Uzbekistan

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Uzbekistan Viaggi di Gruppo

L’Uzbekistan è senza dubbio uno dei gioielli dell’Asia Centrale, culla della civiltà da oltre duemila anni e vero e proprio patrimonio artistico ed architettonico dell’umanità. Si trova lungo l’antica Via della Seta ed è patria della città che più ne è rappresentativa, Samarcanda.

DURATA:

12 giorni - Partenze da Roma e Milano (partenze da altri aeroporti su richiesta e previa disponibilità)

QUOTA:

€ 1880  a persona  per gruppi da 10 a 14 partecipanti
€ 1980  a persona v per gruppi da 5 a 9 partecipanti

supplemento Pasqua, ponti 25 aprile, 1 maggio e partenze speciali: 100 euro

CASSA COMUNE: € 130 a persona
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?
PERIODO: da settembre a novembre e da aprile a giugno
DIFFICOLTA': 

Viaggio facile. Si dorme una notte in yurta.

 GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 14 + il Vagabondo Doc

  Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo. 
 

Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

 
Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Sab 6/4/2019
-
Mer 17/4/2019
1
Da confermare
giuliap91

Con la vagabonda doc Giulia / giuliap91

- Prenotami!  Forum! 
Sab 20/4/2019
-
Mer 1/5/2019
4
Confermato
Shella

Con il vagabondo doc Carlo/Shella. Iscritte quattro vagabonde + il vagabondo doc. Età degli iscritti da 39 a 52 anni

→ A partire da giovedì 14 febbraio ore 16.00 si paga un supplemento di € 100 euro per partenze da Milano

- Prenotami!  Forum! 
Sab 4/5/2019
-
Mer 15/5/2019
1
Da confermare
miri miri

Con la vagabonda doc Miriam / miri miri

- Prenotami!  Forum! 
Sab 18/5/2019
-
Mer 29/5/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 8/6/2019
-
Mer 19/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 7/9/2019
-
Mer 18/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 21/9/2019
-
Mer 2/10/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 5/10/2019
-
Mer 16/10/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 26/10/2019
-
Mer 6/11/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 9/11/2019
-
Mer 20/11/2019
0
Da confermare
- Prenotami!

Vagabondo viaggia senza inquinare

Da sapere Mi informo...

1. Voli aerei
I voli di collegamento dall'Italia per Tashkent prevedono molto spesso arrivo in tarda serata o nottata e rientro in nottata o mattina presto. Potremmo quindi molto facilmente dover utilizzare piani volo con orari di questo tipo, sono perciò da tenere in conto arrivi/partenze in orari scomodi.
 
2. Dove si dorme? 
Si dorme in alberghi tutte le notti tranne una che si passerà in una yurta. Per la notte in yurta non è possibile richiedere la camera singola, mentre è possibile per tutte le altre notti.
 
3. Come ci si muove?
Avremo un pulmino privato ad uso esclusivo del nostro gruppo!

 

image

Un tempo parte dell’Impero Persiano, Semanide e poi Timuride, la regione fu conquistata agli inizi del XVI sec. da tribù di nomadi che parlavano un dialetto turco. Non a caso la lingua uzbeka appartiene alla famiglia delle lingue turche. Nel XIX sec. L’Uzbekistan fu incorporato dall’Unione Sovietica ed ancora oggi salta all’occhio il connubio tra islam e impronta sovietica.

 

Itinerario Uzbekistan

GIORNO 1: ITALIA - TASHKENT  
GIORNO 2: TASHKENT–URGHENCH (2h circa di volo) – KHIVA(30km in bus)
GIORNO 3: KHIVA
GIORNO 4: KHIVA - BUKHARA (480km)
GIORNO 5: BUKHARA
GIORNO 6: BUKHARA E DINTORNI
GIORNO 7: BUKHARA – NURATA (167km) – YANGHI KAZGAN
GIORNO 8: YANGHI KAZGAN – LAGO AYDARKUL – SAMARCANDA 
GIORNO 9: SAMARCANDA
GIORNO 10: SAMARCANDA – SHAKHRISABZ – SAMARCANDA (180 km)
GIORNO 11: SAMARCANDA – TASHKENT (340km)
GIORNO 12: TASHKENT-ROMA

 

Programma Uzbekistan giorno per giorno

image

GIORNO 1: ITALIA - TASHKENT 
Partiamo dall'Italia in direzione di Tashkent. Se arriviamo in serata del giorno 1 andiamo subito in hotel a riposare, altrimenti se arriviamo la mattina del giorno 2 iniziamo subito la visita di Tashkent.
Pernottamento a Tashkent.
 
Nota: i voli di collegamento dall'Italia per Tashkent prevedono molto spesso arrivo in tarda serata o nottata e rientro in nottata o mattina presto.

________________________________________________
 
GIORNO 2: TASHKENT–URGHENCH (2h circa di volo) – KHIVA(30km in bus)
Iniziamo la vistita di Tashkent, la capitale del paese. Per prima cosa ci dirigiamo nella città vecchia – Eski Shahar in uzbeko -, fatta di strette viuzze in terra battuta ai cui lati sorgono case di mattoni di fango, mosche e antiche accademie islamiche dette “madrase”. In questa zona sorgono la Moschea di Khodja Akhrar (1404- 1490), il Mausoleo dello Sceicco Zaynutdun, la madrassa di Barakkhan risalente al XVI secolo e la piccola moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Nell’estremità meridionale della città vecchia si trova il bazar Chorsu, il mercato agricolo più famoso di Tashkent. Qui troverete di tutto: bellissima frutta e verdura di stagione, formaggi, pani, carne, spezie di ogni tipo ma anche souvenirs come i chapan, i tipici cappotti trapuntati. Accanto al mercato ci sono la madrassa di Kukeldash, la madrassa santa chiamata Khast Imam ed anche la Moschea Tillya Sheykh in cui si conserva quello che è ritenuto il più antico Corano esistente.
Nel pomeriggio ci trasferiamo in aeroporto per prendere il volo che in circa due ore ci porterà a Urgench. Da qui ci spostiamo con il nostro pulmino verso la città di Khiva che si trova a circa 30km a sud di Urgench. Pernottamento a Khiva.

________________________________________________

GIORNO 3: KHIVA
La giornata sarà dedicata alla visita di questa pittoresca città. Varcheremo la porta principale delle mura di fango che circondano la cittadella – dichiarata patrimonio dell’Umanità - e ci sembrerà di essere tornati in un’epoca passata...non a caso Khiva è il più intatto in assoluto tra i centri della Via della Seta ed è da molti considerata una città museo. Vi sono conservati edifici monumentali bellissimi: moschee, minareti, madrasse, palazzi e mercati dallo stile architettonico arabo e dai colori vivaci che vanno dal celeste al turchese. Tra le altre cose visiteremo il complesso Ichan Kala, la Fortezza “ Kunya Ark” con l’harem e le vecchie prigioni; la Scuola Coranica di Amin Khan, la bellissima Moschea di Juma, costruita nel X secolo e restaurato nel XVIII secolo, la Medrassa di Allakuli Khan, il bazar, il caravanserraglio e il mausoleo di Pakhlavan Makhmud, il più bello e più sacro di Khiva. Cena e pernottamento a Khiva.

________________________________________________

image

GIORNO 4 : KHIVA - BUKHARA (480km)
Oggi partiamo alla volta di Bukhara, che dista 480 km da Khiva ( 7 ore di strada ). Attraversiamo il fiume Amu-Darya e il deserto Rosso (Kyzilkum). L’ Amu-Darya è uno dei più grandi fiumi dell’Uzbekistan, attraversa tutto il Kirghizistan, la parte orientale dell'Uzbekistan e quella meridionale del Kazakistan fino al Lago d’Aral per un totale di circa 2.200 km. La sorgente si trova nelle montagne del Pamir. Il deserto del Kizilum è, insieme a quello del Karakum, uno dei grandi deserti dell’Uzbekistan. Le sue dune sabbiose si estendono per circa 200.000 km² tra Kazakistan, Turkmenistan e Uzbekistan edè noto per i suoi giacimenti minerari, in particolare oro, uranio, alluminio, rame, argento, petrolio e gas naturale.

In serata arriviamo a Bukhara, città situata in un’oasi del Kizilkum. Pernottamento a Bukhara.

 ________________________________________________

GIORNO 5: BUKHARA
La giornata comincia presto con la visita di Bukhara, la città della poesia e della fiaba. Anche questa come Khiva è una città antichissima e deve la sua importanza alla posizione geografica, punto d'incrocio delle vie carovaniere che collegavano l'Arabia all'India e all'antico Catai ( La Cina ) . Fondata oltre 2.500 anni fa, è una delle più antiche città del mondo ed è oggi Bukhara è uno dei maggiori centri dell’industria e dell’economia del paese e la città più importante dell’Asia Centrale. 

Dopo colazione andiamo al complesso Chor Minor ( Quattro Minareti), uno dei più affascinanti ed originali edifici di Bukhara, e Sitora-I-Mohi Khosa - il palazzo estivo dell'Emiro Alim Khan, l'ultimo prima dei russi. Dopo pranzo visitiamo il luogo più sacro di Bukhara e una delle mete più importanti per i Sufi di tutto il mondo: Bakhauddin Naqshbandi, la tomba che conserva le spoglie di Khazreti Muhammed Bakhauddin Naqshbandi (1318-1389) fondatore dell'omonimo Ordine Sufi.

Pernottamento a Bukhara.

 ________________________________________________

GIORNO 6: BUKHARA E DINTORNI
Colazione in hotel dopodichè partiamo alla scoperta dei dintorni di Bukhara. Visitiamo per pirma cosa il Sitorai-Mokhi-Khosa (fino XIX sec. -  inizio XX sec.) conosciuto come “il posto dove la luna incontra con le stelle”.  Il complesso Sitorai-Mokhi-Khosa fu costruito durante il regno di Alim Khan ed è situato ad appena 6 km a nord di Bukhara, in un luogo prosciugato dalle paludi, e fu sede della residenza di campagna degli emiri di Bukhara. Il complesso era composto dall’arco dell’entrata principale, un cortile interno, un edificio principale costruito secondo lo stile europeo-orientale, una serra con piscina all’aperto e una casa isolata a due piani. I grandi lavori di costruzione del Sitorai-Mokhi-Khosa iniziarono  con emiro Abdullakhad che  mandò appositamente a San Pietroburgo e a Yalta un gruppo di architetti di Bukhara a studiare l’architettura russa.
Vicino a Bukhara si trova il complesso commemorativo del protettore di Bukhara, lo sheikh Bakha ad-Din Nakshband. (XVI sec.) – Nakshbnad (1318-1389), fondatore del tarikat “nakshbandiya”. Questo complesso religioso è un posto sacro per i musulmani ed ogni giorno la sua tomba  è visitati dai decine di pellegrini. A 6 km a Nord est di Bukhara si trova il Mausoleo Chor Bakr (XVI-XX secolo) (costruito per ordine di Abdulla Khan).
Pernottamento a Bukhara.
 
________________________________________________

GIORNO 7: BUKHARA – NURATA (167km) – YANGHI KAZGAN
Colazione in hotel. Partiamo verso Nurata (268km, 4 ore). Lungo il tragitto si trova il Minareto di Vabkent. I minareti ispirarono l’architettura dei campanili e dei fari mediterranei e anche delle costruzioni orientali a forma di torre. Il minareto di Vabkent fu costruito alla fine del XII secc, da uno degli allievi di Bako. È una sottiletorre  di mattoni, alta 43 metri, con un diametro alla base di 7 m e nel punto più alto di 3m. Il minareto di Vabkent, cosi come quello di Kalyan, è coronato da un’ elegante lanterna ad archi decorata con le stalattiti. Il tronco del minareto è rivestito con regolarità da mattoni accoppiati, conta 8 strette fasce ornamentali, testi islamici, epigrafici e un anello di maiolica di color blu-verde subito sotto la lanterna.

Dopo ci spostiamo a Gijduvan che si trova a 45 km da Bukhara. La città è sempre stata un centro di produzione della raffinata ceramica tipica di questo paese. Qui possiamo osservare le diverse fasi della produzione di diversi tipi di ceramica come la preparazioni delle argille, la confezione dei diversi tipi di ceramiche, la pittura degli ornamenti e l’infornatura a oltre 1000°. A Syuzane invece si puo osservare la produzione di tessuto con cotone e con filo di seta. Più tardi in giornata ci trasferiamo a Nurata, la mitica città in cui sorge il castello di Alessandro Magno che qui giunse come ultima sua tappa prima di tronare in Battriana.

In serata ci trasferiamo a Yangi Gazgan dove si trova un caratteristico campo di Yurta attrezzato in cui ci accamperemo per la notte.

________________________________________________

GIORNO 8: YANGHI KAZGAN – LAGO AYDARKUL – SAMARCANDA 
Dopo colazione nel campo di yurta ci dirigiamo verso il lago Aydar-kul. La lunghezza totale del lago Aydar-kul è più di 220 km e la larghezza è di 40 km. Il lago nasce dal fiume di Syr-Darya nella regione di Tashkent e finisce nel deserto della regione di Navoi, davanti alle montagne di Nurata. Tutt'intorno si trovano prati smeraldini con tulipani e papaveri rosso. Straordinari i paesaggi che si possono vedere tra le sabbie e il Bacino del lago Aydar-kul. Qui si incontrano anche tanti animali (volpi, lupi, antilopi, sciacalli, scoiattoli), serpenti, cobra, boa, uccelli (rondini, fagiani, gabbiani, quaglie, pernici). Nel lago vivono più di 300 specie di pesci (luccio, carpa, siluro, persico ecc.) e quando il tempo è bello si puo nuotare.
Nel pomeriggio ci incamminiamo verso Samarcanda (298 km) dove pernottiamo. 
 
________________________________________________
 
GIORNO 9: SAMARCANDA
Oggi visitiamo la più gloriosa città sulla Via della Seta ed uno degli insediamenti più antichi dell’Asia Centrale. Per prima cosa visitiamo il mausoleo Gur-Emir (XV secolo) – che significa “la tomba dell’ Emiro” - posto dove è sepolto Tamerlano e i suoi seguaci. L’imponente moschea di Bibi-Khanim risalente al XV secolo, fatta costruita da Tamerlano dopo la suo campagna in India con l’intento di mostrare a tutti il suo potere. Per realizzare la moschea deportò a Samarcanda migliaia di artigiani indiani affinchè la costruissero e decorassero in modo che assomigliasse al paradiso. La piazza Registan è il simbolo di Samarcanda (XV-XVII secolo) e la moschea di Bibi-Khanim (XV secolo) rappresenta una gigantesca architettura. Visita ai mausolei del complesso Shakhi-Zinda (XIV-XV secolo) e all’ osservatorio di Ulugbek (1428-1429), fatto costruire dal governatore e scienziato Ulugbek. Pernottamento a Samarcanda.

 ________________________________________________

GIORNO 10: SAMARCANDA – SHAKHRISABZ – SAMARCANDA (180 km)
Colazione e partenza per Shakhrisabz – “la città verde”, piccola località situata 90 km a sud di Samarcanda. Visitiamo le splendide rovine con oltre duemila anni di storia! La città venne costruita secondo un modello tipico dell'Alto Medio Evo con una struttura centrale simile a quella di Samarcanda e Bukhara ed ha continuato a svilupparsi durante il IX e X secolo nonostante i continui conflitti tra le dinastie samanidi e i turchi. È la città natale di Tamerlano e una volta, probabilmente, la sua fama oscurava addirittura quella di Samarcanda. Egli vi fece infatti costruire il Palazzo Ak-Saray (1379-1404) – “il palazzo bianco” di cui sbalordiscono la grandezza e la magnificenza. Lo stesso vale per il Dorutilavat (seggio del potere e della forza) che forse arrivava anche a superare in grandiosità lo stesso palazzo, mentre tra le altre attrattive ci sono le tombe degli antenati di Tamerlano e la gigantesca moschea di Kok-Gumbaz (1435) – è la moschea per preghiera principale del venerdì. Ritornamento a Samarcanda, dove pernottiamo.

________________________________________________

GIORNO 11 : SAMARCANDA – TASHKENT (340km)
Dopo colazione visitiamo il bazar orientale “Siyob”, il museo archeologico di Afrosiab e il mausoleo Daniar (XV secolo) che si trova in un luogo pittoresco non lontano dal fiume Siyob. Poi l’affascinante complesso Khodja Abdi darun e Ishrat Khan Mausoleum ( Casa della Gioia) - l'impressionante portale che da sulle 20 pietre tombali dei bambini e donne Timuridi - il cimitero monumentale di Samarcanda , uno dei luoghi piu belli della decorazione ceramica del mondo. Nel pomeriggio ci spostiamo a Tashkent e, in base all'orario del nostro volo, andiamo a dormire o ci dirigiamo in aeroporto.
 
________________________________________________
 
GIORNO 12: TASHKENT-ROMA
Volo di ritorno per l’Italia.
 
________________________________________________

image

Quota 

€ 1880  a persona  per gruppi da 10 a 14 partecipanti
€ 1980  a persona v per gruppi da 5 a 9 partecipanti

supplemento Pasqua, ponti 25 aprile, 1 maggio e partenze speciali: 100 euro

________________________________________________

 

Cassa comune

Cassa comune: € 130 a persona

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.


LA QUOTA INCLUDE:

- Voli internazionali incluse tasse aeroportuali (franchigia bagaglio 20kg)
- Volo domestico Tashkent/Urgench
- Tutti i pernottamenti in hotel 3* stelle in camera doppia e una notte nella tipica yurta in cui si dormirà in gruppi di 6.
- Le prime colazioni
- 1 bottiglia di acqua a testa al giorno
- Tutti gli ingressi ai musei ed escursioni
- Spettacolo e concerto folkloristico a Bukhara
- Bus ad uso esclusivo del gruppo con autista
- Guida locale parlante italiano
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio
 
Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc - chi è? cosa fa?

 
LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo stimato una cassa comune di € 130 euro)
- mance
- supplemento singola 20 euro per notte (ma è possibile cercare un compagno/a di stanza nel gruppo). Per la notte nello yurte l'opzione singola chiaramente non è possibile. 
- i pranzi
- biglietto/permesso per la macchina fotografica

- Polizza annullamento (opzionale, da farsi a parte. Per richiedere preventivo scrivere a staff@vagabondo.net)

 

VISTI E DOCUMENTI

PASSAPORTO: necessario, con validità residua di non meno di tre mesi dalla scadenza del visto e con 2 pagine libere consecutive.

VISTO: Non necessario. A decorrere dal 01 febbraio 2019, i cittadini italiani (e di tutta l’Unione europea) non avranno più bisogno di visto per visitare l’Uzbekistan. L’accesso senza visto è permesso per un periodo massimo di 30 giorni.

VACCINAZIONI: non sono previste vaccinazioni obbligatorie. Sempre bene però chiedere consulto all’Asl di riferimento o al proprio medico di base.

 

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo