16/09/2012 - Escursione Pizzo d'Orsinora e Pizzo dell'Uomo

Scritto il 13 Set 2012 da:
Card image cap

Query  

Ultimo accesso:

Dati essenziali



 

La proposta è presente anche sulla pagina FB di We Trek.

Partenza: Diga del Lago di Lucendro (2080 m)
Quota Massima: Pizzo dell’Uomo (2686 m)

Dislivello totale: 723 m
Escursione ad anello

Difficoltà: T3 Escursione di montagna impegnativa
Durata dell'escursione: 6 ore circa

Ritrovo:
Per chi parte da Milano, ritrovo ore 7.30 P.le Lotto di fronte al LIDO.
Per gli altri Diga del Lago di Lucendro ore 9.30

Segnalare la presenza e la disponibilità della vettura.
Per la svizzera è necessario il bollino autostradale (http://www.aci.it/index.php?id=2068)

Essendo in territorio svizzero ricordarsi la carta d'identità

La meta potrà essere modificata in funzione delle condizioni del tempo.

NB
La presente iniziativa ha il fine di condividere una giornata in compagnia, pertanto non è vi è nessuna responsabilità verso terzi da parte del proponente. Ognuno è responsabile di se stesso.

La partecipazione è subordinata alla disponibilità dei posti auto.
Si richiede un minimo di preparazione atletica, per non compromettere la gita al resto del gruppo.

Abbigliamento Consigliato:
Vestirsi a strati per potersi adattare alle diverse situazioni ambientali e meteorologiche.
Scarponcini da trekking
Pantaloni lunghi, comodi e non troppo stretti meglio se specifici per l’escursionismo in
tessuto tecnico elasticizzato e dotati di rinforzi.
Maglietta intima traspirante
Maglietta o camicia
Pile
Guscio antivento
Berretto x il sole
Occhiali da sole
Crema solare
Guanti
Berretto invernale
Bastoncini da Trekking
Indumenti di ricambio da mettere nello zaino
Indumenti di ricambio da lasciare in auto
------------------------------------------------------------------------------------
Scala delle difficoltà escursionistiche
Normalmente, nelle guide ogni itinerario viene classificato in base ad una scala di difficoltà, analoga concettualmente a quelle in uso per l'alpinismo o l'arrampicata, che riassume brevemente le caratteristiche di un percorso. Non esiste una scala riconosciuta internazionalmente, ed ogni paese ha le sue convenzioni.

Italia
Di seguito i diversi gradi di difficoltà di un percorso utilizzati in Italia

Sigla Descrizione Caratteristiche

T Turistico Itinerario su stradine o mulattiere ben tracciate.

E Escursionistico Itinerario su sentieri o tracce di sentiero ben visibili, normalmente con segnalazioni. Può avere tratti ripidi; i tratti esposti sono di norma o protetti, o attrezzati. Può prevedere facili passaggi in roccia, non esposti e che comunque non richiedono conoscenze alpinistiche specifiche.

EE Escursionisti Esperti Itinerario generalmente segnalato, ma che richiede capacità di muoversi su terreni particolari, quali tratti su terreno impervio o infido, tratti rocciosi con lievi difficoltà tecniche (es. tratti attrezzati), tratti non segnalati, ecc.

EEA Escursionisti Esperti Attrezzati Percorso attrezzato che richiede l'utilizzo dell'attrezzatura per via ferrata.

EAI Escursionisti in Ambiente Innevato Itinerario in ambiente innevato che richiede l'uso di racchette da neve, ma comunque su terreno senza grandi pendenze, con percorsi evidenti, e senza tratti esposti.

Svizzera
In Svizzera viene utilizzata una scala leggermente diversa, stabilita dal CAS (Club Alpino Svizzero), che prevede le seguenti difficoltà

Sigla Denominazione Sentiero / Terreno Requisiti

T1 Escursione Sentiero ben tracciato. Se segnalato secondo norme FSS: giallo. Terreno pianeggiante o poco inclinato, senza pericolo di cadute esposte. Nessuno, anche con scarpe da ginnastica. Orientamento facile, percorribile anche senza cartina topografica

T2 Escursione di montagna Sentiero con tracciato evidente e salite regolari. Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco. Terreno talvolta ripido, pericolo di cadute esposte non escluso. Passo sicuro, scarponcini da trekking consigliati. Capacità elementari d'orientamento

T3 Escursione di montagna impegnativa Di regola traccia visibile sul terreno, passaggi esposti possono essere assicurati con corde o catene, eventualmente bisogna servirsi delle mani per l'equilibrio. Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco. Singoli passaggi con pericolo di cadute esposte, pietraie, versanti erbosi senza traccia e cosparsi di roccette. Passo sicuro, buoni scarponi da trekking. Discrete capacità d'orientamento Conoscenze base dell'ambiente alpino.

T4 Itinerario alpino Sentiero non sempre individuabile, itinerario a tratti senza tracciato, talvolta bisogna servirsi delle mani per la progressione. Se segnalato secondo norme FSS: bianco-blu-bianco. Terreno abbastanza esposto, pendii erbosi delicati, versanti erbosi cosparsi di roccette, facili ghiacciai senza neve. Dimestichezza con terreni esposti, scarponi da trekking robusti. Buone capacità d'orientamento e di valutazione del terreno. Conoscenze dell'ambiente alpino.

T5 Itinerario alpino impegnativo Spesso senza traccia, singoli facili passaggi d'arrampicata fino al II. grado. Se segnalato secondo norme FSS: bianco-blu-bianco. Terreno esposto e impegnativo, ripidi versanti erbosi cosparsi di roccette, ghiacciai e nevai poco pericolosi. Scarponi da montagna. Ottime capacità d'orientamento e sicurezza nella valutazione del terreno. Buone conoscenze dell'ambiente alpino e conoscenze base dell'impiego di piccozza e corda.

T6 Itinerario alpino difficile Generalmente senza traccia, passaggi d'arrampicata fino al II. grado. Di regola non segnalato. Terreno spesso molto esposto, versanti erbosi e rocciosi molto delicati, ghiacciai con rischio di slittamento. Eccellenti capacità d'orientamento. Ottime conoscenze dell'ambiente alpino e dimestichezza nell'uso di materiale tecnico d'alpinismo.

Francia
La scala utilizzata in Francia prevede i seguenti gradi:[3]
Sigla Caratteristiche

R1 Escursione accessibile a tutti, facile. Itinerario evidente su sentiero segnalato.

R2 Escursione accessibile alla maggioranza degli escursionisti. L'itinerario può avere dei passaggi fuori sentiero, ma non presenta difficoltà rilevanti

R3 Itinerario che richiede una certa esperienza, e può svilupparsi su terreno parzialmente esposto. Richiede senso del terreno e nozioni di orientamento.

R4 Itinerario per escursionisti esperti. Passaggi esposti o aerei, ricerca dell'itinerario...

R5 Escursione che si avvicina all'alpinismo facile. Progressione su ghiacciaio, uso della corda, di piccozza e ramponi, passaggi molto esposti, arrampicata facile...

Tratto da Wikipedia

Risposte

Risposte