In viaggio di gruppo, la coppia... Scoppia?



In viaggio di gruppo, la coppia... Scoppia?
 

Testo e foto di:
Enrico Traietta - Vagabondo Doc Brotherstraveling e Loredana Piazza


Dialogo mentale semiserio di due vagabondi
Lei, Loredana. Fidanzata di Enrico. Partecipante di un viaggio di gruppo per la prima volta con lui nelle vesti di Doc.
Lui, Enrico. Vagabondo Doc e fidanzato di Loredana che decide di partire insieme per un on the road in quel dell’Irlanda.

E questi sono i loro pensieri. Tutti, o meglio tutti quelli che si possono dire...


#Al primo incontro
Lei:
Hei, ma chi è questo tipo? Ma cosa sentono le mie orecchie?... Posti nuovi da visitare? Viaggi zaino in spalla? Ostelli? Contatto diretto con la natura, con le civiltà e le culture nuove?… Interessante questo tipo. Ha la mia stessa curiosità, voglia di conoscenza, voglia di vita, voglia di VIAGGIAREEEEEEEEE!
Lui: Ooooh. Finalmente una ragazza che fa per me, simpatica ed interessante, vede il viaggio come scoperta e non come 15 gg al mare. Chissà...

E il viaggio, quello di vita di coppia, inizia. 


#LaDecisione
Lei
: "Tesoro", mi dice, "vorrei provare un viaggio con il gruppo di Vagabondo, vorrei andare in Irlanda". Wow fantastico! Proviamo questa nostra prima esperienza di viaggio con un gruppo di persone sconosciute. Meraviglioso! Ma… aspetta, aspetta. Cosa sentono le mie orecchie? Lui vuole andarci da solo? E perché? Mi dice perché sennò in viaggio in gruppo la coppia scoppia. Cosaaaa? Io non credo, non è possibile e te lo proverò. Voglio essere anch’io una vagabonda!

Lui: Proviamo questo viaggio con Vagabondo, sarà una nuova esperienza; forse meglio andare da solo perché già l’avventura di gruppo è un nuovo esperimento, farlo in  due, mah chissà… non è che poi la coppia scoppia? Ehh va bhe, vuole venire anche lei, proviamoci. Sarà un bel test.


#IlBagaglio
Lei
: Si avvicina il momento della partenza. L’unico mio dubbio, cosa mettere in valigia? Trolley o zaino? Beh direi decisamente trolley in fondo è un viaggio on the road e io sono piccolina quindi nella mia piccola casa vagante ci metterò il necessario.

Lui: Bene, bene già che parte con il solo bagaglio a mano è buon segno. Io, lei, il mio fido zaino bello leggero. Tanto per 10 gg porto poco. Ma cosa? “Sì, sì, va bene. Ti porto io quei jeans”. “Ok, se fa freddo dammi pure il tuo maglioncino”. Che cooooosa? Phon e piastra per i capelli! Ma se mi fermano ai controlli a me, che sono pelato, con questo armamentario, cosa penseranno i poliziotti? Che voglio fare un attentato alla associazione Parrucchieri Irlandesi?

Inizia il viaggio: Irlanda on the road
La prima tappa, atterriamo a Dublino patria di Oscar Wilde (1854- 1900) che ha vissuto qui fino al 1878 di cui si può visitare l’American College Dublin. Camminando ci imbattiamo nella statua dell’eroina di Dublino e di tutta l’Irlanda, Molly Malone, una donna che ci ha inseguito con il testo musicale a lei dedicato che ascoltavamo in quasi tutti i pub irlandesi. In Irlanda si respira l’arte gotica e i colori caldi nella via principale di Temple Bar affollata di giorno, ma ancor di più durante le ore notturne... Un momento. Questo non è un diario di viaggio, torniamo a noi.                       


#L'incontro con il gruppo
Lei: 
Sembra tutta bella gente, anche loro con la curiosità di questa avventura, tutti eccitati e con la voglia di conoscerci. Oh Dio di ragazze ce ne sono, ma fortunatamente anche ragazzi, quindi siamo alla pari… però sarà meglio farsele tutte amiche!

Lui: Troppo simpatici questi ragazzi, un bel gruppo veramente, ci siamo proprio integrati e la vita di coppia scorre in un contesto di vita di gruppo; proprio brava lei, si è integrata alla grande già parla con tutti. La chiamano la Zanzy.         


Proseguiamo il nostro viaggio. L’Irlanda è fantastica con l’esplosione della sua natura, del suo verde brillante e del suo azzurro chiaro e limpido,… quando non piove!

#Irlanda on the road
Lei:Che belli questi luoghi e romantici, visti insieme a lui… Mmm, lui è pensieroso, penserà a noi due oppure… ad un’altra BIRRA?

Lui: Che bello veramente panorami mozzafiato, il Ring of Kerry che magico, le Aran, i panorami visti abbracciati con lei sono emozionanti, però speriamo di arrivare presto al Pub che mi scolo due Guinnes con gli altri ragazzi.


#La Guinness
Lui
: Wow è la quarta pinta, la birra Irlandese va giù che è un piacere; va che gruppo di olandesi allegro. Cosa? Una sfida a braccio di ferro? Con una donna? No, dai dai,  no. Non rompete le scatole ragazzi.
Va beneee! Dai tanto da brilli mi sa che è più forte lei.

Lei:Eh brave ragazze, non mi dite niente? Ma uno sguardo strano di una di loro desta la mia curiosità! Hei cosa sta facendo il mio fidanzato? Braccio di ferro con una donna? Mah, direi una donnona, anche lei mi sa che ci avrà dato dentro con i drink. Mi avvicino al tavolo, amore mio mica ti fai battere da una donna? ! Hei, ma cosa fai? Continui a scherzare e scherzare si ,ma adesso molla la presa! Non molli?? Oh Dio, a me viene un mal di pancia tremendo, devo scappare in bagno! E questi due continuano a parlare ed io  devo scappare! … ancora qui?! io non sto bene e lui non si accorge! Qua andiamo male!! Cara mia se non ti allontani dal mio uomo, vedrai che ti succede!! Oddio però è gigantesca… mha vedrà! Oh no, si sta avverando la profezia, la coppia in viaggio scoppia!!! Ed invece no eccolo li con gli altri del gruppo felice perché gli abbiamo fatto suonare happy birthday, mi abbraccia tutto felice ed un pò brillo.

La coppia scoppia? 
...che magica avventura e che bella compagnia in una magnifica Irlanda! Ma è arrivato il momento di salutarci all’aeroporto carichi di  tanta gioia, e già con  tanta nostalgia.

A parte tutte le facezie delle righe sopra, pensiamo che il viaggio di coppia in un gruppo di persone single sia veramente una bella esperienza, ci sono momenti di intimità e momenti di grande condivisione; avere ricordi nostri che sono comuni anche ad altri viaggiatori rende unica l’esperienza di viaggio; basta adattarsi un pochino, tenere un po’ da parte i personalismi,  non pensare di essere perennemente in luna di miele e lasciarsi andare nel dolce flusso del viaggio on the road con la fortuna di avere un gruppo meraviglioso e volerlo vivere.





Questa storia è stata scritta e vissuta dal Vagabondo Doc Brothertraveling
Enrico è un travel-blogger che vive nella provincia di Varese. Dall'Inter-rail in Francia, Belgio e Olanda, al Messico in corriera pubblica e fino al lontano Vietnam, è una persona che non si ferma mai. Presidente di una società di podismo ed allenatore di calcio, ama condividere le sue passioni. Ha una vera filosofia sulla preparazione del viaggio, ama scoprire i lati più nascosti dei luoghi che visita per poi condividerli passo per passo nel suo blog. Parla bene l'inglese e sta studiando il tedesco. 
Se volete scivergli, qui trovate il suo profilo: https://www.vagabondo.net/it/viaggiatore/brotherstraveling

Risposte



Risposte