Barcellona Fly and Drink

Barcellona Fly and Drink

Una città dove andare almeno 3 volte nella vita. Questo perché vederla una volta non basta. Bisogna tornarci e viverla. Di giorno per le sue strade piene di arte, di notte per i suoi bar. Fino all’alba.

INFO COVID-19

INGRESSO NEL PAESE: non sono previste restrizioni all’ingresso legate al Covid-19 per i viaggiatori provenienti dall’Italia

ISCRIVETEVI SENZA PENSIERI!
Rimborsiamo al 100% in caso di annullamento viaggio per restrizioni causa Covid.
Per dettagli su rimborsi, norme in tempi di Covid e polizze annullamento integrative, leggete le FAQ COVID di Vagabondo.

Questo viaggio è adatto a me?

  • I Fly&Drink si rivolgono a chi ha voglia di passare dei giorni in compagnia in una splendida città, fare nuova amicizie e esplorare gli ambienti urbani, ma non crediate che non ci sia da camminare e stancarsi, di cose da vedere ce ne sono sempre tante.
Scegli la tua data

BARCELLONA FLY&DRINK

DURATA: 4 giorni 
QUOTA:

A partire da € 550 a persona

* Il costo del viaggio può variare a seconda della stagione. Trovate la quota aggiornata sulla pagina della partenza.

CASSA COMUNE:

€ 220 a persona
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?)

PERIODO: tutto l'anno
DIFFICOLTA': 

Facile, ma si cammina tanto.

 GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 15 + il Vagabondo Doc

Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo.

   
 

  Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

 

Da sapere 

I viaggi Fly&Drink sono dei weekend lunghi pensati per visitare una città in compagnia, di giorno e di sera! 
Si cammina tanto, si visita il più possibile e chi ha ancora le forze la sera...può andare a conoscere la città di notte e sperimentare il famoso "drink" di cui parliamo.
Da tenere quindi presente un concetto: davvero difficile (=impossibile) annoiarsi! 

1. Dove si dorme?

Il pernottamento è in hotel: scegliamo strutture di buona qualità in posizione centrale e/o comunque molto ben collegate con i luoghi di interesse. Le camere vanno condivise con uno o due compagni/e di viaggio e i letti sono sempre separati. 
Il bagno è sempre privato. 

Per una maggiore privacy è possibile richiedere la singola in base alle disponibilità della struttura e pagando il relativo sovrapprezzo: se la volete, potrete segnalarcelo via mail o nelle “richieste extra” nella scheda di iscrizione.

NB: noi vi consigliamo sempre di condividere la stanza insieme agli altri del gruppo, però. E’ più economico, divertente e spesso è l’inizio di una nuova amicizia! 

2. Come ci si muove?

Principalmente a piedi o con i mezzi pubblici.
Da leggere su ogni forum se ci sono proposte diverse o idee per attività in loco.

NB: I giorni delle visite sono indicativi, possono anche essere scambiati tra di loro a seconda dei giorni di apertura/chiusura o delle preferenze dei diversi gruppi.

________________________________________________

 

Programma Barcellona Fly&Drink giorno per giorno

GIORNO 1: ITALIA – BARCELLONA

Un rapido volo ci porta a Barcellona.

Appena sistemati in hotel, saliamo subito a vedere la città dall'alto. Si può salire in funicolare o con il Trasnbordador arei (funivia che passa sul porto) fino al Montjuic e qui visitare la Fundaciò Mirò e/o l'orto botanico che domina tutta la città. Quassù ci sono anche lo stadio e il Museo Nacional d’Art de la Catalunya (MNAC).
Poi si scende a piedi o con le scale mobili fino a Plaza De Espana dove ci sono il padiglione tedesco, la mecca di tutti i pellegrinaggi degli architetti e la Plaza De Toros dove però non si fanno più corride (perchè i catalani non le vogliono, anche per distinguersi dagli spagnoli). L’edificio dove facevano le corride è comunque bello, in stile moresco, oggi è stato sollevato (tutto intero) e adattato ad usi commerciali.

Di sicuro ci faremo una prima divertentissima uscita barcellonese. Si può fare un giro sulle Ramblas, passeggiando da Plaza Cataluña fino al Monumento a Colon. Las Ramblas sono famose per la quantità impressionante di persone che le percorrono ad ogni ora del giorno… e della notte. E si può cenare o tapeare al porto.

 

________________________________________________

GIORNO 2: BARCELLONA
 

Oggi ci inoltriamo nel dedalo di viuzze che corrisponde al cuore di Barcellona: il centro storico, meglio conosciuto come Barrio Gotico.

Il Barrio Gotico (barrio vuol dire quartiere) corrisponde alla antica città romana. Indicativamente si estende da Plaza Cataluña al mare ed è delimitato da un lato dalle Ramblas e dall’altro confina con il quartiere Born, quartiere alternativo degli artisti.Si visita bene a piedi. Sicuramente non si devono perdere la Cattedrale, di tipico stile gotico (specialmente il chiostro) e le rovine romane adiacenti (le mura si vedono bene in calle del Bisbe). Ma scopriamo altri posti e monumenti: piazza Sant Jaume, Plaza del Rei con alcuni tra i più interessanti edifici della Barcelona medioevale e Santa Maria del Mar. 

Imperdibile anche il Museo Picasso, un complesso di 5 splendidi palazzi medievali che racchiude l’opera di questo straordinario artista. Picasso 3 anni prima di morire donò alla città un migliaio circa delle sue opere (Grazie!).

A pranzo, imbocchiamo le Ramblas, arriviamo al Mercado de la Boqueria, un mercato storico coperto con una splendida struttura Art nouveau in ferro e vetro. Qui si trovano frutta, verdura e… pesce. All’interno è possibile riuscire a mangiare del pesce veramente fresco. Poi andiamo al Palau de la Musica Catalana, altro Patrimonio dell’Unesco. Il palazzo progettato da Lluis Domenech i Montaner è il riassunto folle dei deliri architettonici del primo Novecento. Ma domani ne vedremo di altrettanto folli!

Infine ci spostiamo al Born, il quartiere degli artisti, pieno di negozi alternativi e di atelier di artisti e disegnatori. I locali sono “trendy” e frequentati da giovani. Si può terminare la giornata alla coctelerìa Gimlet o al 9cata e “tapear” per la cena. Alternativa può essere il vecchio quartiere dei pescatori la Barceloneta, dove si possono trovare buoni ristoranti di pesce, ma anche tipi poco raccomandabili…

 

________________________________________________

GIORNO 3: BARCELLONA
 

Barcelona è anche e soprattutto la città di Antonio Gaudì, artista inimitabile e uno dei massimi esponenti del cosiddetto modernismo. Si può quindi dedicare la giornata alla cosiddetta “ruta del modernismo”, partendo da Plaza de Cataluña e muovendosi a piedi e con i mezzi pubblici. Partendo dalla piazza, si percorre verso nord il Passeig de Gracia, un’avenida monumentale piena di negozi chic e circondata da edifici famosissimi come Casa Lleò i Morera, Casa Amatller, la splendida Casa Batllò e l’ancora più famosa Casa Milà, meglio conosciuta come “La pedrera”.

Tappa obbligata successiva è la Sagrada Familia, troppo famosa per descriverla. Vi diciamo soltanto che dopo molti anni… all'interno non è più un cantiere! 

Poi raggiungiamo l’Hospital de Sant Pau con una salita parecchio ripida per avenida Gaudi. Ma ne vale la pena! Questa fantasia di mattoni, maioliche e tegole smaltate opera di Lluis Domenech i Montaner è patrimonio dell’Unesco. Da qui si gode di una vista panoramica sulla Sagrada Familia e la città. Per finire la giornata si sale al Parc Guell, anch’esso patrimonio Unesco, un parco disegnato da Gaudi integrando l’architettura modernista nella natura.

Il quartiere dell’Eixample è anche pieno di ristorantini, soprattutto ci sono alcune delle “taperias” più interessanti della città. Buono a sapersi dato che nel frattempo ci sarà venuta fame.

 

________________________________________________

GIORNO 4: BARCELLONA - ITALIA
 

Oggi si torna a casa.

Chi ha il volo nel pomeriggio può fare ancora qualche giro. 

 

________________________________________________

 

 

Quota 

A partire da € 550 a persona

* Il costo del viaggio può variare a seconda della stagione. Trovate la quota aggiornata sulla pagina della partenza.

________________________________________________

Cassa comune

Cassa comune: € 220 a persona

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.

LA QUOTA INCLUDE:

volo aereo andata e ritorno da Roma o da Milano con solo bagaglio a mano da 10 kg ***
(in base alle disponibilità del vettore includiamo l'opzione priority. Se non più disponibile, potrebbe essere richiesto di imbarcare il bagaglio a mano senza alcun costo aggiuntivo prima di effettuare i controlli di sicurezza)
- pernottamento in camera doppia o (tripla se siete dispari) con bagno privato
- assicurazione sanitaria

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

LA QUOTA NON INCLUDE (e per queste spese è stata stimata una cassa comune di € 220 a persona):
- pasti
- mezzi pubblici per muoversi in città
- ingressi nei siti e musei a pagamento
- city tax da pagare direttamente in hotel

 

OPZIONI SU RICHIESTA: 

*** Per questo viaggio non è necessario il bagaglio da stiva ma se lo vuoi aggiungere lo puoi fare solo in fase di conferma pagando un supplemento

*** Stanza singola
Possibile su richiesta e con supplemento, ma soggetta a disponibilità.
Il costo NON è incluso nella quota, serve scrivere a staff@vagabondo.net per avere il preventivo e per verificare se disponibile.

*** Assicurazione annullamento opzionale 
Se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione e vi sarà inviato il preventivo con il costo previsto

 

 

INFORMAZIONI UTILI PER VISITARE BARCELLONA

Mangiare e bere

A Barcellona la scelta dei posti dove mangiare è veramente ampia, ci sono centinaia di ristoranti aperti ad ogni ora del giorno e della notte, ma anche trattorie, tapas, caffè e fast food, un po' ovunque all'interno dei quartieri della città. A Barcellona, come nel resto della Spagna, si mangia più tardi rispetto agli orari italiani. Di solito i barcellonesi pranzano fra le 14.00 e le 16.00 e cenano a partire dalle 21.30.

Gràcia: è un quartiere molto carino, con viuzze strette e la maggior parte senza auto. Si respira una clima universitario tendenzialmente senza turisti (essendo un pochino lontano dalla città vecchia), è pieno anche di bar e di ristorantini.

La Ribera: é il quartiere tra via Laietana e la Ciutadella. È strapieno di locali e bar, ma un po' meno turistico rispetto al quartiere Gotico che sta tra la Laietana e la Rambla. Si possono trovare bar di ogni tipo e ogni prezzo.

Alcuni locali consigliati:
I bar di Manu Chao, dove lui quando gli gira va a suonare e trascorrere il pomeriggio/serata! Ovviamente bisogna avere la fortuna di capitare lì nel momento giusto...
La Oveja Negra dove è d'obbligo la foto della vostra testa sovrapposta al corpo della pecora nera.
La zona del Porto e il Casco Viejo. A Settembre c'è la bellissima feria (festa) col pazzo correfoc (la gente si getta addosso ai fuochi d'artificio) parte del folklore locale.

Tutte le partenze