Tibet fai da te per viaggiatori indipendenti

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Tibet Per Viaggiatori Indipendenti

Data la grande richiesta abbiamo creato un itinerario che si può fare anche in due persone. Naturalmente è più caro che se fatto in gruppo, quindi vi consigliamo sempre di partire con uno dei nostri viaggi di gruppo. Ma capiamo che non a tutti piace viaggiare in gruppo, quindi...

Nepal e Tibet per indipendenti

Durata:

16 giorni

Costi:

3420 USD (dollari, non euro) a persona SENZA VOLO DALL'ITALIA ma compreso il volo da Kathmandù a Lhasa.

Chi volesse anche il volo internazionale può però richiederlo. Calcolate però che per viaggiatori indipendenti Vagabondo non ha tariffe scontate (come per i viaggi di gruppo), ma paga i voli quanto li paghereste da soli.

Minimo 2 persone

Note:

AttenzioneInformazioni aggiornate sull'apertura/chiusura delle frontiere con il Tibet.

E' possibile estendere la permanenza in Nepal o in Tibet e avere itinerari personalizzati.

Difficoltà:

 Viaggio per tutti, alberghi belli. Unica difficoltà è l'altitudine in Tibet. Se avete già dormito sopra i 3000 metri senza problemi (a parte la tipica fame d'aria e l'insonnia, che sono normali) potete partire tranquillamente. Se avete avuto problemi gravi in altri viaggi sonsigliamo di partire. Se invece non avete mai dormito sopra i 3000 metri... questa sarà la vostra prova del fuoco. Ma non temete, abbiamo un'ottima unità medica in Tibet che in caso di problemi (che comunque sono molto rari) è pronta a risolverveli immediatamente.

 

 LEGGI IL PROGRAMMA

 Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541


10 giorni in Tibet dal Nepal

Durata:

10 giorni

Costi:

2660 USD (dollari, non euro) a persona SENZA VOLO DALL'ITALIA ma compreso il volo da Kathmandù a Lhasa.

Chi volesse anche il volo internazionale può però richiederlo. Calcolate però che per viaggiatori indipendenti Vagabondo non ha tariffe scontate (come per i viaggi di gruppo), ma paga i voli quanto li paghereste da soli.

Minimo 2 persone

Note:

Informazioni aggiornate sull'apertura/chiusura delle frontiere con il Tibet.

E' possibile estendere la permanenza in Nepal o in Tibet e avere itinerari personalizzati.

Difficoltà:

 Viaggio per tutti, alberghi belli. Unica difficoltà è l'altitudine in Tibet. Se avete già dormito sopra i 3000 metri senza problemi (a parte la tipica fame d'aria e l'insonnia, che sono normali) potete partire tranquillamente. Se avete avuto problemi gravi in altri viaggi sonsigliamo di partire. Se invece non avete mai dormito sopra i 3000 metri... questa sarà la vostra prova del fuoco. Ma non temete, abbiamo un'ottima unità medica in Tibet che in caso di problemi (che comunque sono molto rari) è pronta a risolverveli immediatamente.

 

 LEGGI IL PROGRAMMA

 Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

Guarda anche
• Info generali e altri viaggi in Nepal
Info generali e altri viaggi in Tibet
• Viaggi di gruppo in Nepal e Tibet

Il Nepal e il Tibet sono due paesi che hanno molto in comune e al contempo molto di diverso. Induismo e buddismo tibetano, etnie e popoli sono fusi in modo naturale nella vita di tutti i giorni, nelle loro feste, tradizioni e ritualità. Di solito le nostre date di partenza sono regolate sul calendario delle loro feste popolari e religiosi. Vegetazioni che vanno dal tropicale all'arido di alta montagna. Un itinerario di rara intensità in mezzo a gente che ha dato all'umanità grandi tradizioni. Lumbini (Nepal) è il luogo di nascita di Siddharta, in lingua Pali (nepali) sono scritti i canoni buddisti originali, il Tibet rappresenta uno degli esempi più intensi di diffusione del buddismo fuori dall'India. Il Nepal si visita tutto l'anno, da giugno a settembre la vista sulle montagna può essere ridotta a causa delle nubi e delle piogge. Il Tibet si visita da inizio di maggio a ottobre, in inverno no perchè fa troppo freddo.

 


Nepal e Tibet - Programma di massima

(attenzione, rispetto al giorno della settimana in cui arrivate vi faremo un itinerario personalizzato, tenendo conto dei giorni in cui è previsto il volo da Kathmandù a Lhasa, delle eventuali chiusure della frontiera con il Tibet e dei giorni di cerimonie e feste. I luoghi qui descritti verranno comunque tutti visitati) 

GIORNO 1 - arrivo a Kathmandu
Incontro con la nostra guida nepali e bus/autista. Poi tutti in albergo per una notte di meritato riposo.

Giorno 2 - KATHMANDU 
Oggi si visiteranno le maggiori attrattive di Kathmandù: Boudhanath, Pashupatinath, Durbar Square. Pernottamento a Kathmandu.

Boudhanath - L'antico colossale stupa buddista è uno dei più grandi del mondo. La sua base è a forma di mandala ( e simboleggia la terra), la cupola sopra (simbolo dell'acqua), poi viene la spirale ( simbolo del fuoco) e l'ombrello ( simbolo dell'aria), con ultimo i pinnacolo ( simbolo dell'etere , lo spazio). I cinque elementi della tradizione indiana. La parte a spirale è fatta di 13 piani a rappresentare i 13 scalini del percorso al nirvana della scuola buddista.

Pashupatinath - Il tempio hindu più importante del Nepal. E' un tempio Shivaita che attrae molti devoti da tutto il subcontinente indiano e molti coloriti sadu. Sono frequenti i gruppi in pellegrinaggio. Qui potrete assistera da vicino alle cremazioni sul fiume. I funerali induisti sono un importante rito di passaggio per il defunto. Vi partecipano gli uomini della famiglia mentre alle donne è vietato, perchè si metterebbero a piangere e il funerale non deve essere triste, ricordate che l'uomo non muore definitivamente ma si rincarna in un altro essere!

Piazza Durbar di Kathmandu - Durbar in lingua nepali significa palazzo. Durbar Square è quindi presente in ogni città nepalese sia a Patan o Bhaktapur tutte in fronte al palazzo reale o nobile. Il centro cittadino.
Il Re già da circa cento anni non risiedeva più nel Palazzo Reale qui in piazza Darbur. L'ultimo re nepalese, un cattivone di prima categoria, aveva preso il potere nel 2001 ammazzando il re suo fratello e tutta la sua famiglia. Praticamente l'Amleto ai giorni nostri. Sono stati anni difficili per il Nepal ma poi, due anni fa, il popolo si è sollevato e ha cacciato il tiranno. Oggi il Nepal è una Repubblica.
  Intorno a Durbar Square ci sono numerosi interessanti templi e vita cittadina. Ammiriamo il Kumari Chowk (la Dea Bambina) e la Kasthamandap (Casa di Legno). Facile perdersi per ore passeggiando in questa piazza e nella adiacente Basantapur Square.

GIORNO 3 e 4 - LA VALLE DI KATHMANDU Kirtipur, Pharphing, Dakshinkali, Swayambunath.
In queste due giornate ci rechiamo a ovest di Katmandu. 
A Dakshinkali visiteremo il Tempio della Dea Kali, regolarmente frequentato dai seguaci induisti, che sorge in mezzo a verde vegetazione. Ogni martedì e sabato vi si tengono sacrifici animali. Uno spettacolo che può apparire cruento ma fa parte integrante della cultura induista. 
Poi si prosegue per Kirtipur, un delizioso villaggio con sapore ancora medievale ricco di edifici di interesse artistico e architettonico, e a fine giornata saliremo sulla collina dello Stupa di Swayambunath, uno dei simboli del Nepal. Questo tempio buddista è conosciuto anche come tempio delle scimmie perchè... ce ne sono tantissime! 
Pernottamento a Katmandu.

(attenzione: se oggi non è nè martedì nè sabato la visita di Dakshilkali viene spostata ad un altro giorno).

GIORNO 5 - VOLO KATHMANDU/LHASA (3650m) - TSETANG
Volo Air China per Lhasa. Incontro con la nostra guida tibetana. Ci dirigiamo subito alla cittadina di TSETANG (1 ora di bus). Pomeriggio tempo libero per la acclimatazione. Tsedang è la più antica città  e capitale del Tibet. Pernotto a Tsedang.

GIORNO 6 - TSETANG
Si va al monastero di Samye, dell'800 d.c, un luogo che ha una lunga storia. Rappresenta il primo monumentale insediamento della religione buddista in Tibet. Pranzo nel villaggio di Samye. Lungo la via del ritorno facciamo interessanti fermate a Yumgbu Lhakhang e al Trandruk Temple, anch’esso uno dei più antichi monasteri in Tibet (V!! secolo), regno di Songtsen Gampo. Pernotto a Tsedang.image

GIORNO 7 – TSEDANG/LHASA
Oggi finalmente si raggiunge Lhasa. Sulla strada ci fermiamo a visitare il monastero di Mindroling, di tradizione Nyinmapa, rifondato dal lama Terdak Lingpa (1646-1714) che fu maestro spirituale del quinto Dalai Lama su un preesistente luogo religioso . Arrivo e sistemazione a Lhasa.
 
GIORNO 8 & GIORNO 9 – VISITA DI LHASA 
Ed eccoci nella fantastica Lhasa! Visitiamo innanzitutto il monumentale Palazzo Potala, veramente una bellezza notevole, poi il Tempio Jokhang, il mercato Barkhor intorno al tempio, il Monastero Drepung e il Monastero di Sera. In questi due giorni scopriremo la ricchezza della storia e della cultura locale. Pernotti a Lhasa.

GIORNO 10 – LHASA/GYANTSE (3650m – 290km) 
Si parte per l'avventuroso ritorno in Nepal via terra. In questi giorni dobbiamo attraversare la catena Himalaiana. Lo iniziamo a fare attraverso il passo Kamba, a 4800 metri, a il Karo LaKaro a 5000 metri toccando il lago YamdrokTso. Pernottamento a Gyantse.
 
GIORNO 11 – GYANTSE/SHIGATSE (3900m) 
Al mattino visitiamo il monastero di Gyantse, poi due ore di gradevole tragitto e siamo a Shigatse. Nel pomeriggio visitiamo la città monastero di Tashilhunpo, il più grande del Tibet, fondato dal primo Dalai Lama, famoso per le sue liturgie, dottrine e tradizioni. Da sempre l’Abate di Tashilhunpo viene considerato la figura più importante del Tibet insieme al Dalai Lama. Poi facciamo un giro per il vivace mercato tibetano. Pernottamento a SHIGATSE

GIORNO 12 – SHIGATSE/SAKYA/SHEGAR (4920m).image
Oggi si raggiunge Shegar attraverso i passi Tsou e Gyatso. Lungo la strada si visita Sakya, un paese monastero del 1070 sopravvissuto intatto alla Rivoluzione Culturale. Una particolarità: qui l’Abate è una carica ereditaria, passa di padre in figlio, mentre in tutti gli altri monasteri il nuovo abate è la reincarnazione del precedente. Il monastero di Sakya ha un'enorma importanza storica: fu l’abate di Sakya che incontrò Kengis Khan offrendogli lo scettro del Tibet, fu l’Abate di Sakya che ricevette da Khubilai Khan la delega a governare e probabilmente anche Marco Polo quando citava il Tibet si riferiva a questa figura e a questo monastero. Pernottamento a SHEGAR.

GIORNO 13 – SHEGAR/ EVEREST/ TINGRI
Lasciamo Shegar per il passo Pang La (5150m) addentrandoci nella catena himalayana. Qui i paesaggi si fanno sempre più interessanti: sopra le nostre teste svettano giganti di ghiaccio, dal Makalu allo Shishapangma, una sequenza di montagne di 7000 e 8000 metri che non dimenticherete mai.
Appena arriviamo nella Rongbuk Valley ci appare maestoso l’Everest. Si organizza la visita con bus e permessi delle autorità cinesi per il campo base Everest (5200 m). Si torna in serata a dormire a Tingri allo Snow Leopard Lodge (4400 m).
 


GIORNO 14 – TINGRI/ZHANGMU/BHAKTAPUR (340 KM)
Attraverso il passo Lalung La (5100M) e Shung La (5200) ci dirigiamo a Zhangmu. Lungo la strada si visita la grotta di Milarepa, luogo molto importante per l’ascetismo tibetano. Milarepa è stato un santo simbolo del periodo intorno al 1000. La sua importanza deriva dal fatto che nel corso di una vita sola è passato da essere un grande assassino ad essere un grande santo. Un mito nella tradizione del buddismo mondiale. 
Al ponte dell’Amicizia, confine fra Cina e Nepal, ci attende il pulmino e guida nepalese e andiamo a Bhaktapur, dove si dorme.

GIORNO 15 - BHAKTAPUR e CHANGUNARAYAN.
Visitiamo Changunarayan, che è sede del più antico tempio attivo del Nepal, risalente a circa 2000 anni fa. 
Poi la splendida Bhaktapur (alla lettera città dei devoti), un gioiellino medievale che vi rimarrà nel cuore. Entreremo dalla Porta d’Oro per visitare il Palazzo delle 55 finestre, i templi antichi e i mirabili palazzi. La vita qui scorre tranquilla ed ha un antico sapore artigianale. Bellissimo il mercato locale dove spiccano i tradizionali sari rossoneri. 
Pernottamento a Bhaktapur .

GIORNO 16 BHAKTAPUR - trasferimento in aeroporto
Oggi tempo libero fino alla partenza del vostro volo. Vi portiamo in aeroporto quando volete. Oppure a Kathmandù, se volete stare altri giorni in Nepal.

 

La quota comprende : 
•    Il volo KHATMANDU/LHASA in classe economica  
•    Tutte le tasse aeroportuali /Franchigia bagaglio 20 kg. 
•    trasporti per tutta la durata del viaggio + autista: 4x4 Toyota o Nissan in Tibet / auto privata in Nepal
•    Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle  e  heritage  (B&B camera doppia). 
Attenzione: nella zona dell'Everest si dorme una notte in guesthouse con bagno in comune (invece tutti gli altri pernottamenti sono in camera con bagno privato).
•   Guide locali in inglese o italiano: italiano a Kathmandù e dintorni, inglese nel resto del Nepal e in Tibet.
•    Ingressi ai siti e monumenti.

Non comprende:   
• Visti per Nepal e Cina e permesso turistico per il Tibet (vedi nota sotto).
• I pasti (calcolate 10 euro al giorno)
• Il volo da e per l'Italia  
• una mancetta per la guida se vi è piaciuta

Supplemento singola 20 euro per notte.

---------------------------------------------

10 giorni in Tibet dal Nepal - Programma di massima

(attenzione, rispetto al giorno della settimana in cui arrivate vi faremo un itinerario personalizzato, tenendo conto dei giorni in cui è previsto il volo da Kathmandù a Lhasa e delle eventuali chiusure della frontiera con il Tibet e dei giorni di cerimonie e feste. I luoghi qui descritti verranno comunque tutti visitati. A volte si fa l'itinerario inverso - andata in Tibet via terra e ritorno in aereo) 

GIORNO 1 -  VOLO KATHMANDU/LHASA (3650m) - TSETANG
Volo Air China per Lhasa. Incontro con la nostra guida tibetana. Ci dirigiamo subito alla cittadina di TSETANG (1 ora di bus). Pomeriggio tempo libero per la acclimatazione. Tsedang è la più antica città  e capitale del Tibet. Pernotto a Tsedang.

GIORNO 2 - TSETANG
Si va al monastero di Samye, dell'800 d.c, un luogo che ha una lunga storia. Rappresenta il primo monumentale insediamento della religione buddista in Tibet. Pranzo nel villaggio di Samye. Lungo la via del ritorno facciamo interessanti fermate a Yumgbu Lhakhang e al Trandruk Temple, anch’esso uno dei più antichi monasteri in Tibet (V!! secolo), regno di Songtsen Gampo. Pernotto a Tsedang.

GIORNO 3 – TSEDANG/LHASA
Oggi finalmente si raggiunge Lhasa. Sulla strada ci fermiamo a visitare il monastero di Mindroling, di tradizione Nyinmapa, rifondato dal lama Terdak Lingpa (1646-1714) che fu maestro spirituale del quinto Dalai Lama su un preesistente luogo religioso . Arrivo e sistemazione a Lhasa.
 
GIORNO 4 & GIORNO 5 – VISITA DI LHASA 
Ed eccoci nella fantastica Lhasa! Visitiamo innanzitutto il monumentale Palazzo Potala, veramente una bellezza notevole, poi il Tempio Jokhang, il mercato Barkhor intorno al tempio, il Monastero Drepung e il Monastero di Sera. In questi due giorni scopriremo la ricchezza della storia e della cultura locale. Pernotti a Lhasa.

GIORNO 6 – LHASA/GYANTSE (3650m – 290km) 
Si parte per l'avventuroso ritorno in Nepal via terra. In questi giorni dobbiamo attraversare la catena Himalaiana. Lo iniziamo a fare attraverso il passo Kamba, a 4800 metri, a il Karo LaKaro a 5000 metri toccando il lago YamdrokTso. Pernottamento a Gyantse.
 
GIORNO 7 – GYANTSE/SHIGATSE (3900m) 
Al mattino visitiamo il monastero di Gyantse, poi due ore di gradevole tragitto e siamo a Shigatse. Nel pomeriggio visitiamo la città monastero di Tashilhunpo, il più grande del Tibet, fondato dal primo Dalai Lama, famoso per le sue liturgie, dottrine e tradizioni. Da sempre l’Abate di Tashilhunpo viene considerato la figura più importante del Tibet insieme al Dalai Lama. Poi facciamo un giro per il vivace mercato tibetano. Pernottamento a SHIGATSE

GIORNO 8 – SHIGATSE/SAKYA/SHEGAR (4920m).
Oggi si raggiunge Shegar attraverso i passi Tsou e Gyatso. Lungo la strada si visita Sakya, un paese monastero del 1070 sopravvissuto intatto alla Rivoluzione Culturale. Una particolarità: qui l’Abate è una carica ereditaria, passa di padre in figlio, mentre in tutti gli altri monasteri il nuovo abate è la reincarnazione del precedente. Il monastero di Sakya ha un'enorma importanza storica: fu l’abate di Sakya che incontrò Kengis Khan offrendogli lo scettro del Tibet, fu l’Abate di Sakya che ricevette da Khubilai Khan la delega a governare e probabilmente anche Marco Polo quando citava il Tibet si riferiva a questa figura e a questo monastero. Pernottamento a SHEGAR.

GIORNO 9 – XEGAR/ EVEREST/ XEGAR
Lasciamo Shegar (o Xegar) per il passo Pang La (5150m) addentrandoci nella catena himalayana. Qui i paesaggi si fanno sempre più interessanti: sopra le nostre teste svettano giganti di ghiaccio, dal Makalu allo Shishapangma, una sequenza di montagne di 7000 e 8000 metri che non dimenticherete mai.
Appena arriviamo nella Rongbuk Valley ci appare maestoso l’Everest. Si organizza la visita con bus e permessi delle autorità cinesi per il campo base Everest (5200 m). Si torna in serata a Shegar.

GIORNO 10 – XEGAR/ZHANGMU/KATHMANDU' (340 KM)
Attraverso il passo Lalung La (5100M) e Shung La (5200) ci dirigiamo a Zhangmu. Lungo la strada si visita la grotta di Milarepa, luogo molto importante per l’ascetismo tibetano. Milarepa è stato un santo simbolo del periodo intorno al 1000. La sua importanza deriva dal fatto che nel corso di una vita sola è passato da essere un grande assassino ad essere un grande santo. Un mito nella tradizione del buddismo mondiale. 
Al ponte dell’Amicizia, confine fra Cina e Nepal, ci attende il pulmino e guida nepalese e ci riporta a Kathmandù. Fine del tour.

 

La quota comprende : 
•    Il volo KHATMANDU/LHASA in classe economica  
•    Tutte le tasse aeroportuali /Franchigia bagaglio 20 kg. 
•    trasporti per tutta la durata del viaggio + autista: 4x4 Toyota o Nissan
•    Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle  e  heritage  (B&B camera doppia con bagno privato). 
•   Guide locali in inglese 
•    Ingressi ai siti e monumenti.

Non comprende:   
• Visti per Nepal e Cina e permesso turistico per il Tibet (vedi nota sotto).
• I pasti (calcolate 10 euro al giorno)
• Il volo da e per l'Italia  
• una mancetta per la guida se vi è piaciuta
• l'utima notte a Kathmandù (possibilità per chi vuole di avere un albergo)

Supplemento singola 20 euro per notte.

----------------------------------------------

Hotel normalmente utilizzati nei nostri viaggi in Nepal e Tibet

(quando non sono pieni - ricordatevi che è meglio prenotare per tempo)

•  a Kathmandù - hotel Royal Singi
•  a Bhaktapur - Vajra Guesthouse
• a Tsedang - hotel Yarliung River
• a Lhasa - hotel Dhood Gu 
• a Gyantse - hotel Gyantse
• a Shigatse - hotel Shigatse
• a Xegar - hotel Everest
• Attenzione: per alcuni itinerari nella zona dell'Everest si dorme una notte a Tingri nella guesthouse Snow Leopard Lodge (4400 metri) con bagno in comune (invece tutti gli altri pernottamenti sono in camera con bagno privato).

Documenti necessari

Passaporto firmato con 6 mesi di validità.


Informazioni sul Visto

Il visto per il Nepal si ottiene all’arrivo in aeroporto a Kathmandu. Servono 2 foto formato tessera uguali. Costo 25-30 USD.
(Per chi vuole il visto può  anche essere ottenuto prima a Roma all’Ambasciata del Nepal)

Il visto per la Cina e il permesso di viaggio per il Tibet saranno emessi dopo l’arrivo a Kathmandu. Costa 80-120 USD (cambiano in continuazione l'importo, ma a marzo 2011 l'hanno abbassato a circa 80 USD. Sui forum gruppi vi daremo indicazioni aggiornate).
Dobbiamo preordinarli come segue:
Ci fornite copia scannerizzata delle prime pagine del passaporto.
La pratica di ottenimento del visto sarà fatta dal ns. agente a Kathmandu ma i moduli saranno di attenta compilazione con assistenza.
La Cina a questo confine non riconosce visti fatti fuori dal Nepal pertanto un visto rilasciato a Roma sarebbe inefficacie. Da questo punto di vista le autorità  cinesi sono amministrativamente precise.


 Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541


Leggi i commenti dei Vagabondi che hanno fatto questo viaggio.

Lo sapevi?