Gruppo Vagabondando in Persia - Partenza del 2015-05-17

Vagabondando in Persia

17
Mag
Da confermare

Ogni viaggio in Iran oscilla tra due immagini diverse: il passato, riconsegnato dallo splendore di Persepoli e dai gioielli dell'arte islamica, e il presente inquieto e affascinante di un popolo che vuole misurarsi con la modernità, senza perdere la sua storia e la sua identità.

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Image
Vai al forum

Dettagli del viaggio

Da confermare
  • Quota:
  • Cassa comune:
  • Partenza: 17  Maggio  2015
  • Ritorno: 28  Maggio  2015
  • Durata: 12 Giorni
  • Vagabondo DOC: Giampaolo.KABKA3

Partecipanti

Vagabondo DOC
Vagabondo DOC
Giampaolo è un vagabondo pacato e gentile ma deciso e con la grande capacità di trasmettere ai suoi compagni di viaggio la passione per il viaggio. Di grande cultura, si è laureato in archeologia con indirizzo Asia centrale. Si allontana dal mondo… Continua a leggereVagabondo DOC

Giampaolo è un vagabondo pacato e gentile ma deciso e con la grande capacità di trasmettere ai suoi compagni di viaggio la passione per il viaggio. Di grande cultura, si è laureato in archeologia con indirizzo Asia centrale. Si allontana dal mondo accademico per incompatibilità dalla stasi e per richiamo da questo nomade nomade Mondo (cit.). Quando non viaggia o progetta viaggi porta avanti una decina tra passatempi e passioni. Giampaolo parla bene inglese, francese, russo e preme per fare progressi con l'arabo visto che vive in Kurdistan/Medioriente tre mesi buoni ogni anno.

Giampaolo.KABKA3

Questa partenza

  • 17
    Mag
    Dal 17  Mag al 28  Mag
    Da confermare

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

Forum del viaggio

2/3/2015 - 12:03 Collegamento permanente

Ciao a tutti!

Eccoci sul forum, eccoci sulla via dell'Iran, sulla via della seta e delle spezie, delle antiche civiltà e delle invasioni che le hanno infrante. Io sono Giampaolo, vagadoc, espatriato per propensione, archeologo ancora ma in questo momento indirizzato più ai fornelli. E ovviamente pronto a scortarvi lungo questo itinerario che si snoderà tra moschee ricchissime, palazzi e giardini sontuosi, musei e siti archeologici incredibili, città contese tra modernità peculiari ed un passato glorioso; per tralasciare volutamente gli ambienti naturali molteplici, le tradizioni, gli incontri lungo il cammino, la cucina farsi... dura essere coincisi e misurati ad aggettivi!

Adesso scrivo da poco più di 200 km dal confine iraniano, ma con un altro stato intero di mezzo, e non vedo l'ora di lanciarmi in questa avventura con voi. Presenterò presto il viaggio, intanto son qui per ogni dubbio e curiosità. 

سالی که نکوست٬ از بهارش پیداست

 

 

PS: se dentro di voi una parte irrazionale (...preda  della propaganda americana e sionista ;) ) dovesse essere impensierita dalla meta, ho più di un amico che frequenta il paese a cadenza stagionale per scavi, tornando sempre indietro in ottime condizioni e sempre con tanta voglia di farvi ritorno per la bellezza dei luoghi e delle genti.

Repondi
26/3/2015 - 18:28 Collegamento permanente

Lo dice la guida, confermo da un'incontro casuale all'aeroporto di Istanbul, qualsiasi iraniano si acciglia all'idea che uno straniero soggiorni nella capitale... Enorme (15.000.000!), caotica e combustionata, più recente e sicuramente meno fiabesca delle altre città nel programma, ma si tratta pur sempre del cuore pulsante del paese.

A N è dominata dall'Elburz, catena montuosa ben visibile dalla città ed intuibile al passo perché questa è costruita sul suo declivio... difficile perdersi dunque e così pure per il corso principale Valiasr Ave che la taglia N-S per 17 km. La torre Milad ↑ nella foto è la sesta al mondo con i suoi 435 m e magnificamente illuminata accoglie i voli notturni in arrivo in città!

Di tutta altra altezza e struttura la torre Azadi ↑, grandiosa nel bianco del suo marmo, costruita per i 2500 anni dell'Impero Achemenide. Potrei mostrarvi i giardini magnifici del palazzo Sa'dabad, gli interni del Golestan, capolavoro dell'architettura qagiara e migliaia di artefatti nei musei (archeologia, gioielli, tappeti, arti)... ma le anticipazioni van moderate per lasciare spazio alla pura scoperta, e una delle principali ragioni per visitare Teheran resta nell'animo dei suoi abitanti:

... niente di meglio di una battaglia di gruppo con le pistole ad acqua per sconfiggere la calura estiva;

... o forse un ottimo faloodeh, l'antecedente achemenide del gelato, since 44 a.C.;

... e certo, in alternativa ci si può riparare nel bazaar, 10 km al coperto e mercanzie di ogni genere. E le architetture, come da foto, sono studiate proprio per creare correnti d'aria.

Città ed ambienti naturali incredibili, cibi deliziosi tutti da scoprire, tanta archeologia in un paese dal passato grandioso... ecco un sunto del viaggio. Stringato, si capisce. ;)

Repondi
15/4/2015 - 15:46 Collegamento permanente

era scontato! Sempre in prima linea quando c'è da esplorare: giubbotto rosso e cappellino, eh eh, a Casablanca ti ho riconosciuto in un secondo in mezzo a duecento persone! Per la conferma la vedo dura, i tempi non sono stretti, di più, ma non ci perdiamo d'animo... ci saranno altre occasioni!

Comunque stiamo di guardia e intanto stammi bene!

Repondi