India del Nord

Paesi visitati Tipo di Viaggio
India Viaggi di Gruppo
Durante il giorno si visita, si osserva e si entra in contatto con le cerimonie locali o le feste o semplicemente le persone, la sera invece si dorme in buoni alberghi per lavarsi via la polvere della strada: ecco l’India del Nord di Vagabondo Viaggi.
 

 image

India del Nord
Durata:

Partenze di lunedì, mercoledì o sabato.

Rajastan e Taj Mahal - 12 giorni
Rajastan e Gange fino a Varanasi - 17 giorni
Rajastan e Gange fino a Calcutta - 19 giorni

Quando vi iscrivete ricordatevi di indicare nelle note quale pezzo dell'itinerario preferite fare!

Partenza da Milano Malpensa o Roma Fiumicino (a vostra scelta).
Possibili partenze da altri aeroporti italiani (Firenze, Bologna, Venezia salvo disponibilità) con supplemento

Costi:

Rajastan e Taj Mahal - 2150 euro a persona
Rajastan e Gange fino a Varanasi - 2650 euro
Rajastan e Gange fino a Calcutta - 2830 euro

supplemento alta stagione (agosto e Capodanno) --- 200 euro

Cassa comune:
fino ad Agra: 180 Euro
fino a Varanasi: 230 Euro
fino a Calcutta: 260 Euro
Note:

I gruppi sono massimo 15 persone. Il treno Khajuraho - Varanasi viaggia solo il martedì, venerdì e domenica quindi le date di partenza dei gruppi sono fissate di conseguenza.

Difficoltà


Visto:



Vaccinazioni: 

 

Facile e adatto a tutti. Per chi fa il viaggio fino a Varanasi c'è una notte in treno (cuccetta).

 

Necessario il visto per viaggiare in India.
Come richiedere visto per l’India
Come si compila il modulo di richiesta visto India online
 

Nessuna obbligatoria, ma sempre meglio consultare la propria ASL di riferimento o il proprio medico personale.

 

 
Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Sab 26/1/2019
-
Mer 6/2/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 16/2/2019
-
Mer 27/2/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 13/3/2019
-
Lun 25/3/2019
1
Da confermare
claudine.r

PARTENZA SPECIALE: HOLI FESTIVAL

Con la vagabonda doc Claudia / claudine.r

- Prenotami!  Forum! 
Sab 30/3/2019
-
Mer 10/4/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 20/4/2019
-
Mer 1/5/2019
1
Da confermare
Silviettini

Con la vagabonda doc Silvia / Silviettini

- Prenotami!  Forum! 
Sab 11/5/2019
-
Mer 22/5/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 1/6/2019
-
Mer 12/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 15/6/2019
-
Mer 26/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Lun 8/7/2019
-
Ven 19/7/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 3/8/2019
-
Mer 14/8/2019
0
Da confermare
- Prenotami!

Pagine


Vagabondo viaggia senza inquinare

image 

Da sapere Mi informo...

Il viaggio viene effettuato in pulmino con autista ad uso esclusivo del gruppo. Ci sono anche dei voli interni (uno per chi fa il viaggio corto, 3 per chi fa il viaggio lungo). Nelle città ci si muove utilizzando i rickshaw, un mezzo di trasporto veloce e divertente.

 

 

India del Nord 

Visitare l’India del Nord, cercare di capirla e provare a conoscerla: l’India è uno stato immenso, gigantesco e decisamente complesso, ma con calma proveremo a carpirne alcuni aspetti. L’intento del nostro viaggio è visitare alcune delle sue meraviglie e darvi la possibilità di farlo con i vostri tempi:
1. opzione: Rajastan e Taj Mahal  dura 12 giorni,
2. opzione: Rajastan e Gange fino a Varanasi dura 17 giorni
3. opzione: Rajastan e Gange fino a Calcutta dura 19 giorni.

image
Foto del vagabondo Stefano Zumstein 

 

Itinerario India del Nord

 image

In breve

Giorno 1: Italia - Delhi (India)
Giorno 2: Delhi-Udaipur
Giorno 3: Udaipur - Eklingi - Nagda - Udaipur
Giorno 4: Udaipur - Ranakpur - Jodhpur (Udaipur-Ranakpur 90 km - 3 ore.  Ranakpur - Jodhpur 210 km - 4 ore)
Giorno 5: Jodhpur- Jaisalmer ( 300 km - 5 ore)
Giorno 6: Jaisalmer
Giorno 7: Jaisalmer - Karni Mata - Bikaner (330 km - 5/6 ore)
Giorno 8: Bikaner - Jaipur (330 km - 5 ore)
Giorno 9: Jaipur  - Amber - Jaipur
Giorno 10: Jaipur - Galta - Abhaneri - Fathepur Sikri - Agra (Jaipur- Agra 250 km - 5 ore)
Giorno 11: Agra e il Taj Mahal - Gwalior
Giorno 12: Gwalior - Orcha (120 km - 3 ore)
Giorno 13: Orcha - Khajuraho (170 km - 3/4 ore)
Giorno 14: Khajuraho - Varanasi (notte in treno)
Giorno 15: Varanasi  - Sarnath - Varanasi
Giorno 16: Varanasi/Delhi o Calcutta
Giorno 17: Calcutta
Giorno 18: Calcutta 
Giorno 19: Calcutta/Italia


In dettaglio

Giorno 1: Italia - Delhi (India)
Partenza dall'Italia con destinazione Delhi, il primo giorno sarà di viaggio e l’arrivo è previsto per la giornata seguente (la mattina successiva).
_______________________________________________________________________________

Giorno 2: Delhi-Udaipur
Eccoci in India, il secondo stato più popoloso al mondo e sicuramente quello in cui sono presenti più religioni e filosofie. Passiamo dall’aeroporto di Delhi, ma solo per prendere un nuovo volo e raggiungere Udaipur. Da qui inizia la nostra immersione nell'India.
Appena in città saremo accolti da un tripudio di colori, rumori, odori. Un caos visivo, uditivo e olfattivo che lascia basito anche il più esperto dei viaggiatori. Se il nostro volo di collegamento per Udaipur arriva presto potremo già cominciare a visitare la città nel pomeriggio, altrimenti la visiteremo la mattina successiva.
Potremo cenare sulla terrazza sul lago, e volendo, per chi ancora in forza, si potrebbe pensare a uno spettacolo di danze rajasthane: molto turistico, ma altrettanto spettacolare.
Notte in Udaipur.
_______________________________________________________________________________

Giorno 3: Udaipur - Eklingi - Nagda - Udaipur

Oggi visitiamo Udaipur e i suoi dintorni. Spesso chiamata la “Venezia dell’India” Udaipur è circondata da tre laghi ed è caratterizzata dai suoi tipici palazzi bianchi in calce.
A Udaipur si visitano il lago Pichola e il possente City Palace, il palazzo-fortezza più grande di tutto il Rajasthan. Poi il museo, i giardini e il tempio induista Jagdish Mandir.
Nel pomeriggio visitiamo il complesso shivaita di Eklingi dove ci confonderemo tra le centinaia di pellegrini scalzi che vi transitano ogni giorno (qui si entra scalzi e senza calzini). Dopo andiamo nella vicina Nagda, città che accoglie i resti  della capitale del Marwar dove sorgono tre antichi templi: le rovine del tempio jainista di Abduji e i templi (questi perfettamente conservati) di Sas e di  Bahu, cioè della madre e della nuora.
Poi torniamo ad Udaipur per una serata libera in questa bellissima città.
Secondo pernottamento a Udaipur.
_______________________________________________________________________________ 

Giorno 4: Udaipur - Ranakpur - Jodhpur (Udaipur-Ranakpur 90 km - 3 ore.  Ranakpur - Jodhpur 210 km - 4 ore)

Oggi ci trasferiamo a Jodhpur, la città  blu, e sulla strada ci fermiamo a Ranakpur, città dai raffinati templi jainisti. Visitiamo Chaumukha, con le sue 29 sale sorrette da 1.444 colonne, tutte diverse tra loro, uno dei più belli senza dubbio. Janisti da tutta l'India arrivano tutti i giorni a visitarlo, ne vediamo alcuni che portano una benda sulla bocca e che spazzano con una scopa  il suolo dove camminano. Cosa stanno facendo? Dovete sapere che i janisti sono vegetariani e non uccidono alcun animale, insetti compresi. La benda sulla bocca gli serve per non inghiottire le mosche e la scopa allontana le formiche e gli impedisce di pestarle! A questo punto ci spostiamo e attraversiamo i Monti Aravalli sperando di incontrare le transumanze dei pastori rajasthani con i loro  turbanti rossi.
Arrivo a Jodhpur in serata e pernottamento.
_______________________________________________________________________________ 

Giorno 5: Jodhpur- Jaisalmer ( 300 km - 5 ore)

Jodhpur è nota anche come la “città del sole” (non a caso si trova giusto al confine con il deserto di Thar) e “la città blu”, grazie alle case dipinte in questa tonalità.
La mattina la dedichiamo all'enorme Fortezza di Meherangarh, poi visiteremo la città vecchia ovvero un dedalo di stretti vicoli, splendide haveli e cisterne medievali. Arriveremo tra le  affollate botteghe del  Sadar Bazar, il mercato cittadino che si trova vicino la Torre dell'Orologio, ottimo posto per comprare cose che troverete solo qui e in nessun'altra parte del mondo. Qui c'è il meglio dell'artigianato rajastano per ciò che riguarda stoffe, pelli e gioielli. Dopo pranzo lasciamo la bella Jodhpur per un viaggio nel deserto che ci porterà nella lontana Jaisalmer, incredibile e affascinante città nel deserto del Thar non lontana dalla frontiera con il Pakistan.Pernottamento a Jaisalmer.

image
_______________________________________________________________________________

Giorno 6: Jaisalmer

Jaisalmer è un antico centro commerciale dell'itinerario della seta e patrimonio dell’Unesco. Detta “The golden city” per le sfumature cromatiche dell'arenaria utilizzata per la costruzione delle case, anche questa città è dominata da un forte ancora abitato per giunta e pieno di botteghe. Dedichiamo la giornarta a questa città: visitiamo i suoi palazzi interamente scolpiti nell’arenaria, i templi jainisti e le raffinate “haveli”, le case dei ricchi mercanti. Ne visitiamo qualcuna ammirandone l'architettura e lo stile. Nel pomeriggio ci prendiamo del tempo libero a Jaisalmer oppure facciamo un'escursione a Khuri, un villaggio nel Deserto del Thar dove potremo anche fare un giro sul cammello all’ora del tramonto (esperienza sicuramente turistica, ma il deserto resta sempre affascinante).
Per cena si può rimanere nel deserto o rientrare in città. Pernottamento a Jaisalmer.

_______________________________________________________________________________

Giorno 7: Jaisalmer - Karni Mata - Bikaner (330 km - 5/6 ore)

Oggi lasciamo Jaisalmer e andiamo verso est, con soste e visite lungo la strada rajasthana. Ci fermiamo per esempio al tempio di Karni Mata, detto anche "tempio dei topi", facile ne abbiate sentito parlare (qui trovate un video girato da alcuni vagabondi in un viaggio precedente): il tempio è abitato dacentinaia di topi grigi che, secondo la tradizione hindù, sono la reincarnazioni dei bramini. Sono considerati pertanto sacri e vengono protetti e nutriti dai fedeli con grandi ciotole di latte, cocco e cereali. Si dice che chi tra tutti i topini grigi ne vedrà uno bianco... sarà molto fortunato.
Arriviamo a Bikaner, dove si dorme.

_______________________________________________________________________________

Giorno 8: Bikaner - Jaipur (330 km - 5 ore)

Oggi visitiamo questa città rajastana vicina al deserto del Thar.Bikanernon è famosa come le altre città del Rajastan, ma ha a nostro parere alcune delle haveli più belle di tutto lo stato sono qui. Ci sono anche il bellissimo Junagarh Fort del XVI secolo, il tempio giainista di Bhandasar e un vivace mercato. Nel Lalgarh Palace, reggia eretta tra il 1902- 1926, da pochi anni trasformata in albergo, vive ancora in una parte del palazzo la famiglia reale. Un altro bel palazzo è il Gajner Palace, in arenaria rossa, residenza estiva dei maharaja, descritto come "incomparabile gioiello nel deserto del Thar". Bikaner è anche un famoso centro per le manifatture di tappeti e coperte, vasellame e legni intarsiati, gioielli e smalti, lavorazione di pelli di cammello e dolciumi. Poi ci avviamo verso Jaipur, The Pink City, con i suoi  abitanti, costumi, templi, colori, musiche, antichi palazzi . Durante il tragitto ci fermiamo a visitare il villaggio di Samode e poi, una volta giunti nella città rosa potremo assistere alla cerimonia presso il tempio di Govinda Devi Mandir. Notte a Jaipur.

_______________________________________________________________________________ 

Giorno 9: Jaipur  - Amber - Jaipur

Jaipur è la capitale del Rajasthan.

La mattina la dedichiamo all'escursione alla vicina Amber e alla visita del Forte Man Singh. Poi rientriamo a Jaipur e iniziamo le altre visite: l'Hawa Mahal (comunemente chiamato Palazzo dei Venti) costruito nel 1799 è un palazzo di otto piani la cui facciata, in arenaria rosa, comprende quasi mille fra nicchie e finestre, tutte finemente lavorate a merletto; - l'osservatorio astronomico Jantar Mantar e altra attrazione della città sono i bazar ed i mercati, numerosissimi e suddivisi a seconda delle varie e molteplici attività artigianali. Per citarne alcune: gioielli, pietre preziose, smalti, stoffe sia stampate che intessute, oggetti intagliati. Secondo pernottamento a Jaipur.

_______________________________________________________________________________ 

Giorno 10: Jaipur - Galta - Abhaneri - Fathepur Sikri - Agra (Jaipur- Agra 250 km - 5 ore)

Oggi andiamo verso est. Lungo il tragitto ci fermiamo a visitare il tempio di Galta, un luogo poco turistico, ma davvero meraviglioso. Se c'è tempo sosta anche ad Abhaneri, il pozzo- palazzo (1000 d.C.), un tempio scavato sottoterra per effettuare le cerimonie nel periodo della calura estiva e poi proseguiamo per Fathepur Sikri, l'impressionante città abbandonata costruita dall'imperatore Akbar tra il 1571 e il 1584. La città fu abitata solo per 15 anni perchè avevano sbagliato a costruirla in una zona priva d'acqua, ma in questi 15 anni fu capitale assoluta di un grandioso impero, quindi c'è moltissimo da vedere.
Arriviamo poi ad Agra, la grande capitale moghul e di Akbar (1561-1605), il Gran Moghul, il forte sultano guerriero che la scelse per il suo regno facendovi costruire il Forte Rosso.
Agra si può dire che sia la destinazione più “turistica” dell’India. Abbiamo messo le virgolette perché ad affollare le sue strade e l’ingresso al celeberrimo Taj Mahal i turisti stranieri sono solo la minoranza. Gli indiani di fede musulmana (ma anche gli altri) adorano il Taj Mahal! A seconda del periodo dell'anno e del giorno della settimana (il venerdì il Taj Mahal è chiuso) decideremo se visitare il Taj Mahal oggi al tramonto oppure domani. Notte a Agra.

_______________________________________________________________________________

Giorno 11: Agra e il Taj Mahal - Gwalior

Ad Agra visitiamo uno dei monumenti più famosi al mondo: il Taj Mahal, ndiscutibilmente il simbolo dell'India anche se, e questo è curioso, non è un monumento induista ma musulmano. All'alba e al tramonto il marmo bianco si illumina di colori magici.
Per chi fa il viaggio Rajasthan Taj Mahal di 12 giorni: nel pomeriggio rientriamo a Delhi. Se abbiamo il volo notturno andiamo direttamente in aeroporto, altrimenti passiamo la notte a Delhi e partiamo la mattina successiva (Giorno 12).
Per chi prosegue il viaggio invece si va a dormire a Gwalior.
_______________________________________________________________________________ 

Giorno 12: Gwalior - Orcha (120 km - 3 ore)

Gwalior è una città spesso ignorata dal turismo. A torto secondo noi, perché invece è ricca di splendidi templi e di colossali statue-sculture jainiste del V secolo scolpite nella roccia. La città fu la culla di grandiose dinastie rajput e la Cittadella è davvero grande e comprende: il Man Mandir Palace residenza costruita dal raja Man Singh tra il 1486 e il 1517; il Teli-ka Mandir, un enorme monumento in pietra che divide gli archeologi sulla sua origine e che per una leggenda popolare sarebbe un palazzo erotico e molte altre cose. Proseguiamo poi il viaggio per Orcha, una cittadina tranquilla immersa nel verde, dove riposarsi le orecchie dai clacson. Il suo nome significa “nascosta”. Sembra quasi un paesotto e chi non lo sa si stupisce che un tempo sia stata la capitale della dinastia rajput dei Bundela. Pernottamento a Orchha.
_______________________________________________________________________________ 

Giorno 13: Orcha - Khajuraho (170 km - 3/4 ore)

Oggi chi si sveglia presto può fare una passeggiata all'alba sul fiume Betwa.
Visitiamo il Raj Mahal e se ci va possiamo visitare anche le rovine del Rai Praveen Mahal, palazzo dove visse la poetessa Raj Praveen, che fu la favorita del raja Indramani.
Poi con il nostro pulmino ci trasferiamo a Khajuraho, un lungo viaggio attraverso la campagna. Arriviamo nel pomeriggio. Il complesso di templi di Khajuraho è famoso in tutto il mondo per le sue sculture erotiche. Una fama che sminuisce parecchio l’importanza artistica di questo sito, ma che sicuramente diverte. Khajuraho  è in realtà un luogo di culto e pellegrinaggio con raffinatissimi esempi di scultura indiana. Notte a Khajuraho.
_______________________________________________________________________________ 

Giorno 14: Khajuraho - Varanasi (notte in treno)

Oggi abbiamo tutta la giornata per visitare con calma i templi. Quello di Khajuraho è uno dei complessi più famosi dell'architettura indo-ariana di stile Nagara. Degli 85 templi edificati tra il 950 e il 1050 d.C. oggi ne restano una ventina.
In serata prendiamo il treno notturno che ci porterà a Varanasi. Eh si, abbiamo deciso di provare pure l'avventura del treno notturno in India, in questo modo guadagnamo qualche ora in più a Khajuraho e la mattina dopo saremo già  pronti per cominciare le nostre visite. Sul treno si dorme in cuccette da 3 posti. Lenzuola e coperte sono fornite, ma chu vuole può portarsi il proprio sacco a pelo.
Chi volesse farsi il viaggio in comodità può sempre prendere il volo aereo, che dura 1 h, ma va pagato a parte. Per chi viaggia in aereo c'è un supplemento di 80 euro + il costo del biglietto da quotare al momento della richiesta.

_______________________________________________________________________________ 

Giorno 15: Varanasi  - Sarnath - Varanasi

Arriviamo a Varanasi verso le 11 del mattino. Varanasi è la città più sacra all'Induismo. Non offre monumenti architettonici spettacolari, ma è essa stessa il monumento, un monumento unico all'essenza dell'India. Oggi andiamo a Sarnath, luogo ove Siddharta Gautama (Buddha) pronunciò il primo sermone davanti ai suoi 5 discepoli. Il Dhamek Stupa è perciò uno degli  stupa buddhisti più famosi al mondo.
In ogni caso saremo a Varanasi in tempo per la cerimonia del tramonto sul Gange. E’ qui che ogni indiano vorrebbe finire i suoi giorni: aspettare la morte sulle rive del grande fiume e, una volta arrivata, essere sicuro che le sue spoglie parteciperanno alla grande catena di montaggio delle cremazioni sui ghat, le scalinate sul Gange. Al tramonto, all'ora della Puja, il fuoco e la luce vengono offerti al fiume tra canti, conchiglie suonate, cimbali, mantra e migliaia di offerte votive luminose che fluttuano sulle acque. Notte a Varanasi.

_______________________________________________________________________________ 

Giorno 16: Varanasi/Delhi o Calcutta

Oggi ci sono due cose importantissime da vedere: le abluzioni mattutine e le cremazioni. Entrambe sono sul Gange. Prenderemo una barca per avere un punto di vista migliore e più discreto sulla vita, e sulla morte, presenti in questo luogo. Un milione di pellegrini visita Varanasi ogni anno. E’ una delle sette città sacre dell'Induismo e anche un importante luogo di culto per il Jainismo. Sono oltre 50mila i brahmini che vi risiedono permanentemente. Ci vuole uno stomaco forte per visitare Varanasi e orientarsi attraverso i vicoli oscuri del quartiere antico gremiti di venditori di offerte, di pellegrini e di gente che semplicemente aspetta il suo turno di morire.
Per chi fa il viaggio Rajastan e Gange fino a Varanasi di 17 giorni: la giornata prosegue con il volo Varanasi/Delhi, dove trascorreranno la notte. Volo di rientro per l'italia il giorno seguente.
Per chi invece prosegue il viaggio invece… Ci dirigiamo in aeroporto per prendere il volo che ci porterà a Kolkata o, come la conosciamo in Italia, Calcutta. Notte a Calcutta.

_______________________________________________________________________________ 

image

Giorno 17: Calcutta

Iniziamo con una bella visita della città. A partire dal tempio di Kali,che non è un luogo turistico ma un tempio attivo e frequentatissimo che può illustrarvi molto bene il panorama della ritualità induista. Qui la mattiina dalle 6 e mezza alle 9 e mezza vengono esposti i corpi dei defunti, che poi verranno spostati ai ghat per la cremazione. Qui avvengono sacrifici animali (soprattutto capre). Qui gli sposi vengono ad attaccare un filo per chiedere l’arrivo di un figlio e, una volta arrivato, lo staccano e offrono una ghirlanda di ibisco. Non è un luogo per tutti, ma bene sapere cosa ci attende. Poi andiamo a vedere il vicino Nirmal Hriday, il  lazzaretto di Madre Teresa e passiamo sul Howrah Bridge, il ponte di metallo divenuto il simbolo di Calcutta, un’unica arcata di 450 metri sul fiume Hooghly.
E poi ci perdiamo nel Bazaar e nella caotica vita pulsante della città. Pernotto a Calcutta.

_______________________________________________________________________________ 

Giorno 18: Calcutta
Giornata libera a Calcutta per gli ultimi acquisti. Poi ultima notte in India, quantomeno ultima notte di questo viaggio in India.

_______________________________________________________________________________

Giorno 19: Calcutta/Italia

Di primo mattino ci dirigiamo in aeroporto per prendere i nostri voli di ritorno in Italia. Arrivo in Italia in serata.

_______________________________________________________________________________

 

La quota comprende:
- voli intercontinentali di linea;
- voli interni in classe economica 
- le tasse aeroportuali;
- franchigia bagaglio 20 kg.;
- treno notturno Khajuraho-Varanasi per il viaggio medio e lungo
- autobus a disposizione per tutta la durata del viaggio, con aria condizionata, autista e assistente;
- sistemazione in camera doppia in hotel 4 stelle (qualche notte 3 stelle, qualche notte anche 5 stelle), o heritage b&b;
- gli ingressi nei musei e ai monumenti
- guide locali in italiano e inglese per le visite previste nel programma
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

La quota non comprende:
- il visto 
- i pasti,
- le mance,
- gita in cammello a Khiri facoltativa (costo cammello circa 5 euro)
- volo aereo Khajuraho-Varanasi per chi lo vuole (leggi sotto)

- assicurazione annullamento (opzionale, se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione)
 
 Supplementi:
- camera singola su richiesta (supplemento 30 euro a notte). ma è possibile - e consigliato - trovare un compagno/a di stanza nel gruppo.
- volo aereo Khajuraho - Varanasi su richiesta: L'itinerario prevede che il viaggio sia fatto in treno, ma per chi vuole possiamo anche prendere un volo aereo. Il supplemento è di 80 euro + il costo del volo aereo che è variabile e va quotato al momento.

 

Hotel

In questo viaggio si useranno principalmente hotel 4 o 5 stelle, o ottmi 3 stelle e questo per poter permettere a chi di voi cerca una doccia calda, un letto pulito e un po' di comodità notturna, di trovarla!
Dal momento che l'India è già (come dire) un Paese che richiede forte spirito di adattamento per tutto quanto vi mostra di sè... Abbiamo pensato di agevolare la notte in questo viaggio. 

Hotel normalmente utilizzati in questo viaggio:
Udaipur: Hotel Lalit Laximi Niwas Palace o Hotel Paras Mahal oppure Udai Kothi.
Jodhpur: Rohet Rohetgarh oppure Ranbanka Palace. Stupendi tutti e due. Antiche residenze dove abitano ancora i Maraja.
Jaisalmer: The Desert Tulip o Narayan Niwas Palace.
Bikaner: Hotel Bhanwar Niwas o hotel Lalgarh Palace. Entrambi antichi palazzi e residenze di Maraja.
Jaipur: Hotel The Fern o Jaipur Palace o Paradise, oppure Mandawa Haveli
Agra: Hotel Mansingh Palace o Uttkarsh Vilas oppure Amar Hotel oppure Howard Park Plaza
Orcha: Amar Mahal. Bellissimo.
Gwalior: Central.
Khajuraho: Usha Bundela.
Varanasi: Hotel Palace on ganges o hotel Ideal Tower.
Delhi: Hotel Grand Vikalp oppure Airport Residency.
Amritsar: Ritz Plaza.

 

Preferiamo che sia il gruppo stesso a decidere dove mangiare, così da dar modo a tutti di sperimentare l'ottima cucina dell'India del Nord. Però vi diamo alcuni consigli. Sul forum c'è un topic apposito dove consigliamo o sconsigliamo i vari ristoranti.

Pasti

La mattina si fa una lauta prima colazione in albergo (sempre inclusa nella quota). Troverete un buffet con un sacco di cose da mangiare, dolci e salate. Il caffè ovviamente non è ottimo, ma il tè si!!!
A pranzo si fa uno spuntino. Sono consigliate anche le bancarelle locali, ovviamente orientatevi sui cibi cotti: non rischiate a mangiare le lenticchie stufate (chiamate dal) e le ottime frittelle di verdura (le samosa e le pakora). Poi ovviamente il pane appena fatto, ce ne sono di tutti i tipi (nan, chapati ecc.), ottimo quello ripieno di patate o di formaggio. Per mangiare queste cose basta (e in molti casi avanza) un euro.
La cena è il punto forte dei pasti di questo viaggio. Negli alberghi dove dormirete ci sono ottimi ristoranti che NON servono cibo internazionale, ma solo cibo indiano squisito. Ma ci sono anche ottimi ristoranti nelle città indiane. Le nostre guide li conoscono e ve li sapranno consigliare. I prezzi a persona vanno da 4 a 10 euro, a seconda del tipo di ristorante e di ciò che bevete.

Malattie e vaccinazioni

Molti viaggiatori sono spaventati dall'India e pensano di dover fare un mucchio di vaccinazioni prima di andarci. State tranquilli, non è così!
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in India ma è sempre bene consultare la propria Asl di riferimento o il proprio medico personale, ognuno ha esigenze diverse. 
Altri consigli utili per viaggiare in India

 

Qui trovate le FOTOGALLERY del viaggio.

- altri gruppi India Nord - Leggi i COMMENTI di chi ha già fatto questo viaggio.


Leggi i forum dei gruppi precedenti

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo