Green Pass: le regole aggiornate al 1 settembre

Le nuove regole stabilite dal Decreto Legge dello scorso 23 luglio influiranno su alcune attività abituali degli italiani. Ma comporteranno anche delle limitazioni per i viaggi?

Aggiornato al 30 agosto



Era nell’aria da qualche settimana, ormai: dopo essere stato annunciato per la prima volta in Francia ed essere entrato in vigore già in alcuni paesi europei - tra cui la Grecia - l’uso del cosiddetto Green Pass diventerà vincolante per poter entrare in alcuni luoghi e partecipare ad alcuni eventi nel territorio nazionale.

Complice la risalita dei contagi e la crescente mobilità turistica di quest'estate, le nuove restrizioni entreranno in vigore dal prossimo 6 agosto. Vediamo nel dettaglio quali sono.

 


IL GREEN PASS

 

Introdotto con apposito decreto legge lo scorso 26 aprile e destinato inizialmente a regolare gli spostamenti tra regioni italiane a rischio epidemiologico diverso, il Green Pass (o Certificato Verde Covid) non è altro che la prova - digitale o cartacea - che non si è positivi al Covid-19 al momento dell’esibizione del certificato.

Tutti possono ottenere il Green Pass a seguito di:

  • vaccinazione (per circolare in Italia è sufficiente la prima dose, dopo 15 giorni dalla somministrazione ed entro i 9 mesi dalla somministrazione del ciclo completo) 
  • guarigione dal virus (entro 6 mesi)
  • esito negativo a un tampone antigenico o molecolare (nelle 48 ore precedenti)

Il Green Pass, generato in modo automatico dopo una delle opzioni qui sopra, si può ottenere in vari modi:

  • sul sito ufficiale del Governo italiano, tramite la propria SPID
  • dalle App Immuni e IO
  • nelle farmacie o laboratori convenzionati, a seguito di tampone negativo
  • dalla propria ASL, a seguito di vaccinazione o guarigione dalla malattia
  • tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico, accessibile e scaricabile sui siti appositi della propria regione di residenza
  • dal medico di medicina generale, dal pediatra o nelle farmacie (se non si hanno a disposizione gli strumenti digitali di cui sopra)

 

Se - ad esempio - Maria ha fatto la prima dose di vaccino, 12 giorni dopo riceverà il suo Green Pass via mail o tramite accesso a una delle App sopra indicate. Il Green Pass sarà valido al 15esimo giorno dopo la somministrazione.

Se Alfio, invece, non è ancora stato vaccinato, può ricevere il Green Pass dopo il primo tampone negativo che potrà effettuare in farmacia o presso un laboratorio. Anche in questo caso troverà il suo Green Pass sulle app sopra indicate.

Il Certificato verde potrà essere esibito in formato cartaceo o digitale.

 

sicily

 


DOVE SERVIRÀ

 

Al momento il Green Pass non verrà richiesto su mezzi pubblici a breve percorrenza (bus, metro, traghetti locali), ma a partire dal primo settembre sarà obbligatorio mostrarlo sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza come aereo, treno, nave e traghetto interregionale. 

Per l’ingresso nelle regioni di colore diverso (bianche/gialle - arancioni/rosse) è sempre necessario esibire il Green Pass.

Le attività per cui è prevista l’esibizione della Certificazione Verde - in tutte le zone - sono le seguenti:

Attività al chiuso:

  • ristoranti e bar (esclusa la consumazione al bancone)
  • musei e mostre
  • piscine, palestre, centri benessere, attività all’interno degli alberghi (al momento il Green Pass non è richiesto per il check-in nelle strutture alberghiere)
  • centri sociali, culturali e ricreativi (al chiuso)
  • sale gioco, sale scommesse, casinò e bingo

Attività all’aperto:

  • spettacoli ed eventi sportivi
  • centri termali e parchi divertimento
  • sagre e fiere, convegni e congressi
  • aree archeologiche

 

Per la ristorazione all’aperto, e in generale le attività all’aperto non menzionate nell’elenco, il Green Pass non verrà richiesto.

braies

 

Risposte