Sicurezza in Yemen

Scritto il 18 Mar 2011 da:


Dati essenziali



Lo Yemen è un paese bellissimo ma molte persone hanno paura di visitarlo.

Se ne sentono tante sui giornali, notizie di rapimenti di turisti soprattutto.

Questo forum, aggiornato di continuo, serve a darvi informazioni fresche sulla sicurezza in Yemen e la possibilità o meno di partire per questo bellissimo paese.

Noi di Vagabondo da anni facciamo viaggi in Yemen affidandoci alle nostre valide guide locali. Gente molto seria e per nulla avventata.
La verità è una sola: purtroppo in questi anni lo Yemen non è adatto ai viaggiatori indipendenti! Bisogna affidarsi ad una seria agenzia locale, che fornisca supporto logistico e una scorta. In questo modo viaggiare in Yemen diventa sicuro.

Lo so, non è il massimo per noi Vagabondi, abituati a contatti locali "non filtrati" da guide e bodyguard armati. Ma basta fare amicizia con i vostri accompagnatori yemeniti che, sempre attenti alla vostra sicurezza, vi aiuteranno ad entrare in contatto con la gentilissima popolazione locale e vi spiegheranno dove potete andare da soli e dove no. Insomma: basta trattare le vostre guide come amici per non sentirsi... sotto scorta.

In Yemen funziona così:

C'è un sistema tribale, una tribù è al governo e le altre all'opposizione.
La tribù al governo ci tiene moltissimo ai turisti e alla loro sicurezza. Il turismo è una delle pochissime voci di bilancio di questo poverissimo paese.
Ci sono in tuttoil paese dei check point governativi che informano i turisti al loro passaggio della sicurezza o meno della zona che vogliono visitare. In alcuni casi sconsigliano - ma non impediscono - di passare.
Ecco: noi di Vagabondo SEGUIAMO SEMPRE questi consigli, anche se a volte ciò comporta l'annullamento di una visita. Ciò per esempio è successo ad un mio gruppo per il villaggio di Thula. In questo caso noi facciamo marcia indietro e vediamo un'altra cosa.
Però c'è chi passa. Da notare che i gruppi - di nostre agenzie concorrenti - che sono stati rapiti negli anni passati non hanno seguito i consigli dei chack point.
Noi invece li seguiamo. Perchè pensiamo che la nostra e vostra sicurezza vada messa al primo posto.

Socotra

L'isola è sempre sicura. Non ci sono lotte tribali e la gente è tranquillissima. E' un luogo a parte.

Risposte



Risposte

Aroundtheworld

Oggi c'è stata una manifestazione finita nel sangue a Sana'a.

Per ora interrompiamo i viaggi in Yemen.

Non interrompiamo i viaggi a Socotra - dove non ci sono pericoli. Ma evitiamo la sosta di 2 giorni a Sana'a.

Ven, 03/18/2011 - 14:20 Collegamento permanente

A Pasqua mi sarebbe tanto piaciuto visitare lo Yemen, questo paese pieno di suggestione e bellezze paesaggistiche! Purtroppo i venti di guerra, iniziati al Cairo, si sono poi sparsi un po' in tutto il Medio Oriente, compreso lo Yemen, la Libia e per finire anche in Giordania e in Siria!!!

Che tristezza, che amarezza... tanto spargimento di sangue, tante perdite di vite umane innocenti... speriamo che presto la pace diventi la protagonista incontrastata di questi luoghi meritevoli di essere visitati!

 

Lun, 04/11/2011 - 15:28 Collegamento permanente