Malta tra riaperture e bonus ai turisti

Il piccolo arcipelago del Mediterraneo annuncia la riapertura al turismo in sicurezza il prossimo 1 giugno. I primi 35 mila visitatori che prenoteranno potranno usufruire di sconti e incentivi



Se la Grecia sta facendo bene i compiti in vista della stagione estiva, vaccinando a pioggia gli abitanti delle isole e preparandosi ad accogliere i turisti in sicurezza dal prossimo 15 maggio, Malta sembra volerle contendere lo scettro di prima della classe del turismo europeo.

Come? Con un mix di restrizioni allentate e incentivi per i viaggiatori che soggiorneranno nell’arcipelago dal prossimo 1 giugno, data di apertura ufficiale della stagione turistica.

 

banner td345


INGRESSO E APERTURE

Nonostante la stagione apra ufficialmente il 1 giugno, è possibile entrare nel paese senza fare la quarantena già dal 29 marzo scorso, a patto di avere con sé il risultato negativo di un tampone eseguito 72 ore dalla partenza. Questo vale per i paesi inseriti nella cosiddetta “Lista Ambra” (tra cui l’Italia), mentre quelli della Lista Rossa non potranno entrare nel paese. La Lista Verde, invece, garantisce l’ingresso libero a Malta, ma al momento quest'ultima risulta vuota.

Per quanto riguarda invece le restrizioni sul territorio, La Valletta ha preparato un piano dettagliato sulle aperture graduali: i ristoranti e gli snackbar potranno restare aperti fino a mezzanotte a partire dal 24 maggio, mentre dal 1 giugno cadrà l’obbligo di indossare mascherine in spiaggia o in piscina. Dal 7 giugno, invece, i ristoranti potranno permettere tavoli da 6 persone e i bar e i casinò potranno riaprire, rispettando gli stessi protocolli dei ristoranti.

 

📌 Scopri tutte le nostre partenze per Malta Freak Style

marsa scirocco

 


RIPARTENZA E INCENTIVI

 

Una complessa rete di strategie è stata implementata dal governo maltese per far ripartire il turismo, un comparto che costituisce il 27% dell’economia del piccolo stato insulare. Dalla campagna sui nuovi protocolli di sicurezza nelle strutture ricettive, all’implementazione di un sistema di tracciamento più rapido ed efficace dei contagi del virus sui lavoratori dell’industria turistica, si insiste più che mai sulla sicurezza per le riaperture estive.

Inoltre, La Valletta ha messo in campo una massiccia fetta di incentivi erogati ai vari servizi turistici, gran parte dei quali finirà, in qualche modo, nelle tasche dei turisti stessi.

📌 Parti a Malta con noi, ecco i gruppi in formazione 

città

 


BONUS AI TURISTI

Regalare soldi ai turisti? Pagare i turisti per venire a Malta? Ha avuto una bella eco la proposta maltese. In realtà si tratta di un sistema messo a punto per favorire l’arrivo dei visitatori e il rilancio del settore incentivando gli albergatori del paese: ben 3.500.000 euro di bonus ai primi 35 mila turisti che prenotano almeno 3 notti nel paese. Al momento funziona unicamente per gli hotel a 3, 4 o 5 stelle: a fronte di una prenotazione di almeno 3 notti, a seconda della categoria si potrà ricevere un bonus che va dai 50 ai 100 euro a persona, spendibile per i servizi dell’hotel.

Il bonus potrà essere usato per il ristorante, il bar o la spa dell’albergo, oppure per fare l’upgrade a una stanza più lussuosa. In alcuni casi potrebbe servire a prolungare il soggiorno di una notte. L’incentivo è dedicato ai viaggiatori indipendenti, per le prenotazioni che vanno dal 1 giugno al 31 dicembre 2021, a patto che il soggiorno venga prenotato attraverso il sito internet dell’hotel: niente Booking quindi. E per chi sceglie di soggiornare nella piccola isola di Gozo è previsto un bonus del 10% in più. Niente male, la piccola Malta! 

📌 Andiamo a Malta insieme? Qui i gruppi in partenza 

grotto

Risposte