Giappone Freak Style
15 Giorni - 14 Notti

26 Dicembre 2024

Giappone Freak Style - 26 Dicembre

26 Dicembre 15 Giorni - 14 Notti
Confermato

Rimani aggiornato!

Segui tutti gli aggiornamenti per questa partenza.

Vagabondi interessati 5

alternative

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Dettagli del viaggio

Confermato
  • QUOTA:

    € 2880

  • CASSA COMUNE:

    € 800

  • PARTENZA:

    26 Dicembre 2024

  • RITORNO:

    9 Gennaio  2025

  • DURATA:

    15 Giorni - 14 Notti

  • PARTECIPANTI:

    4 Iscritti

Vagabondo DOC

Verena

Verena ha una dipendenza dalle emozioni, sentire il cuore gonfio di gioia le serve più dell’aria. Per questo ama le persone e i viaggi, viaggi e persone nuove le donano un senso di gratitudine, avere la possibilità di scoprire qualcosa di nuovo,...
Leggi tutto
Profile picture for user Verena

Iscritti

Partecipanti: 4 - 4 Vagabondi dai 32 ai 33 anni

Brescia
Salerno
Battipaglia
Montecorvino Pugliano

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

ARTICOLO DI

Verena

Vagabondo Doc badge
Verena

Konnichiwa (ciao) cari Vagabondi, sono Verena e sarò la vostra Doc in questa meravigliosa avventura, sono troppo felice che il viaggio si sia confermato così presto e che ne abbia ottenuto l’assegnazione quindi grazie mille ai grandissimi primi 4 iscritti e piacere di conoscervi! 

Questa sarà la mia quarta volta in Giappone, inutile dire che è un paese che adoro e che non mi stanca mai e non dubito che vi catturerà come ha fatto con me. In questo forum cominceremo a conoscerci, aspetto con ansia di sapere le vostre curiosità ed i vostri desideri per questo viaggio, io piano piano vi racconterò qualcosa (senza spoilerare troppo) delle città che visiteremo, delle abitudini del popolo giapponese e della loro buonissima cucina che non si riduce a sushi e ramen, ma anzi è varia tanto quanto la nostra amata cucina italiana. 

Il nostro sarà un viaggio Freak Style, ma cosa significa esattamente? Bè che sarà necessario spirito di adattamento e questo è particolarmente azzeccato per il Giappone dove gli spazi sono molto ridotti sia nelle sistemazioni che nei ristoranti, al contrario però spostarsi con i mezzi pubblici in questo paese è noto che sia l’alternativa più comoda e affidabile, in ogni caso qui potete trovare tutte le caratteristiche della tipologia del nostro viaggio https://www.vagabondo.net/tipo-di-viaggio/freak-style

Tornerò presto con info e curiosità, un abbraccio.

Verena

Lun 22/04/2024 - 18:49 Collegamento permanente

ARTICOLO DI

RosarioT91

RosarioT91

In risposta a di Verena

Ciao Verena, piacere di fare la tua conoscenza. Io sono Rosario. 

La felicità è reciproca. Io sono un appassionato di Giappone e di cultura giapponese da tempo e questo viaggio è il coronamento del sogno di una vita. Resto in attesa delle curiosità che avrai il piacere di condividere con noi!

A presto!

 

Lun 22/04/2024 - 21:57 Collegamento permanente

ARTICOLO DI

Verena

Vagabondo Doc badge
Verena

Ciao Rosario e ciao a tutti, iscritti e interessati!!! So che è ancora molto presto, ma io sto già immaginando cosa fare e dove andare, quindi la prima cosa che mi viene da dirvi è di raccontare un pò qui sul forum cosa vi aspettate da questo viaggio, per carità potete anche non aspettarvi nulla di preciso, in quel caso sarò ben lieta di guidarvi secondo i miei gusti, ma se come Rosario avete una passione per il paese del Sol levante credo che ci siano anche esperienze, cose da provare e da vedere che vi piacerebbe non mancassero, in quel caso mi farebbe piacere provare a costruire un programma che possa soddisfare le vostre aspettative, in modo che sia un'esperienza unica e meravigliosa per tutti voi.

Io sono cresciuta a pane e manga/anime e quando andai la prima volta, volevo assolutamente mangiare un okonomiyaki, come quelli che preparava Marrabbio di Kiss me Licia, andare a vedere il Meiji Jingu, lo stadio di Tokyo dove si disputano le partite di baseball di Diamond no Ace e fare un giro per Ikebukuru dove è ambientato Durarara, oltre a mille mila altre cose che naturalmente devo ancora fare e vedere per la maggior parte :D. 

Quindi davvero, sia gli iscritti, ma anche per chi è ancora solo interessato, ditemi, raccontatemi di voi, quello che vi attira, quello che vi aspettate e quello che assolutamente non volete perdervi!

Mata ne (a presto)  

Lun 29/04/2024 - 12:49 Collegamento permanente

Ciao Verena, grazie per il tuo contributo sul Torii a Miyajima. Ne approfitto, sebbene con un po' di ritardo, per rispondere a questa tua considerazione. Anche io sono cresciuto a pane e anime/manga, come dicevi, e avrei davvero piacere a vedere qualche posto caratteristico o iconico. Un esempio è l'iconica stazione dei treni a Kamakura in Slam Dunk, la scalinata in Tokyo di Your Name, passeggiare per l'incrocio a Shibuya o osservare da vicino il Kinkaku-ji.

 

Ma non parliamo solo di luoghi particolari: assaggiare il Melonpan, un buon sushi, le bevande dei distributori presenti per le strade giapponesi o anche solo entrare in un 7-eleven.

Scusami. Mi sono fatto un po' prendere la mano. Ma proprio non sto nella pelle.

Grazie ancora per le cose che ci condividi.

A presto

Jaa ne

Mar 14/05/2024 - 21:00 Collegamento permanente

Rosarioooooo anche tu parli un pò di giapponese??? Grazie mille delle tue condivisioni, è proprio questo ciò di cui parlavo e sentitevi liberi di condividere anche di più, così da accrescere l'eccitazione per il nostro fantastico viaggio 😊

Shibuya ed il Padiglione d’oro fanno parte del nostro itinerario e non mancheranno di certo, la scalinata di Your Name a Tokyo, non è esattamente in zone che dovremmo visitare, ma male che vada si potrà andare a vederla l’ultimo giorno a Tokyo che sarà di tempo libero, mentre riguardo il passaggio a livello a Kamakura anche questo non si trova in realtà vicino alla zona dei templi ed al Daibutsu previsti dalla nostra gita, ma avevo in mente di proporre al gruppo un’aggiunta alla gita a Kamakura, che se vorrete fare ci porterà a passare proprio di li 😊 a questo proposito oltre all'itinerario di viaggio, ci saranno alcune opzioni che vi prospetterò e che decideremo insieme quando il gruppo sarà chiuso.

Hai poi introdotto un argomento interessante, distributori e konbini, entrambi tra le cose che preferisco del Giappone. I distributori... di acqua, bibite, ma anche bevande calde come caffè, te o incredibile zuppe in lattina di fagioli o di mais (quella di fagioli non ho ancora avuto il coraggio di assaggiarla, ma vi dirò che quella di mais non è male 😊), nel secondo viaggio fatto ho sofferto il jet lag per le prime notti e passeggiare in giro di notte per una Tokyo silenziosa, percorrendo il lungo fiume e potendo sorseggiare un te caldo in pieno inverno mi ha fatto sentire come un personaggio degli anime che tanto amo. 

I convenience store o konbini, sono un'altra invenzione strepitosa, diffusissimi in tutte le città, aperti h 24 7 giorni su 7, spesso anche durante le festività, dove potremo prelevare, comprare qualsiasi tipo di snack per la colazione, melonpan compresi, o per il pranzo come onigiri (tonno e maionese non si batte), bento (pasti preconfezionati), nikuman, ramen istantanei, per chi fuma, qui si comprano anche le sigarette ecco loro saranno la nostra salvezza e non preoccuparti ci entreremo praticamente tutti i giorni 😊 saranno infatti il nostro punto di riferimento per le colazioni e a volte per i pranzi, lo so che per gli occidentali il pasto preconfezionato del supermercato suona come ultima spiaggia, ma in Giappone sono invece valide alternative.

Il sushi e la cucina giapponese meritano un post a parte, ma spero di aver solleticato la tua esaltazione e quella degli altri che ci leggono.

 

 

 

Dom 26/05/2024 - 11:19 Collegamento permanente

ARTICOLO DI

Ale32

Ale32

Ciao Verena e ciao a tutti. 

Io sono Alex e purtroppo non sono cresciuto a pane e manga/anime ma la passione per il Giappone, la cultura giapponese e gli anime (in special modo per il maestro Hayao sopra ogni cosa) è arrivata più tardi negli anni. Descrivere quello che mi piacerebbe fare / vedere impiegherebbe troppo tempo e spazio e di sicuro non basterebbero 15 giorni. Come per Rosario andare in Giappone sarà il coronamento di un sogno (tant'è che mi sono iscritto ancora a Marzo 😅) e quindi non mi aspetto niente, nel senso che qualsiasi cosa che faremo sarà di sicuro un'esperienza fantastica ed indimenticabile. 

Sono curioso di sapere cos'avrai in mente per noi.

A presto.

Lun 29/04/2024 - 23:28 Collegamento permanente

ARTICOLO DI

Verena

Vagabondo Doc badge
Verena

Ricevuto Alex, lo capisco 😊 allora comincio io a sparpagliare qualche informazione qua e la su ciò che prevede il nostro itinerario cominciando dalla gita a Miyajima.

Quando saremo a Hiroshima, ci recheremo sull’isola di Itsukushima più comunemente nota come Miyajima (isola del tempio), una piccola perla che ci permetterà di assorbire gli aspetti più tradizionali e spirituali del paese e dove potremo visitare il suo santuario shintoista (jinja), patrimonio dell’UNESCO e uno dei tesori nazionali del Giappone. L’intera isola è considerata sacra e per questo il santuario costruito da Taira no Kiyomori nel 1168 è una delle pochissime strutture in Giappone costruite sull’acqua, per fare in modo che non intaccasse il suolo sacro dell’isola e che i pellegrini potessero avere un luogo di preghiera senza sfiorare la terra. Il Torii, posto davanti al santuario e noto a tutti per essere una delle immagini più diffuse del Giappone, ne è il portale di accesso e con la bassa marea che lo fa emergere dalle acque è tradizione recarsi ai suoi piedi ed inserire monete tra le sue crepe esprimendo un desiderio … anche se dopo l’importante restauro del 2019 non so se ci siano ancora delle crepe, ma visiteremo moltissimi luoghi dove poter esprimere i nostri desideri 😊

Sab 04/05/2024 - 12:25 Collegamento permanente

ARTICOLO DI

Verena

Vagabondo Doc badge
Verena

Buondì cari vagabondi, oggi vi parlo di un’arte giapponese nata da un concetto base della filosofia e della cultura di questo paese, il Kintsugi o Kintsukuroi è una tecnica di restauro nata nel 1400 dai ceramisti giapponesi per riparare le tazze usate nelle cerimonie del te donandogli nuova vita. Le crepe vengono sigillate con lacca urushi lasciandole visibili ed anzi, evidenziandole con polvere d’oro. Gli oggetti in ceramica riparati con l’arte del kintsugi diventano in questo modo delle vere opere d’arte: l’impreziosire con la polvere d’oro ne accentua la loro bellezza, rendendo la fragilità un punto di forza e perfezione.

La pratica scaturisce dall’idea che dall’imperfezione e da una ferita possa nascere una forma ancora maggiore di perfezione estetica e interiore. Tale principio lo ritroviamo nel wabi-sabi, concetto cardine dell’estetica e della filosofia giapponese, tradotto comunemente con la perfetta imperfezione, è in realtà un concetto estremamente profondo e difficilmente riassumibile con poche parole ma ciò che per me lo rende cosí speciale è il messaggio che la bellezza non risponde a dei limiti o a dei canoni prestabiliti, ma la si trova nell’unicità insita in ogni cosa o creatura, tanto più nella sua fragilità, non siete d’accordo?

Dom 26/05/2024 - 11:36 Collegamento permanente

Viaggia con noi

Iscriviti gratuitamente. Conosci i tuoi compagni di viaggio prima della partenza.

Viaggia con noi in tutto il mondo.