Zaino in spalla, voglia di avventura e di evasione!

Scritto il 10 Set 2015 da:
Card image cap

AlessioDG  

Ultimo accesso:


Dati essenziali



Ciao a tutti, sono nuovo di questo sito, mi sono iscritto perchè è da tempo che nei momenti di sconforto avverto il bisogno e la voglia di evadere dalla routine e dagli schemi della società... Mi piacerebbe intraprendere un viaggio a piedi, in bici, in auto...non importa....quello che voglio fare è ''vagare senza meta'' per allontanarmi dalla noiosità della vita ''normale''! Non voglio andare in vacanza, prenotare hotel e cose varie...Voglio spostarmi con le mie gambe dove voglio, procurarmi da mangiare di giorno in giorno, dormire in tenda o cercando ospitalità, insomma voglio vivere alla giornata! Può sembrare una fantasticheria detta così, non lo so....ma finchè non ci proverò non potrò saperlo! Cerco quindi qualcuno che condivida quqesti miei pensieri e che, come me, voglia provare a trasformarli in realtà!

ps. sono della provincia di Piacenza!

Risposte



Risposte

4/8/2016 - 22:16 Collegamento permanente

Ciao a tutti!
Mi sono appena iscritto, proprio perchè attratto dalla filosofia di viaggio espressa nel primo post.

Purtroppo mi pare di capire che forse per via dell'approccio un pò "estremo" e per la difficoltà di mettere d'accordo più persone l'iniziativa sia sfumata.

Vorrei comunque provare a rilanciare l'idea, mantenendo le premesse (no alberghi, si sacco a pelo, vivere alla giornata,eccetera).

Il piano è il seguente: 

- si raccolgono le partecipazioni e il periodo di disponibiltà di ciascuno
- si sceglie una località d'incontro (grande-media città, il più possibile equidistante dalla città di chi vorrà partecipare)
- si aspettano insieme che arrivino tutti, rigorosamente alla spicciolata
- presentazioni pseudo-ufficiali
- davanti una bella birra (o bibita qualsivoglia) si decide quale meta intraprendere e si cerca di scoprire per quale arcano motivo il destino ha cospirato per farci incontrare :D

Da qui il resto è tutto da vedere (insieme)!

Io ci sono da Ottobre e come base di partenza proporrei Bologna.
Requisiti per partecipare, la maggiore età e la presenza di una vocina interiore che ti dice "buttati".

Fate sapere! 

Repondi
5/8/2016 - 15:43 Collegamento permanente

Ho letto volentieri tutti i vostri commenti...il vostro bisogno è anche un pò il mio, solo che forse sono fin troppo inquadrata (e squattrinata!) per fare un'esperienza del genere. Spero di sentirla più insistente quella vocina ("buttati!") nei prossimi mesi :shy:

Repondi
5/8/2016 - 16:37 Collegamento permanente

Brisse, sono squattrinato anche io. Nulla però ci impedisce di costituire, ad esempio, una compagnia teatrale itinerante per raggranellare qualche euro, divertendoci e portando la nostra arte in giro per il mondo.

E se ci tirano la frutta e la verdura ce la mangiamo abbattendo le spese per il vitto :P

Repondi
5/8/2016 - 17:25 Collegamento permanente

Vi stavo solo seguendo, pur non essendo seriamente interessato alla reale partecipazione, quindi me ne sono stato in silenzio... fin'ora.  Ma ora la state sparando un po' troppo grossa.... *lol*

Secondo me il problema delle idee (non dettagliate) lanciate su vagabondo.net è che assumono dimensioni pazzesche ma "gassose" (aria fritta) e finiscono in niente.
Hanno invece molto successo quelle inizitive con dettagli già ben definiti, proposte a mò di "offerta da agenzia viaggi".

L'ideale sarebbe una via di mezzo, ma......

Repondi
5/8/2016 - 19:26 Collegamento permanente

Doc74, sono d'accordo con te in parte, sicuramente è una mezza utopia. Le idee sono borderline. Il concetto stesso di incontrarsi tra sconosciuti in un simile contesto che sta alla base è parecchio argilloso.

Mentre per quanto riguarda la mancanza di dettagli, ritengo sia essa stessa un dettaglio considerata la filosofia che sta alla base dell'iniziativa. Qui non ci sono alberghi da prenotare, nè date, prezzi o mete stabilite in anticipo.
Pertanto in sostanza c'è poco da dettagliare. Eventualmente, se qualcuno avesse qualche proposta, la si potrebbe approfondire.

In defnitiva si tratta di percorrere a piedi un tratto d'Italia zaino in spalla, verso una meta da decidere, che ad esempio potrebbe essere un Parco Nazionale. Gli spazi che restano vuoti, ognuno li riempie con la propria fantasia.

La visione che hai tu è sicuramente più pragmatica e tradizionalista ma magari qualcun'altro può avvertire l'esigenza di percorrere altre strade, dopotutto non sarebbe la prima volta che qualcosa del genere è stato fatto.
Basta girare un pò la rete per trovare storie simili. L'unica differenza che ho riscontrato è che generalmente si tratta di viaggiatori solitari. Non mi stupisco perchè a mio avviso stiamo parlando di esperienze molto spirituali e intime che coinvolgono soprattutto la ricerca di sé stessi.

Tu cosa intendi per "via di mezzo ma..."? 

Repondi
20/9/2016 - 11:29 Collegamento permanente

Mah... mi rendo conto che qui sto solo facendo il criticone e nient'altro, infatti non partecipo.
In sostanza i miei post sono dei post pessimistici e polemici...generati da... la delusione dopo la grande euforia tipica dell' "appena iscritto al sito". 
Forse dovrei scriverlo in privato, ma vabbè... vedilo come un consiglio, una dritta circa il funzionamento di vagabondo.net.

Dunque, quando ho dato un'occhiata al sito e mi sono iscritto, speravo che ci fossero molte persone autonome e indipendenti (e anche più avventurose, ma questo è un altro aspetto), invece poi ho notato (sempre dal forum, non dal vivio) che il 90% degli iscritti a vagabondo.net sono donne sigle che stanno in attesa che qualcuno si prenda la briga di proporsi come agenzia viaggi e bàlia (praticamente solo il lato positivo di un marito, senza il lato negativo)
Uno può proporre qualunque cosa, anche di scalare il monte bianco (eeeeeh!!), che qualche decina di donne salta fuori come funghi, tutte interessatissime.
Poi una non ha gli scarponcini, l'altra non ha l'allenamento, un'altra non ha la testa, l'altra non ha il buco....un'altra abita dall'altra parte di italia e cerca un passaggio, qualche decina non sono automunite e chiedono info circa i mezzi di trasporto, altre non fanno finta di chiedere circa i mezzi e chiedono direttamente un passaggio, ecc ecc.....

Se il proponente resta sul vago, la discussione devia facilmente dalla scalata del monte bianco verso altre proposte tipo "ma se invece andiamo a Praga per capodanno?".
Se invece la proposta è ben chiara e ferma, allora si parte con una sfilza di pagine e pagine per la pura organizzazione logistica per arrivare al punto di ritrovo (tizio che passa a prendere caio, ecc).

Gli organizzatori più famosi di vagabondo.net sono quelli che fanno da bàlia con una dedizione da professionista.
Io una volta ho scritto: "domenica vado a fare trekking nel tal posto. Se qualcuno vuole aggregarsi, ci si vede alle ore x al punto di ritrovo y". Ha risposto qualche maschio tanto per... e poi niente.

Chiudo ripetendo che ho scritto questo (e non in privato) come....."guida per chi pensa di proporre qualcosa su vagabondo.net".
Poi...oh... questa è la mia personale opinione, l'idea che mi sono fatto io.
Anzi, per fare una vera e propria guida, aggiungo:  un tizio conosciuto qui (l'unico con cui mi sono realmente visto) ha un sistema ottimo per proporre i suoi weekend.
Lui fa così: contatta privatamente gli utenti che ,secondo il suo "fiuto", sarebbero le persone ideali per la sua proposta; praticamente tutta l'organizzazione avviene tramite messaggi privati e solo all'ultimo momento ufficializza scrivendo la proposta sul forum, lasciando poco tempo per cullarsi nei sogni.

Doc

Repondi
20/9/2016 - 19:36 Collegamento permanente

Non conosco questo sito al punto di esprimere valutazioni in merito. Fisiologicamente comunque non è facile organizzare un viaggio tra sconosciuti per mille motivi che sarebbe superfluo citare, quindi non mi stupisce più di tanto la tua constatazione.

Certo questo non è dovuto strettamente al funzionamento di Vagabondo.net che, in questa sezione del forum, ci ospita e fa da contenitore. Cos'altro potrebbe fare del resto se non riflettere la realtà, ovvero la tendenza delle persone a comportarsi in un determinato modo?

Ciò detto, che questa proposta non avrebbe avuto seguito me n'ero già accorto da solo.
E da solo partirò.

 

Repondi