Gruppo Nepal e Tibet - Partenza del 2013-09-28

Nepal e Tibet Easy Style



  • Quota: 3330
  • Cassa comune: 250
  • Partenza: 28 Settembre 2013
  • Ritorno: 14 Ottobre 2013
  • Durata: 17 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Confermato
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Iscritti/posti:

Questo è il forum del viaggio di Gruppo Nepal e Tibet dal 28 settembre al 14 ottobre 2013.

Nepal e Tibet

Durata:

17 giorni

Costi:

3130 Euro a persona per gruppi da 7 a 15 partecipanti
3330 Euro a persona per gruppi da 4 a 6 partecipanti

Il viaggio è per la parte tibetana in jeep (e si va al Campo Base Everest). Per la parte nepalese in pulmino.


*****Attenzione!! causa aumento dei voli, per chi si iscrive da Sabato 31 agosto dalle ore 11 in poi c'è un supplemento di 200 euro.

Il TL Luciano toroav


E' uno dei tour leader avventurosi di Vagabondo.
Nella sua vita ha avuto molte esperienze di trekking, più o meno lunghi, di kayak, ma anche di cavallo, moto, rafting eccetera eccetera eccetera.
Ecco, fa un sacco di altre cose che non vi stiamo a raccontare tutte, altrimenti finiremmo la pagina!

 

Iscritti al viaggio

Simonetta -- da Firenze -- con Daniele
Daniele -- da Firenze -- con Simonetta
Lara -- da Milano -- con Mara
Mara -- da Milano -- con Lara
Giorgio -- da Milano -- con Luciano
Silvia sissi74 -- da Milano -- cerca compagna di stanza
Cinzia lilly67 -- da Roma -- cerca compagno di stanza
Anna Maria Anna Maria 63 -- da Roma -- cerca compagna di stanza
Nadia Nanny -- da Milano -- cerca compagna di stanza Maria Rita -- da Milano  --- cerca compagna di stanza Pietra Paola -- da Kathmandu -- cerca compagna di stanza

Il TL Luciano toroav -- da Napoli o Roma --- con Giorgio 

Piano voli

Da Firenze
DANIELE, SIMONETTA
 3.   LH 315  S   SA28SEP  FLRFRA NN2   1810 1945
 4.   AI 120  L   SA28SEP  FRADEL HK2   2130 0850+1
 5.   AI 215  J   SU29SEP  DELKTM HK2   1310 1455

 6.   AI 214  J   MO14OCT  KTMDEL HK2   1000 1125
 7.   AI 121  T   MO14OCT  DELFRA HK2   1320 1815
 8.   LH 318  S   MO14OCT  FRAFLR SS2   2120 2250

Da Milano Malpensa
SILVIA, LARA, MARA,  MARIA RITA, GIORGIO, NADIA 
 5.   LH 255  S   SA28SEP  MXPFRA NN4   1825 1945
 6.   AI 120  L   SA28SEP  FRADEL HK4   2130 0850+1
 7.   AI 215  J   SU29SEP  DELKTM HL4   1310 1455

 8.   AI 214  J   MO14OCT  KTMDEL HL4   1000 1125
 9.   AI 121  T   MO14OCT  DELFRA HK4   1320 1815                            -
10.   LH 258  S   MO14OCT  FRAMXP SS4   2155 2305

 

Da Napoli
LUCIANO
 2.   LH 335  S   SA28SEP  NAPFRA NN1   1335 1540
 3.   AI 120  L   SA28SEP  FRADEL HK1   2130 0850+1
 4.   AI 215  J   SU29SEP  DELKTM HK1   1310 1455

 5.   AI 214  J   MO14OCT  KTMDEL HK1   1000 1125
 6.   AI 121  T   MO14OCT  DELFRA HK1   1320 1815
 7.   LH 336  S   MO14OCT  FRANAP SS1   2045 2240

 

Da Roma

CINZIA, ANNA MARIA

 2.   LH 233  Q   SA28SEP  FCOFRA HK1   1320 1520
 3.   AI 120  L   SA28SEP  FRADEL HK1   2130 0850+1
 4.   AI 215  J   SU29SEP  DELKTM HK1   1310 1455

 5.   AI 214  J   MO14OCT  KTMDEL HK1   1000 1125
 6.   AI 121  T   MO14OCT  DELFRA HK1   1320 1815
 7.   LH 242  S   MO14OCT  FRAFCO HK1   2150 2335


Orari simili anche da  Bologna, Venezia.

Programma di viaggio

Giorno 1: ITALIA - KATHMANDU Partenza dall'Italia e notte in volo. (28 settembre) Giorno 2: KATHMANDU (29 settembre) Arrivo a Kathmandu, incontro con il nostro autista, poi tutti in albergo qualche oretta libera e poi una notte di meritato riposo. Pernottamento a Kathmandu.    Giorno 3: KATHMANDU (30 settembre) Visita di Swayambhunath e Kathmandu Durbar square in mattinata.  Durbar in lingua nepali significa palazzo. Durbar Square è quindi presente in ogni città nepalese sia a Patan o Bhaktapur tutte in fronte al palazzo reale o nobile. Il centro cittadino. Il Re già da circa cento anni non risiedeva più nel Palazzo Reale qui in piazza Darbur. L'ultimo re nepalese, un cattivone di prima categoria, aveva preso il potere nel 2001 ammazzando il re suo fratello e tutta la sua famiglia. Praticamente l'Amleto ai giorni nostri. Sono stati anni difficili per il Nepal ma poi, due anni fa, il popolo si è sollevato e ha cacciato il tiranno. Oggi il Nepal è una Repubblica. Intorno a Durbar Square ci sono numerosi interessanti templi e vita cittadina. Ammiriamo il Kumari Chowk (la Dea Bambina) e la Kasthamandap (Casa di Legno). Facile perdersi per ore passeggiando in questa piazza e nella adiacente Basantapur Square. Poi saliremo sulla collina dello Stupa di Swayambunath, uno dei simboli del Nepal. Questo tempio buddista è conosciuto anche come tempio delle scimmie perchè... ce ne sono tantissime!  Nel pomeriggio visita di Patan. Pernottamento a Kathmandu. Giorno 4: KATHMANDU  - TSEDANG  (1 ottobre) Transfer all'aeroporto per il volo KTM / Lahasa (1045/1405 hrs).  All'arrivo a Lahasa ci trasferiamo a Tsedang (90 km / 1.5 hr), che è la città più antica del Tibet. Ci prendiamo il resto del pomeriggio libero per acclimatarci.
Pernottamento a Tsedang. Giorno 5: TSEDANG (2 ottobre) Intera giornata dedicata alla visita di Yambulakhang e del monastero Samye.
Yumbu Lakhang secondo la leggenda è la più antica costruzione in pietra del Tibet, fondata da Nyatri Gampo, il primo dei re celesti, che si crede sia disceso dal cielo intorno al 130 a.C. Ma forse questa fortezza è successiva. In ogni caso questo mirabile edificio svetta imponente sulla cima di un monte che domina tutto il circondario.
Il monastero di Samye è il primo monumentale insediamento della religione buddista in Tibet. E' una delle costruzioni più imponenti del Tibet. Fu fondato nel 779 e la sua struttura architettonica vuole rappresentare l'universo: ciascuno dei templi e delle pagode corrisponde ad un punto cardinale, al sole e alla luna. Vi sono stili architettonici differenti: cinese, tibetano e indiano, a testimonianza delle diverse culture che hanno influenzato questa terra. Qui si tenne, nel 792, il dibattito finale tra le due diverse scuole buddhiste cinese e indiana, in cui prevalse l'ispirazione indiana che divenne poi dominante sul Tibet.
Pernottamento a Tsedang. Giorno 6: TSEDANG - LAHASA (3 ottobre) Trasferimento e pernottamento a Lahasa. Giorno 7: LAHASA (4 ottobre) In mattinata visitiamo il Potala palace e il Drepung monastery, mentre il pomeriggio lo dedichiamo alla visita di Norbulingka. Il Potala non ha certo bisogno di presentazioni: questa meraviglia architettonica costruita sul fianco della Collina Rossa può essere ammirata da tutte le direzioni per chilometri. Il palazzo originario, che era solo un semplice padiglione dedicato alla preghiera, venne distrutto nel IX secolo da un incendio provocato da un fulmine. Ma nel 1645 il V Dalai Lama lo fece ricostruire per farne la propria residenza. Scampato miracolosamente alla furia distruttrice delle Guardie Rosse negli anni della Rivoluzione Culturale oggi svetta sul panorama di Lhasa. I suoi 13 piani ospitano oltre mille stanze, con diecimila cappelle e duecentomila statue.
Il Monastero Drepung, a 5 km da Lhasa, era il più grande e ricco monastero del Tibet. Fu fondato nel 1416 da un discepolo di Tsong Khapa, poi il V Dalai Lama lo ingrandì e vi governò mentre veniva ricostruito il Potala. Al suo massimo splendore Drepung ospitava più di 10.000 monaci, comandava su 700 monasteri minori e possedeva vaste proprietà. Nel 1959 vi vivevano 6000 monaci ma la metà, compresi tutti i lama di livello superiore, fuggirono con il Dalai Lama. Oggi restano 500 monaci, di cui un centinaio di novizi. Vi è conservata la migliore collezione di statue e oggetti sacri antichi del Tibet.
Norbulingka è l'antica residenza estiva del Dalai Lama, dal 1780 sino al 1950 a Lhasa. Il palazzo dista tre km dal Palazzo del Potala ed è inserito, assieme allo stesso, tra i beni tutelati dall'Unesco e facenti parte del Patrimonio dell'umanità.
Pernottamento a  Lhasa. Giorno 8: LAHASA (5 ottobre) Visita del Sera monastery la mattina e di Jokhang e Barkhor nel pomeriggio. Il Tempio Jokhang (o Zuglakang) è la cattedrale del buddhismo tibetano, vero centro della vita sociale e spirituale della città e del paese. La parte più vecchia risale al 7° secolo ma l'archietttura risente di parecchi stili successivi: tetti dalla forma cinese, strutture di pietra o di legno tibetane, elementi nepalesi e indiani. All'interno del monastero si trovano più di 300 statue. I muri della sala centrale sono decorati con affreschi alti 3 m che occupano una lunghezza totale di 600 m. Il tetto del Monastero delle tegole dorate è decorato con campanelle che tintinnano quando tira vento. 
Il mercato Barkhor è il più variopinto e interessante mercato della città. E' un anello lungo 800 metri intorno al tempio Jokhang. I pellegrini lo percorrono tutt'oggi prostrandosi e camminando in senso orario tra banchetti e negozi di vario genere.
Il Monastero di Sera si trova 6 km a nord di Lhasa, alla base del Monte Tatipu, ed è uno dei Sei Grandi monasteri Gelugpa (gli altri cinque sono Drepung, Ganden, Tashilhunpo, Labrang e Kumbum). Oggi ha circa 300 monaci. Fu fondato nel 1419 d e divenne famoso per i suoi insegnamenti tantrici. Circa 1 km a est di Sera c'è una roccia isolata dove all'alba si svolgeva il macabro e misterioso rituale dei "funerali celesti". Dato che in Tibet il terreno gelato impediva una normale sepoltura e non si poteva cremare i cadaveri perchè mancava il combustibile, i Tibetani impararono a tagliare i corpi dei loro morti in piccoli pezzi e darli in pasto agli uccelli ( avvoltoi, corvi e nibbi).
Pernottamento a Lhasa. Giorno 9: LAHASA - GYANTSE (6 ottobre) Si parte per l'avventuroso ritorno in Nepal via terra. In questi giorni dobbiamo attraversare la catena Himalaiana. Lo iniziamo a fare attraverso il passo Kamba, a 4800 metri, a il Karo LaKaro a 5000 metri toccando il lago YamdrokTso. Nel pomeriggio siamo a Gyantse, dove visitiamo il Kumbum e il monestero Palkhor Chode .
Il Monastero Palkhor Chode (in cinese Baijusi) è un monastero Gelupka risalente al 1365 che un tempo ospitava 1000 monaci e comprendeva un'intera cittadina all'interno delle mura che ancora circondano il complesso.
Il Kumbum. annesso al Monastero Palkhor Chode, è lo stupa più grande del Tibet. Costruito nel 1427 e articolato su 9 livelli, ospita una serie di settanta cappelle affrescate con 27000 figure e contenenti 100 statue. Va visitato percorrendo i vari piani in senso orario: i pellegrini lo fanno meditando e arrivano fino alla cima sovrastata dagli occhi del Buddha.
Pernottamento a Gyantse.  Giorno 10: GYANTSE - SHIGATSE (7 ottobre) Al mattino con due ore di gradevole tragitto arriviamo a Shigatse (in cinese Xigaze). Seconda città del Tibet, a 3900 m, Shigatse era la sede del Panchen Lama, la seconda autorità religiosa e civile del Tibet teocratico, abate del Monastero di Tashilumpo e considerato la reincarnazione del Buddha Amithaba. Proprio il fatto che il Panchen Lama è rimasto in Tibet, invece di fuggire come il Dalai Lama in India, ha consentito una quasi integrale preservazione del monastero, rispettato negli anni della Rivoluzione Culturale. L'ultimo Panchen Lama, il decimo, è morto a causa di un attacco cardiaco, ponendo fine a un'esistenza caratterizzata da forti ambivalenze verso il potere cinese.
Nel pomeriggio visitiamo la città monastero di Tashilhunpo, il più grande del Tibet. Fu fondato nel 1447 ed ha ospitato in passato una popolazione di circa 4000 monaci, oggi ridotti a 700. Il monastero è tuttora molto vivo. È un rinomato centro del lamaismo. La Grande Sala contiene diverse pagode funerarie dei Panchen Lama ed è divisa in nove sale affrescate. Visitiamo la cappella del Buddha del futuro, Maitreya (con la più alta statua buddhista di bronzo del mondo, 26,7 m), le cucine, le numerose cappelle e cortili dove si svolgono talvolta funzioni religiose e dibattiti filosofici. Pernottamento a Shigatse. Giorno 11: SHIGATSE - XEGAR (8 ottobre) Oggi si raggiunge Xegar attraverso i passi Tsou e Gyatso (270 km / 8 hrs). Lungo la strada si visita Sakya, un paese monastero del 1070 sopravvissuto intatto alla Rivoluzione Culturale. Una particolarità: qui l’Abate è una carica ereditaria, passa di padre in figlio, mentre in tutti gli altri monasteri il nuovo abate è la reincarnazione del precedente. Il monastero di Sakya ha un'enorma importanza storica: fu l’abate di Sakya che incontrò Kengis Khan offrendogli lo scettro del Tibet, fu l’Abate di Sakya che ricevette da Khubilai Khan la delega a governare e probabilmente anche Marco Polo quando citava il Tibet si riferiva a questa figura e a questo monastero. Pernottamento a Xegar. Giorno 12: XEGAR - RONGBUK MONASTERY - XEGAR (9 ottobre) Oggi faremo l'escursione al campo base everest, al Rongbuk monastery, e poi rientreremo a Xegar.
 
   
Attenzione, da agosto 2013 c'è una nuova regola, un altro cerchio di fuoco attraverso cui i turisti devono passare per visiare il Tibet: al campo base Everest si può accedere attraverso una camminata di circa 4 km oppure in bus. Il gruppo però deve rigorosamente viaggiare unito, non si può andare una parte a piedi e una parte in bus. Quindi bisogna decidere di cumune accordo per una o per l'altra soluzione.  
Pernottamento a Xegar. Giorno 13: XEGAR - ZHANGMU - BHAKTAPUR (10 ottobre) Partiamo la mattina presto per raggingere Zhangmu ed attraversare il confine con il Nepal. Da lì proseguiamo alla volta di Bhaktapur. Pernottamento a Bhaktapur. Giorno 14 : BHAKTAPUR (11 ottobre) La mattina la dedichiamo alla visita di Bhaktapur e Changu Narayan. Changunarayan è sede del più antico tempio attivo del Nepal, risalente a circa 2000 anni fa.  Bhaktapur (alla lettera città dei devoti) è un gioiellino medievale che vi rimarrà nel cuore. Entreremo dalla Porta d’Oro per visitare il Palazzo delle 55 finestre, i templi antichi e i mirabili palazzi. La vita qui scorre tranquilla ed ha un antico sapore artigianale. 
Pernottamento a Bhaktapur. Giorno 15: BHAKTAPUR - KATHMANDU (12 ottobre) Oggi rientriamo a Kathmandu ed andiamo a visitare il tempio Dakshinkali e il monastero di Pharping e Kirtipur.  A Dakshinkali visiteremo il Tempio della Dea Kali, regolarmente frequentato dai seguaci induisti, che sorge in mezzo a verde vegetazione. Ogni martedì e sabato vi si tengono sacrifici animali. Uno spettacolo che può apparire cruento ma fa parte integrante della cultura induista. 
Poi si prosegue per Kirtipur, un delizioso villaggio con sapore ancora medievale ricco di edifici di interesse artistico e architettonico.
Pernottamento a Kathmandu. Girno 16: KATHMANDU (13 ottobre) Giornata libera a Kathmandu per gli ultimi giretti ed acquisti. Se vorrete potrete anche partecipare al festival Dashain (Duserrah) che si terrà a Kathmandu.  Giorno 17: KATHMANDU - ITALIA (14 ottobre) Partenza per l'Italia.     La quota comprende : 
- Voli intercontinentali di linea in classe economica ITALIA/KHATMANDU e ritorno
- Il volo KHATMANDU/LHASA in classe economica  
- Tutte le tasse aeroportuali /Franchigia bagaglio 20 kg. 
- Trasferimenti in pullman  + autista a Kathmandu, Tsedang e Lhasa  - Trasferimenti in jeep 4W (4 posti + autista) da  Lhasa a Gyantse (Shigatse > Campo Base Everest > fino al confine con il Nepal) con dotazione di bombola di ossigeno (per ogni evenienza)
- Sistemazione in hotel 3 stelle (qualche volta 4 stelle)  e  heritage  (B&B camera doppia) - bagno privato sempre tranne una notte con bagno in comune
- Guide locali in inglese o italiano. In genere italiano in Nepal e inglese in Tibet.
- Tour leader di Vagabondo (che traduce le spiegazioni delle guide tibetane) per gruppi superiori ai 7 partecipanti.
- Ingressi ai siti.
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio


Non comprende:   
- Visti per Nepal e Cina e permesso turistico per il Tibet (vedi nota sotto).
- I pasti (calcolate 10 euro al giorno)
- una mancetta per la guida se vi è piaciuta - permessi fotografie nei monasteri

Supplemento singola 30 euro per notte.

 

Date     Hotels    
29 Sep to 01 Oct     Hotel Manaslu, Kathmandu    
01 to 03 Oct     Yarlung River hotel, Tsedang    
03 to 06 Oct     Dhood Gu hotel, Lhasa    
06 to 07 Oct     Hotel Gyantse, Gyantse    
07 to 08 Oct     Hotel Mansarovar, Shigatse    
08 to 10 Oct     Everest hotel, Xegar    
10 to 12 Oct     Khwapa Chen Guesthose, Bhaktapur    
12 to 14 Oct     Hotel Manaslu o  Summit Residency  

 

Info Visto

Il visto per il Nepal si ottiene all’arrivo in aeroporto a Kathmandu. Servono 2 foto formato tessera uguali. Costo 25 USD.
(Per chi vuole il visto può  anche essere ottenuto prima a Roma all’Ambasciata del Nepal)

Il visto per la Cina e il permesso di viaggio per il Tibet saranno emessi dopo l’arrivo a Kathmandu. Costa 80-120 USD (cambiano in continuazione l'importo*)
* prezzo a luglio 2013 è 85 USD. Soggetto, come sempre, a variazioni. 

Dobbiamo preordinarli come segue:
Ci fornite copia scannerizzata delle prime pagine del passaporto.
La pratica di ottenimento del visto sarà fatta dal ns. agente a Kathmandu ma i moduli saranno di attenta compilazione con assistenza.
La Cina a questo confine non riconosce visti fatti fuori dal Nepal pertanto un visto rilasciato a Roma sarebbe inefficacie. Da questo punto di vista le autorità  cinesi sono amministrativamente precise.

------------------
Qui ci si può presentare ai vostri compagni di viaggio, richiedere informazioni e cercare compagni di stanza.


Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Sono super contento di accompagnarvi in questo splendido viaggio alla scoperta del tetto del Mondo e di una civiltà ricchissima di storia, cultura ed arte. 

Non sono mai stato in Nepal e Tibet, per cui ho lo stesso entusiasmo che avrebbe un bambino se gli dicessero che, finalmente, sta per vedere e toccare con mano, qualcosa di cui ha sempre sentito parlare in termini positivi. 

Di me posso dirvi che amo molto la montagna, sia d'estate che d'inverno; pratico molti sport, anche avventurosi; sono appassionato di fotografia e mi piace molto lo studio dell'antropologia culturale. 

Per qualunque dubbio o domanda sarò ben lieto di rispondervi, anche per preparare insieme a voi questo viaggio.

Luciano

 

Ven, 05/10/2013 - 13:14 Collegamento permanente

Ciao Daniele e Simonetta, è un vero piacere conoscervi, sia pure virtualmente per adesso.

Avete già esperienze per questo tipo di vacanza ?

 

Ven, 05/10/2013 - 18:02 Collegamento permanente

Ciao Toroav, ciao a tutti!

Piacere mi chiamo Cinzia e scrivo da Roma! Conosco Vagabondo da diversi anni... 2 anni fa ho fatto con Voi il Marocco del Sud... semplicemente meraviglioso!

Ma veniamo a noi... dopo aver inseguito invano per svariati anni questo bellissimo viaggio in Nepal-Tibet, oggi finalmente mi sono potuta iscrivere perchè il mio Capo in ufficio mi ha straordinariamente concesso le ferie per queste date... per cui Vi prego di non cambiarle... altrimenti anche quest'anno vedrò sfumare il mio sogno. Probabilmente ancora non risulta la mia iscrizione perchè l'ho finita di compilare pochi minuti fa...ci riaggiorniamo a domani!!! Un salutone Cinzia

Mer, 07/17/2013 - 16:44 Collegamento permanente

Ciao Luciano,

è da un pò che sto guardando con molto interesse questo viaggio. L'unica cosa che un pò mi blocca è che non sono mai stata a tali altitudini (quindi non so il mio corpo come potrebbe reagire!!!). Che dici? L'altro dubbio riguarda il grado di preparazione fisica  richiesta per questo viaggio. Devo iniziare ad allenarmi????*biggrin*

ti ringrazio e spero a prestissimo

ciao 

silvia

Mer, 07/17/2013 - 17:43 Collegamento permanente

benvenute Cinzia e SIlvia, è da tempo che aspettavo nuove iscrizioni per movimentare questo forum per pianificare questo meraviglioso viaggio.

Cinzia, puoi stare tranquilla le date sono queste, salvo imprevisti dell'ultimora. Appena raggiungiamo il nr. minimo degli iscritti (siamo già a buon punto) verranno fatte le prenotazioni dei voli.

Silvia, iscriviti pure senza paure a questo viaggio, l'altitudine non è un problema se l'ascesa verso le vette viene fatta in modo intelligente.

Tutto sta nel far abituare il proprio corpo gradatamente e ti posso assicurare che Vagabondo, per l'esperienza ormai consolidata per questo viaggio, sta particolarmente attento a questo aspetto.

Ti assicuro che quando saremo lassù potrai vivere un'esperienza unica ed indimenticabile che vale la pena fare.

Riguardo la preparazione fisica non è necessario essere dei superman o degli atleti professionisti. Ovviamente, se hai problemi di pressione (alta o bassa che sia) è bene consultare prima il tuo medico.

Sempre a disposizione per ogni ulteriore dubbio, vi saluto cordialmente.

Luciano

 

p.s.: a proposito, presentatevi anche voi su questo forum parlandoci un pò di voi.

Gio, 07/18/2013 - 15:45 Collegamento permanente

Caro Luciano,

grazie mille delle tue rassicurazioni che hanno completamente dipanato i miei dubbi ... ho appena terminato l'iscrizione... e poi Cinzia deve realizzare il suo sogno!!!

a presto e grazie ancora

silvia

Gio, 07/18/2013 - 17:32 Collegamento permanente

brava Silvia, sono contento di averti nel gruppo. Ricorda di parlarci un po' di te per iniziare a conoscerci.

se hai altre domande chiedi pure.

Ven, 07/19/2013 - 00:43 Collegamento permanente

Ciao a tutti! Ho letto con interesse che, al momento, siamo a quota 4 iscritti! Ciò mi riempie di gioia, perchè, per partire, basterebbero due-tre altri iscritti o sbaglio?

Ho letto le preoccupazioni e le titubanze ad iscriversi di Silvia... e le comprendo.

Anch'io non ho mai affrontato "quote" così considerevoli ed anche per me, quindi, sarebbe il battesimo dei 4 e 5 mila!!! Non ho problemi di pressione alta semmai il contrario... o complicazioni cardiache per cui spero di non andare incontro a grosse problematiche. Il massimo di altitudine che io abbia mai raggiunto sono circa 3 mila metri... ed a quella quota ho sempre avvertito delle emicranie che credo mi perseguiteranno anche in Tibet... ma spero di acclimatarmi bene e di confidare, eventualmente, nei pronti interventi che Vagabondo ha messo a punto con questo viaggio supergettonato!!!

Persone che hanno già affrontato questo viaggio mi hanno consigliato di portare con me un diuretico (magari solo per i primi giorni di adattamento) il Diamox... Toroav tu lo conosci? Che ci consigli a tal proposito?

Ho letto inoltre che da fine settembre, i monsoni dovrebbero essere spariti ed i cieli più tersi in modo da avere una visuale più limpida e tersa!

Che altro aggiungere per ora? Che non vedo l'ora di poggiare la "mia fronte" sul suolo nepalese e tibetano... un salutone Cinzia*yahoo*

 

Ven, 07/19/2013 - 13:14 Collegamento permanente

Riguardo il numero degli iscritti, direi che, dato il periodo, siamo a buon punto e ci sono ottime possibilità che si raggiunga il nr. minimo di partecipanti per confermare il viaggio.

Effettivamente, a fine settembre i monsoni dovrebbero essere spariti ma, per tutte le evenienze, meglio portarsi un k-way o impermeabile aperto.

Per quel che riguarda l'abbigliamento io consiglio sempre di vestirsi nel classico sistema a cipolla, per potersi regolare di volta in volta in base alle temperature esterne.

In Nepal indumenti più leggeri, in quanto li farà caldo umido mentre in Tibet, essendo comunque sopra i 3500, consigliato vestiario a cipolla da togliere od aggiungere a seconda del momento della giornata. Di sera presumibilmente farà freddino, quindi felpe.

Per la giornata del campobase Everest (5200 metri)  occorre proprio vestiario pesante - le temperature in quel periodo possono arrivare, almeno di notte, anche a - 30 gradi.

Fondamentale avere con sé creme protettive per evitare le scottature solari. 

il Diamox è essere utile per abbassare la pressione e per superare il mal di montagna. 

Mal di montagna che viene più o meno a tutti ma che facilmente si supera! ma avremo tempo di acclimatarci ed adattarci all'altitudine prima di salire sul campo base dell'Everest.

Una curiosità ! Cinzia come mai vuoi poggiare la fronte sul suolo tibetano e non prima i piedi ? Spero che non pensi di cadere a testa in giù !!! *biggrin*

Saluti a tutti

Ven, 07/19/2013 - 13:27 Collegamento permanente

per maggiori dettagli sul Diamox vi riporto integralmente la spiegazione scientifica:

Il Diamox è il nome commerciale del principio attivo Acetazolamide, diuretico di vecchia generazione. Il suo interesse in quota come diuretico in realtà  è marginale, il suo grande pregio è quello di essere un inibitore dell’anidrasi carbonica a livello renale.
Bloccando questo enzima eliminiamo più bicarbonati instaurando una situazione di acidosi metabolica. Questa situazione torna poi favorevole in quota per bilanciare l’alcalosi respiratoria che si crea per l’iperventilazione, diminuendo in parte i disturbi iniziali. Sembra anche che abbia la capacità  di bloccare l’anidrasi carbonica a livello del sistema nervoso centrale con una riduzione di produzione di liquor prevenendo fenomeni iniziali di edema cerebrale e cefalea.

Ven, 07/19/2013 - 13:33 Collegamento permanente

Ciao Luciano,

e ciao a tutti i/e partecipanti a questo splendido viaggio!

Ad oggi, 24 luglio, siamo ancora in 4 ma io sono fiduciosa che qualcun'altro prima della data di scadenza si iscriva! Ho scritto che mi piacerebbe poggiare la fronte sul suolo nepalese e tibetano semplicemente perchè per me questi luoghi hanno un profondo sapore mistico... e questo gesto simbolico rappresenterebbe per me solo un piccolo gesto di rispetto e riverenza... ma è ovvio che prima di poter poggiare la fronte debbo necessariamente piantare bene in terra i piedi ahahah *pardon*Siete ancora tutti al lavoro? Io lavorerò fino al 9 agosto e poi finalmente un po' di meritato riposo... fino al 1 settembre dove riprenderò a lavorare nell'attesa del GRANDE VIAGGIO! UN salutone a tutti Cinzia

PS: grazie Luciano per le utilissime informazioni sul Diamox

Mer, 07/24/2013 - 12:35 Collegamento permanente

Ciao Cinzia e saluti al resto del gruppo che va formandosi. 

Io sono moderatamente ottimista per la buona riuscita di questo viaggio, sia perché mancano ancora 2 mesi e c'é quindi ancora tempo x altre iscrizioni  è sia perché tra settembre e ottobre, di solito, si riempiono i gruppi essendo un ottimo periodo per viaggiare.

spero anche che qualcuna delle mie personali amicizie, al momento indecisa, si iscriva a questo viaggio.

Io da domani sarò in Svizzera con i miei pargoli a godermi una settimana di vacanza attiva.

A presto

Luciano

Gio, 07/25/2013 - 06:55 Collegamento permanente

ciao a tutti, 

anch'io sto spargendo la voce per questo viaggio...quindi concordo sull'essere ottimista (ma più che moderatamente!!!)

A  parte qualche weekend lungo continuerò a lavorare fino alla data della fatidica partenza...ma questa scadenza è un'ottima carica per andare avanti!!!

Allora Luciano buona vacanza in Svizzera e speriamo che al tuo ritorno non ci sia una bella sorpresa...

PS "non ti sto facendo altre domande solo per scaramanzia...aspetto prima la conferma!!! *lol*

ciao e  a presto

silvia

Gio, 07/25/2013 - 14:34 Collegamento permanente

Ciao a tutti. Come state ? Il caldo vi soffoca ? La pressione si abbassa ?

Pensate al Campo Base dell'Everest......tutto vi passerà.

io sono rientrato dalle cime svizzere dove ho fatto trekking sul Reno. Voi dove siete?

un saluto e buon ferragosto 

Luciano

Gio, 08/08/2013 - 07:36 Collegamento permanente
Aroundtheworld

Ciao a tutti

abbiamo confermato questo gruppo *DANCE*

lunedì vi manderemo tutte le informazioni sul viaggio. Nel frattempo iniziate pure a spedirci le scansioni a colori dei passaporti per il visto tibetano. Va scannerizzata e inviata la pagina con la foto.

Aroundtheworld

Ven, 08/09/2013 - 13:07 Collegamento permanente

Ciao Luciano, Sarita e ciao a tutti,

che bellissima sorpresa scoprire che il viaggio è stato confermato....ora finalmente si può cominciare a sognare!!!!

Qui a Bergamo (mia città) è una piacevole giornata...non più così calda...dalla finestra del mio ufficio ho una meravigliosa vista sui colli bergamaschi, città alta e le montagne che ci circondano...è proprio bello!!! Ma ben presto vedremo altri scenari!!!!

auguro a tutti voi un buon ferragosto (io andrò sul lago maggiore!!!) e a presto

ciao silvia

Ven, 08/09/2013 - 14:12 Collegamento permanente



  • Quota: 3330
  • Cassa comune: 250
  • Partenza: 28 Settembre 2013
  • Ritorno: 14 Ottobre 2013
  • Durata: 17 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Confermato
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM




    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Viaggi in Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Maldive
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Emirati Arabi Uniti
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI