SURF camp in Spagna a giugno

Scritto il 27 Apr 2018 da:
Card image cap

Alessandro84  

Ultimo accesso:


Dati essenziali

  • Dove si va (nazioni)?
  • Quando si parte?
  • Quanto è vincolante la data?
    Se serve si può spostare di qualche giorno


Abbiamo solo 2 anni per prepararci alle Olimpiadi in Giappone, quando verrà introdotto il surf tra le discipline olimpiche!

Scherzi a parte, se volete surfare un'onda, questo è il momento! 

Siamo due ragazzi e cerchiamo compagni di viaggio per un surf camp nel nord della Spagna, a Santander.

Possono partecipare e fare corsi i principianti (cioè chi non è mai salito su una tavola) ed intermedi, mentre chi già sa andare bene può portare la propria attrezzatura o noleggiarla lì e comunque condividere l'esperienza con gli altri.

Il periodo scelta è una settimana a cavallo tra le prime due settimane di giugno, in quel periodo ci sono i voli più economici dell'anno! 

Voli da Roma Ciampino (6-13 giugno) e Bergamo (5-12) con Ryanair, da Venezia (7-14) con Volotea.

Interessati?

surf

Risposte



Risposte

Le date che sto valutando:

5-12 giugno da Bergamo a 64€ a/r

6-13 giugno da Roma a 55€ a/r

7-14 giugno da Venezia a 52€ a/r

Voli ottimiiiiiii 

Dai che così possiamo fare un gruppetto da nord, centro e sud nello stesso periodo! *clapping*

Dom, 04/29/2018 - 19:10 Collegamento permanente

Ciao, io ho una settimana di ferie nel periodo indicato nell' oggetto, partirei da Venezia perché sono di Verona. Mi piacerebbe fare un surf camp. Sono principiante, ma ho provato già a surfare a San Diego - California e alla Gran Canaria. State ancora cercando compagni di viaggio? Avete già trovato struttura dove stare, scuola ecc. ecc.? Mi dai qualche informazione in più sulla vacanza? io non ho nessun problema a dormire in stanza con ragazzi (maschi) basta che... non russino :D e siano rispettosi.

Assicuro massimo rispetto ed educazione, per me fondamentali per viaggiare con altre persone.

Ciao,

Sbanduz

Lun, 05/28/2018 - 14:52 Collegamento permanente

Sì, certo. In genere scuole e surfhouse stanno aperti tra marzo e ottobre, forse alcuni neanche chiudono mai.

Io però vado a giugno e ormai ho prenotato. Ad agosto no sicuramente (troppa gente e prezzi alti). Forse più in là ci penserò per settembre o ottobre

Sab, 05/05/2018 - 13:01 Collegamento permanente

Cosa fare oltre al surf? Una visita a Santander, per esempio, magari dedicandole un paio di pomeriggi. 

Capitale della regione della Cantabria, Santander è una ricca città di 200.000 abitanti. La parte più suggestiva della città è la Penisola della Magdalena e il Palazzo della Magdalena è oggi l'attrazione principale della città. Tutta la penisola è oggi un immenso parco pubblico di 25 ettari. La penisola è un'importante punto strategico sulla baia di Santander, e per questo regala un'incredibile panorama: da qui si possono ammirare le varie isolette di los Ratones, Pedroda, la Torre e la Horadada. All'interno del parco troviamo un piccolo zoo gratuito popolato di animali marini come foche, pinguini e otarie che nuotano nell'acqua che proviene direttamente dal mare. Tre caravelle particolarmente somiglianti a quelle di Colombo furono il dono di un marinaio al sovrano e sono tutt'ora visibili. Ma sicuramente il lato più interessante della penisola sono le sue spiagge. La Playa de los Peligros, a cui si accede dal promontorio di San Martin. La Playa de los Bikini, chiamata così perché diventata celebre negli anni Settanta tra gli studenti europei e americani che venivano a studiare nella vicina università per stranieri, per poi riversarsi in costume sulla spiaggia. La Playa de la Magdalena che ospita una scuola di vela. La baia presenta un mare tranquillo e piatto, per niente interessato dalle onde.

Ma sono di grande interesse anche la Cattedrale medievale, il Centro Botin di Renzo Piano, i Giardini de Pereda ecc ecc.

 Santander aerea

Mar, 05/08/2018 - 17:48 Collegamento permanente

E un giro a Bilbao non vogliamo farlo? Dedicheremo una giornata a Bilbao, raggiungibile da Santander in 1h30 di bus.

Situata nel cuore dei Paesi Baschi, Bilbao si è scrollata di dosso solo negli anni ‘90 la sua scomoda identità di potenza industriale e mercantile, poco attraente per viaggiatori e turisti, ed è diventata in meno di dieci anni un modello di città ideale in cui vivere, moderna e all’avanguardia.
Simbolo di Bilbao è sicuramente il Museo Guggenheim che, dalla sua inaugurazione nel 1997, ha proiettato la città verso una dimensione internazionale e il suo paesaggio urbano ha cambiato notevolmente aspetto. L’ “effetto Guggenheim” ha attirato a Bilbao i più celebri architetti e designer di fama mondiale, come Alvaro Siza, Philippe Stark, Santiago Calatrava, che hanno deciso di progettare e realizzare qui i loro capolavori di arte urbana: edifici, musei, ponti e sculture avveniristiche che convivono armonicamente con le radici della città. Bilbao rappresenta oggi la città del futuro, cosmopolita e glamour, che ha avuto il coraggio di spalancare le sue porte alla modernità puntando tutto su design, arte contemporanea e architettura urbana, ma non dimenticando mai le sue origini medievali e la sua fede religiosa. La sua cattedrale gotica è una tappa del Cammino di Santiago, mentre gli edifici e le stradine tortuose e pittoresche del suo Casco Viejo evocano il suo passato gotico e barocco.

Bilbao Guggenheim

Bilbao

Mar, 05/08/2018 - 17:49 Collegamento permanente