Gruppo Portogallo Sud On the Road - Partenza del 2017-08-08

Portogallo Sud On the Road



  • Prezzo base: 800
  • Cassa comune: 500
  • Partenza: 8 Agosto 2017
  • Ritorno: 18 Agosto 2017
  • Durata: 11 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Vagabondo DOC: claireborlengo   

Chiara ha iniziato a viaggiare fin da piccola e da allora non riesce più a fermarsi.
Viaggiare fa parte di lei, ogni viaggio è un caleidoscopio di emozioni, nuove culture da scoprire o cibi strani da assaporare. E’ una giramondo e ha scelto di viaggiare anche per lavoro, ma Torino è la sua base e ama immensamente la sua città che le piace scoprire fin dalle prima ore del mattino con una bella corsetta.

Ha viaggiato con gli amici, da sola o in gruppo, a piedi o con i mezzi pubblici ma sempre con una gran fame di nuove scoperte. Ama il mare, camminare e la corsa (difficile trovarla ad oziare sul divano!), le notti passate a guardare le stelle nel deserto o in barca in mezzo al mare, il buon vino (possibilmente rosso da brava piemontese doc), il piacere di una bella cena fuori in compagnia degli amici e il gelato!

Iscritti/posti:

Con la Vagabonda DOC Chiara / claireborlengo

Chiara ha iniziato a viaggiare fin da piccola e da allora non riesce più a fermarsi.
Viaggiare fa parte di lei, ogni viaggio è un caleidoscopio di emozioni, nuove culture da scoprire o cibi strani da assaporare. E’ una giramondo e ha scelto di viaggiare anche per lavoro, ma Torino è la sua base e ama immensamente la sua città che le piace scoprire fin dalle prima ore del mattino con una bella corsetta.

Ha viaggiato con gli amici, da sola o in gruppo, a piedi o con i mezzi pubblici ma sempre con una gran fame di nuove scoperte. Ama il mare, camminare e la corsa (difficile trovarla ad oziare sul divano!), le notti passate a guardare le stelle nel deserto o in barca in mezzo al mare, il buon vino (possibilmente rosso da brava piemontese doc), il piacere di una bella cena fuori in compagnia degli amici e il gelato!

Elenco Iscritti

Giuseppe - gisi - da Milano - cerca compagno di stanza Maria - da Napoli - cerca compagna di stanza Debora - sgasga - da Bergamo - cerca compagna di stanza Valentina - Vale_Card - da Catania - con Valentina Irene - iry1986 - da Torino - cerca compagna di stanza Nicola - Nico. - da Milano - cerca compagno di stanza Valentina - Valentina Arena - da catania - con Valentina Giuliano - giulianod - da Roma - cerca compagno di stanza Nicla - Nicla1973 - da Roma - cerca compagna di stanza Diego - Diego84 - da Milano - cerca compagno di stanza Mattia - Mattia pace - da Roma - cerca compagno di stanza

la Vagabonda DOC Chiara / claireborlengo - da Torino - cerca compagna di stanza

Quota

980 euro a persona 
Cassa comune da aggiungere alla quota base: 500 euro a persona

Supplemento di 100 euro per chi si iscrive dal 5 luglio con partenza da Milano.

La quota include:
- volo a/r solo bagaglio a mano (è possibile portare un bagaglio a mano con peso massimo di 10 kg e dimensioni massime di 55 x 40 x 20 cm, più una borsa piccola fino a 35 x 20 x 20 cm)
- tasse aeroportuali
- pernottamento in hotel le prime 2 notti a Lisbona in camera doppia o tripla con bagno privato
- assicurazione sanitaria e bagaglio
- noleggio auto  Leggete bene le condizioni dei viaggi On The Road

 Al viaggio partecipa anche un vagabondo DOC - chi è? cosa fa? 

La quota non include:
- i pasti. 
- trasporti locali nei primi 2 giorni a Lisbona
- entrate nei musei e parchi
- bagaglio in stiva sull'aereo (si può avere con supplemento)
- benzina, pedaggi e parcheggi
- pernottamenti non inclusi nella quota. In genere si usano alberghetti e bed and breakfast e si scelgono camere con bagno privato ma se il gruppo vuole risparmiare si può anche optare per soluzioni più economiche (ci si confronta sul forum prepartenza e si decide tutti assieme)
- il navigatore satellitare non è incluso. 

NB: la cassa comune è a persona, non è da versare a Vagabondo ma è una previsione di spesa, leggi come funziona la cassa comune

 

Da sapere

Serve voglia di condivisione con il gruppo: si passa diverso tempo in auto insieme ed è importante essere tutti partecipi e aiutare chi è alla guida con indicazioni stradali, buona musica o semplicemente allegra compagnia. Si dorme in b&b, piccoli alberghetti o ostelli, a volte con bagno in comune. Non è un viaggio che prevede la disponibilità di singole in alta stagione e a volte neppure di doppie con bagno.


Piano Voli

Da Milano Malpensa (Easyjet)  Andata 8 ago 2017 easyJet EZY2715 2h 50min 11:20 MXP Milano Malpensa 13:10 LIS Lisbona   Ritorno 18 ago 2017  easyJet EZY2716 2h 30min 13:40 LIS Lisbona 17:10 MXP Milano Malpensa   Da Roma Ciampino (Ryanair) Andata 8 ago 2017 Ryanair FR2098 2h 55min 06:45CIA Roma Ciampino 08:40LIS Lisbona   Ritorno 18 ago 2017 Ryanair FR2693 3h 19:20LIS Lisbona 23:20CIA Roma Ciampino


Programma viaggio

GIORNO 1: ITALIA – LISBONA (8 agosto)
GIORNO 2: LISBONA (9 agosto)
GIORNO 3: LISBONA – CABO ESPICHEL – EVORA (190 KM) (10 agosto)
GIORNO 4: EVORA – CASTELO DE VIDE  - MARVAO  - ESTREMOZ – EVORA (250 KM) (11 agosto)
GIORNO 5: EVORA – MONSARAZ – MERTOLA (210 KM) (12 agosto)
GIORNO 6: MERTOLA – TAVIRA (95 KM) (13 agosto)
GIORNO 7: TAVIRA – SAGRES - PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (200 KM) (14 agosto)
GIORNO 8: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (15 agosto)
GIORNO 9: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (16 agosto)
GIORNO 10: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO – PENISOLA DI TROIA – LISBONA (280 KM) (17 agosto)
GIORNO 11: LISBONA – ITALIA (18 agosto)

image

GIORNO 1: ITALIA – LISBONA

Prima tappa, Lisbona! A seconda dell’orario di arrivo cerchiamo di immergerci subito nell’atmosfera di questa città per non perderci neppure un minuto della sua esuberanza e se anche arriviamo tardi nessun problema: Lisbona vive anche di notte con una delle movide più belle d’Europa. Come tappa della giornata però se il tempo ce lo concede fissiamo sicuramente il Miradouro (belvedere) di Santa Caterina noto a tutti come l’Adamastor, posto prediletto dai lisbonesi stessi per godere del tramonto sulla città. Poi cena e se vogliamo ascoltare il Fado: la Tasca do Chico è uno dei pochi locali ancora non turistici. Notte a Lisbona.

________________________________________________

GIORNO 2: LISBONA

Facciamo una bella colazione, magari in qualche famosa pasticceria portoghese e indossiamo delle scarpe comode, oggi visitiamo la città. Saliamo al Chiado, uno dei quartieri più caratteristici di Lisbona, magari prendendo l'ascensore costruito da Eiffel (sì proprio quello della torre a Parigi!). Lì visitiamo la chiesa do Carmo, in stile gotico e senza tetto.  

Dopodichè saliamo sul vecchio mitico tram 28 che attraverso scorci fantastici e pendenze non indifferenti ci condurrà a Graça, una delle parti più alte della città. Da lì ci godiamo il panorama dal Miraduro Senhora do Monte e/o Graça, poi scendiamo verso l'Alfama, il quartiere più antico e forse più affascinante della città, l’unico ad essere sopravvissuto al terremoto del 1755 e all’Expo del 1998. E poi ci godiamo ancora la serata. Volendo, dopocena, possiamo dedicarci al vagabondaggio notturno tra Bica e Bairro Alto, altro quartiere pieno zeppo di localini con musica dal vivo. Notte a Lisbona.

________________________________________________

GIORNO 3: LISBONA – CABO ESPICHEL – EVORA (190 KM)

Oggi ritiriamo le nostre auto e partiamo verso il sud del Paese, lasciando Lisbona dal Ponte 25 Abril, il Golden Gate portoghese. Prima tappa: Cabo Espichel, una lingua di terra desertica a picco sull’oceano che nel XIII secolo divenne famosa per un’apparizione della Madonna, ma siccome anche i pellegrinaggi subiscono l’influsso delle mode adesso il luogo appare abbandonato e per questo ancora più scenografico.

Proseguiamo poi verso Evora, il capoluogo dell'Alentejo e prima di entrare ci fermiamo ai Megaliti, un sito preistorico così vecchio che in confronto Stonehenge è quasi nuovo. Arriviamo quindi a Evora, una delle più belle del Portogallo. Un bel giro a piedi per il centro di Evora ci porta a scoprire i suoi monumenti: la cattedrale, il tempio di Diana del II secolo e dentro la chiesa di Sao Francisco la Capela do ossos decorata con teschi e ossa varie a testimonianza di un culto dei morti molto “vivo” in Portogallo. Qui il bello è sedersi al tavolino di un bar e godersi l’animazione delle piazzette locali. 
Notte ad Evora o dintorni.

________________________________________________

GIORNO 4: EVORA – CASTELO DE VIDE  - MARVAO  - ESTREMOZ – EVORA (250 KM)

Oggi andiamo a visitare qualche "paesino bianco”. Siamo sulla linea di confine con la Spagna, Nazione che nel Medioevo sferrava spesso attacchi ai Portoghesi e per questo motivo vediamo numerose fortezze costruite sulle alture a scopo difensivo. Visitiamo prima il Castelo de Vide passeggiando per le sue stradine medievali piene di fiori e andiamo fino alla Judaria, il bellissimo quartiere ebraico. Poi ci dirigiamo a Marvao, un nido d'aquila a 900 metri slm (altezza rara da queste parti). Infine arriviamo a Estremoz, che è un’altra meraviglia. Ai piedi del castello c’è un’antica pousada, la Rainha Santa Isabel, che era una residenza reale. Potete entrare nel bar e vedere il luogo dove re Manuel consegnò a Vasco de Gama in partenza per le Indie (quelle vere!) la bandiera portoghese da portarsi in viaggio. Tutte le case di Estremoz, imbiancate a calce, al tramonto sembrano infuocarsi. Ci godiamo lo spettacolo e poi torniamo a dormire a Evora o nei dintorni.

________________________________________________

GIORNO 5: EVORA – MONSARAZ – MERTOLA (210 KM)

Oggi guidiamo verso sud fermandoci a visitare l’antica cittadella di Monsaraz, dove sembra davvero di essere sul set di un film ambientato nel Medioevo: non si vede un solo cavo elettrico o antenna televisiva. Poi, guidando attraverso la campagna Alentejana, arriviamo a Mertola, una vera e propria città-museo in posizione incantevole lungo il rio Guadiana. E’ famosa per essere una cittadina che ha mantenuto nell’architettura le sue doppie origini: araba e cristiana. Il castello fortificato di Mertola mantiene le migliorie effettuate dagli arabi ai tempi delle invasioni, la chiesa Matriz è un raro esempio di moschea trasformata in chiesa cattolica. La sera tutti a cena in qualche osteria semplice, in cui si apprezzano il pane e per il formaggio di pecora locali. Notte a Mertola o dintorni.

________________________________________________

GIORNO 6: MERTOLA – TAVIRA (95 KM)

Oggi entriamo in Algarve, nome coniato dai moriscos. L’Algarve è anche una delle zona più turistiche del Portogallo grazie alle sue bellissime spiagge e al suo mare, ma cercheremo con cura di evitare i posti invasi dal turismo di massa, dal cemento e dalla musica dance non desiderata! 
Arriviamo al mare e precisamente a Tavira, una bella cittadina (ovviamente bianca) e puntiamo subito sulla Ilha de Tavira, un’isola che si trova a 2 km dalla città. Lasciamo le auto e saliamo su piccole barche che in pochi minuti attraversano la laguna. Dall’altra parte troveremo bellissime spiagge di sabbia bianca come Praia do Barril. E qui ci godiamo il mare trasparente e la sabbia bianca bianca.
La sera invece la passiamo a Tavira volendo all’Antigo Mercato è pieno di ristorantini e bar dove fare cena e dopocena. Notte a Tavira o dintorni.

________________________________________________

GIORNO 7: TAVIRA – SAGRES - PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (200 KM)

Oggi risaliamo in macchina alla volta di Sagres, la punta occidentale del Portogallo ovvero la città di Enrico il Navigatore che visse e morì nella Fortaleza. Qui siamo in pieno Parco Naturale del Sudoeste Alentejano, un enorme parco lungo ben 100 km istituito nel 1995 che è servito molto bene ad interrompere l’edilizia selvaggia in questa parte dell’Algarve. I paesini sono pochi e veri, si fa surf e si prende il sole sulle bellissime spiagge. Per le prossime 3 notti staremo qui, dormendo  sulla costa tra Zambujera Do Mar e Odexeixe, in bungalow o affittando una casa di campagna.

________________________________________________

GIORNO 8:PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO

Dedichiamo questi giorni all'esplorazione delle spiagge della zona da Sagres e cabo San Vicente, fino a Sines. Sono spiagge magnifiche, tutte diverse per dimensione, ambiente, condizioni del mare, e soprattutto non affollate. Chi vuole può cimentarsi nel surf che è lo sport nazionale da queste parti, di solito in tutte le spiagge si può trovare l'attrezzatura e prendere qualche lezione. La sera potremo vagabondare per le osterie dei paesini della zona o organizzare qualche festicciola a casa o unirci a qualche party di surfisti. Insomma non ci faremo mancare nulla!

________________________________________________

GIORNO 9: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO

Un’altra giornata dedicata all’esplorazione di questo Parco Naturale che riserva spiagge tra le più selvagge e incontaminate di Europa, da qui anche il suo aspetto così unico e la varietà delle sue spiagge: da arenili estese a piccole insenature inserite tra falesie, lo scenario non è mai lo stesso. Tantissime le spiagge da vedere e alcune da scoprire, essendo semi-selvagge ci si può accedere solo camminando a lungo. Giornata di esplorazione a nostro piacere. 

________________________________________________

GIORNO 10: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO – PENISOLA DI TROIA – LISBONA (280 KM)

Oggi ripartiamo verso nord per tornare a Lisbona. Passiamo dalla penisola di Troia e ci fermiamo per un ultimo tuffo nella natura incontaminata di un luogo dove le uniche costruzioni sono le casette dei pescatori sulle palafitte. E infine rientriamo a Lisbona dal ponte  Vasco da Gama. La città riappare in tutta la sua bellezza. Trascorriamo l’ultima serata del viaggio tra osterie e localini. Ultima notte di bagordi! Notte a Lisbona.

________________________________________________

GIORNO 11: LISBONA – ITALIA

A seconda dell'orario dei voli facciamo ancora qualche visita/giretto in città e poi via, si torna a casa.

________________________________________________


Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Ciao vagabondi :)

innazitutto mi presento, mi chiamo Chiara e sarò la vs vagabonda doc per questo viaggio in Portogallo...una nazione che amo per i suoi colori (il cielo è quasi sempre di un azzurro intenso spettacolare) e per la gente molto accogliente, a Lisbona sono già stata un paio di volte ma ovviamente ogni scusa è buona per tornarci e  scoprire angoli nuovi della città! Qst non sarà che l'inizio del ns viaggio, 11 giorni on the road nel sud del Portogallo arrivando fino in Algarve...inutile dirvi che non vedo l'ora di partire!!

L'itinerario lo trovate dettagliato sopra e nona ppena si formerà il gruppo potremmo valutare insieme meglio le singole tappe...vi aspetto numerosi e per qualsiasi informazione sono qua a vs disposizione!

A presto e buon week-end!

Chiara

Ven, 06/09/2017 - 16:33 Collegamento permanente

Iniziamo a scoprire la prima tappa del ns viaggio in Portogallo, benvenuti a Lisbona che offre diversi quartieri molto interessanti e ricchi di cose da vedere..il Chado, Graça passando per l’Alfama e il Bairro Alto!

Chiado vuol dire astuto, ma anche malizioso e pare che proprio queste fossero le caratteristiche di Antonio Ribeiro, poeta e frate, che veniva soprannominato “O Chiado“. Quartiere preferito da Pessoa, malinconico poeta e scrittore portoghese, il Chiado attualmente è ricco di negozi raffinati, librerie e teatri. E poi le imponenti rovine gotiche della Chiesa del Carmo, semidistrutta dal terremoto del 1755 e lasciata così, a futura memoria di quello che è stato.

Miradouro da Graça: un ritrovo estivo molto amato dalla gente del posto. Da questa terrazza, che si protende dalla barocca Igreja da Graça, si ha una vista incredibile sul castello arroccato sulla collina, sul fiume e sul Ponte 25 de Abril. Al tramonto si gode un panorama stupendo dal chiosco sulla terrazza: sceglieremo un tavolo sotto i pini, ordineremo da bere una fresca cerveza o un buon porto e ci godremo la magica atmosfera.

Saliremo su un tram, ci metteremo comodi, sporgendo un po’ la testolina dai finestrini per scoprite l’Alfama. Questo quartiere di Lisbona bisogna conoscerlo così, facendolo scorrere rapidamente davanti ai nostri occhi. Il tram ci condurrà in vicoletti anche solo di 4 metri di larghezza: potremo toccare pure i muri dei palazzi ma attenti a non perdere l’equilibrio, questi vicoli possono anche avere una pendenza del 14%! Ci innamoreremo dell’atmosfera caotica e inafferrabile di Alfama, i suoi panni stesi ai balconi, le auto parcheggiate in modo disordinato: tutto quello che vedremo in questo quartiere ci sembrerà un’espressione intensa e significativa della parola “vita”. E poi qui il sabato c’è la Feira da Ladra, il celebre mercatino delle pulci e noi non vorremo mica lasciarci sfuggire le occasioni!

Per molti secoli il Bairo Alto è stato il quartiere delle famiglie benestanti: i ricconi di Lisbona vivevano in questa zona evitando accuratamente i posti più malfamati della città. Dal 1800 in poi le cose cambiarono e il Bairro Alto acquisì una doppia personalità che ancora adesso lo caratterizza: da una parte le famiglie aristocratiche e dall’altra i creativi, gli artisti squattrinati, le librerie, i ristoranti e gli antiquari. Il Bairro Alto si contraddistingue per essere il quartiere dei giovani e del divertimento: nel fine settimana i ragazzi di Lisbona si incontrano qui per scambiare quattro chiacchiere, andare in qualche esclusivo locale jazz o dilettarsi nei balli di gruppo in qualche posto più alla mano.

Allora che dite, vale la pena di iscriversi a questo viaggio…io direi proprio di sììììììì ;)

Mar, 06/13/2017 - 16:45 Collegamento permanente

Ciao vagabondi! Allora siete pronti a proseguire il viaggio?

Dopo un paio di gg a Lisbona, noleggeremo le ns auto e partiremo alla volta di Cabo Espichel, un promontorio presso il quale ci sono quattro principali luoghi di interesse: il faro, il Santuario de Nossa Senhora, la piccola Cappella di Ermida da Memória e le impronte di dinosauro. Siete curiosi di sapere di cosa si tratta?!

Ci sono due serie di impronte di dinosauro ben conservate tra le scogliere e il paesaggio di Cabo Espichel. La prima serie di impronte è situata subito sotto la cappella, e sale lungo il lato della ripida scogliera. Queste impronte sono chiamate il Pedra da Mua e in passato erano considerate la prova dell’apparizione della Vergine Maria, che rese Cabo Espichel un’importante meta di pellegrinaggio. Le impronte appartengono ad un gruppo di imponenti dinosauri Sauropodi e sono chiaramente visibili nelle scogliere di pietra scura. La seconda serie di impronte di dinosauro si trova all’interno della Baia di Lagosteiros ed è più accessibile della prima, poiché non si trova su una scogliera quasi verticale. Queste impronte più piccole appartengono a dinosauri Teropodi e Ornitopodi, che abitarono la zona in un periodo compreso tra circa 155 e 145 milioni di anni fa.

Faremo una tappa nella zona, cammineremo lungo i sentieri costieri, che si aggirano attorno alle imponenti scogliere e ci godremo il ns pranzo con vista prima di ripartire alla volta dell’Antalejo.

L’Antalejo è una delle zone del Portogallo meno conosciute e frequentate dai turisti italiani, ma allo stesso tempo una delle regioni più interessanti, con paesaggi molto particolari, una costa piena di spiagge e scogliere spettacolari e piccoli paesini dove vale la pena perdersi  e gironzolare.

La regione dell’Alentejo include due province: l’Alto Alentejo e il Baixo Alentejo. Le città principali sono Evora, Estremoz, Elvas e Monsaraz, Mertola etc.. A nord la regione è delimitata dal fiume Tejo, mentre a sud confina con la più nota regione dell’Algarve. L’Alentejo è una terra ricca di storia, di borghi e di paesini che faranno innamorare chiunque li visiti per la prima volta. Testimonianze del passato si accostano a tradizioni locali dando vita ad un mix unico di colori, sapori e suoni. Vi allego qualche foto così iniziate a farvi un’idea poi avremo modo di approfondire i singoli paesini, tappa per tappa :si:

Gio, 06/15/2017 - 16:33 Collegamento permanente

Ciao ho trovato  quasi  per caso  questo viaggio  sul forum! Wow  sarebbe la ciliegina sulla torta  per le mie vacanze 11 giorni di pura bellezza portoghese 

Dom, 06/18/2017 - 21:19 Collegamento permanente
raffy
Staff  Staff

la cassa comune è considerata a testa e ci pagherete in loco tutto ciò che non è compreso nella quota base e cioè:

La quota non comprende

- i pasti. 
- trasporti locali nei primi 2 giorni a Lisbona
- entrate nei musei e parchi
- Benzina, pedaggi e parcheggi- pernottamenti non inclusi nella quota. In genere si usano alberghetti e bed and breakfast e si scelgono camere con bagno privato ma se il gruppo vuole risparmiare si può anche optare per soluzioni più economiche (ci si confronta sul forum prepartenza e si decide tutti assieme)
Un saluto dallo Staff

Lun, 06/19/2017 - 09:55 Collegamento permanente

Mi avete contattata in diversi, ma qua le iscrizioni tentennano..non esitate a fare il primo passo, i compagni di viaggio vi seguiranno! Nel frattempo, cerco di farvi venire l’acquolina in bocca…perché sì, miei cari vagabondi l’Alentejo è una delle più grandi e meno conosciute destinazioni gastronomiche del mondo. Vi si trovano splendidi vigneti, uliveti e fattorie, che ne fanno per molti versi l’anima culinaria del Portogallo.

Dessert paradisiaci

Le specialità regionali vanno oltre le portate principali e gli antipasti. In molte città e villaggi dell’Alentejo si preparano paste e dolci squisiti, in varianti che non troverete altrove. Vuole la tradizione che siano state le religiose dei conventi le prime a preparare questi dolci, a cominciare dal XV secolo. Le ricette si sono tramandate di generazione in generazione, custodite come segreti in ogni monastero. Ancora oggi sono le suore a preparare alcuni dei dolci migliori, che sono conosciuti un po’ ovunque come doces conventuais (dolcezze del convento).

A Évora, potremo gustare la perfezione spirituale della Pastelaria Conventual Pão de Rala. Questa classica pasticceria rivestita di maioliche serve alcune ‘peccaminose’ tentazioni, compresa la tipica pão de rala, una torta di mandorle, tuorli d’uova e scorze di limone.

In Alentejo non dovremo fare molta strada per trovare la sericaia, un dolce a base di uova, zucchero e cannella. È famosa in tutta la regione, ma è soprattutto la gioia e l’orgoglio della città di Elvas, dove è stata inventata, e dove la si gusta nella sua preparazione migliore. 

Viaggi del vino

Un po’ come la cucina portoghese, i vini dell’Alentejo sono ancora poco conosciuti fuori del paese. Questo rende il viaggio ancora più interessante. Qui troveremo vini eccezionali, con una varietà di rossi corposi e bianchi amabili ed equilibrati, distribuiti nelle otto regioni del vino locale.

Un buon posto per iniziare il viaggio è Évora, col suo centro informazioni e con la vineria della Rota dos Vinhos do Alentejo (Strada del vino dell’Alentejo). Qui potremo degustare molti vini, salvo che non siate astemi e nel caso, chi lo sa potreste sempre cambiere idea!

Lun, 06/19/2017 - 17:38 Collegamento permanente

Ciao, sono stata a Lisbona due anni fa e ne sono rimasta affascinata! Sarei molto interessata a ritornarci e a fare un viaggio come questo!!! :si:

Mar, 06/20/2017 - 15:49 Collegamento permanente

mi chiamo Nicola

e dopo una splendida esperienza irlandese con Vagabondo

qualche anno fa

adesso seguo con molto interesse questo forum... ;)

Dom, 06/25/2017 - 20:38 Collegamento permanente

Alcune curiosità sul Portogallo che forse non immaginate nemmeno…così giusto per invogliarvi ad iscrivervi, non fate i timidi, vedrete che il gruppo si formerà e sarà un gran viaggio! :)

1) E’ il Paese più vecchio d’Europa

Il Portogallo ha disegnato i suoi confini nel 1139, quando è stato proclamato primo re Afonso Henriques. Per quasi 800 anni, fino al 1910, il paese è rimasto un regno.

2) Il portoghese è la lingua ufficiale di 9 Paesi

236 milioni di persone nel mondo sono madrelingua portoghesi. E’ la lingua ufficiale di Portogallo, Brasile, Capo Verde, Angola, Guinea Bissau, Mozambico, Principe, Sao Tome, Guinea Equatoriale. Il portoghese si parla anche a Goa (India), a Macao e nel Timor orientale.

3) A Lisbona c’è la libreria più antica del mondo

Si chiama Bertrand Bookstore e risale al 1732.

4) E’ il più grande produttore di sughero del mondo

Produce il 70% delle esportazioni di sughero del mondo. Il Paese vanta anche la più grande foresta di sughero, la foresta Rio Frio do Alentejo.

5) Ha il ponte più lungo d’Europa

Il Ponte Vasco da Gama a Lisbona è lungo 17 km ed è il più lungo d’Europa.

6) Il Fado è patrimonio UNESCO

Il Fado è un genere musicale che ha origine nelle aree urbane di Lisbona. E’ un tipo di musica folk triste e toccante cantata dalla gente comune.  

Mar, 06/27/2017 - 12:15 Collegamento permanente

Buongiorno vagabondi!!

Appello a tutti coloro che stanno pensando di iscriversi a questo viaggio che ci porterà sulle strade del Portogallo del Sud!

Ancora tutti indecisi? Daiiii vedrete che sarà un super viaggio e ci divertiremo tantissimo....io non vedo l'ora di conoscervi e di organizzare per bene tappe e pernottamenti non inclusi nella quota. Ma per farlo ho bisogno di conoscervi e sì, ovviamente, anche che il viaggio sia confermato quindi... fatevi avanti!!! :-)

Mer, 06/28/2017 - 12:27 Collegamento permanente

Ciao Chiara (e ciao tutti!)

sono iscritta da tempo ma ho iniziato solo in questi giorni a sbirciare nei viaggi di vagabondo...

Questo viaggio in Portogallo del sud mi intriga, c'è città, natura, cultura, ... un bel programma. Sono seriamente tentata. Ma non manca poi molto e le adesioni scarseggiano. Qual è la soglia minima per la conferma del viaggio? Per tua esperienza, ci sono ancora possibilità che venga confermato? Grazie!! :)

Sara 

Dom, 07/02/2017 - 19:16 Collegamento permanente

Ciao Sara, piacere di conoscerti :)

Il viaggio ribadisco che  è stra interessante (anche xchè se no non l'avrei scelto e non lo starei sponsorizzando continuamente)...le adesioni tardano ad arrivare, tutti sempre indecisi fino all'ultimo ma di richieste anche in privato ne ho ricevute diverse quindi sì spero proprio che il viaggia decolli perchè ci sarà da divertirsi! Solitamente la soglia minima è 4/5 partecipanti...daiii, non tentennare anche tu e iscrivitiiii

Vi ricordo che al momento dell'iscrizione non dovrete versare nessun acconto (seguiranno poi istruzioni una volta che il viaggio sarà confermato)!

A prestoooo (spero) e buona giornata!

Chiara

Lun, 07/03/2017 - 12:32 Collegamento permanente



  • Prezzo base: 800
  • Cassa comune: 500
  • Partenza: 8 Agosto 2017
  • Ritorno: 18 Agosto 2017
  • Durata: 11 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
FORUM


Tutte le altre date


    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI