Western Australia: In Camper Da Broome A Perth



Questo racconto partecipa al concorso Storie Vagabonde!

Ci sono 1000 euro in palio! Partecipa anche tu inviando i tuoi racconti entro il 25 aprile 2009. Dal 1 al 30 giugno 2009 potrai votare il vincitore ed assegnare il premio: se questo racconto ti è piaciuto, ricordatene!





Il nostro viaggio si svolge nel Western Australia, lungo la costa che da Broome giunge a Perth. La scelta del camper, prenotato via internet con Britz Rental, è nata dall'esigenza di muoverci in autonomia per percorrere quasi 4000 Km in 11 giorni. Abbiamo deciso di concentrare la nostra attenzione alla parte centrale di quest'immensa regione, in particolare alla zona costiera compresa tra la penisola di Peron, Kalbarri e Cervantes. Ritiriamo il camper il 19 agosto a Broome (lo dovremo consegnare a Perth il 29) e alle 10,30 siamo già sulla Great Northern Hwy in direzione sud. I chilometri da percorrere sono molti e la prima parte del viaggio attraversa un paesaggio piuttosto monotono. Incrociamo poche macchine. Per lo più jeep 4x4, camper e "road trains" che ci sfrecciano accanto a velocità impressionante. Ai margini della strada vediamo numerose carcasse di canguri. Viaggiamo tutto il giorno e ci fermiamo al tramonto alla Pardoo Roadhouse, un camp-site a 150 Km da Port Hedland, la sosta powered costa 28$AU. Il nostro viaggio è cominciato con una tappa di 480 km.
Mercoledi 20 Agosto

Partiamo presto ma ben riposate. Il camper si guida bene nonostante tiri vento. Passata la Whim Creek Station, che ospita solo un pub, pranziamo a Point Samson in un'area lookout in riva al mare. Poi si riparte. Verso le 17,00 arriviamo alla Fortescue River Roadhouse dove sostiamo per la notte al costo è di 25$ powered site. Abbiamo percorso altri 600 Km.
Giovedi 21 Agosto

Sveglia alle 5,45 perché vogliamo raggiungere la penisola di Peron entro sera.

La North West Coastal Hwy attraversa un paesaggio desertico, la strada si perde dritta all'orizzonte e i nostri occhi scrutano il bush per avvistare qualche animale. Scorgiamo una mamma emù con i suoi piccoli e qualche canguro. Percorriamo gli ultimi 35 km, quelli che dall'Overlander Roadhouse vanno al campeggio dell'Hamelin Pools, senza incrociare macchine e ci godiamo un tramonto mozzafiato. Il cielo è rosso e grandi aquile pronte alla caccia ci osservano da alcuni rami secchi sul ciglio della strada. Siamo estasiate da tanta meraviglia. All'Hamelin Pools Caravan Park fortunatamente c'è ancora un posto unpowered; questa zona è decisamente turistica quindi è sempre meglio prenotare.
Venerdi' 22 Agosto

Partiamo prima dell'alba per Monkey Mia e arriviamo a destinazione intorno alle 7,30 (l'ingresso costa 6$AU a testa). Numerose persone si accalcano sulla spiaggia per vedere i delfini attorno a due ragazze Rangers che danno spiegazioni al microfono. C'immergiamo fino alle ginocchia nell'acqua freddissima, i delfini sono lì, vicinissimi alla riva, ci sfiorano e ci osservano con occhi vispi. Non si possono toccare ma scattiamo moltissime foto. Quando i delfini si allontanano e l'assembramento si scioglie decidiamo di andare a vedere l'Ocean Park, a pochi chilometri da Denham, sulla famosa Shark Bay. La struttura é ancora in costruzione, ma sono state allestite grandi vasche che ospitano pesci pietra, piccole razze, serpenti marini e alcuni acquari con svariate specie oceaniche.

La tappa successiva è Shell Beach, qualche chilometro più a sud. Questa bellissima spiaggia lunga 60 km è interamente composta da milioni di piccole conchiglie bianche e semitrasparenti. L'acqua è cristallina e invita al bagno ma, attenzione, é piena di meduse! Meglio una passeggiata in riva al mare. Rientriamo al Caravan Park con un tramonto spettacolare.



Sabato 23 Agosto

Prima di ripartire visitiamo le Hamelin Pools e la riserva marina degli stromatoliti. Questi fragili microrganismi, osservabili da vicino grazie ad una passerella sull'acqua, sembrano semplici formazioni rocciose, in realtà sono vivi e producono ossigeno. All'inizio della loro esistenza hanno prodotto il 20% dell'ossigeno della terra!

Percorriamo circa 300 chilometri e verso sera arriviamo a Kalbarri, alla foce del Murchison River, nel cuore del Kalbarry National Park. Siamo in tempo per prenotare al Visitor Centre un tour alle Gorges (ci vuole un 4x4 per raggiungerle). La guida della Kalbarri Coach Tours ci preleverà l'indomani alle 8,00 direttamente all'Anchorage Caravan Park dove sostiamo. Il Camp ha piazzole ampie e ben curate, al costo di 37.50 $AU. Ceniamo al Black Rock Cafè e poi ci concediamo una passeggiata per le strade deserte di Kalbarri. Gli unici locali aperti sono: il Grass Tree Café, che offre piatti particolari con tendenza indio-orientali, la Tavern, locale di giovani, e un ristorante sulla spiaggia. Il famoso Finlay's Fresh Fish BBQ, consigliato dalla guida, non c'è più.
Domenica 24 Agosto

Il bus della Kalbarri C. T. ci preleva puntuale e si addentra nel cuore del parco lungo una pista sabbiosa color ocra fino al Loop. Proseguiamo a piedi su un facile sentiero ammirando i fiori e raggiungiamo il Nature's Window con una vista mozzafiato sul Murchison River. Dopo una pausa caffè raggiungiamo le gole dello Z Bend, un profondo canyon che si snoda in un'infinita serie di gomiti per 760 Km. Il panorama è incantevole. Rientrate al Camp andiamo al Mushroom Lookout per un trek di 1,5 km sulle scogliere. Il sentiero ci conduce in un'ampia baia dove s'infrangono onde altissime. La scenografia di questo luogo ci lascia incantate. Torniamo al Visitor Centre per prenotare un whale watching (la zona è famosa per il passaggio delle balene soprattutto in questo periodo dell'anno) ma è già tutto completo, così sostiamo sulle Cliffs con la speranza di avvistare qualche megattera dalla terraferma. Siamo fortunate perché dal lookout "Natural Bridge" avvistiamo qualche esemplare. Il tramonto colora le scogliere di un rosso intenso.



Lunedi 25 Agosto

Oggi viaggeremo tutto il giorno per raggiungere il Nambung National Park e il Pinnacles Desert. Il paesaggio è cambiato, il bush ha lasciato il posto a prati verdi, gialli, viola, rosa-lilla e a numerosi allevamenti di pecore e bovini. Arriviamo al Caravan Park che è sera.
Martedi 26 Agosto

Partiamo all'alba per la visita dei Pinnacles (l'ingresso costa 10$AU col camper). Il percorso si snoda per 4,5 Km attraverso un'area desertica, dove migliaia di pilastri di roccia calcarea sorgono dalla sabbia giallo oro. Alcuni sono alti diversi metri altri pochi centimetri. E' un paesaggio lunare che all'alba e al tramonto si tinge di mille colori.

Nel pomeriggio partiamo in direzione sud e raggiungiamo l'accogliente Caravan Park di York. Ormai è buio.



Mercoledi 27 Agosto

York é una cittadina dal fascino "New Orleans style", ad ovest di Perth. Sulla via centrale, tra graziosi edifici coloniali, c'è il museo di macchine d'epoca, due Hotels della metà dell'800, un locale di un appassionato motociclista che ha in bella mostra targhe e pubblicità. La visitiamo con calma entrando in tutti i negozietti, alcuni sono veri e propri bazar, vendono di tutto. Nel pomeriggio proseguiamo, tra colline, farms e campi giallo cinabro fino a Hyden dove c'è la mitica Wave Rock. Comincia a piovere.



Giovedi 28 Agosto

Dedichiamo la mattina alla Wave Rock. Scattiamo diverse foto "surfando" sulla parete liscia di quest'onda granitica alta 15 metri. Le striature della Wave Rock dopo la pioggia sono ancora più sorprendenti. Un sentiero di 1,4 Km conduce alla scoperta d'altri angoli nascosti: i Breakers, l'Hippo's Yawn e altre curiose formazioni rocciose, poi sale fino al culmine del monolite centrale dove la vista spazia per chilometri.

Sotto un cielo ancora incerto, ripartiamo per Freemantle, che raggiungiamo verso sera. Pernottiamo al lussuoso Freemantle Village, un Caravan Park dove la sosta costa 43$AU, ma non vale il prezzo. La cena da Joe's invece sì.
Venerdi 29 Agosto

E' l'ultimo giorno di vacanza. Alle 10.00 lasciamo il Caravan Park in cerca di un Hotel nel centro di Perth. Depositiamo i bagagli e raggiungiamo la Britz. Un po' malinconiche consegnamo il camper.

A Perth c'è aria di festa. Giriamo il centro tutto il pomeriggio, ceniamo da favola al Bobby Dazzler's al n°300 di Murray St. e ci godiamo l'ultima serata.

Domani si torna a casa.

Curata da:
Luoghi visitati:
Marzia Bonicelli
Quando:
Luoghi visitati: