Islanda Wild - tenda e trekking

Scritto il 24 Gen 2014 da:
Card image cap

Angiuli  

Ultimo accesso:


Dati essenziali



Ciao a tutti!

La prossima estate io e un amico vorremmo passare un paio di settimane in Islanda, completamente immersi nella natura e nei paesaggi che dominano al suo interno. Vorremmo fare un viaggio con zaino in spalla e tenda.

 

Abbiamo già dato un'occhiata veloce ai vari trails che si possono fare, alcuni dei quali in tappe di 3-4 giorni. Se qualcuno avesse fatto un'esperienza di questo tipo, non esitate a scrivere! Abbiamo bisogno di tutti i consigli possibili... se conoscete qualche sito in particolare, qualche bel libro/cartina vi prego di segnalarceli! :D

 

Per ora è tutto! Grazie mille in anticipo!!

Risposte

Ciao! Beh stai per intraprendere un viaggio che io ritengo uno dei più belli della mia vita! Personalmente l'avevo vissuto "on the road" quindi con auto 4X4 spostandoci con quella... Ma avevamo anche fatto campeggio e trekking nella zona del Landmannalaugar. Immagino tu sappia già che è una zona meravigliosa che non puoi di certo tralasciare. So che si possono organizzare trekking anche di più giorni (sapevo di italiani che avevano fatto quello di 4 giorni). Noi invece avevamo campeggiato in uno dei campeggi che ci sono nella zona per poi fare il trekking che partiva dal campeggio di 25 km a anello un giorno, rientro al campeggio. E altro percorso il giorno dopo più breve.Dormire in quel campeggio 2 notti è stata una delle esperienze più fredde della mia vita... Per terra c'era il fango (io ero là ad agosto però, stagione più fredda rispetto a luglio) e non ero attrezzata bene con il sacco a pelo. Motivo per cui ho patito la notte (alle 5 ero già sveglia!)... Ma basta avere un sacco a pelo serio (che poi ho comprato) e dormi sonni tranquilli anche con quell'umidità!Posso solo dirti che quella zona è molto ben organizzata con cartelli e segnaletiche chiarissime, mappe precise con tanto di indicazioni sulle ore o giorni di percorrenza necessari. Se ti servono più dettagli pratici chiedimi pure che se li so, volentieri... Ma l'ISlanda "into the wild" è unica. "Non delude mai" mi aveva detto un amico. E io la penso uguale.Come guida avevo ovviamente la Lonely, e mi è bastata... In quella zona comunque c'erano addirittura delle mappe fisse per i turisti che si perdevano in auto... Ma solo in quella zona.Enjoy! ;)

Sab, 02/08/2014 - 19:01 Collegamento permanente

Ciao! Grazie per la risposta e i consigli!

In questo momento siamo in 3 (forse 4) e la nostra intenzione è quella di passare più tempo possibile all'interno dell'Islanda. L'idea di base è quella di prendere un 4X4 (in modo da poter arrivare praticamente ovunque) e poi buttarsi per diversi giorni all'interno solamente con tenda e sufficienti provviste di cibo e acqua. Abbiamo già visto due tragitti a tappe, uno dei quali è quello che indichi tu percorribile in 4 giorni.

In questo momento abbiamo una guida Lonely Planet, una della Routard e un libro con un centinaio di percorsi (ne abbiamo già scelti 4-5).

I nostri dubbi (anche banali a volte) riguardano puramente alcuni aspetti organizzativi come:

1 - nei percorsi a tappe, dovremo lasciare l'auto in un posto preciso ma non percorrendo un percorso circolare, non sappiamo come ritornare a riprendela. sappiamo che ci sono dei bus ma sarebbe utile un'indicazione di massima nel caso in cui qualcuno avesse già vissuto un'esperienza di questo tipo.

2 - idea di base sull'equipaggiamento considerando il tempo atmosferico e soprattutto il peso.

Non mi viene in mente altro per ora :D

Lun, 02/10/2014 - 21:50 Collegamento permanente

La tua idea di viaggio mi sembra molto bella! E come guide direi che sei già fornitissimo... 1. Non ne ho idea! Ahahah, scusa ma non so che dirti. Io bus credo di non averne mai incontrato neppure uno... Ma qui davvero evito perchè non saprei aiutarti mi spiace.2. Per equipaggiamento... Intendi cosa indossare? (Nel dubbio te lo dico).Temperature ad agosto già freddine (ma a luglio dovrebbe far più caldo). Dai 0 gradi nella notte ai 17 di giorno se c'è il sole a seconda delle zone ovviamente.Ho beccato: neve, tempesta di neve, pioggia torrenziale e sole spettacolare. Tutto? Sì. Avevo quindi tutto: tshirt, felpe, pile, antivento e anche giaccavento! Ho usato sempre pile e antivento. Giaccavento di notte e quando nevicava (ovvero a ferragosto e sappi che ero nel centro dell'Islanda in quel mentre). Uitli sono stati i pantavento per evitare di sporcare tutto di fango (bagnarti ti bagni lo stesso), l'antivento/impermeabile con cappuccio sopra e due chicche: la canotta di lana o tecnica (il primo strato è essenziale per non patire il freddo) e l'ombrello (che sembra assurdo ma quando c'è la tempestina di neve o piove a dirotto almeno ti bagni ma non ti arrivano in faccia i "cubetti di ghiaccio" (l'ombrello dopo la tempestina di neve mi ha abbandonata ma non ho sofferto troppo!).Sacco a pelo come detto essenziale che sia serio (che abbia temperatura comfort almeno a 0 gradi) e con gii scarponcini... Direi che hai il nencessarie. Molti hanno tende tecniche della madonna. Se ce l'hai meglio. Io non l'avevo, ho fatto di necessità virtù ma secondo me è il sacco a pelo che salva la notte?! ;)E se per equipaggiamento intendevi quello da camping o tutt'altro... Come non detto. Ripartiamo da zero? ;) 

Lun, 02/10/2014 - 22:53 Collegamento permanente

Diciamo che mi hai già dato un paio di dritte importanti! Più che altro perchè ad alcune cose non ci si pensa (per esempio i pantavento). Parlavo di equipaggiamento in generale quindi i tuoi consigli sono utili. Sono abbastanza attrezzato in quanto spesso e volentieri faccio qualche escursione più o meno semplice ma trovarsi a temperature e condizioni atmosferiche precarie per diversi giorni fa crescere qualche dubbio :D

Direi che sarà importante:

 - una tenda seria (non da campo base everest ma almeno che faccia passare meno acqua possibile)

 - avere uno zaino leggero (in quanto portarlo per giorni interi è un problema, già affrontato in passato :D)

 - giacca antivento/pantavento di livello per rimanere abbastanza asciutti e proteggersi dal vento.

 

Domandona: su 20 giorni circa, c'è probabilità di prendere acqua/neve ogni giorno o almeno per una decina potremo vedere il sole (almeno per camminare asciutti :D)

Mar, 02/11/2014 - 21:22 Collegamento permanente

Ahahah... no beh non vorrei esprimere pareri troppo certi (soprattutto sul meteo?!) però ti dico che io ho assolutamente visto il sole, e aggiungerei uno dei cieli più intensi che si possano immaginare. In realtà mi hanno detto amici che a luglio... loro (!!!) si sono beccati anche 15 gg di bel tempo consecutivo! Qualche annuvolamento... e basta. Io ad agosto avevo beccato il sole la prima settimana (per gran fortuna il trekking di cui ti parlavo l'ho fatto con un sole di quelli che accora, ma cmq la notte battevo i denti... ) e poi ho beccato maltempo nella seconda settimana (con nevicata il 14 e 15 agosto)... Magari in questi casi puoi valutare un bel rifugio? O una delle mitiche palestre o scuole con materassi per terra che sono pernotti prettamente islandesi... Certo che se poi vai a luglio, dicono sia il periodo migliore... Ma precisiamo, anche ad agosto, io avevo avuto modo di godermela tantissimo (però riconosco che in tenda, ci sono stata solo la prima settimana... Un po' perchè era già nei "piani", ma ovviamente anche per via del meteo che si era guastato! ;) )

Mer, 02/12/2014 - 00:40 Collegamento permanente
GG

Ciao, io ci sono andato qualche anno fa, in 4x4 con tenda, abbiano fatto parecchi trek compresa la salita alla cima + alta.sempre dormito in tema tranne il primo e l'ultimo.giorno.

 da fare.così è.magnifica.  Forse noi abbiamo avuto fortuna.col.meteo, non.ha piovuto Mai.seriamente. Alcuni campegi organizzati hanno un locale riparato dove per cucinare. Confermo.che il laumannalaugadr o come si chiama è stato uno.detto posti.+ belli. 

nostra mappa (gps):

http://www.ourfootprints.de/gps/mapsource-island_e.html

 in più cartacea della Reise

Mer, 02/12/2014 - 06:41 Collegamento permanente

ciao,

conosco molto bene l'interno dell'Islanda E posso fornirti molte indicazioni.

Ho percorso tutto il trekking Landammannaugar in 3 giorni.

E' un posto eccezionale, che non puoi neanche immaginare finché non lo vedi.

Io l'ho fatto a giugno, ho trovato molta neve e ponti di ghiaccio (unico rischio) da attraversare con cautela 

il percorso è' segnato tramite paletti di legno (uno ogni cento metri) e soltanto in un paio di punti vuoi per la neve vuoi per là nuvole basse abbiamo dovuto perdere dieci minuti per una ricognizione per determinare il percorso

puoi utilizzare la tenda ma consiglio di appoggiarti ai rifugi, piccole strutture molto ben tenute ed economiche ma devi prenotarle con mesi di anticipo in quanto appunto poco capienti

si incontrano paesaggi incredibili, dai colori fluorescent, campi di lava, campi di sabbia nera, laghi caldi, caverne da cui escono fiumi caldi, geyser, e devi guadare tre fiumi

ho percorso anche la zona del vulcano Askya bellissimo trekking anche lì anche se poco segnato e del vulcano Lacky

col 4x4 ho percorso la Sprengissandur la pista dei fantasmi...è davvero non incontri nessuno

e' impegnativa...fiumi da guadare (non rigagnoli ma fiumi impetuosi alti un metro) ricordo il primo in assoluto affrontato durante un forte temporale, acqua a livello del finestrino, tanto fango e molta attenzione sui campi di lava.

se vuoi affrontarla devi prendere un monster cioè un land rover preparato con gomme alte snorkly ed elettronica rialzata. Devi avere almeno due pneumatici di scorta e un' attrezzatura per riparare i piccoli guai del veicolo

per darti un' indicazione e farti capire il rischio nessuna compagnia assicurativa ti copre il rischio dei guadi ed al noleggio devi lasciare una caparra di 5000€

Mille noleggio di questi mezzi costa caro considera 500€ giorno ma possono portare 9 persone se fai un gruppo numeroso ne vale la pena

Esiste anche una pista piu ad est molto tranquilla

i bus ci sono, pochi, sei ruote motrici molto costosi e fanno anche le piste interne, ma possono essere un'ottima alternativa per gli interni.

ci sono poi dei posti incredibili come il piccolo villaggetto di Pakgil in mezzo al nulla completo

se organizzate ad agosto potrei essere interessato (per la terza volta!)

ho anche un contatto in Islanda che può aiutare per le prenotazioni

comunque guarda il sito ufficiale dell'Islanda sul web, e davvero ben fatto.

 

Mer, 10/28/2015 - 05:20 Collegamento permanente