Gruppo Giappone Freak Style - Partenza del 2016-04-04

Giappone Freak Style

4
Apr
Confermato

Viaggio in Giappone alla scoperta dei suoi Patrimoni Unesco, delle sue meraviglie naturali, delle sue tradizioni e della sua modernità. E ancora dell’ottimo cibo giapponese da un lato e dei suoi enigmi dall’altro.

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Image
Vai al forum

Dettagli del viaggio

Confermato
  • Quota: 1950 €
  • Cassa comune: 800 €
  • Partenza: 4  Aprile  2016
  • Ritorno: 18  Aprile  2016
  • Durata: 15 Giorni
  • Vagabondo DOC: kokowitz

Partecipanti

Vagabondo DOC

Questa partenza

  • 4
    Apr
    Dal 4  Apr al 18  Apr
    Confermato
Vedi tutto

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

Forum del viaggio

4/3/2016 - 09:50 Collegamento permanente

Buongiornoooo a tutte!!

finalmente c'è un po di sole anche qui *smile*...meno male!! Così è ancora più bello "stare in viaggio"...dico così perchè anch 'io penso che il viaggio inizia nel momento in cui inizi a pensare di partire *cuore*

che poi proprio oggi manca un mese *DANCE*

Ho un paio di domandine tecniche:

-che temperatura ci sarà? ho un po spiato in internet mette max sui 14/15 gradi minima sui 6/8, può essere?...giusto per capire che giubbino portare...

-le prese elettriche? serve un adattatore?

felice giornata a tutte!! e buon week end *bacio*

Evy

Repondi

In risposta a di Evy82

5/3/2016 - 00:00 Collegamento permanente

Ciao Evy! 

In merito al clima...direttamente dal sito dell'Ente del turismo giapponese:

Primavera (marzo-maggio)

Dopo i freddi mesi invernali, i peschi in fiore annunciano l’arrivo della primavera. L’apoteosi di questa stagione è rappresentata dalla fioritura dei ciliegi che avviene a fine marzo o inizio aprile: le colline, i campi e i giardini si coprono di fiori rosa.

Cosa indossare

Giacche e maglioni leggeri.

Temperature e precipitazioni (media di aprile)

 

Temperature

Precipitazioni

Sapporo

6,7 °C

6,1 millimetri

Sendai

10,1 °C

98 millimetri

Tokyo

14,4 °C

130 millimetri

Nagoya

14,1 °C

143 millimetri

Osaka

14,8 °C

121 millimetri

Fukuoka

14,8 °C

125 millimetri

Naha

21,3 °C

181 millimetri

Repondi

In risposta a di Evy82

6/3/2016 - 21:04 Collegamento permanente

Ciao Evy,

ecco qualche dettaglio tecnico sulle prese elettriche in Giappon

 Il Giappone è collegato ad una corrente di 100 volt (220 in Italia) e utilizza due frequenze: 50 hertz nel Kansai e ad est del paese, 60 nel Kantô ed al nord. 

Gli apparecchi elettronici moderni (computer, macchine fotografiche, telefoni, tablet) funzionano normalmente senza problemi, ma pensate a verificare il loro voltaggio: il trasformatore deve indicare "INPUT 100-240 V ~ 50/60 Hz", che significa che funziona su una corrente compresa tra 100 e 240 volt e 50 a 60 hertz. 

Le prese elettriche giapponesi sono di tipo A, con due spine piatte (come negli Stati Uniti): è necessario quindi un adattatore Europa/Giappone per utilizzarle. Se ne trovano facilmente in Giappone, negli aeroporti internazionali come Narita, nelle boutiques Bic Camera o Yamada Denki, nei negozi di Akihabara, o nei 100 yen shops, per un modico prezzo (300-500 yens). 

Repondi
5/3/2016 - 10:04 Collegamento permanente

Ho letto che anche partendo in questo periodo è possibile vedere la fioritura....

Fino a quando ci si può iscrivere? Prima dovrei fare due conti...sia x la spesa che x le ferie....

Grazie mille!!!

Repondi
Roberta-san
Staff  Staff

In risposta a di LaCate

7/3/2016 - 12:30 Collegamento permanente

Ciao Cate,

le iscrizioni sono ancora aperte fino a che c'è disponibilità di voli. Ti consiglio di decidere in fretta, così non rischè né che non ci sia posto sullo stesso volo delle altre né eventuali supplementi se avvicinandosi alla data di patenza dovesse salire il costo dei voli.

Riguardo alla fioritura, in alcune zone, soprattutto dove è più fresco tipo Nikko, dovreste ancora trovarli ;).

Repondi
6/3/2016 - 22:26 Collegamento permanente

La religione indigena del Giappone è lo shintoismo, a cui tutti i giapponesi appartengono per nascita.

Lo shintoismo, o la "via degli dei", non possiede un' unica divinità onnipotente, sacre scritture o un particolare codice filosofico e morale. Sostiene invece che i seguaci debbano condurre la propria vita secondo la via dei kami (dei), i quali favoriscono l' armonia e la cooperazione.

La presenza divina è avvertita nei fenomeni naturali quali montagne, alberi, cascate, insolite formazioni rocciose e persino suoni. Ma lo shintoismo non è solo una fede di adorazione della natura: è un insieme di atteggiamenti, idee e modi di fare che è divenuto parte integrante dell' essere giapponese.

I santuari shintiosti vengono chiamati jinja (abitazioni dei kami). Il santuario funge da dimora per i kami, la cui presenza viene avvertita nella natura circostante, e da luogo per servirli e adorarli.

Il torii demarca la separazione tra mondo secolare e mondo spirituale. Per tradizione si trattava di semplicissime costruzioni di legno consistenti di due pilastri verticali su cui poggiavano due travi trasversali. Nei secoli questra struttura ha subito varie modifiche, come il caratteristico colore rosso, fino ad arrivare ai venti tipi di torii attuali.

Varcato il cancello, spesso si trovano coppie di statue umane o animali ai lati della principale via d' accesso al santuario: i tradizionali guardiani giapponesi sono austeri dignitari in antichi costumi di corte e armati, ma si trovano anche cani-leone. Possono anche esserci animali messaggeri dei kami, quali la volpe messaggero di Inari, dea del buon raccolto.

Di frequente entro il recinto si trova anche un albero sacro, indicato da una speciale fune di paglia di riso intrecciata, detta shimeawa, da cui pendono strice di carta bianca disposte a zig zag.

Repondi
6/3/2016 - 22:32 Collegamento permanente

E’ un lungo biscione di torii rossi che si snoda sulle pendici della montagna omonima. Il santuario di Fushimi Inari, a pochi chilometri da Kyoto, è uno dei simboli del

rrivati al Fushimi Inari Shrine (o Fushimi Inari Taisha) ci si inoltra sotto le sue porte rosse shintoiste caratteristiche della cultura giapponese come dentro a un tunnel in cui tutto assume una colorazione arancione. Un torii dopo l’altro, uno vicino all’altro, quasi da non lasciare intravedere la natura intorno, il lungo sentiero di oltre quattro chilometri sale fino alla cima del Monte Inari. A momenti sembra di essere stati catturati in una spirale e più si avanza più sembra di essere sempre allo stesso punto.

In Giappone sono circa 40mila i santuari shintoisti dedicati alla divinità Inari e questo – sembra fondato all’inizio dell’VIII secolo – è il più importante di tutti. Non si incontrano solo turisti, quindi, intenti a risalire la montagna, ma anche numerosi fedeli che portano offerte e accendono candele e donne con lo yukata.

Risalendo l’Inari-yama, si passa sotto migliaia di porte rosse, i torii, donate dai fedeli, così come le statuette in pietra poste ai lati del percorso che raffigurano una volpe seduta. La volpe, infatti, simboleggia il veicolo della divinità Inari, protettore della prosperità e della ricchezza dei raccolti, in particolare del riso. La volpe in Giappone è una creatura sacra e misteriosa, capace di penetrare e di possedere gli esseri umani. Dopo il tramonto è quasi impossibile trovare dei giapponesi che si avventurino sotto le porte rosse di Fushimi Inari perché si crede che la volpe, calato il sole, possa lanciare dei malefici. I torii in alcuni punti si interrompono e lasciano apparire uno spiazzo in cui piccoli chioschi mettono in vendita oggetti per le offerte e per le richieste dei fedeli agli dei. C’è anche chi si sofferma a pregare di fronte alla pietra della fortuna, la fortune teller stone.

 

 

A presto con nuove curiosità sulla cultura giapponese!

Che ne direste, per esempio, di IKEBANA??

:ciao:

Repondi
7/3/2016 - 10:44 Collegamento permanente

Ciao.....io chiudo gli occhi e sogno fiori e paesaggi.....assaggio le cose ed immagino il cibo laggiù.....questa é la mia guida di viaggio :) avete presente cosa stiamo realizzando??

Si, LaCate....in questo periodo i ciliegi saranno ancora in fiore da quanto dicono....*smile*....c'é anche un sito che da le varie zone  poi, spostandoci, troveremo situazioni diverse a secondo della latitudine.....leggevo che il Giappone é come se fosse dalle Alpi all'Egitto quindi il clima dobrebbe essere simile al nostro in questo periodo (io arrivo dalle Alpi quindi ho ancora freddo :) ) e quindi le fioriture saranno un pò differenti...che ne pensi Cristiana?

Cristiana scusa, essendo la prima volta non so come funziona....ho capito che i primi pernottamenti sono già organizzati, gli altri invece li organizzi tu oppure decidiamo sul luogo?

Buona giornata

Repondi