USA East Coast On The Road

Un'immersione totale negli Stati Uniti, un itinerario ricco e variegato, un viaggio on the road che prevede alcune delle pietre miliari d'America: Washington, Philadelphia, New York e anche Chigago. Passando dalla campagna degli Amish in Pennsylvania, dalla natura di Cape Cod e ancora dalla storia di Boston. Se volete esplorare gli USA, questo è il vostro viaggio. 

image

image

USA East Coast On The Road

DURATA:

18 giorni - Partenze da Milano e Roma
QUOTA: € 1550 a persona 
Supplemento agosto: 200 euro a persona
CASSA COMUNE: € 920 a persona (1050 dollari a persona circa - dipende poi dal cambio)
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?)
PERIODO: tutto l'anno
DIFFICOLTA':  Itinerario intenso. Si dorme in ostello e in camerate da 8 con bagno in comune.
Richiesto buono spirito di adattamento e voglia di condividere gli spazi. 
GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 15 + il Vagabondo Doc

 
Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo.
 

  Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

COSA SERVE SAPERE?

image
QUOTA

COSA COMPRENDE

image
TIPOLOGIA VIAGGIO

ON THE ROAD 
image
VISTI E PASSAPORTO

 INFORMAZIONI UTILI
image
DA SAPERE
DOVE SI DORME? COME CI SI MUOVE?  
image
ITINERARIO VIAGGIO

TAPPA GIORNO PER GIORNO 
image
DATE E PARTENZE

VEDI TUTTE LE DATE PREVISTE 

image

 

 

Da sapere Mi informo...

USA East Coast è un viaggio on the road e richiede una bella partecipazione da parte del gruppo.
Serve tenere presente che anche se si va negli Stati Uniti, destinazione facile e con numerosi servizi, il viaggio che faremo è intenso, attivo e con giornate stancanti.
Da non confondere con una vacanza nel dolce far niente perchè qui di cose da fare e vivere e vedere ce ne sono tante. 

Questo è un itinerario avventuroso che consente di visitare gli Stati Uniti in gruppo senza spendere un capitale.
E' adatto a gente di qualsiasi età, ma capace di viaggiare in modo spartano, semplice, condividendo tutto con i propri compagni di viaggio.
E' adatto inoltre a chi vuole vedere e scoprire le cose, ama l'arte, la storia, l'architettura e la natura. Non è adatto invece a chi non sa adattarsi, ha esigenze particolari o personali da anteporre e vuole fare delle vacanze organizzate: questo è un viaggio on the road, l'imprevisto fa parte del gioco.  

Dove si dorme?

Per questo viaggio i pernottamenti sono previsti in ostelli e case. Saranno in camerate multiple con letti a castello e con bagno in comune. A volte non sarà possibile dividere le camerate tra donne e uomini e si dormirà in camerate miste.
> In questo viaggio non si può richiedere la singola. Al contrario serve avere voglia di condividere con i compagni di viaggio e avere un buon spirito di condivisione.

Come ci si muove?
Viaggio on the road, leggete bene di che si tratta. Ci si muove con le macchine prese a noleggio (leggi cosa serve sapere sulla patente internazionale).

image

USA East Coast On The Road in breve

Un viaggio che ci porta alla scoperta dell'America nella sua costa orientale: partiremo da Washington, la città della Casa Bianca, degli edifici a forma di "pentagono" e dei grandi parchi, per poi proseguire toccando Philadelphia considerata nuovo fulcro della cultura americana, e ancora la contea di Lancaster, New York, Boston o Chicago. Senza tralasciare nel nostro viaggio on the road luoghi naturali e maestosi come le cascate del Niagara! Un'avventura decisamente completa e intensa, parecchio intensa. Pronti? 

image

 

 

Itinerario USA East Coast On The Road

GIORNO 1: ITALIA - WASHINGTON
GIORNO 2: WASHINGTON
GIORNO 3: WASHINGTON – CONTEA DI LANCASTER (200 KM CIRCA)
GIORNO 4: CONTEA DI LANCASTER  - PHILADELPHIA (100 KM)
GIORNO 5: PHILADELPHIA - NEW YORK (160 KM)
GIORNO 6: NEW YORK  (LOWER MANHATTAN)
GIORNO 7: NEW YORK (CENTRAL PARK E MIDTOWN)
GIORNO 8: NEW YORK – CAPE COD (406 KM)
GIORNO 9: BOSTON - CAPE COD (133 KM)
GIORNO 10: BOSTON
GIORNO 11: BOSTON – UTICA (421 KM)
GIORNO 12: UTICA - NIAGARA FALLS (340 KM)
GIORNO 13: NIAGARA FALLS - CLEVELAND (350 KM)
GIORNO 14: CLEVELAND  - CHICAGO (550 KM)
GIORNO 15: CHICAGO
GIORNO 16: CHICAGO
GIORNO 17: CHICAGO – ITALIA
GIORNO 18: ARRIVO IN ITALIA

 

Programma giorno per giorno USA East Coast On The Road

 

GIORNO 1: ITALIA - WASHINGTON

Dall’Italia voliamo a Washington, la Capitale dell’Unione, un luogo simbolo dove il sogno americano si manifesta nell’elegante maestosità dei suoi monumenti e palazzi in stile neoclassico circondati da enormi parchi pieni di simpatici scoiattoli. Washington è una città elegante e piacevole da scoprire tra politica, arte, natura e immensi spazi. Stanchi per il lungo volo ce ne andiamo a dormire, perché domani ci attende una giornata piena in questa importante città.

Notte a Washington.

________________________________________________

GIORNO 2 : WASHINGTON

Oggi faremo un percorso tra i simboli della nazione, dal Capitol Hill (che può essere visitato gratuitamente anche all'interno con guida prenotando online qui) al Lincoln Memorial. Passeremo per  la sede dell’FBI, per il Washington Memorial che segna limite massimo d'altezza per tutti gli edifici della città, per lo specchio d’acqua del The Mall palcoscenico del celebre discorso di Martin Luther King “I have a dream”, per i sontuosi memoriali ai caduti del Vietnam e della seconda Guerra Mondiale e, ovviamente, per uno dei simboli degli USA a livello mondiale: la Casa Bianca. A Washington ci sono anche i musei del più grande complesso del paese, lo “Smithsonian”. Sono tutti gratuiti e interattivi e possiamo sceglierne uno a seconda dei nostri gusti tra: il Museo dello Spazio dove vedere il primo aereo dei fratelli Wright e le navicelle che sono state sulla Luna; il Museo di Storia Naturale; il museo di “Notte al Museo 2” con i dinosauri a grandezza naturale; la National Gallery con i capolavori dell’arte mondiale; l'American History Museum dove la storia contemporanea americana può essere vissuta attivamente.

La sera ce ne andiamo a vivere la Washington by night. Uno dei quartieri più vitali è U Street Corridor, pieno di gallerie d’arte, bar e ristoranti. Ma ce ne sono anche altri: H street, Georgetown oppure Adams Morgan dove c’è lo storico Madam’s Morgan, un locale dove chi ha i capelli rossi… non paga la birra.

image

________________________________________________

GIORNO 3: WASHINGTON – CONTEA DI LANCASTER (200 KM CIRCA)

Oggi partiamo verso nord e ci immergiamo nella campagna. Entriamo in Pennsylvania, uno Stato che deriva da una colonia amministrata da William Penn con il buon proposito di farne un rifugio per tutti i perseguitati religiosi del mondo. Nel 1683 iniziarono ad arrivare Mennoniti, Fratelli Moravi e Amish in fuga dall’Europa, di questi sicuramente i più famosi sono gli Amish.

Lancaster è la contea Amish della Pennsylvania, ce ne sono circa 27 mila. Dista in auto circa 3 ore e mezza da Washingotn DC e si tratta di un posto sospeso nel tempo, fermo al 1800: abiti antichi, niente elettricità, pc, telefono, auto o tv.  

Trascorrere una giornata tra gli Amish quindi è l'occasione per tornare al passato. I paesaggi in questa zona sono incantevoli, il cibo è genuino. Non c’è connessione wifi.
Trascorreremo una notte in uno dei paesini qui attorno (Strasburg, Ronks, Intercourse, Bird-In-Hand, Ephrata, Lititz). Pernotteremo in qualche bed and breakfast, motel o fattoria.

________________________________________________

GIORNO 4: CONTEA DI LANCASTER  - PHILADELPHIA (100 KM)

Oggi andiamo a Philadelphia, città dell’amore fraterno, prima capitale dell’Unione e scenario di grandi eventi come la firma della Dichiarazione di Indipendenza e della Costituzione.

Philadelphia è anche la città della street art per eccellenza, non a caso è considerata la capitale mondiale dei murales. Dal 1984, quando ha avuto inizio il "Mural Arts Program", sono stati realizzati oltre 3.600 murales che hanno trasformato Philadelphia in un vero e proprio museo a cielo aperto.
Per la nostra visita possiamo scegliere se visitare i monumenti tradizionali, tra cui la campana Liberty Bell e l’Indipendence Hall, oppure fare un percorso artistico alternativo. Una chicca nascosta e poco battuta che vi consigliamo è il Philadelphia's Magic Garden oppure la Barnes Fondation, una strabiliante collezione di quadri (Renoir, Cezanne, Matisse, Modigliani, Picasso, Van Gogh e moltissimi altri) messa insieme con un occhio assolutamente avulso da ogni accademismo.

Se avremo tempo passeremo per l'antico quartiere Society Hill, per l' l'Italian Market e per l'imponente scalinata di Rocky al Philly Museum of Art. Potremo anche scegliere di visitare la Eastern State Penitentiary, la prigione famosa per leggende sui fantasmi dove "soggiornò" anche Al Capone, oppure di fare una passeggiata al Freemont Park, che è il parco urbano più grande del mondo (ben 11 volte Central Park di NY), che porta Philadelphia in vetta alla classifica delle città più verdi d'America!

Per cena, stanchi ma felici, potremo rispondere all'antico e arduo dilemma della città: “E’ più buono il cheese-steak di Geno’s o di Pat?“. Notte a Philadelphia.

image

________________________________________________

GIORNO 5: PHILADELPHIA - NEW YORK (160 KM)

Oggi lasciamo Philadelphia e ci trasferiamo a New York per scorrazzare qualche giorno  a Manhattan. Le cose da vedere e fare sono tantissime: i musei, le feste del Meat Packing District, i jazz club di Harlem, footing o rollerblading a Central Park. Ce n’è per tutti i gusti e in questi due giorni visiteremo le maggiori attrazioni della città e in più cercheremo di personalizzare il nostro soggiorno in base alle nostre preferenze.

Stasera un primo giro newyorkese, magari passando per la colorata Time Square.
Notte a New York.

________________________________________________

GIORNO 6: NEW YORK  (LOWER MANHATTAN)

C’è talmente tanto da vedere a New York che non si saprebbe da dove cominciare! La Statua della Libertà ne è il simbolo indiscusso, ed è da qui che inizierà la nostra giornata. Il punto migliore per ammirare Lady Liberty – come  la chiamano i newyorkesi – non è l’isola che la ospita ma è dal mare, e quindi dal traghetto per Staten Island. Tornati sulla terraferma iniziamo un “trekking urbano” che ci porterà nei luoghi clou di Lower Manhattan: il mitico ponte di Brooklyn, Ground Zero, il WoTC Visitor Center dove ci sono molte testimonianze dell'11 settembre, Wall Street e la Trinity Church.

Little Italy e Chinatown non sono distanti. Little Italy, anche se ormai si è ridotta a poco più di un paio di isolati, ha ancora qualcosa del fascino dei film di Martin Scorsese e i ristoranti con le tovaglie a quadretti. La vicina Chinatown in compenso è cresciuta in dimensioni e popolazione e vi si trovano insegne colorate, negozietti di ingredienti strani, anatre alla pechinese appese alle vetrine. A testimonianza che New York è una città multiculturale c’è anche il Mahayana Buddhist Temple.

Per la serata abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Che ne dire di un localino con musica jazz dal vivo, magari ad Haarlem? Sceglieremo insieme. Notte a New York.

________________________________________________

GIORNO 7: NEW YORK (CENTRAL PARK E MIDTOWN)

La mattina ci avventuriamo nel gigantesco Central Park, uno dei parchi cittadini più belli del mondo, reso celebre da decine e decine di film!  E poi qualche ora libera da dedicare a qualche museo, scegliendo tra il Metropolitan Museum of Art, l’American Museum of Natural History o il MoMA (The Museum of Modern Art).  

Nel pomeriggio andiamo a Midtown per dare un’occhiata al Rockefeller Center e salire fino a Top of The Rock a goderci il panorama su tutta la city. E poi ci facciamo una giratina per Soho e il Greenwich Village e magari una cena nel Meat Packing District, che in questi anni è diventato davvero all’avanguardia in fatto di feste e locali. Notte a New York.

________________________________________________

GIORNO 8: NEW YORK – CAPE COD (406 KM)

Cape Cod è uno dei primi insediamenti inglesi in Nordamerica, ragion per cui vanta una grande ricchezza di monumenti ed edifici storici sparsi per tutta la penisola, alcuni dei quali oggi assurgono a galleria d’arte. Ma questo tratto di costa è anche famoso per la sua natura eccezionale con oltre 500 km di costa selvaggia, immense spiagge bianche e le balene, che si possono vedere da aprile ad ottobre.  L’Oceano Atlantico si infrange su una linea costiera disseminata di caratteristici porticcioli, laghi salati, dune spazzate dal vento e fari baluginanti, esplorabili a piedi o lungo i percorsi ciclabili disseminati lungo il litorale (fra i più famosi: il Cape Code Canal e il Shining Sea Bikeway).

Se è il periodo giusto (da aprile a ottobre) chi vuole può imbarcarsi per un pomeriggio whale-watching. Qui passano balene gobbe, balenottere azzurre e altri cetacei. Sulla spiaggia invece è quasi sempre possibile osservare branchi di oziose foche.

Poi la sera si trova  qualche tipico localino della costa dove gustare una zuppa di pesce e fare due chiacchiere con qualche vecchio marinaio. Notte a Cape Cod.

image

________________________________________________

GIORNO 9: BOSTON - CAPE COD (133 KM)

Oggi lasciamo Cape Cod per Boston, in New England, che nell’immaginario collettivo è considerata una città puritana e piena di storia in po’ noiosa. Vedremo di sfatare questo mito. La storia di Boston è molto antica, il che negli Stati Uniti vuol dire milleseicentoqualcosa, non vi mettete a ridere! Boston fu fondata nel 1630 e cinque anni dopo vi venne aperta la prima scuola americana e poi un’università teologica che in seguito divenne… Harvard. Ecco, per la nostra prima serata a Boston partiamo da qui, dalla vita culturale della zona di Cambridge, dove c’è la città universitaria di Harvard. Qui negozi di dischi, teatri, locali di musica dal vivo e librerie vi faranno dimenticare di aver pensato che Boston fosse una città noiosa.
Notte a Boston.  

________________________________________________

GIORNO 10: BOSTON

A Boston si respira la grande storia americana fatta di rivoluzioni, guerre d’indipendenza, guerre civili, lotte razziali e sociali. Per ripercorrerla tutta basta fare una passeggiata lungo Freedom Trail, che è un immenso percorso-museo all'aperto su cui troveremo: il Boston Common che è il parco pubblico più vecchio degli USA (in inverno ha anche una grande pista di pattinaggio); la   Massachusetts State House; Park Street Church dove nel 1829 venne fatto il primo discorso antischiavista; il cimitero Old Granary Burying Ground; King’s Chapel; la Statua di Benjamin Franklin; l'Old South Meeting House da dove nel 1773 si scatenò il Boston Tea Party e quindi l'inizio della Rivoluzione, l'Old State House dove fu letta la dichiarazione d’indipendenza. Per chi ha voglia di musei… c’è l’imbarazzo della scelta. Possiamo poi andare a goderci il tramonto sulla collina di Beacon Hill, l’antico (1800) quartiere residenziale in cui Henry James ambientò “I bostoniani”. Ammiriamo le splendide dimore e i giardini fioriti. Notte a Boston.

________________________________________________

GIORNO 11: BOSTON – UTICA (421 KM)

Oggi un lungo viaggio ci attende. Lasciamo la costa oceanica degli Stati Uniti e ci inoltriamo verso l’interno. Usciamo dal Massachusetts ed entriamo nello stato di New York. Possiamo fare una sosta ad Albany, la capitale dello stato di New York, una città sul fiume Hudson, piena di parchi ed edifici storici. La nostra meta finale, per oggi, è la cittadina di Utica. Se non siamo troppo stanchi possiamo fare una visita al Munson-Williams-Proctor Arts Institute, dove sono esposte opere d’arte provenienti da tutto il mondo. O semplicemente goderci la vita di provincia americana in un bar con una birra in mano.

Notte a Utica.

________________________________________________

GIORNO  12: UTICA - NIAGARA FALLS (340 KM)

Proseguiamo il nostro viaggio verso ovest e raggiungiamo Niagara Falls e subito andiamo a vedere le spettacolari cascate. Già dal ponte che separa Stati Uniti e Canada è possibile ammirare le Cascate nel loro splendore. Vi suggeriamo di portare un impermeabile, perché l'acqua delle cascate arriva fin sulla strada. Alle Niagara Falls si può fare anche il "Maid of the mist", divertente e bagnato! Su un barcone si arriva quasi sotto le cascate, dove l’acqua ha una tal potenza che… ci si bagna completamente (anche se prima di salire vi daranno una specie di k-way di cerata). Torneremo bagnati, ma felici di aver ammirato questo immenso spettacolo della natura.

image

________________________________________________

GIORNO 13: NIAGARA FALLS - CLEVELAND (350 KM)

Oggi si parte per Cleveland, la città del rock. Qui viveva Alan Freed, il disk jockey che negli anni Cinquanta rese popolare il termine rock ‘n’ roll. Visitiamo il Rock n' Roll Hall Of Fame Museum, che si trova lungo le sponde del lago Erie. Qui troveremo cimeli del calibro della chitarra Fender di Jimi Hendrix, la Porche psichedelica di Janis Joplin, gli occhiali neri di Ray Charles.

Quando ci viene fame possiamo andare al West Side Market, uno straordinario mercato nelle cui bancarelle si trova di tutto: dalle tortillas mexicane ai pierogi polacchi. Lì vicino è anche pieno di ristorantini di varie nazionalità.

Poi possiamo sperimentare la vita notturna di Cleveland, che essendo una città universitaria, ha parecchi locali carini, soprattutto in Coventry Street, e anche una birra locale, la Great Lakes. Oppure si può andare lungo la 6th street, in down town, affollata di giovani che il sabato sera fanno una specie di Ombralonga per tutta la notte. Notte a Cleveland.

________________________________________________

GIORNO 14: CLEVELAND  - CHICAGO (550 KM)

Attraversiamo la regione dei grandi laghi per raggiungere la meta finale del nostro viaggio, che sarà Chicago. Il trasferimento sarà lungo ma ci permetterà di arrivare a Chicago in giornata e di poterci godere una delle città più belle e interessanti degli USA per due giornate intere.

Notte a Chicago.

________________________________________________

GIORNO 15:  CHICAGO

Benvenuti a Chicago, la patria del chewing-gum, dei rollerblade, di Playboy, dei primi grattacieli e di molte altre amenità, ma soprattutto benvenuti nella capitale mondiale dell’architettura moderna. Chicago nel 1871 fu totalmente distrutta da un incendio e venne ricostruita interamente in metallo per l’Esposizione Universale del 1893 dalle menti geniali degli architetti Burnham, Sullivan, Wright e Mies Van der Rohe.

La cosa più affascinante di Chicago è la sua bellezza nascosta: praticamente ogni grattacielo, ogni palazzo, è stato il primo del suo genere ed ha inaugurato un trend che si è propagato nel resto del mondo. Nelle hall dei vecchi grattacieli e nei vecchi grandi magazzini come Macy’s si celano sorprese inaspettate: ascensori art deco, illuminazioni originali di inizio secolo scorso, vetrate e mosaici sulla storia della città.

Giriamo la città tutti con il naso all’insù ad ammirarne i giganteschi grattacieli, tra cui svetta la Willis Tower (ex Sears Tower) che per molti anni è stato il più alto del mondo. Prima notte a Chicago.

image

________________________________________________

GIORNO 16: CHICAGO

Le cose da visitare a Chicago sono tantissime e ci sono un sacco di iniziative culturali a cui partecipare. In città ci si muove con i mezzi pubblici (in auto è sconsigliato perché i parcheggi sono costosissimi), tra cui la celebre EL, la metropolitana sopraelevata costruita nel 1893 e sempre presente nei film girati a Chicago (ma forse ve la ricordate più nella serie E.R.).

Da non perdere assolutamente ci sono il Millenium Park, enorme (10 ettari!) museo all’aperto di architettura e scultura contemporanea nato nel 2004, e l’Art Institute, uno dei musei più importanti del mondo, costruito nel 1893 in stile neo-rinascimentale italiano. Contiene una quantità impressionante di meraviglie. Citiamo in ordine sparso: Picasso, Mirò, De Chirico, Chagall, Matisse, Le Corbusier, Kandinsky, Andy Warhol, Rubens, Tiziano, Gaugin, Van gogh, Goya, Cezanne, Matisse, Rembrandt. Fuori dal museo c’è un parco, Grant Park, che è il punto di inizio ufficiale della Route 66. C’è un cartello che ne annuncia l’inizio con la targa "Begin of historic Route 66", all'incrocio tra Adams St e Michigan Av. (anche se non è precisamente il suo inizio, il cartello è stato messo in questo punto solo per questioni di viabilità).

E la sera? Chicago è conosciuta anche come la città del Blues, anzi del “Chicago Blues”, un genere che ha avuto come esponenti di spicco Big Bill Bronzy, Sonny Boy Williamson, John Lee Hooker e molti altri. La sera ce ne andremo alla scoperta di qualcuno dei club che hanno continuato la tradizione del Chicago Blues, ma anche per locali rock o country. Qui uscire è economico perché spesso l’ingresso dei locali è gratuito (ma a volte consentito solo a chi ha almeno 21 anni). Seconda notte a Chicago.

________________________________________________

GIORNO 17: CHICAGO – ITALIA

Una mattinata libera per salutare Chicago e tutti gli Stati Uniti. Poi tutti sul volo che ci riporterà in Italia.

________________________________________________

GIORNO 18: ARRIVO IN ITALIA

Rientro a casa con (speriamo) un viaggio splendido alle spalle e tanti nuovi amici Vagabondi!

________________________________________________


image



Quota 

€ 1550 euro a persona 
Supplemento agosto: 200 euro a persona
In questo viaggio non è possibile richiedere la singola

________________________________________________

Cassa comune

€ 920 a persona (1050 dollari a persona per la precisone - dipende poi dal cambio)
da aggiungere alla quota base e versare in loco.

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.

LA QUOTA INCLUDE:

- Il volo internazionale e le tasse aeroportuali
- auto a nolo guidate dal Vagabondo DOC e da qualche partecipante al viaggio - leggete qui come funziona
- le prime due notti di pernottamento a Washington (ostello in camerata con bagno in comune) - gli altri verranno pagati con la cassa comune.
- Assicurazione sanitaria e bagaglio.

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo stimato una cassa comune di 920 euro): 

- gli ostelli (salvo a Whashington che è incluso)
- i pasti
- biglietti di ingresso ai musei e ai parchi
- la benzina
- tasse locali autonoleggio da pagare in loco
- i parcheggi

- l'Esta per chi ne ha bisogno (14 USD)

 

NB: la cassa comune è calcolata/stimata sulla base di pernottamenti in ostello e pasti in ristorantini etnici, al sacco o fast food.

La quota può subire supplementi a seconda del periodo dell’anno, del numero degli iscritti o dei cambi repentini dei prezzi dei voli. A volte siamo costetti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo. Inoltre i supplementi non hanno MAI valore retroattivo e quindi valgono solo per i futuri iscritti. Sul forum specifico del viaggio trovate le cifre aggiornate di volta in volta e le ragioni di eventuali variazioni. 

 

 

VISTI E DOCUMENTI

PASSAPORTO:
Necessario, con data di scadenza successiva  alla data prevista per il rientro in Italia.
 
VISTO:
Per entrare negli Stati Uniti è necessario ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization).  Serve l'ESTA: come si compila
Inoltre leggete bene: DOCUMENTI ED ISTRUZIONI PER INGRESSO NEGLI USA

 

INFO UTILI: COSA SI MANGIA

Siamo in America: possiamo scegliere ogni giorno tra diversi ristorantini a prezzo fisso (in alcuni si trova menù a buffet sui 15 USD), ristorantini etnici, fast food, panini per strada e moltissima altra roba.
Ogni tanto si può mangiare anche in ristoranti normali ordinando alla carta, ma sappiate che poi spenderete di più di cassa comune. 

La cucina Amish
Tutti quelli che visitano la contea di Lancaster tornano soddisfatti e con la pancia piena. A quanto pare la cucina degli Amish è semplice, abbondante e gustosissima. Le loro ricette, come tutta la loro vita, sono ancora quelle dell'Ottocento e hanno una forte influenza europea (svizzara, tedesca, alsaziana). Gli ingredienti, carne e verdure, sono tutti di produzione locale e quindi assolutamente bio.

Unica raccomandazione è di stare attenti agli orari di chiusura delle fattorie. Quasi tutte chiudono alle 20 in punto.
In una società dove la corrente elettrica è considerata cosa dannosa si va a letto presto! Sfogatevi quindi a pranzo.

 


DATE E PARTENZE PREVISTE PER QUESTO VIAGGIO:

Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Mer 7/8/2019
-
Sab 24/8/2019
11
Completo
alimnia

Con la vagabonda doc Milena / almnia. Iscritte 7 vagabonde, 4 vagabondi + la vagabonda doc. Età degli iscritti da 25 a 55 anni.

→ COMPLETO (non è più possibile iscriversi)

- Prenotami!  Forum! 
Mer 28/8/2019
-
Sab 14/9/2019
1
Da confermare
VittòVaga

 

Con la vagabonda doc Vittoria / VittòVaga. Iscritti una vagabonda + la vagabonda doc. Età degli iscritti da 28 a 46 anni

- Prenotami!  Forum! 
Mer 18/9/2019
-
Sab 5/10/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 15/4/2020
-
Sab 2/5/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 29/4/2020
-
Sab 16/5/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 13/5/2020
-
Sab 30/5/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 27/5/2020
-
Sab 13/6/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 10/6/2020
-
Sab 27/6/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 24/6/2020
-
Sab 11/7/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 8/7/2020
-
Sab 25/7/2020
0
Da confermare
- Prenotami!

Pagine


Vagabondo viaggia senza inquinare

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo