portano in hotel e lì abbiamo il pomeriggio libero per fare un primo giro della città. E’ un impatto fortissimo con l’India, la città è molto caotica e per strada incontreremo una marea di pellegrini. Ce la prendiamo comoda facendo quattro passi in questa città spettrale e complessa, che prende vita dal fiume Gange, sul quale affacciano chilometri di ghat e, più su, le facciate di palazzi maestosi, ora in degrado.

Notte a Varanasi.


3 giorno -  Varanasi: gita in barca sul Gange ed escursione a Sarnath

Oggi assieme ad una guida facciamo una strana, affascinante e indimenticabile escursione in barca all'alba sul Gange per vedere le cerimonie del mattino e le abluzioni. Si potrà osservare la vita lungo i gath, incluso il Manikarnika dove avvengono le cremazioni. Sui ghat si incontra di tutto: il vecchietto seduto per terra aspettando la morte, la mucca, l’uomo che porta la legna per le cremazioni, il ragazzino che porta il tè, sacerdoti, astrologi e indovini che prestano i loro servizi, centinaia di Sadhu in meditazione.  

Attenzione: qualche volta il Gange è in piena e le barche non possono partire. In questo caso la gita in barca verrà sostituita da un giro a piedi lungo i ghat.

Poi a piedi Visitiamo  qualche tempio nelle strette strade di Varanasi. Nel pomeriggio invece andiamo a Sarnath, sito archeologico buddista, purtroppo devastato dai musulmani. E’ il luogo ove Siddharta Gautama (Buddha) predicò per la prima volta la dottrina delle 4 verità con 5 asceti ed è meta di pellegrinaggio. E' uno degli stupa buddisti più famosi al mondo.

 

4 giorno: giornata libera a Varanasi 

Oggi seguendo il nostro vagabondo DOC possiamo visitare il Bharat Mata Temple, che  è stato inaugurato da Gandhi ed è uno dei simbolo della lotta per l’indipendenza indiana. All'interno ha un'enorme mappa dell'India scolpita nel pavimento. Possiamo anche vedere il Bharat Kala Bhavan, il Museo Archeologico dell’Università di Varanasi, dove sono raccolte statue e tessuti che ci faranno imparare qualcosa sulla mitologia induista e sui suoi simboli. 

Non ci dimentichiamo i mercati e i bazar. Varanasi è la città della seta. Qui potrete acquistare delle sciarpe di broccato davvero sopraffine. Consiglio di Sarita: se scegliete dei colori portabili le userete per tutta la vita e la gente per strada vi fermerà per chiedervi dove le avete acquistate. Io una sera ne ho messa una su un semplice vestitino nero e sono andata ad una prima all’Opera. Successone.

La sera possiamo assistere ad una suggestiva cerimonia in un gath sul Gange.

La puja della sera a Varanasi

La Puja, la preghiera della sera, si fa al tramonto. Qui a Varanasi migliaia di pellegrini a quell’ora confluiscono sui ghat recendo offerte al grande fiume Ganga. Offrono il fuoco e la luce e nell’incedere del crepuscolo centinaia di lanterne prendono il largo, tra canti, mantra, suoni di conchiglie e cimbali. E’ uno spettacolo irreale e indimenticabile.

 

   

5 giorno – Varanasi – Calcutta (in volo)

Oggi dopo colazione un volo ci porterà a Kolkata o, come la conosciamo in Italia, Calcutta. “La città della Gioia” secondo Dominique Lapierre  e “la città dell’orribile notte” secondo Rudyard Kipling. Ma anche la città di Madre Teresa e della cultura. E’ questa una città carica di simboli e contraddizioni, un agglomerato di almeno 12 milioni di persone (quelle dichiarate) costruito dal nulla nel 1690 per volere degli inglesi, un posto magico e demoniaco dove gli ingorghi durano ore e c’è sempre una vacca sacra nel mezzo. Se abbiamo tempo facciamo un primo giro orientativo per la città.
Notte a Kolkata.

 

6 giorno : Calcutta

Oggi facciamo una bella visita della città con un pulmino privato con autista e guida. Il nostro giro per la città inizia dal tempio di Kali, che non è un luogo turistico ma un tempio attivo e frequentatissimo che può illustrarvi molto bene il panorama della ritualità induista. Qui la mattina dalle 6 e mezza alle 9 e mezza vengono esposti i corpi dei defunti, che poi verranno spostati ai ghat per la cremazione. Qui avvengono sacrifici animali (soprattutto capre). Qui gli sposi vengono ad attaccare un filo per chiedere l’arrivo di un figlio e, una volta arrivato, lo staccano e offrono una ghirlanda di ibisco.
Poi andiamo a vedere il vicino Nirmal Hriday, il  lazzaretto di Madre Teresa e ci ricordiamo questa piccola infaticabile suora albanese, vincitrice del Nobel per la pace.
Passiamo sul Howrah Bridge, il ponte di metallo divenuto il simbolo di Calcutta, un’unica arcata di 450 metri sul fiume Hooghly. Sotto il ponte viene allestito il mercato dei fiori che è sempre animatissimo.
Notte a Kolkata.

 

7 giorno – Calcutta 
Oggi seguendo il nostro vagabondo DOC visitiamo ancora qualcosa di questa grande e bella città. Possiamo fare un giro a Kamartuli, il quartiere degli scultori, che non è un luogo turistico ma un vero e proprio quartiere dove vivono famiglie di scultori con le loro bottegucce.
Poi possiamo pranzare al caffè letterario, per ricordarci che Calcutta è la città più colta dell’India. E’ un posto bellissimo, praticamente una mensa universitaria dove si mangia bene e si possono fare interessanti conoscenze.
E poi ci perdiamo nel Bazaar e nella caotica vita pulsante della città.
Notte a Kolkata.

 

8 giorno- Calcutta - Port Blair - Andamane  (in volo) - Havelock Island
Oggi si va in aeroporto per prendere il volo per Port Blair, isole Andamane. Appena atterrati a Port Blair un pulmino ci porterà al molo e ci imbarcheremo sul traghetto per Havelock Island. L'isola è un vero e proprio paradiso tropicale, sia fuori dall'acqua con le sue spiagge bianchissime e la vegetazione lussureggiante, sia dentro l'acqua con la sua barriera corallina ottima sia per lo skorkelling che per le immersioni.
Notte ad Havelock.

 

Dal 9 al 11 giorno- Havelock Island
Giorni di mare, avventura, grigliate di pesce e relax.

Attività che si possono fare sull'isola

- Immersioni subacquee: sono diverse le agenzie che le organizzano e sono tutte dotate di attrezzature che potete noleggiare.
- Snorkelling: ci sono diverse barche che partono ogni giorno per la barriera coralline. E' possibile noleggiare a poco prezzo pinne e maschera.
- trekking nella giungla: diversi sentieri salgono sulle colline. Oltre la foresta e le sue strane piante si possono avvistare bellissimi uccelli tropicali.

 

12 giorno: Havelock Island - Port Blair
Oggi riprendiamo il traghetto per Port Blair, dove si dorme.
Faremo un giro e magari un po' di vita notturna su quest'isola. Del resto è la nostra ultima notte alle Andamane (per questa volta).

 

12 giorno: Port Blair - Italia
Una serie di voli aerei ci riportano a casa.

 

13 giorno
Arrivo in Italia.

(per alcune partenze si viaggia la notte tra il 12 e il 13 giorno, per altre la sera del 12simo giorno si dorme a Nuova Delhi in hotel - guardate il piano voli sul forum del vostro gruppo).

 

La quota comprende:
- voli a/r Italia-India
- tutti i voli interni indiani

- tutte le tasse aeroportuali dei voli internazionali e franchigia bagaglio in stiva 20 kg + 5 kg bagaglio a mano
- tutte le tasse aeroportuali dei voli indiani e franchigia bagaglio in stiva 15 kg + 5 kg bagaglio a mano
- pernottamento in hotel e resort (vedi sotto). Camera doppia con bagno privato.
- prime colazioni
- tutti i trasporti hotel/aeroporto/traghetto e viceversa in pulmino privato con autista
- Ferry boat andata e ritorno da Port Blair ad Havelock Island
- una giornata di tour a Varanasi e Sarnath con pulmino e guida (parlante inglese)
- una giornata di tour a Calcutta con pulmino e guida (parlante inglese)
- assicurazione medico bagaglio

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

La quota non comprende:
- i pasti
- attività di mare e spiaggia sulle isole - il visto

 

Hotel generalmente utilizzati

VARANASI                     - Hotel Hindustan International
KOLKATA                         - Hotel Hindustan International
HAVELOCK ISLAND          - Hotel Barefoot Island resort
PORT BLAIR                     - Hotel Fortune Bay Island resort

 

 

Le Isole Andamane

Quando andare

Il periodo migliore dal punto di vista climatico va da dicembre ad aprile: c'è il sole! E da dicembre a marzo è anche il periodo di nidificazione delle tartarughe. Certi, in questi mesi voli e hotel sono più cari.
Si può andare anche ad ottobre, novembre e nella prima metà di maggio. Con un po' di fortuna troverete il sole, di sicuro troverete dei prezzi molto più abbordabili.
Da metà maggio alla fine di settembre c'è la stagione delle piogge e dei monsoni. Che vi sconsigliamo.

Dove si trovano

Le Isole Andamàne sono un gruppo di isole dell'India, che insieme alle Isole Nicobare formano il territorio delle Andamane e Nicobare. Alle Nicobare i turisti non possono mettere piede, alle Andamane invece... si.
Le Andamane sono su mar delle Andamane (appunto...). Geograficamente queste isole si trovano molto più vicine alla Birmania che all'India.
Nell'arcipelago ci sono 576 tra isole ed isolotti.

Chi ci abita

Sulle isole ci sono diverse tribù indigene:
- Gli Jarawa sono un popolo nomade di cacciatori e raccoglitori. Hanno contatti pacifici con l’esterno solo dal 1998 e, per questo, rischiano di essere decimati dalle malattie portate dai forestieri, verso cui hanno basse difese immunitarie.
- I Sentinelesi vivono sulla piccola isola Nord Sentinel e resistono strenuamente a ogni contatto con il mondo esterno.
- Gli Onge vivono in una riserva sull’isola Piccola Andamane. Sono stati decimati a seguito del contatto con l’esterno: ora contano all’incirca 100 individui.
- Gli Andamani vivono oggi sulla piccola Strait Island e sono la tribù su cui la colonizzazione ha avuto l’impatto più devastante: prima dell’arrivo dei britannici (1857) il popolo contava oltre 5.000 membri e 10 tribù, oggi rimangono solo 56 persone.
- Nel 2010 è morta l'ultima sopravvissuta della tribù dei Bo: Una tribù che abitava le Andamane da 65 mila anni.
- I Nicobari in compenso sono 30 mila e vivono alle isole Nicobare, dove i turisti non possono andare.

 

Vi rendete conto? Le nostre malattie, anche una semplice influenza, possono uccidere queste persone. Ci sembra strano, lo so, abituati a fare vaccini per viaggiare in posti lontani per la prima volta siamo noi a rappresentare un pericolo per le popolazioni locali che andiamo a visitare.

Per preservare le tribù indigene quindi Vagabondo si impegna a NON organizzare gite nei loro villaggi e a NON farvele conoscere. Studiarle sui libri va bene, ma andare nelle loro isole a portare bacilli no. Durante questo viaggio rimarremo sulle isole più importanti, dove non ci sono indigeni, ed eviteremo in modo categorico di unirci a quei "safari umani" che propongono le altre agenzie.

E se vi viene da starnutire... la mano davanti alla bocca per favore!

 

 La religione prevalente è l'induismo, seguita da Cristianesimo (protestanti e cattolici) e islamismo. Le antichissime popolazioni delle isole (andamanesi) praticano ancora religioni ancestrali, assimilabili all'animismo. La lingua ufficiale è l'hindi, assieme all'inglese e all'antica lingua dei nativi.



Forum dei viaggi passati



Informazioni Essenziali

  • DURATA
  • A PARTIRE DA
  • CASSA COMUNE

    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre