ric570

Parlo di me e del mio viaggiare: 

"Chi viaggia senza incontrare l'altro non viaggia, si sposta." (A. David-Néel)

Forrest Gump correva, io cammino. Si può dire che cammino e viaggio per entrare nelle case.

In alta quota, come quando in un weekend con amici ad un rifugio sulle Alpi fulminato dalla bellezza decisi di non tornare a casa, rimanendo a percorrere crinali e ghiacciai per dieci giorni da solo, con uno zainetto, una maglietta e un paio di calzini bucati. E seguendo la freccia gialla sui vari percorsi verso Santiago, condividendo con una bella e variegata umanità in cammino.

Dentro il mio zaino porto sempre un pò di spirito irrequieto del viandante. Tra i viaggi più amati quello in solitaria in Perù dove in un mese da Lima a La Paz, passando per il trek al Machu Picchu, imparai lo spagnolo semplicemente perdendo tempo fermandomi a dialogare con la gente del posto. Così viaggiando mi ritrovo a parlare per ore di politiche agricole con un contadino in Spagna, di cultura con un professore tra i villaggi andini in Apurimac, di filosofia e religione con una leader carismatica in Argentina. In Euskadi a fare la guardia alle mucche in una stalla in attesa del ritorno del mandriano con una boccia del suo vino. Insomma, mi piace ascoltare la vita dagli altri, magari imparo qualcosa.

Da turista a viaggiatore indipendente, la lista è lunga.. potete saltarla. Da un campo profughi tra famiglie bosniache in Croazia durante il primo conflitto nell'ex Jogoslavia, ad animatore scout con i bambini di un villaggio rurale in Albania quando qualcuno da noi voleva affondare i gommoni. Da un camice bianco in un progetto sociosanitario nelle capanne a mangiare maialini d'india con il popolo Quechua sulle Ande, a incontrare presidi nelle scuole elementari per monitorare la qualità dell'assistenza scolastica ai bambini lavoratori di Puno e di Juliaca per una Ong italoperuviana. A festeggiare con un nero caffò turco in un baretto affumicato di Pristina.. senza volerlo primo 'turista' nel nuovo stato del Kosovo, lì per una tesi di ricerca sui rifugiati del conflitto, giusto due giorni dopo la dichiarazione di indipendenza dalla Serbia.. Fino alla guida della mia vecchia punto grigia su bianche strade montane, ponti di legno incerti e valichi di frontiera abbandonati alla ricerca di nuovi itinerari di turismo comunitario percorrendo la zona d'ombra dei Balcani. Non posso dire di essermi annoiato, la storia mi ha fatto entrare.

Al presente, Vagabondo DOC. 

In viaggio mi piace osservare e ascoltare, perdermi tra la folla, girovagare per le città a caso, si chiama deriva psicogeografica, non lo sapevo. Più che la guida seguo la pancia, saltando sul primo bus che arriva senza sapere dove porta. Mi piace rompere gli schemi così mi ritrovo a dormire all’aperto dietro un cimitero, a girare per mercati e quartieri periferici con i bambini di strada, a visitare siti turistici di notte con una birra in mano e la luna, quando tutti dormono. Amo da impazzire le periferie. Mi fermo seduto a meditare sugli scalini affacciati su una piazza affollata e vitale, assaporandone il momento. Mangio per strada, nei tavoli in formica dei locali chiassosi popolari, condividendo il pranzo sul treno con un manager indiano. Spesso qualcuno mi invita a salire in casa per bere qualcosa insieme. Insomma, sono un frikkettone e non lo sapevo.

Si parte turisti per scoprirsi viaggiatori. Zaino in spalla con mezzi pubblici. E senza fretta, naturalmente.

  

Le cose più carine che hanno detto di lui come TL

(i giudizi vanno da 1 a un massimo di 5)
 

Rajastan Freak Style del 5 luglio 2014

5

Molto premuroso e attento a soddisfare il gruppo, anche troppo.

5

Riccardo é stato attento, premuroso e preciso. Pure troppo! Essendo il suo primo Freak style con Vagabondo era molto in ansia e a me é un pó dispiaciuto che non si sia ritagliato dei momenti di tranquillitá solo per lui. In realtá il suo lavoro é stato eccezzionale, e i suoi sforzi per mantenere l´equilibrio del gruppo sono stati innumerevoli. Super consigliato.


 

Dove sono stato

Viaggi futuri Interessi Modi di viaggiare
Argentina, Bolivia, Cile, Ecuador, Messico, Nicaragua, Armenia, Cina, Giappone, Giordania, Korea del Sud, Ladakh, Mongolia, Tibet, Vietnam, Bosnia Herzegovina, Estonia, Lettonia, Lituania, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Slovacchia
  • Avventura
  • Cultura e Tradizioni
  • Il sentirsi "in Viaggio"
  • Montagna
  • Natura
  • Paesaggi lontani
  • Spiritualità o religione
  • A Piedi
  • Autostop
  • Cavallo
  • Come viene...
  • Mezzi pubblici

ric570

Ritratto di ric570
Offline
Last seen: 2 anni 7 mesi fa
Iscritto: 7/7/2009
Nome: 
Riccardo
Sesso: 
M
49 anni
Che faccio nella vita: 
viandante
Lingue parlate: 
spagnolo, inglese


Libri letti

Gruppi di utenti