Parchi Stati Uniti into the wild

Questo viaggio nasce dall'idea di farvi conoscere alcuni tra i parchi più belli degli Stati Uniti e farvi vivere l'emozionante avventura del selvaggio west.

image
 
Stati Uniti into the wild - il West
Durata: 16 giorni
Costi:

1.890 euro a persona.
In luglio supplemento 150 euro
In agosto supplemento 300 euro.

Cassa comune da aggiungere a quota base: da 700 a 900 euro (dipende da che gruppo siete, vedi sotto)

Trasporti:
Auto a nolo guidate da Vagabondo DOC e partecipanti

Difficoltà


Itinerario intenso. Viaggio avventuroso che richiede una buona condizione fisica.

 

 

Stati Uniti into the wild è un viaggio con auto a nolo... leggi qui come funziona: 

Viaggi on the road di Vagabondo con auto a nolo 

Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Sab 20/4/2019
-
Dom 5/5/2019
1
Da confermare
Chiaretta12

Con la vagabonda doc Chiara / Chiaretta12

- Prenotami!  Forum! 
Sab 4/5/2019
-
Dom 19/5/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 25/5/2019
-
Dom 9/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 15/6/2019
-
Dom 30/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 6/7/2019
-
Dom 21/7/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 27/7/2019
-
Dom 11/8/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 10/8/2019
-
Dom 25/8/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 24/8/2019
-
Dom 8/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 7/9/2019
-
Dom 22/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 28/9/2019
-
Dom 13/10/2019
0
Da confermare
- Prenotami!

Pagine


Vagabondo viaggia senza inquinare

 

Da sapere Mi informo...

 

QUESTO VIAGGIO E' INTENSO E AVVENTUROSO, non va preso sottogamba.
E' un viaggio per persone attive che amano stare in gruppo e condividere tutte le avventure che si vivono girando gli USA in questo modalità on the road. Sia quelle belle, che quelle impreviste e più fastidiose.
E' un viaggio che richiede molte energie, si prevedono tante ore di guida e quidi tante ore in auto e numerose sveglie all'alba.
E’ un viaggio che percorre luoghi noti e spettacolari, ma non è una vacanza dal dolce far niente. Adatto per le persone che amano camminare e che hanno una buona forma fisica (no, non serve essere degli atleti, basta poter camminare in tranquillità per qualche ora). E’ e resta un viaggio, con i pro e con i contro ma sarà indubbiamente un viaggio che vi porterete nel cuore per sempre. Cuore

Questo viaggio prevede che si dorma in ambienti condivisi con gli altri componenti del gruppo.
Non è possibile invece avere camera singola. Data la natura di questo viaggio, dove si condivide tutto con i compagni di avventura, non prevediamo la possibilità di dormire in singola, anche perchè è una soluzione troppo costosa.

Programma di viaggio

image

Itinerario in breve

GIORNO 1: Italia -Las Vegas
GIORNO 2: Las Vegas
GIORNO 3: Las Vegas - Grand Canyon , 400 km
GIORNO 4: Grand Canyon - Page
GIORNO 5: Lake Powell
GIORNO 6: Page - Antelope Canyon - Monument Valley (200 km)
GIORNO 7: Monument Valley - Cortez (200 km)
GIORNO 8: Cortez - Mesa Verde National Park - Cortez
GIORNO 9: Cortez – Moab (200km)
GIORNO 10: Moab - Arches National Park - Moab
GIORNO 11: Moab - Canyonlands Nat. Park - Moab (110km a/r)
GIORNO 12: Moab - Escalante (350 km)
GIORNO 13: Escalante - Bryce Canyon
GIORNO 14: Bryce Canyon – Las vegas (400 km)
Giorno 15: Las Vegas - Italia

Giorno 16: Arrivo in Italia

GIORNO 1: Italia -Las Vegas
Partiamo dall’Italia e dopo uno scalo arriviamo a Las Vegas.  Città da amare, odiare e da ridere con quel suo stile kitsch un po' discutibile ma certamente inconfondibile. Una cattedrale di perdizione dove speriamo di non perderci. Pernottamento a Las Vegas.
 
GIORNO 2: Las Vegas
Oggi ci ricarichiamo dal lungo viaggio godendoci una giornata tranquilla - si fa per dire!! - lontano dal caos della Sin City. Andremo a visitare Valley of Fire State Park, il primo assaggio di una lunga lista di meraviglie. Ricordate il cappellino e la crema solare, girano voci che le temperature sono molto simili a quelle della sorella maggiore Death Valley!
Seconda notte a Las Vegas.
 
GIORNO 3: Las Vegas - Grand Canyon
Finalmente ha inizio la nostra avventura verso il west! Partiamo di buon ora con l' auto a nolo verso il canyon piu' famoso al mondo e nel pomeriggio possiamo già avventurarci su qualche breve sentiero. Notte nei pressi del Grand Canyon.
image
GIORNO 4: Grand Canyon
A darci il buongiorno ci sarà un panorama da sogno sulle rocce rosse e frastagliate del canyon. Un pieno di carica ed energia per cominciare bene la giornata. Indossiamo le scarpe da trekking e ci addentriamo verso il cuore di questo luogo magnifico seguendo le tracce di uno dei numerosi sentieri che regalano viste mozzafiato. Si, sarà una lunga e faticosa giornata, però verrete pienamente appagati dall'emozione che solo il canyon più famoso al mondo sa regalare.
La sera prendiamo le macchine e ci spostiamo verso Page.
 
GIORNO 5: Grand Canyon - Lake Powell - Page
Con un’escursione in barca*** che ci lascerà letteralmente a bocca aperta esploreremo il lago Powell e poi con una breve camminata ci dirigeremo verso il Rainbow Bridge. Il Lake Powell è un bacino artificiale sul fiume Colorado che segna il confine tra Arizona e Utah ed è il secondo bacino più grande d'America per portata di acqua. Il Rainbow Bridge in quanto a primati non è da meno: è infatti il ponte naturale più alto del mondo, composto di arenaria formatasi durante l'era Triassica e Giurassica.
Durante il pomeriggio, in base alle condizioni climatiche, sceglieremo uno tra i numerosi spot da visitare nei dintorni.
Notte a Page.

***Attenzione: l'escursione è soggetta a disponibilità. Il vostro vagabondo doc vi informerà su come prenotare in anticipo. In caso di esaurimento posti, sceglieremo una tra le tante attività da fare in zona.

GIORNO 6: Page - Antelope Canyon - Monument Valley
Vicino a Page si trova l'Antelope Canyon, una delle conformazioni rocciose piu' strane al mondo e sicuramente una delle piu' fotografate. Stamattina ci addentreremo nei cunicoli ondosi di questo spettacolo naturale. Il momento migliore per visitare questo canyon è la tarda mattinata, quando il sole è alto nel cielo e la luce filtra nei cunicoli creando dei giochi di colore spettacolari ma la verità è che questo posto ci lascerà a bocca aperta in qualsiasi momento del giorno.

Se non lo abbiamo già fatto, prima di partire dobbiamo assolutamente fare tappa al Horseshoe Bend che offre una spettacolare vista sul fiume Colorado.

Dopo un meritato spuntino e partiamo in direzione di Monument Valley, il luogo mitico per eccellenza, tanto cara ai vecchi film western ... e allora ci sentiremo un po' anche noi come John Wayne, che in Ombre Rosse (1939, John Ford)  cavalcava per la valle in sella al suo puledro.
Ci fa piacere notare che Tsé Biiʼ Ndzisgaiia - così chiamano questa valle i nativi -  è proprietà dei Navajo ed è uno dei pochi parchi rimasto agli indiani e totalmente gestito da loro. Una ragione in più per apprezzarlo.

Notte a Monument Valley. Se non troviamo posto qui, andiamo a Kayenta o Bluff.
 
GIORNO 7: Monument Valley - Cortez
Prima di abbandonare lo Utah ci fermiamo ad ammirare il famoso Gooseneck State Park, un punto panoramico dove il fiume San Juan compie una delle sue famose evoluzioni a serpentina. Milioni di anni fa la terra qui era relativamente pianeggiante e il fiume scorreva lungo il suo corso. Poi ci fu un periodo di innalzamento del suolo e la terra si rialzò. Il fiume iniziò a scorrere più velocemente e ad erodere la terra creando questo spettacolo che vediamo oggi.
Pernottamento a Cortez.
 
GIORNO 8: Cortez - Mesa Verde National Park - Cortez
Stamattina ci dedichiamo alla visita di Mesa Verde National Park, situato nella contea di Montezuma in Colorado e dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.
Fu Theodor Roosevelt a farlo istituire nel 1906 per proteggere i resti di numerosi insediamenti costruiti dagli antichi Popoli Ancestrali, una volta denominati Anasazi. Questi insiediameni sono noti come cliff-dwelling e sono in sostanza delle abitazioni preistoriche realizzate all'interno di cavità naturali.
Nel pomeriggio faremo un salto a Durango, una bellissima cittadina in puro stile western.
Seconda notte a Cortez.
 
Giorno 9: Cortez – Moab
Da Cortez si torna verso i paesaggi desolati e sconvolgenti dello Utah.  Coglieremo l'occasione per dirigerci al Dead Horse Point (avete presente il film Thelma & Luise??), che è di una bellezza mozzafiato.
La nostra destinazione è Moab, una piccola cittadina dello Utah orientale che attira un sacco di visitatori essendo base di partenza per le escursioni nei vicini Arches e Canyonlands National Parks.
Nota curiosa: Moab è un nome biblico e si riferisce ad un'area situata lungo la sponda orientale del fiume Giordano.

GIORNO 10: Moab - Arches National Park - Moab
La giornata di oggi sarà dedicata alla visita dell'Arches National Park, nel quale sono conservati più di 2000 (!!!) archi naturali di arenaria, il più famoso e simbolico dei quali è il Delicate arch.
Il parco ha molti sentieri che variano sia in lunghezza che in difficoltà, questi percorsi portano ad una serie di punti di osservazioni e raggiungono  molte delle formazioni rocciose più famose. Vedremo sicuramente il Delicate Arch, ma ci sono anche il Park Avenue, il Balanced Rock, lo Skyline arch, il Windows, il Double Arch , il Sand Dune Arch... insomma ci sono sentieri di tutti i tipi e per tutti i gusti, dai più semplici e brevi ai più lunghi ed impegnativi.
Seconda notte a Moab.
image
GIORNO 11: Moab - Canyonlands Nat. Park - Moab
La tappa forte della giornata è il Canyonlands National Park, una distesa a perdita d’occhio di canyon e formazioni rocciose incredibili. Selvaggio, inesplorato per lungo tempo e deserto, deserto, deserto... da perdere il fiato! La sera rientriamo a Moab dove pernottiamo.
 
GIORNO 12: Moab - Escalante
Lasciamo Moab e ci dirigiamo verso l'Escalante National Park. Il parco comprende più di 760 ettari di terra ed è il più grande monumento nazionale degli Stati Uniti. Pensate che è più grande dello stato del Dalaware!!
Fu il presidente Clinton a dichiararlo monumento nazionale nel 1996 per riconoscere e salvaguardare le sue meravigliose bellezze: profondi canyon di arenaria rosso fuoco, sorprendenti cascate che in un deserto non ci si aspetta mai di trovare, distese infinite e selvagge. Qui sono stati ritrovati negli ultimi anni anche numerosi reperti di ere passate...fossili di dinosauri vissuti ben 75 milioni di anni fa!
Notte a Escalante o dintorni.
 
GIORNO 13: Escalante - Bryce Canyon
L'Escalante National Park confina ad ovest con il Bryce Canyon, che ci da nuovamente prova dell'incredibile fantasia della natura... alti pinnacoli che vanno dal rosso all'arancio al bianco, formatisi a causa dell'erosione delle rocce sedimentarie fluviali e lacustri dovuta all'azione di acque, vento e ghiaccio.
Notte al Bryce Canyon.
 
GIORNO 14: Bryce Canyon – Zion - Las vegas
Dopo i tanti chilomentri percorsi, i meravigliosi parchi che ci hanno incantato con i loro colori caldi, gli scorci mozzafiato e la pace, rientriamo nella città da cui tutto è cominciato, la vivace e frenetica Las Vegas. Non lasceremo lo Utah senza fare un salto allo Zion National Park, ultima tappa del nostro fantastico viaggio.

Arriviamo in serata ma il tempo per una birra non ce lo toglie nessuno!
Notte a Las Vegas

GIORNO 15: Las Vegas - Italia
A malincuore ci dirigiamo in aeroporto per prendere il volo di ritorno per l'Italia.

GIORNO 16: Italia

Arrivo in Italia.

La quota comprende:
- Il volo dall'Italia a/r
- tasse aeroportuali
- auto a nolo guidate dal Vagabondo DOC e da qualche partecipante al viaggio - leggi qui come funziona
- alcuni pernottamenti (camerate o camere quadruple - a volte con bagno in comune): 2 notti a Las Vegas e 2 notti a Page - gli altri verranno pagati con la cassa comune.
- Assicurazione sanitaria e bagaglio
 
-  Al viaggio partecipa sempre anche uno dei nostri Vagabondi Doc (che non è una guida! Leggi chi è il Vagabondo Doc ) e che sarà uno dei guidatori delle auto.

Non comprende:
- i pernottamenti non inclusi nella quota
- i pasti
- biglietti di ingresso ai parchi
- la benzina
- l'escursione al Lake Powell (da prenotare in anticipo con l'aiuto del vagabondo doc)
- escursioni ed attività facoltative
- patente internazionale per chi vuole guidare (da richiedere in Italia prima della partenza)
- l'Esta (leggete  qui per sapere come si fa)

Cassa comune da aggiungere a quota base: da 750 a 900 euro

Perchè la cassa comune varia così tanto? Abbiamo previsto una cassa comune di:
- 700 euro a persona se i gruppi mangiano nei fast food, nei ristorantini a prezzo fisso o al sacco,
- 900 euro a persona per i gruppi che mangiano al ristorante ordinando alla carta. Se fate metà e metà sarà una cifra intermedia.


Come funziona e cosa serve sapere sulla Cassa Comune

 

 

Fototeche di gente che ha fatto questo viaggio

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo