Gruppo Vietnam Freak Style - Partenza del 2018-12-23



  • Quota: 1700
  • Cassa comune: 500
  • Partenza: 23 Dicembre 2018
  • Ritorno: 7 Gennaio 2019
  • Durata: 16 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Vagabondo DOC: vale_pell   

Viaggiatrice curiosa e sempre con lo zaino pronto, Valeria parla inglese in modo quasi istintivo, francese con la mente e spagnolo con il cuore.

In lei convivono due anime: “metropolitana” e “campagnola” e di solito la seconda prende il sopravvento. Adora viaggiare in (quasi) tutte le sue forme. La natura la fa sentire libera, la rilassa e le regala il giusto tempo per apprezzare le cose. Entra in contatto con le popolazioni locali e quando non parla la loro lingua se la cava con sorrisi e semplici gesti.
Instancabile camminatrice, quando non è in montagna potreste vederla con il naso all’insù ad ammirare un tempio cercando una strada con la mente per vederlo anche dall’alto… Sperimenta con entusiasmo la cucina locale e adora il curry verde, i samosa e lo tzatziki. Al tofu preferisce parmigiano e pecorino sardo.

Iscritti/posti:

 

Con la vagabonda doc Valeria / vale_pell

Viaggiatrice curiosa e sempre con lo zaino pronto, Valeria parla inglese in modo quasi istintivo, francese con la mente e

spagnolo con il cuore.

In lei convivono due anime: “metropolitana” e “campagnola” e di solito la seconda prende il sopravvento. Adora viaggiare in (quasi) tutte le sue forme. La natura la fa sentire libera, la rilassa e le regala il giusto tempo per apprezzare le cose. Entra in contatto con le popolazioni locali e quando non parla la loro lingua se la cava con sorrisi e semplici gesti.

Instancabile camminatrice, quando non è in montagna potreste vederla con il naso all’insù ad ammirare un tempio cercando una strada con la mente per vederlo anche dall’alto… Sperimenta con entusiasmo la cucina locale e adora il curry verde, i samosa e lo tzatziki. Al tofu preferisce parmigiano e pecorino sardo.

Quota

2250 euro a persona (include già il supplemento Capodanno e aumento costo dei voli)

+ cassa comune da aggiungere alla quota base e versare in loco: 500 euro a persona

→ (NB: chi si è iscritto prima del 17 novembre non ha pagato il supplemento dovuto all’aumento del costo dei voli)


La quota comprende 
- Volo dall’Italia incluse tasse aeroportuali - voli interni
- 2 pernottamenti ad Hanoi in camera doppia o tripla se dispari
- Escursione alla baia di Ha Long con trasferimento a/r Hanoi - Ha Long, crociera nella baia in una tipica giunca, 1 pernottamento in barca, 2 pranzi, 1 cena, 1 colazione, tassa di ingresso alla Baia di Halong) - autobus notturno per Hue
- assicurazione medico-bagaglio (qui maggiori dettagli)

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo DOC.

La quota non comprende (per queste spese verrà fatta una cassa comune)
- Altri pernottamenti non inclusi nella quota (sono invece inclusi quelli ad Hanoi)
- Tutti i trasporti non inclusi (bus, barche, tuk tuk, taxi) - Escursione presso le etnie di montagna
- Ingressi a musei, parchi e monumenti (eccetto ingresso alla Baia di Halong)
- Pasti (eccetto quelli inclusi durante la crociera alla Baia di Halong) Opzionali e su richiesta - Assicurazione annullamento (opzionale, se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione. Qui maggiori dettagli)  

A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum.
Vi consigliamo però di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare.

Elenco iscritti

  Silvia - da Milano - cerca compagna di stanza Roberto mattiu- da Milano - cerca compagno di stanza Diana Diddi - da Milano - in stanza con Massimiliano Massimiliano - da Milano - in stanza con Diana Alessandro - da Milano - in stanza con Melissa Melissa - da Milano - in stanza con Alessandro Fabiana - da Milano - cerca compagna di stanza Gianluigi gigi c.the maharaja - da Milano - cerca compagno di stanza
La vagabonda doc Valeria vale_pell - da Milano - cerca compagna di stanza  

Piano voli


Da Milano Linate (con Alitalia e China Southern Airlines) > posti esauriti su questi voli su questi voli: Valeria, Silvia, Roberto, Diana, Massimiliano, Alessandro, Melissa, Fabiana   AZ2021Milano Linate - Roma Fiumicino  23 Dic 08:00  23 Dic 09:10 CZ662Roma Fiumicino - Guangzhou      23 Dic 11:30   24 Dic 06:20 CZ3049Guangzhou - Hanoi                   24 Dic 09:40    24 Dic 10:45 CZ374Ho Chi Minh City - Guangzhou    06 Gen 15:40   06 Gen 19:40 CZ347Guangzhou - Parigi                     07 Gen 00:20   07 Gen 06:40 AZ305Parigi - Milano Linate                  07 Gen 09:10    07 Gen 10:40


Da Milano Linate (con Alitalia e Vietnam Airlines)>voli con supplemento su questi voli: Gianluigi AZ300Milano Linate - Parigi                 23 Dic 06:50  23 Dic 08:20 AZ3001Parigi - Hanoi                           23 Dic 13:10  24 Dic 06:30 AZ3006Ho Chi Minh City - Francoforte 06 Gen 23:30 07 Gen 06:30 AZ413Francoforte - Milano Linate        07 Gen 09:10 07 Gen 10:25     VOLI INTERNI
Da Da Nang a Ho Chi Min City (con Hahn Air) su questo volo: tutti gli iscritti H14158 Da Nang - Ho Chi Min City   31 Dic 06:00   31 Dic 07:25
Da Phu Quoc a Ho Chi Min City (con Vietjet Air) su questo volo: tutti gli iscritti VJ338 Phu Quoc - Ho Chi Min City   06 Gen 10:55   06 Gen 12:00    

Programma di viaggio Vietnam freak style

Potete trovare il programma Vietnam freak style dettagliato qui:

 

Al momento della conferma del viaggio il programma potrà subire delle piccole variazioni in base ai voli utilizzati. Sempre al momento della conferma del viaggio, vi verrà inviato il programma definitivo via mail insieme a tutte le altre informazioni di viaggio.

Gruppo

COMPLETO
Non è più possibile iscriversi a questo gruppo.


Informazioni utili

 


Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Cari vagabondi,

mi chiamo Valeria e sono la VagaDoc che vi accompagnerà in questo viaggio Freak Style in Vietnam.

Se dovessi sintetizzare il viaggio in una sola parola direi: varietà.

È il modo migliore che mi viene in mente per spiegare queste due settimane in Vietnam.

 

Varietà di luoghi, di persone, di esperienze, di paesaggi, di cibo…

Tanti piccoli Vietnam convivono all’interno di un solo Vietnam, ognuno diverso dall’altro ma che insieme compongono questo suggestivo Paese.

 

C’è Hanoi col suo carattere, la sua cultura e le sue tradizioni.

C’è la Baia di Halong che ti circonda con i suoi 1960 isolotti a strapiombo sul mare.

C’è Huế, capitale imperiale, con la cittadella che racconta gli splendori dell’antico Vietnam.

C’è Hội An con le sue lanterne colorate che si riflettono sul fiume quando scende la sera.

C’è il Delta del Mekong con l’acqua scura a perdita d’occhio e la vegetazione straripante.

C’è Phu Quoc con le sue spiagge di sabbia bianca orlate da palme

E c’è Ho Chi Minh City, col futuro tra le mani, la sua architettura futuristica e la volontà di riscatto che qui si coglie più che altrove.

 

Ma soprattutto… ci saremo noi! Pronti a buttarvi nell’esplorazione di questo Paese? Io sono in prima fila!

Anzi vi dirò di più…inizio ad esplorare la zona… Sono in partenza per la Malesia, dove rimarrò per 3 settimane e mezzo a zonzo tra città, parchi, isolette, giungla e grandioso street food.

 

Ma se passate da qua e scrivete state sicuri che leggerò e appena possibile scriverò.

Intanto fate mente locale: Natale ad Hanoi, Capodanno ad Ho Chi Minh, e poi tutto il resto!

 

Quale miglior modo per concludere l’anno ed iniziarne uno nuovo?

Vi aspetto a braccia aperte!

 

Mar, 07/24/2018 - 17:21 Collegamento permanente

Benvenuta Susan, la prima vagabonda iscritta al viaggio! Io e Susan ci conosciamo, oltre ad essere ex colleghe abbiamo anche fatto diversi viaggi assieme.

A presto vagabondi, un saluto dalla Malaysia *smile*

Gio, 07/26/2018 - 12:01 Collegamento permanente

Ciao Vagabondi, sono appena tornata da un bel viaggio in Malaysia e non vedo l'ora di ripartire! Dicembre è lontano? Nooooooo anzi...e non è mai troppo presto per pensare ad un bel viaggio invernale.

 

Ora del tè... a dire il vero è quasi ora di cena, ma oggi voglio parlarvi dell’usanza del tè in Vietnam.

Non sono maniaci come in Giappone eh, per carità, ma anche in Vietnam adorano il tè ed è per loro un’importante forma di convivialità.

Al centro del tavolo viene messa una teiera custodita in una sorta di “thermos” ricavato da una noce di cocco, e la bevanda viene servita accompagnata da frutta o dolcetti.

Il tè è servito in piccole tazzine senza manico in porcellana. 

Loro lo bevono a piccolissimi sorsi e solo dopo averlo trattenuto un po’ in bocca, per meglio apprezzare tutte le proprietà. Di solito ha un retrogusto floreale tipo gelsomino.

 


Il padrone di casa accoglie un ospite offrendo una tazza di tè come segno di gentilezza e ospitalità.

Per fare un confronto con altri popoli vicini,  se i giapponesi danno importanza al momento della preparazione e del consumo di tè, e i cinesi danno rilievo allo spazio, al tempo e alle persone con cui viene degustato, i vietnamiti cercano un compromesso tra il rito del consumo e il momento di relax tipico cinese.

 

A me piace l’idea,  e voi siete pronti a degustarlo?


Mar, 08/21/2018 - 19:32 Collegamento permanente

Allora niente di meglio che un caffè vietnamita. Già, ma quale? Ce ne sono tantissimi!

E questo perché il caffè fa parte della cultura vietnamita. Peraltro il Vietnam è uno dei principali produttori al mondo di caffè. E voi quale preferite?

  • Ca phe den  - caffè nero
  • Ca phe nau - caffè marrone (ca phe den con l’aggiunta di latte condensato)
  • Ca phe trung - caffè nero con il tuorlo dell’uovo sbattuto. Tipico caffè di Hanoi
  • Ca phe da -  caffè ghiacciato
  • Ca phe sua da - caffè ghiacciato con latte condensato dolce
  • Ca bac siu – tipico caffè del Sud del Vietnam (si tratta di latte macchiato)

Un mio amico un po' di tempo fa mi ha portato dal suo viaggio in Vietnam in regalo una confezione di caffè del posto con piccola caffettiera annessa. Me lo sono fatta bastare per un bel po', era delizioso, ma ora l'ho finito. Devo fare scorta!Mi piaceva molto quel retrogusto di cioccolato, un caffè scurissimo e denso. Ancora ce l'ho in mente e l'ho finito l'anno scorso.  Questo è il caffè all'uovo..non ditemi che non volete provarlo! Sostanzioso eh?   E questa è la mia caffettiera che non vedo l'ora di riutilizzare con il caffè vietnamita. Vi do già un'idea per un utile souvenir ;) 

Mer, 08/22/2018 - 09:22 Collegamento permanente

... partendo dal magico mondo delle leggende vietnamite.

Essere bambini in Vietnam è davvero affascinante, si cresce ascoltando storie magiche.

Secondo la leggenda, il popolo vietnamita discenderebbe dall’amore tra un drago e una fata.
I due, essendo incompatibili, si divisero portando ognuno con se la metà dei figli.
La fata e 50 figli andarono a popolare le montagne e il nord del Paese, mentre il drago e gli altri 50 figli si spostarono sulla costa.
Da qui ebbe origine il popolo vietnamita che vive per metà nell’entroterra e per metà affacciato sul mare.

 

Io sono sempre affascinata dai Paesi che spiegano la loro situazione geografica, culturale, antropologica con delle leggende. Trovo sia un modo dolce e anche "costruttivo" per spiegare le cose. Quel briciolo di irrazionalità, o di sogno, che spesso nella cultura occidentale è andato un po' perso...fatevi rapire anche voi cari vagabondi!

Mer, 08/22/2018 - 16:41 Collegamento permanente

Il caratteristico cappello conico vietnamita è il Nón Lá, che non è solo un semplice cappello.

 

 

Vediamo i molteplici usi che ne fanno in Vietnam.

Serve ovviamente a proteggersi dal sole, e fin qua... (Non dimentichiamo che in Asia in generale e in Vietnam, in particolare, l'ideale di bellezza è avere la pelle bianca)

Serve per proteggersi contro la pioggia, che in Vietnam può essere molto copiosa, e quindi di conseguenza serve anche a

raccogliere l'acqua piovana!!! L'avreste mai detto??

E serve anche come cestino per trasportare frutta.

 

 

Potremo resistere alla tentazione di comprarne uno?

Forza che non vedo l’ora di fare una foto collettiva ognuno col suo cappello vietnamita! E se ce lo mettessimo per festeggiare Capodanno? *yahoo*

Gio, 08/23/2018 - 21:19 Collegamento permanente

 

Sao Beach

Dai Beach

Ong Lang Beach

Cua Can Beach

 

 

E LA LISTA E' ANCORA LUNGA...

Qualcuno indovina dove si trovano? Lasciatemi lì vi prego!!!!  *shout*

Gio, 08/23/2018 - 21:55 Collegamento permanente

Sono alcune delle innumerevoli spiagge dell'isola di Phu Quoc, dove trascorreremo 3 giorni di "attivo" relax verso la fine del nostro viaggio.

Potremo passeggiare, rilassarci, scorrazzare in motorino ma soprattutto esplorare il mare! In particolare c'è la possibilità di fare dei giri in barca nell'arcipelago di An Thoi, che si raggiunge dal sud dell'isola in circa mezz'ora di barca. 

Le varie isole dell'arcipelago sono perfette per trascorrere la giornata facendo snorkeling, nuotare e pescare. È possibile partecipare a varie gite o noleggiare la propria barca privata. Che dite vi attira l'idea?

A Phu Quoc si possono anche noleggiare motorini a prezzi molto convenienti e avere così la massima libertà ed essere indipendenti dai taxi o altri trasporti organizzati. Potremo così raggiungere le varie spiagge, anche le più remote. E quando saremo stanchi? 

Dopo una durissima giornata in spiaggia o a fare snorkeling, o magari in giro per esplorare l’isola, cosa c’e’ di meglio se non ritrovarsi sulla spiaggia, ordinare da bere e da mangiare e godersi lo spettacolo del tramonto?

Vi ripeto, lasciatemi lì !!!!  Ecco alcune immagini dei postacci che vedremo...

Mer, 08/29/2018 - 22:35 Collegamento permanente

Scommetto che pensate che ci siano solo due buoni motivi per passare qualche giorno a Phu Quoc: le spiagge e il mare.

Se sono stata io con le immagini sopra a farvelo pensare beh ... mi spiace! Tutto vero che ci sono spiagge (alcune isolate e da esplorare) orlate da palme e che il mare azzurro pullula di bei pesciolini ma non finisce qua.

Uno degli altri buoni motivi è legato al mare ma non esattamente ai pesci... avete mai sentito parlare di plancton bioluminescente? Io sono ancora a bocca aperta dopo che ho visto qualche immagine di questo straordinario fenomeno.

Ma di che si tratta??

I microrganismi animali e vegetali che compongono il plancton emettono luce se vengono in qualche modo stimolati o disturbati. Sì, avete capito bene, reagiscono proprio così, interessante vero?

Io non ho mai visto questo fenomeno dal vero e spero proprio di essere fortunata e di vederlo in Vietnam *yahoo*

Volendo fare i secchioni:

Questa capacità, detta bioluminescenza, dovuta alla reazione tra un enzima, la luciferasi, e un pigmento, la luciferina, è una caratteristica molto diffusa tra gli abitanti del mare.

Viene utilizzata per illuminare le acque circostanti, per confondere i potenziali predatori, o ancora come esca o come segnale di corteggiamento.


Se la spiegazione scientifica non ha tolto in voi la voglia di vedere dal vero questo fenomeno e di rimanerne estasiati beh...allora...sapete già cosa dovete fare ;)

A presto! 

 

Ven, 08/31/2018 - 17:21 Collegamento permanente

Che ne dite di un giro di esplorazione del parco nazionale di Phu Quoc

Il parco copre oltre il 50% dell’isola, è molto rustico e non ben delimitato però. C'è qualche sentiero tracciato e si può andare anche in moto su una delle strade della parte nord dell’isola per poi addentrarci a piedi. Non temete, ci sono operatori locali che possono accompagnarci (ne ho già adocchiato uno che potrebbe fare al caso nostro, specializzato in jungle treks!)

Troveremo molti tipi di piante e differenti tipi di vegetazione tra cui mangrovie nelle zone umide, aree boschive sparse, vegetazione costiera e foresta sulla parte rocciosa.

E che ne dite di volare sul mare sulla funivia a 3 funi più lunga del mondo?

7,899 km appesi a un filo per approdare a Hon Thom Island. La vista dall'alto permette di ammirare la conformazione della costa, le isole circostanti, i variopinti villaggi di pescatori in costante fermento. 

Se volete approfondire leggete questo interessante articolo. La funivia è stata inaugurata quest'anno a febbraio. Voliamo fin là? *DANCE*

 

 

Phu Quoc poi è l'isola del pepe. Il Vietnam è il principale esportatore mondiale di pepe in grani e quello della migliore qualità viene prodotto proprio a Phú Quoc.

Il terreno è ricco di quarzo, un minerale necessario per la crescita delle piante di pepe e la singolarità sta nel fatto che si trovi su un'isola: in genere i terreni ricchi di minerali sono alla base delle montagne. 

La stagione di raccolta va da febbraio a luglio, ma le fattorie sono visitabili in ogni momento dell'anno e si possono fare acquisti direttamente dal produttore oltre che nei mercati.

L'intenso aroma delle bacche fresche accompagna vari piatti della gastronomia vietnamita, ma non solo, viene usato anche per prodotti di bellezza e (saporiti) cocktail.

Ma di gastronomia parleremo estesamente più avanti, il Vietnam offre grandi opportunità di gustare la sua cucina saporita e varia. 

 

Un saluto a tutti e mi raccomando fateci un pensierino ;)

Mer, 09/12/2018 - 11:37 Collegamento permanente

Dite la verità...non immaginavate che in Vietnam ci fossero ancora luoghi naturali così belli eh? A me piacciono le città, caotiche e meno caotiche, trovo sempre qualcosa di interessante da fare, che sia una passeggiata, un museo, un bel localino, un mercato, insomma certo non mi annoio. Ma di fronte alla natura mi inchino, rimango estasiata.

E se vi dico viaggio in Vietnam quale luogo vi viene in mente prima tra tutti? 1, 2, 3 ....................  Sarà mica la baia di Halong, ho indovinato?

Credo di sì. Anche noi non ce la perderemo, sarà una delle prime destinazioni del nostro viaggio. Non saremo i soli, cari vagabondi.

La baia è molto visitata, è patrimonio Unesco, è una delle 7 meraviglie naturali del mondo, forse la principale in tutta l'Asia, si parla di 2-3000 isolette disseminate nella baia, con numerose grotte, un'infinità di leggende che le ruotano intorno. A partire dal nome: Halong significa "dove il drago scende in mare". Secondo la leggenda le isole si sarebbero formate quando un grande drago che viveva sulle montagne si lanciò verso la costa, agitando la coda e così dando vita a valli e crepacci. Poi si buttò in mare, la zona si riempì di acqua e rimasero fuori solo le punte più alte. Le nostre numerose isole. Ma noi non ci faremo scoraggiare dalla presenza di altri, giusto? Proprio no. Se siamo arrivati fin qua faremo in modo di godercela alla massima potenza.

Come? Innanzitutto dedicandole del tempo. Pernotteremo a bordo di una giunca tipica, saliremo un po' di scalini (solo qualche centinaio non temete) verso la vetta dell'isola di Tipop alla ricerca di uno scenario mozzafiato, ci addentreremo in grotte e calette magari in kayak, e poi ammireremo un tramonto, seguito dalle luci suggestive della baia illuminata di notte. 

Sarà un'esperienza capace di emozionarci e di lasciarci un indelebile ricordo. Pronti anche voi?

 

 

E con queste immagini vi abbraccio e vi saluto per un po', sono in partenza per l'Albania, sempre con Vagabondo, dove resterò fino a fine mese. Ma se passate da qua e vi va di scrivere qualcosa sul forum, uno spunto, una idea, una emozione, io vi leggo, vi scrivo, vi vedo (se scrivete...per il resto mi devo ancora attrezzare). 

Ciao cari vagavietnamiti!

Valeria

Ven, 09/21/2018 - 15:46 Collegamento permanente

Abbiamo un nuovo iscritto! Se ti va dicci qualcosa di te e cosa ti ispira di più di questo viaggio. C'è qualcun altro che vuole viaggiare con noi? Unitevi allora, vi aspettiamo. A presto! *corre*

Dom, 09/30/2018 - 00:06 Collegamento permanente

Vagabondi la conferma è vicina, fatevi avanti che partiamo per questo bel viaggio natalizio tra natura, storia, arte, cucina e tutto il calore di uno dei più accoglienti popoli asiatici!

*cuore* *cuore* *cuore*

Lun, 10/01/2018 - 13:07 Collegamento permanente

Il Mekong è il fiume più importante dell’Indocina,  ha origine nell’altopiano del Tibet e da qui scende, attraversa lo Yunnan, il Myanmar, la Thailandia, il Laos, la Cambogia ed il Vietnam, sfociando infine nel Mar Cinese meridionale. 

E noi andremo a scoprire il grande fiume partendo da Can Tho, nel sud del Vietnam, dove faremo base per visitare i mercati galleggianti dei dintorni.

 

 

Gli abitanti di Can Tho vendono e acquistano merci presso i vari mercati dove si trova qualunque cosa possa essere mangiata, ne vedremo delle belle!

Ci tireremo su dal letto all’alba per visitare il mercato galleggiante; infatti è alla mattina presto che avviene il grosso degli scambi.

Vedremo pittoresche imbarcazioni di tutte le dimensioni che vendono frutta colorata e verdura locale.

I corsi d’acqua che formano l’immenso delta del Mekong sono molto importanti per la popolazione locale, infatti non solo forniscono cibo attraverso la pesca ma costituiscono dei veri e propri fulcri di aggregazione, pullulanti di vita!

Per far capire a tutti cosa si sta vendendo, i barcaioli espongono sulla prua della barca una lunga asta visibile anche da lontano su cui viene affisso un campione dei prodotti offerti, ad esempio ananas, o anche rape, carote, patate e via dicendo.

 

 

Le barche non sono solo il luogo di lavoro di quelle famiglie di venditori ambulanti e galleggianti: sono anche il luogo in cui vivono e in cui crescono i figli (non soffriranno il mal di mare una volta grandi!), dove stendono i panni, dove si muovono sicuri nonostante le barche traballino di continuo.

 

Noi ci limiteremo ad osservarle senza fare gli equilibristi, ma magari un bell’ananas sbucciato al momento ce lo gusteremo, e porteremo con noi il suo dolce sapore.

 

Che fate venite con noi?  ;)

Mer, 10/03/2018 - 23:33 Collegamento permanente

Ci siamo quasi vagabondi, siamo in fase di conferma *yahoo*

E avete anche visto che ottime coincidenze ci sono per i voli? Interessati al viaggio fate presto che non si sa mai i voli cambino... nel periodo di altissima stagione potrebbero aumentare velocemente di prezzo!

Io sono qua per ogni dubbio, perplessità e incoraggiamento, mica vorrete farvi scappare questo viaggio avventuroso in pure stile vagabondo?

;)

Gio, 10/04/2018 - 10:37 Collegamento permanente

Oh perbacco vagabondi! Abbiamo fatto un piccolo passo indietro. Una vagabonda si è ritirata, e quindi siamo tornati in stato da confermare.

Ma niente paura, dopo un piccolo dietrofront c'è sempre un grosso balzo in avanti! E allora cosa aspettate cari vagabondi? 

Ricordate che vi scrivevo che il Vietnam è intriso di miti e leggende? Un po' in tutti gli aspetti nella vita. E il Mekong è parte integrante della vita di un vietnamita.

Lo chiamano “Cuu Long Ciang” ovvero “Fiume dei Nove Dragoni”, riferendosi al suo delta.

Ma sono davvero nove? Guardate bene...non sono pochi ma il fiume ha 8 grandi estuari, non 9.

Secondo le credenze delle locali popolazioni,  il numero otto è sfortunato e per questo è stato aggiunto un nono dragone, cioè un altro estuario del fiume, anche se molto piccolo, stretto e piuttosto corto.

In effetti… per un vietnamita, un qualsiasi corso d’acqua rappresenta un’importante fonte di vita, una grande forza, un “dragone”. Ecco perché  riferendosi al suo Delta è stato chiamato “fiume dei nove dragoni”!

I rami del Mekong comunicano tra loro attraverso una grande quantità di canali naturali detti “rach”, ma anche per mezzo di canali interamente scavati dall’uomo.

La navigazione si basa molto sulla marea. La fitta rete di canali rappresenta la vita stessa del paese: molte “giunche” e “sampan” circolano avanti e indietro, costituendo il mezzo di trasporto e di comunicazione più frequente.

Noi vivremo un assaggio dei paesaggi fluviali durante la nostra tappa a Can Tho, non lontano dal delta.

E poi sapete che la zona del delta del Mekong è la "risaia" del Vietnam? Si possono ottenere due raccolti l'anno, essendo la zona perfetta per questa coltura che ha bisogno di caldo e umido.

Ma il riso non è l’unica ricchezza agricola della regione, non mancano altre colture come piantagioni di caucciù, caffè, juta, pepe, tabacco, cotone, palme da cocco e da zucchero. 

Anche dal punto di vista storico la regione è importante e significativa.

Non siamo lontani dalla Cambogia, e per secoli la regione del delta è stata parte dell'Impero Khmer: il  progressivo crollo dell'impero Khmer diede modo nel tempo  ai vietnamiti di subentrarne nel controllo dal 17 ° secolo.

Nel 1975 però, i Khmer Rossi lanciarono vari attacchi  contro i villaggi del Delta reclamando la regione come propria. 
E fu proprio questo uno dei vari motivi per cui alla fine del 1978 il Vietnam invase la  zona attaccando “la Cambogia” dei Khmer Rossi.

Oggi, il Delta del Mekong è abitato da una maggioranza etnica vietnamita, anche se è ancora possibile trovare grandi comunità di origine cambogiana che hanno mantenuto le proprie tradizioni.

Saremo immersi in un suggestivo mix culturale e potremo sperimentare le diverse tradizioni. Ci state ancora pensando?

Vi aspettiamo a braccia aperte!

Gio, 10/04/2018 - 17:48 Collegamento permanente

…ci state già pensando. Quest’anno vorreste passare le festività natalizie un po’ fuori dall’ordinario.

Magari vi piace passare le feste con i vostri cari, ma allo stesso tempo vi piacerebbe scoprire un posto nuovo, con persone che non conoscete, immergervi nella vita e nella cultura locale. *DANCE*

Non disdegnate l’avventura, la natura autentica, il buon cibo, la calda accoglienza di un popolo sorridente e non ci pensate due volte a farvi un bagno in mare ogni volta che se ne presenta l’occasione. *clapping*

Non vi capita spesso durante l’anno di potervi staccare due settimane abbondanti dal lavoro.

Vi piacciono i viaggi “freak” ma sempre con un certo “style”… ;)

E poi pensate anche che sia giunto il momento di farvi un bel regalo.

Ma allo stesso tempo pensate che vi possa mancare un po’ l’atmosfera natalizia che si respira alle nostre latitudini.

Bene, prendete il calendario:

 

  - venerdì 21 dicembre, chiudiamo i battenti con il lavoro

  - sabato 22 dicembre, ultimo shopping se ancora vi resta qualche regalo da fare, e poi si organizza una cena di vigilia in anticipo di un paio di giorni (superstiziosi?). Si salutano parenti ed amici e gli si augura buon Natale e buon Anno Nuovo

  - domenica 23 dicembre, ci siamo, si chiudono i bagagli e si parte.

 

Destinazione? V I E T N A M !!! Pensate che non si festeggi il Natale in Vietnam? Sbagliato!! Ci aggiorniamo sempre su questo forum *drinks*

 

Sab, 10/06/2018 - 14:40 Collegamento permanente

Ciao vagabondi, come ve la passate?

Oggi partiamo alla scoperta di Hanoi. Ci arriveremo il 24 dicembre, e avremo due giorni per esplorare la capitale del Vietnam.

Dimensioni e traffico?
Le dimensioni e la frenesia di questa città possono in un primo momento spiazzare: dopotutto ci sono quasi 8 milioni di abitanti (e pare ci siano addirittura più motorini che abitanti!!), e la popolazione è in continuo aumento. La città si sta modernizzando sempre più, il traffico è notevole e dovremo “rimparare” ad attraversare la strada (il bello è che una volta imparato qui non avremo problemi da nessun’altra parte al mondo *biggrin* ).

 

 

E allora come ci muoveremo?

Per andare da un punto all’altro della città sono molto efficienti i taxi, capillari, frequenti, e anche confortevoli.
Sfrutteremo la tecnologia per prenotare i taxi da un punto all’altro (ci sono diverse app che funzionano benissimo e in pochi minuti un taxi arriverà proprio dove lo stiamo aspettando, dandoci già il preventivo di spesa). Ho già sperimentato in qualche Paese del Sud est asiatico questo metodo per spostarmi anche in grandi città e mi sono resa presto conto di quanto sia comodo e semplice, ed anche economico.
Non siete avvezzi alla tecnologia? No problem…si impara subito! E poi c’è il gruppo.
Poi per i piccoli spostamenti ricorreremo alle nostre gambe, ma anche ai cyclos a pedali (tipo quello in foto sotto ma non uno per tutti eh, ci divideremo...).  E quando avremo preso confidenza qualcuno potrà anche voler provare il sedile posteriore di una motocicletta, nota come xe om, e dribblare nel traffico…

 

 

E se ci perderemo?

E’ ASSOLUTAMENTE raccomandabile perdersi nel dedalo di vie della città. Proprio il labirinto di strade è l’anima della capitale del Vietnam.
Hanoi conserva ancora quelle caratteristiche che la rendono una delle capitali più interessanti da visitare. Vie strette, case rurali, marciapiedi che si trasformano in ristoranti, bancarelle e negozietti caratteristici in ogni dove. Hanoi è unica, non somiglia a niente che ci sia da nessun’altra parte, bisogna vederla con i propri occhi.

 

Ma attenti al treno!!
Sapevate che ad Hanoi c’è un treno che ogni giorno sfiora i palazzi, passando attaccato alle case?
Accade nel Quartiere Vecchio. Quando arriva il treno le persone si tolgono dalla strada, chi è in casa toglie i panni stesi in balcone, i bambini corrono verso i portoni e i negozianti chiudono le porte.
Per i vietnamiti è normale, per i visitatori è una cosa incredibile e sembra una cosa assurda. Ve lo volete perdere? *yahoo*

Mar, 10/09/2018 - 23:10 Collegamento permanente



  • Quota: 1700
  • Cassa comune: 500
  • Partenza: 23 Dicembre 2018
  • Ritorno: 7 Gennaio 2019
  • Durata: 16 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
FORUM




    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Viaggi in Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI