Thailandia Freak Style

Thailandia Freak Style

Dall'estremo nord al Golfo di Thailandia, passando per alcune delle meraviglie che questo Paese offre: Chiang Mai e Chiang Rai con le affascinanti etnie di montagna, i templi di Sukhothai e la caotica Bangkok, con relax finale nella stupenda isola di Koh Tao

Questo viaggio è adatto a me?

Scegli la tua data

THAI ANDAMANE FREAK STYLE

DURATA:

16 giorni. Partenza da Roma o Milano
(partenze da altri aeroporti su richiesta e previa disponibilità)

QUOTA:

A partire da € 1550  a persona

* Il costo del viaggio può variare a seconda della stagione e del costo dei voli. Trovate la quota aggiornata sulla pagina della partenza.

CASSA COMUNE:

€ 600 a persona
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?)

PERIODO: da novembre ad aprile
DIFFICOLTA': 

Viaggio zaino in spalla con mezzi pubblici. Anche se i mezzi pubblici thailandesi sono comodi e puliti bisogna avere lo stesso un buono spirito di adattamento.
Si dorme in guest house tradizionali o bungalow, sempre con bagno privato e acqua calda. Prevista una notte in famiglia in villaggio tradizionale.

 GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 15 + il Vagabondo Doc

 

Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo.

 

Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

 

Da sapere 

Viaggio avventuroso con i mezzi pubblici. In Thailandia si viaggia bene, ma serve sicuramente un buono spirito di adattamento e avventura, ricordate che questo è un Freak Style. 

1. Dove si dorme?
Si dorme in guest house tradizionali e bungalow con bagno privato e acqua calda. Sono previste due notti in tenda alle isole Surin e una notte in famiglia in un villaggio di montagna. 

2. Come ci si muove? 
Si viaggia con mezzi pubblici e in qualche occasione con transfer privati. Anche se i mezzi pubblici thailandesi sono comodi e puliti bisogna avere lo stesso un buono spirito di adattamento.
 

 

 

Itinerario Thai Andamane Freak Style
 

GIORNO 1: ITALIA - BANGKOK (notte in volo)
GIORNO 2: ARRIVO A BANGKOK 
GIORNO 3: BANGKOK - CHIANG MAI (volo interno)
GIORNO 4: TREKKING HILL TRIBES
GIORNO 5: TREKKING HILL TRIBES
GIORNO 6: CHIANG MAI  - CHIANG RAI - CHIANG MAI
GIORNO 7: CHIANG MAI - SUKHOTHAI
GIORNO 8: VISITA SUKHOTHAI - BANGKOK
GIORNO 9: BANGKOK
GIORNO 10: BANGKOK - SURAT THANI - KHAO LAK (volo interno)
GIORNO 11: KHAO LAK
GIORNO 12: SURIN
GIORNO 13: SURIN
GIORNO 14: SURIN - KURABURI - BANGKOK (bus notturno)
GIORNO 15: BANGKOK
GIORNO 16: BANGKOK - RIENTRO IN ITALIA

 

 

 

Programma di viaggio Thai Andamane Freak Style

 

GIORNO 1: ITALIA - BANGKOK (notte in volo)

Partenza dall'Italia. In genere uno scalo e notte in volo.

________________________________________________
 

GIORNO 2: ARRIVO A BANGKOK 

Arriviamo a Bangkok, raggiungiamo l’hotel e ci riposiamo dopo il lungo volo. A cena prendiamo confidenza con l'ottima cucina thailandese e poi andiamo a nanna, visto che  domattina ci attende un nuovo volo!

________________________________________________
 

GIORNO 3: BANGKOK - CHIANG MAI (volo interno)

Oggi un volo interno ci porta a Chiang Mai, la provincia più impressionante del nord della Thailandia. Un'escursione in sorng taa ou (taxi collettivi tipici) ci porterà in un parco nazionale, il Doi Suthep-Pui, che prende il nome dalle due montagne che incombono sulla città a Nord Ovest. Visiteremo un paesaggio fiabesco fatto di natura, villaggi, tribù di montagna e naturalmente templi. Faremo passeggiate e faremo una visita ad uno dei templi più sacri di tutta la Thailandia, il Wat Phra That Doi Suthep.

Nel pomeriggio visitiamo la Città Vecchia, cinta da mura e delimitata da un canale, con i suoi magnifici templi antichi costruiti grazie agli introiti del commercio del teak. L'architettura è in stile Lanna, un regno antico risalente al 1300 circa, del quale questa cittadina ne era la capitale. Visiteremo molti templi, i più belli dei quali sono il Wat Phra Singh e il Wat Chedi Luang. 

Pernottamento a Chiang Mai.

 

 

________________________________________________
 

GIORNI 4-5 : CHIANG MAI - TREKKING HILL TRIBES - CHIANG MAI

 

Oggi e domani ci dedichiamo alla scoperta delle tribù di montagna che popolano la parte nordica della Thailandia e che provengono dalla Cina: Akha, Yao, Lisu e tanti altri. La migrazione dalla Cina cominciò circa due secoli fa, quando per scappare dai conflitti che erano in corso nello Yunnan settentrionale cercarono terre coltivabili verso sud. Questa avventura a piedi  ci permetterà di fare un’immersione nella cultura locale e di interagire con gli abitanti di questi paesini remoti.

Ci mettiamo in cammino al mattino e con un trekking di qualche ora (nulla di impegnativo, ma sì, si cammina in salita e a volte il terreno può essere fangoso) passeremo per i villaggi osservando da vicino la vita di questi affascinanti popoli. Dormiamo tutti insieme in uno dei villaggi che andremo a visitare. Il giorno dopo ci attende qualche altra ora di cammino, questa volta prevale la discesa, e chiudiamo in bellezza con un bagno nel fiume.

Rientro a Chiang Mai e pernottamento in città.

 

*** Nota bene: essendo un trekking nella giungla alla scoperta di villaggi isolati, si dormirà in strutture semplicissime dotate del minimo essenziale. 

Per 2 giorni dimenticheremo il confort della città vivendo appieno quest’esperienza in mezzo alla natura.

________________________________________________

GIORNO 6: CHIANG MAI - CHIANG RAI - CHIANG MAI

Questa mattina raggiungiamo in van la provincia più a Nord del paese che ospita una varietà etnica straordinaria: etnie thai, cinesi, shan e tribù di montagna. Visitiamo oggi anche l’'Hill Tribe Museum ed Education Center, che ci farà capire un po' della loro storia e di quello che abbiamo visto nei giorni precedenti. Poi ci dedicheremo ai templi di Chiang Rai, compreso il meraviglioso Wat Rong Kun, il tempio bianco, il Wat Rong Seur Ten, il tempio blu. Rientriamo poi a Chiang Mai, dove pernottiamo.

________________________________________________
 

GIORNO 7: CHIANG MAI - SUKHOTHAI

Stamattina lasciamo il Nord della Thailandia e con un lungo viaggio in bus raggiungiamo il centro della nazione, tra paesaggi straordinari ed evocativi.

Nel primo pomeriggio arriveremo a Sukhothai, sede di un meraviglioso parco storico archeologico: qui fu fondato il primo regno siamese nel XIII secolo. Affittiamo le biciclette e andiamo ad esplorare questa città che ospita ben 21 siti storici, patrimonio Unesco.

Pernottamento a Sukhothai.

_______________________________________________
 

GIORNO 8: SUKHOTHAI - BANGKOK

Questa mattina continuiamo l’esplorazione di Sukhothai e poi partiamo in direzione Bangkok. Questa metropoli davvero eccezionale è ricca di contrasti: svettano grattacieli e strutture tecnologiche di ogni tipo, però ad ogni angolo è sempre vivo il rispetto delle tradizioni popolari. Ci sistemiamo in hotel e ci immergiamo subito nella movida della città.

 

________________________________________________
 

GIORNO 9: BANGKOK

Oggi l'intera giornata è dedicata a Bangkok . Visiteremo tutti i maggiori punti di interesse della città: il quartiere Thonburi con il magnifico tempio Wat Arun, il Wat Phra Kaew (tempio del Buddha smeraldo) e il Grand Palace, l'immensa residenza reale carica di stucchi dorati e di labirintiche stanze.

Se avremo ancora tempo e forze, nel tardo pomeriggio possiamo prendere un’imbarcazione che ci mostrerà bellissimi scorci di vita locale lungo il fiume. Oppure possiamo optare per un bel massaggio rilassante, pronti per una nuova serata in questa incredibile città.

________________________________________________
 

GIORNO 10: BANGKOK - SURAT THANI - KHAO LAK

Oggi ci attende un lungo trasferimento per raggiungere la costa del Mare delle Andamane. Da Bangkok prendiamo un volo interno per Surat Thani e da lì, in circa due ore, arriveremo a Khao Lak, la nostra base per le prossime due notti. 

Circondata da almeno 5 parchi nazionali, Khao Lak è adagiata su una spiaggia lunghissima e dorata, di fronte ai due parchi marini più suggestivi della Thailandia, ovvero le isole Similan e le isole Surin. Ci rilassiamo e ci prepariamo al grande blu che ci aspetta nei prossimi giorni.

Notte a Khao Lak.

 

________________________________________________
 

GIORNO 11: KHAO LAK

Oggi chi vorrà potrà fare un’escursione in uno dei parchi vicini a Khao Lak: a Lam-ru, il più vicino e accessibile, si può seguire un sentiero semplice dal centro visitatori fino ad arrivare alla piccola ma bella spiaggia di Hat Lek, oppure con un’escursione organizzata per avvistare macachi e gibboni, nel delta del Khlong Thap Liang. In alternativa, con un’ora di strada si può arrivare allo strepitoso parco nazionale di Khao Sok, ricoperto da un foresta pluviale primaria e da un lago artificiale che regala degli scorci davvero emozionanti.

Chi non vorrà spostarsi, potrà visitare la bellissima White Sand Beach, rilassarsi al sole e fare lunghi bagni in mare.

________________________________________________

GIORNO 12: KHAO LAK - KURABURI - SURIN (NOTTE IN TENDA)

Stamattina in poco più di un’ora di barca raggiungeremo un altro angolo di paradiso, il Parco Nazionale Marino delle Isole Surin, uno splendido arcipelago che si trova a 60 km dalla costa. Resteremo incantati di fronte allo spettacolo della natura: le scintillanti baie turchesi, la sabbia bianchissima, i suoi fondali purpurei e le punte di granito che sfrecciano verso l’alto. E’ uno dei parchi più protetti della Thailandia, con un solo villaggio lungo la costa che ospita gli zingari di mare: chiamati Moken in thailandese, vivono girando da un'isola all'altra sulle kebang, le loro barche fatte a mano, dove poi passano la maggior parte del tempo. 

Appena arrivati lasceremo gli zaini nelle nostre tende (si, il parco è talmente incontaminato che l’unico modo per dormirci è in tenda o in uno dei pochissimi bungalow) e andremo subito a fare snorkelling magari seguendo le gigantesche tartarughe marine.

Notte in tenda, quale miglior occasione per addormentarsi con il suono delle onde se non campeggiare sulla spiaggia?

 

________________________________________________
 

 

GIORNO 13: SURIN (NOTTE IN TENDA)

Con un’escursione in barca andremo a esplorare l’ambiente marino che circonda le 5 isole dell’arcipelago. Pesci dai colori vivaci: pappagallo, pagliaccio, astici e coralli morbidi sono solo alcune delle meraviglie che avvisteremo oggi.  Per non parlare delle balene e le mante che spesso passano nei dintorni. Che dire, un vero spettacolo della natura! Gli amanti del diving potranno esplorare uno dei più quotati siti d’immersione (se non il migliore) di tutta la costa delle Andamane: il Richelieu Rock, una maestosa montagna sottomarina che si trova a 14 km a sud-est.

Ma non solo il mare è popolato: numerosi animali come il macaco cinomolgo, pipistrelli frugivori (dette anche volpi volanti) e svariate specie di uccelli popolano l’isola e non è difficile per niente avvistarli! Nel pomeriggio, dopo l'uscita snorkeling, ci godremo uno dei tramonti più belli della nostra vita.

Notte in tenda.

________________________________________________

GIORNO 14: SURIN – KURABURI – BANGKOK (NOTTE IN BUS)

Ancora mezza giornata per goderci questo posto da cartolina. Possiamo fare un'ultima escursione di snorkelling, oppure restare in spiaggia e assaporare questi momenti a fondo.

Nel primo pomeriggio una barca ci porterà sulla terraferma per poi prendere un bus notturno per Bangkok. Notte in bus.

________________________________________________
 

GIORNO 15: BANGKOK

Arriviamo nella capitale alle prime ore del mattino.

Continuiamo la visita di Bangkok con qualche altro sito di interesse, con un bel massaggio tradizionale o con qualche acquisto. Cena e serata come ci aggrada, siamo tornati nella civiltà.

Pernottamento a Bangkok

________________________________________________

GIORNO 16: BANGKOK - VOLO DI RIENTRO PER L'ITALIA

Trasferimento la mattina in aeroporto dove, belli abbronzati, salutiamo la Thailandia e ci imbarchiamo sul volo per l'Italia.

 

 

Quota 

A partire da € 1790 euro a persona

* Il costo del viaggio può variare a seconda della stagione e del costo dei voli. Trovate la quota aggiornata sulla pagina della partenza.

 

Cassa comune

Cassa comune: € 500 a persona

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.

LA QUOTA INCLUDE:

- Il volo dall'Italia a/r compreso il bagaglio da stiva
- Volo Bangkok - Chiang Mai compreso il bagaglio da stiva
- Volo Bangkok - Surat Thani compreso il bagaglio da stiva
- Tasse aeroportuali
- 3 pernottamenti a Bangkok 
- pacchetto di 3 giorni e due notti alle isole Surin
- Assicurazione medico bagaglio 

Al viaggio partecipa anche un vagabondo DOC -  chi è? cosa fa?

 

LA QUOTA NON INCLUDE (e per queste spese è stata stimata una cassa comune di € 500 a persona ):

- Altri pernottamenti non inclusi nella quota
- Mezzi pubblici (bus, barche, tuk tuk, taxi) e transfer privati
- escursioni non incluse in quota
- ingressi nei siti
- Pasti (colazioni, pranzi e cene)

*** Polizza annullamento (opzionale, da farsi a parte. Per richiedere preventivo scrivere a staff@vagabondo.net)

La quota può subire supplementi a seconda del periodo dell’anno, del numero degli iscritti o dei cambi repentini dei prezzi dei voli. A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo. Inoltre i supplementi non hanno MAI valore retroattivo e quindi valgono solo per i futuri iscritti. Sul forum specifico del viaggio trovate le cifre aggiornate di volta in volta e le ragioni di eventuali variazioni. 

 

 

VISTI E DOCUMENTI

VISTO: per la Thailandia non serve il visto per permanenza entro i 45 giorni.

DOCUMENTI: passaporto con validità residua di almeno sei mesi e almeno due pagine libere rimanenti per l’apposizione del visto.

VACCINAZIONI: non sono previste vaccinazioni obbligatorie, ma è sempre bene verificare con il proprio medico di base e con l’Asl della propria zona.

 

Donne giraffa: perché non le visitiamo

Avete mai sentito parlare delle famose e famigerate “Donne Giraffa”? Probabilmente sì.
Beh, vi vogliamo subito dire che Vagabondo non andrà a visitarle e siamo contrari a questo forma di turismo. 
Le origini storiche ci sono certo. Si tratta di un’etnia chiamata Padaung di origine birmana, ma la realtà di oggi è decisamente poco “folkloristica”. 
Questa tribù scappò dal regime Birmano cercando in Thailandia la libertà, ma a quanto pare l’ONU ha accusato il governo thailandese di “sfruttamento turistico”. 
Le “donne giraffa” non sarebbero più libere di lasciare questo fintissimo villaggio dal momento che il turismo di massa ha deciso di pagare per visitarle. 
Non solo. 
Queste donne non avrebbero neppure più la possibilità di lasciare una tradizione malsana come quella di mettere un anello di ottone al collo ogni due anni per allungare il collo in modo innaturale, portando giù la clavicola e pesando sul torace... e questo per permettere ai turisti di fotografarle.

Oltre al lato fisico che porta queste donne a vivere in una modalità non naturale, si aggiunge il lato umano.
Il governo non le lascia più libere di andarsene. Di smettere di essere in vetrina e di portare quindi soldi alle proprie casse. Queste le accuse dell’Onu. 
Pare non essere vera la credenza per la quale se le donne si togliessero gli anelli dal collo, morirebbero soffocate. In realtà Zember a 18 anni li ha tolti questi anelli. 
Ma pare confermato appieno invece lo sfruttamento.

Per questo siamo fermamente contrari. L’unica cosa che può fare il turista o il viaggiatore informato è boicottare questa violenza. 
Come? Non andando a visitarle. E raccontando anche agli amici quanto realmente succede. 
Negare la libertà a delle donne e a delle bambine per il semplice gusto di far delle belle foto, a noi, pare inumano. 
Ecco quindi perchè, con i nostri gruppi, non andremo a vedere le donne Padaung, dette “Donne Giraffa”. Speriamo possano presto farsi la loro vita, liberamente. 

Tutte le partenze

Nessuna partenza programmata per questo itinerario. Torna in futuro, aggiungiamo partenze ogni settimana!

Vedi tutti