Gruppo Lanzarote e Fuerteventura On The Road - Partenza del 2022-01-02

Lanzarote e Fuerteventura On The Road

2
Gen
Completo

Viaggio a Lanzarote e Fuerteventura in modalità On The Road per scoprire in modalità vagabonda quanto il vento, il mare e le eruzioni vulcaniche sono riusciti a creare: la natura dà spettacolo alle Canarie. E noi andiamo ad assistervi.

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Image
Vai al forum

Dettagli del viaggio

Completo
  • Quota: 890 €
  • Cassa comune: 550 €
  • Partenza: 2  Gennaio  2022
  • Ritorno: 9  Gennaio  2022
  • Durata: 8 Giorni
  • Vagabondo DOC: miri miri
Prenota

Partecipanti

9 - 4 Vagabondi e 5 vagabonde dai 34 ai 65 anni

Vagabondo DOC
Vagabondo DOC
Architetto viaggiatore, Miriam fa della libertà uno stile di vita. Fruga nel mondo e cerca il bello in ogni angolo spinta da una naturale curiosità, con lo zaino in spalla, non ha mai tempo per scendere a compromessi con la noia. È stata più volte… Continua a leggereVagabondo DOC

Architetto viaggiatore, Miriam fa della libertà uno stile di vita. Fruga nel mondo e cerca il bello in ogni angolo spinta da una naturale curiosità, con lo zaino in spalla, non ha mai tempo per scendere a compromessi con la noia. È stata più volte in Africa che in chiesa, se dovesse scegliere un posto speciale vi porterebbe di sicuro lì! Ama le persone, le mille culture umane, la natura, il cibo, il buon vino, le spiaggette tra gli scogli e il bivacco a duemila metri: nessuna sfida è impossibile, basta avere la giusta attrezzatura e un po' di intraprendenza. Viaggia sempre in compagnia, pensa sia più bello condividere al momento le emozioni che raccontarle una volta tornata. Ogni viaggio è una frenetica armonia, sempre ben pianificata e densa di significati, che porterà chi le sta accanto ad apprezzare un po’ di più il mondo in cui viviamo.

miri miri

Iscritti:
 decemic

 Da

 Kid A

 Da

 StefyR

 Da

 Aurora Carlotto

 Da 24030 Solza BG, Italia

 alexesse

 Da milano

 Deli

 Da Milano

 elisa0304

 Da

Questa partenza

  • 2
    Gen
    Dal 2  Gen al 9  Gen
    Completo
Vedi tutto

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

Forum del viaggio

11/10/2021 - 21:47 Collegamento permanente

Ciao Vagabondi, sono Miriam, la doc che vi accompagnerà in questo bellissimo viaggio che riscalderà il nostro inverno e il nostro cuore.

Lanzarote con il suo paesaggio lunare e le spiaggette di sabbia nera, tra le colate di lava solidificata

g

Fuerteventura con le sue spiagge di sabbia finissima e le dune dorate di Corallejo, con la sabbia arrivata dal Sahara

o

Questa sono io che prendo confidenza con la temperatura dell'acqua di spiaggia Papagajo

2

Il clima sarà mediamente mite, caldo nelle ore centrali della giornata, tipo che si andrà in spiaggia in costume, e un po' più fresco alla sera, ma il piumino lasciatelo a casa 😄

L'acqua è sempre freddina, sia in estate che in inverno, ma con un pò di motivazione si riesce a fare il bagno

Vi chiederete come faccia ad esserne così certa? 

Perché ci sono già andata altre volte, sia d’inverno che d’estate e, a dir la verità, preferisco queste isole durante l’inverno: il clima è migliore.

 In inverno c’è meno vento e il cielo è più limpido, azzurrissimo

3

 Adoro Lanzarote 💗 A Lanzarote mi sento bene 

p

Sarà un viaggio on the road, cioè avremo le nostre auto e ci sposteremo qua e la, ma saranno sempre tratte brevi perché l’isola è piccola, è lunga solo 60 km! Poi a Fuerteventura decideremo se scendere fino al sud (selvaggio e bellissimo) o limitarci alla parte nord.

Io guiderò la prima auto e qualcuno di voi le altre: quindi ci vorranno partecipazione, collaborazione e spirito di gruppo. Ci divertiremo da matti

Vi aspetto su questo forum per qualunque domanda, commento o chiarimento

Scrivete, scrivete, scrivete 😉

Io, un poco alla volta, vi descriverò tutte le meraviglie di questo viaggio, seguitemi!

 

Repondi
21/10/2021 - 18:29 Collegamento permanente

Eccomi, vorrei parlarvi un poco di un’architetto-artista che ha caratterizzato, con le sue opere, il paesaggio urbano di Lanzarote: Cesar Manrique.

Un architetto eclettico e creativo, noto artista a livello internazionale (amico di Picasso e Matisse), nativo di Lanzarote, che ha reso quest'isola un vero e proprio museo a cielo aperto.

Vi stupirete nel visitare le sue locations!

1

2

Manrique amava immensamente la propria isola e fece moltissimo per abbellirla con creazioni artistiche ed architettoniche di grande pregio e forte impatto naturalistico.

3

Si oppose incessantemente allo sviluppo urbanistico indiscriminato e sostenne lo stile architettonico tradizionale cooperando con le autorità di Lanzarote, riuscendo quindi a preservare l'integrità della sua isola.

Visiteremo questi luoghi e, per darvi un'idea di quello che vedremo, vi propongo qualche foto

5

7

8

Vi aspetto su questo forum per qualunque domanda

A presto 😉 

Repondi
26/10/2021 - 21:11 Collegamento permanente

Pubblico la mappa delle isole Canarie per facilitare l'orientamento e per comprendere le distanze che percorreremo in auto, che sono modeste, anche se gireremo in lungo e in largo su entrambe le isole

 

1

Lanzarote misura 60 km in lunghezza e 25 in larghezza, Fuerteventura 130 km in lunghezza e 30 km in larghezza.

Sono le due isole più vicine al Marocco e Fuerteventura, in linea d'aria, dista circa 100 km dalle coste Marocchine. Pochissimo! Quindi sono anche le isole con un clima maggiormente caldo e secco.

Le isole dell'arcipelago delle Canarie sono molto distanti tra loro, per farvi un'idea Lanzarote dista circa 150 km da La Palma, ma è vicinissima a Fuerteventura (mezz'ora di traghetto).

A presto! 😉

 

 

Repondi
2/11/2021 - 15:04 Collegamento permanente

Cosa posso scrivere per sedurvi?

E' un viaggio stupendo, non aspettate ad iscrivervi all'ultimo momento perchè le quote dei voli potrebbero anche aumentare!

Allora vi parlo dell'apprezzatissimo vino di Lanzarote e, se vi piace il vino … sicuramente vi interesseranno gli incredibili vigneti di Lanzarote, nella zona de La Geria.

4

I vigneti piaceranno sicuramente anche a chi non apprezza il vino perché sono davvero unici e spettacolari, come dire ... instagrammabili!

1

E’ stata una sfida vinta dall’uomo quella di far crescere la pianta di vite in questa terra dove tutto appare avverso: le precipitazioni sono quasi nulle, il vento è costante, il sole è molto caldo e il terreno in superficie è composto da lava vulcanica.

La prima intuizione è stata quella di sfruttare la caratteristica del Picon (sassolini di pietra lavica con i quali gli agricoltori ricoprono il terreno coltivato) che, grazie alla loro porosità, sono in grado di assorbire l’umidità della notte e rilasciarla poi alla pianta durante il giorno dandole l’acqua necessaria per vivere e contemporaneamente proteggerla dal sole intenso dell’estate.

La seconda è stata quella di scavare nel terreno una serie di fosse coniche, al centro delle quali, una volta arrivati con non poca fatica allo strato di terra, viene pianta una singola vite, successivamente ricoperta da uno strato di picon per garantire l’umidità e, per completare l’opera, lungo il bordo superiore della circonferenza dello scavo viene alzato un piccolo muretto semicircolare con pietre laviche perché la pianta venga protetta dal vento.

2

Il risultato è il paesaggio tipico de La Geria: una specie di grande distesa di occhi verdi imprigionati nel grigio antracite della lava, dove i muretti fanno da ciglia e le viti sono l’iride.

3

Già in luglio inizia la vendemmia (la prima in Europa).

La maggior parte delle varietà coltivate è a bacca bianca e tra queste spicca la Malvasia Volcánica. La produzione spazia da vini secchi e semisecchi, a semidolci e dolci fino a invecchiati e spumanti. Accanto alla Malvasia Volcánica è allevato anche il Moscatel, così come alcuni vitigni a bacca rossa, tra cui il Listán negro, diffuso in tutto l’arcipelago.

Vi aspetto prestissimo su questo forum 😉

Repondi
10/11/2021 - 18:54 Collegamento permanente

Ciao a tutti!

Non è nelle mie intenzioni mettervi fretta, ma se qualcuno stesse seguendo questo viaggio con interesse  è importante che sappia che, se non si riuscisse a raggiungere il numero minimo di iscritti circa 20 giorni prima della partenza, il viaggio verrà annullato.

Tenete conto che il viaggio può partire anche con 4/5 partecipanti.

Quindi non aspettate troppo tempo ad iscrivervi.

Di solito funziona così: dopo il primo o il secondo iscritto che "rompe il ghiaccio", poi arrivano a pioggia tutte le altre iscrizioni ... tante persone seguono questo forum, anche senza scrivere e, probabilmente, sono in tanti quelli che aspettano di vedere un pò di movimento per decidere di iscriversi

Coraggio, non esitate!

L'iscrizione non comporta nessun esborso anticipato, è solo un'impegno e, nel caso in cui il viaggio venisse annullato da Vagabondo, gli iscritti verrebbero automaticamente cancellati.

Scrivete tranquillamente su questo forum ogni vostro dubbio o perplessità, io sono qui per rispondervi.

A presto 😉 😉 😉

Repondi
14/11/2021 - 09:15 Collegamento permanente

Ciao a tutti!

Ma in giornate come queste, piovose, buie e fredde, non vi viene voglia di un pò di caldo, sole e cieli azzurri?

A me si, non vedo l'ora di partire

Playa del Papagayo, ecco dove vorrei essere in questo momento ... (foto scattata a gennaio di qualche anno fa)

 

1

Partite con me?

Repondi
21/11/2021 - 10:09 Collegamento permanente

Allora devo proprio prendervi per la gola!

Dopo avervi parlato dell’ottimo vino che berremo abbondantemente a Lanzarote non posso certo trascurare la deliziosa cucina tipica canaria.

1

Un buon bicchiere di vino non puo’ che accompagnare un piatto gustoso: quali sono i piatti tipici di Lanzarote e Fuerteventura?
Cominciamo con il formaggio di capra, tipico di Lanzarote, il “Mojo Rojo” prodotto sin dall’antichita’ e che ricorda la vita pastorale, soprattutto se mangiato con qualche dattero, fico secco e un po’ di “gofio”.
Il formaggio tipico di Fuerteventura invece è il "majorero", prodotto con latte della capra Majorero, così rinomato da essersi guadagnato un marchio di denominacion de origen. Si trova solo a Fuerteventua.

Passiamo quindi al secondo ingrediente tipico di entrambe le isole che è il “gofio”. Anche questo alimento ha radici antichissime e ha accompagnato i pasti delle popolazioni indigene dell’isola sin dall’alba dei tempi. Il “gofio” altro non è che una farina di semi tostata con cui vengono preparati alcuni piatti tipici  mischiato con latte di capra, miele oppure con “guarapo” (una melassa ricavata dalla palma canaria e tipica dell’isola di La Palma). Viene utilizzato anche per la preparazione di pane, zuppe o mischiato a brodi di pesce per dare più densità, il “gofio” è alla base di tantissime pietanze della gastronomia canaria e sarà un ingrediente essenziale della vostra vacanza.

Continuiamo con le zuppe e i minestroni: Il primo piatto per eccellenza. Nelle isole, come anche in Spagna, in generale non è fortissima la cultura culinaria della pasta, ma piuttosto è preferibile mangiare zuppe e minestroni fatti di ortaggi, legumi, tuberi e tutto quanto si possa far crescere nelle terre delle isole Canarie. Ecco quindi che nasce la “sopa de cebollas”, la zuppa di cipolle, oppure parliamo i “potajes” che, anche se originariamente portoghesi, sono minestroni molto ricchi e insaporiti anche da carne. 

Come non citare poi i piatti di carne e pesce? Uno dei componenti principali della cucina canaria è ovviamente il pesce, il “pescado”, rigorosamente fresco e cucinato i tantissime versioni. Potete gustarlo alla griglia, fritto o in casseruola.

2

4

Per quello che riguarda la carne e in particolare per quello che concerne Lanzarote, “l’isola dei conigli”, è necessario provare – ovviamente – i piatti a base di coniglio

3

quindi il “conejo en salmorejo” ma anche piatti a base di carne di capra, soprattutto a Fuerteventura, dove ci sono più capre che esseri umani, come il “bafito” o il “cabrito in adobo. Il rancho canario è invece un calorico piatto unico in cui ci sono carne di pollo o maiale servita insieme a patate, aromi, cipolla e tagliatelle.
E per gli amanti dei dolci? Niente paura! Sulle Canarie la cultura e la tradizione gastronomica riguardante i dolci è altrettanto variegata e conta alcuni piatti meravigliosi come il “bienmesabe”, mandorle, biscotti, uova, zucchero e liquore Moscatel, oppure il “frangollo” un impasto di acqua, farina di miglio, mandorle, zucchero e fichi e servito con crema o cioccolato fuso.

Se parliamo di cibo e di ristoranti a Lanzarote un capitolo a parte lo meritano i "teleclub", pronunciato alla spagnola. Sono piccole e semplici osterie, tipo un circolo Arci informale, dove si può gustare la tipica cucina canaria con tovaglie di carta e gli anziani del posto che guardano la TV...

Sono assolutamente da non perdere perchè il cibo è buonisssssimoooo! La cucina è rigorosamente casalinga con ingredienti freschissimi. E i prezzi? assolutamente popolari.

Ci sono anche location spettacolari, come il ristorante all'interno delle grotte laviche al Jameos Del Agua, progettato da Manrique

5
 
e il bar annesso ...

 

7

Può bastare?

 

Repondi
26/11/2021 - 15:20 Collegamento permanente

Ciao Miriam,

grazie per le informazioni interessanti che hai fornito ... mi hai incuriosito e fatto veramente venir voglia di partire!

Ad ora pero' non vedo iscritti.

secondo te si riuscira' a partire?

grazie, Michele

Repondi
26/11/2021 - 16:02 Collegamento permanente

Ciao Michele, cerchiamo di essere propositivi. Soprattutto in questo periodo in cui tutto è fluido e regna l'incertezza.

Io sono ottimista, abbiamo bisogno di regalarci qualche prospettiva di normalità e un pò di relax. Credo che le iscrizioni arriveranno all'ultimo momento, nei prossimi giorni.

La gente vuole tornare a viaggiare, almeno in giro per l'Europa!

La situazione a Lanzarote e Fuerteventura è tranquilla, sono isole ventilate con un clima secco, molto salubre, tanto che sono diventate un "must have" per molti europei durante la pandemia per trascorrere il lockdown con vista mare.

A Fuerteventura, nella cittadina di Corralejo, nel 2021, hanno aperto 3 co-working e diversi bar che offrono postazioni per lavorare al computer con free wifi, oltre ad eventi organizzati per gli smart workers. Infatti pare che gli affitti degli appartamenti siano saliti alle stelle!

Io non vedo l'ora che si formi un bel gruppetto, bastano 4/5 iscritti e il viaggio verrebbe confermato.

Attenzione! Non aspettate all'ultimo momento perchè il viaggio viene cancellato circa 20 giorni prima della data di partenza. 

L'iscrizione non comporta nessun esborso anticipato, è solo un'impegno e, nel caso in cui il viaggio venisse annullato da Vagabondo, gli iscritti verrebbero automaticamente cancellati.

Michele, iscriviti! 😉

 

 
Repondi