Portogallo Sud On the Road

Si parte da Lisbona per poi arrivare ai paesini bianchi dell’Alentejo e alle splendide spiagge dell’Algarve: questo viaggio esplora il Portogallo, terra di navigatori e viaggiatori, in piena modalità Vagabonda.

image

Portogallo Sud On the Road
Durata:

11 giorni
Partenze da Roma e Milano.

Costi:

800 euro a persona (quota base)
Supplementi alta stagione: luglio 180 euro,  agosto 220 euro
Supplemento Pasqua, ponti, capodanno: 70 euro

+ Cassa comune da aggiungere alla quota base: 500 euro a persona (in alta stagione 550 euro circa per via degli alberghi più cari)

Tipologia:


Viaggio On The Road

 
Difficoltà:

richiesta volontà di condividere il viaggio in tutti suoi aspetti con gli altri compagni di viaggio.

 Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541 
Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Ven 29/3/2019
-
Lun 8/4/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 10/5/2019
-
Lun 20/5/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 31/5/2019
-
Lun 10/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 21/6/2019
-
Lun 1/7/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 12/7/2019
-
Lun 22/7/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 2/8/2019
-
Lun 12/8/2019
0
Da confermare

GRUPPO UNDER 35

- Prenotami!  Forum! 
Ven 9/8/2019
-
Lun 19/8/2019
0
Da confermare

PARTENZA GARANTITA

- Prenotami!  Forum! 
Ven 23/8/2019
-
Lun 2/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Lun 2/9/2019
-
Ven 13/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Ven 13/9/2019
-
Lun 23/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!

Pagine


Vagabondo viaggia senza inquinare

Portogallo Sud On The Road 

> DA SAPERE
> IN BREVE
> PROGRAMMA VIAGGIO
> QUOTA
> CONTATTI 

image

Da sapere Mi informo... 

Serve voglia di condivisione con il gruppo: si passa diverso tempo in auto insieme ed è importante essere tutti partecipi e aiutare chi è alla guida con indicazioni stradali, buona musica o semplicemente allegra compagnia. 

Si dorme in b&b, piccoli alberghetti o ostelli, a volte con bagno in comune. Non è un viaggio che prevede la disponibilità di singole in alta stagione e a volte neppure di doppie con bagno.


Portogallo Sud On The Road

Alla punta estrema dell'Europa, il Portogallo è una meta perfetta per un On The Road e questo viaggio va a toccare alcuni punti salienti e bellissimi di questa terra ricca di fascino e colore, paesaggi surreali e sorrisi... visto che gli abitanti di qui sono noti per la loro cordialità.
Tanta la varietà: dalla vita notturna di Lisbona ai paesaggi mozzafiato dell'Algarve al silenzio dei paesini dell'Alentejo nell'ora della siesta. Il Portogallo trasuda storia, bellezza ed esuberanza. 

image

Itinerario Portogallo Sud On The Road

GIORNO 1: ITALIA – LISBONA
GIORNO 2: LISBONA
GIORNO 3: LISBONA - SINTRA - LISBONA
GIORNO 4: LISBONA – CABO ESPICHEL – EVORA (190 KM)
GIORNO 5: EVORA – CASTELO DE VIDE  - MARVAO  – EVORA (250 KM)
GIORNO 6: EVORA – MONSARAZ – MERTOLA - TAVIRA  (287 KM)
GIORNO 7: TAVIRA – SAGRES - PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (200 KM)
GIORNO 8: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO
GIORNO 9: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO
GIORNO 10: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO – LISBONA (280 KM)
GIORNO 11: LISBONA – ITALIA

image

 
Programma viaggio Portogallo Sud On The Road


GIORNO 1: ITALIA – LISBONA

Prima tappa, Lisbona! A seconda dell’orario di arrivo cerchiamo di immergerci subito nell’atmosfera di questa città per non perderci neppure un minuto della sua esuberanza e se anche arriviamo tardi nessun problema: Lisbona vive anche di notte con una delle movide più belle d’Europa. Come tappa della giornata però se il tempo ce lo concede fissiamo sicuramente il Miradouro (belvedere) di Santa Caterina noto a tutti come l’Adamastor, posto prediletto dai lisbonesi stessi per godere del tramonto sulla città. Poi cena e se vogliamo ascoltare il Fado: la Tasca do Chico è uno dei pochi locali ancora non turistici. Notte a Lisbona.

________________________________________________

GIORNO 2: LISBONA

Facciamo una bella colazione, magari in qualche famosa pasticceria portoghese e indossiamo delle scarpe comode, oggi visitiamo la città. Saliamo al Chiado, uno dei quartieri più caratteristici di Lisbona, magari prendendo l'ascensore costruito da Eiffel (sì proprio quello della torre a Parigi!). Lì visitiamo la chiesa do Carmo, in stile gotico e senza tetto.  

Dopodichè saliamo sul vecchio mitico tram 28 che attraverso scorci fantastici e pendenze non indifferenti ci condurrà a Graça, una delle parti più alte della città. Da lì ci godiamo il panorama dal Miraduro Senhora do Monte e/o Graça, poi scendiamo verso l'Alfama, il quartiere più antico e forse più affascinante della città, l’unico ad essere sopravvissuto al terremoto del 1755 e all’Expo del 1998. E poi ci godiamo ancora la serata. Volendo, dopocena, possiamo dedicarci al vagabondaggio notturno tra Bica e Bairro Alto, altro quartiere pieno zeppo di localini con musica dal vivo. Notte a Lisbona.

image

________________________________________________

GIORNO 3: LISBONA - SINTRA - LISBONA

Stamattina andiamo alla stazione di Rossio e prendiamo un comodo treno che in una quarantina di minuti ci porta a Sintra, città gioiello che sembra uscita da un libro delle fiabe, definita da Lord Byron "giardino dell'Eden" e da Andersen "il posto più bello del Portogallo". Noi possiamo confermarvi che si tratta di un luogo da non perdere dall'atmosfera davvero seducente e particolare.
Facciamo una passeggiata nel centro storico e andiamo a  visitare il famoso Palácio Nacional di Sintra e il Palácio Pena tanto noto e inserito da tempo dall'Unesco nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità. Voluto da Ferinando II del Portogallo, questo palazzo è famoso per la sua archittettura caratterizzata da diversi stili, a volte molto diversi tra loro. A seguire se tempo ed energie ci assistono continuiamo con il Palacio da Regaleira e il Castelo dos Mouros. Nel tardo pomeriggio ri-entriamo a Lisbona, cena e notte qui.

________________________________________________

GIORNO 4: LISBONA – CABO ESPICHEL – EVORA (190 KM)

Oggi ritiriamo le nostre auto e partiamo verso il sud del Paese, lasciando Lisbona dal Ponte 25 Abril, il Golden Gate portoghese. Prima tappa: Cabo Espichel, una lingua di terra desertica a picco sull’oceano che nel XIII secolo divenne famosa per un’apparizione della Madonna, ma siccome anche i pellegrinaggi subiscono l’influsso delle mode adesso il luogo appare abbandonato e per questo ancora più scenografico.
Proseguiamo poi verso Evora, il capoluogo dell'Alentejo e prima di entrare ci fermiamo ai Megaliti, un sito preistorico così vecchio che in confronto Stonehenge è quasi nuovo. Arriviamo quindi a Evora, una delle più belle del Portogallo. Un bel giro a piedi per il centro di Evora ci porta a scoprire i suoi monumenti: la cattedrale, il tempio di Diana del II secolo e dentro la chiesa di Sao Francisco la Capela do ossos decorata con teschi e ossa varie a testimonianza di un culto dei morti molto “vivo” in Portogallo. Qui il bello è sedersi al tavolino di un bar e godersi l’animazione delle piazzette locali. 

Notte ad Evora o dintorni.

________________________________________________

GIORNO 5: EVORA – CASTELO DE VIDE  - MARVAO  – EVORA (250 KM)

Oggi andiamo a visitare qualche "paesino bianco”. Siamo sulla linea di confine con la Spagna, la nazione che nel Medioevo sferrava spesso attacchi ai Portoghesi e per questo motivo vediamo numerose fortezze costruite sulle alture a scopo difensivo. Visitiamo prima il Castelo de Vide passeggiando per le sue stradine medievali piene di fiori e andiamo fino alla Judaria, il bellissimo quartiere ebraico. Poi ci dirigiamo a Marvao, un nido d'aquila a 900 metri slm (altezza rara da queste parti). Ci godiamo lo spettacolo e poi torniamo a dormire a Evora o nei dintorni.

________________________________________________

GIORNO 6: EVORA – MONSARAZ – MERTOLA - TAVIRA (288 KM)

Oggi partiamo presto verso sud fermandoci a visitare l’antica cittadella di Monsaraz, dove sembra davvero di essere sul set di un film ambientato nel Medioevo: non si vede un solo cavo elettrico o antenna televisiva. Poi, guidando attraverso la campagna Alentejana, arriviamo a Mertola, una vera e propria città-museo in posizione incantevole lungo il rio Guadiana. E’ famosa per essere una cittadina che ha mantenuto nell’architettura le sue doppie origini: araba e cristiana. Il castello fortificato di Mertola mantiene le migliorie effettuate dagli arabi ai tempi delle invasioni, la chiesa Matriz è un raro esempio di moschea trasformata in chiesa cattolica.

Dedichiamo qualche ora a questa cittadina ed infine entriamo in Algarve.

L’Algarve è una delle zona più turistiche del Portogallo grazie alle sue bellissime spiagge e al suo mare, ma cercheremo con cura di evitare i posti invasi dal turismo di massa, dal cemento e dalla musica dance non desiderata!

Raggiungendo Tavira, una bella cittadina (ovviamente bianca), e qui passiamo la serata. La zona dell’Antigo Mercato è piena di ristorantini e bar dove fare cena e dopocena. Notte a Tavira o dintorni.


________________________________________________

GIORNO 7: TAVIRA – SAGRES - PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO (141 KM)

Stamattina puntiamo subito sulla Ilha de Tavira, un’isola che si trova a 2 km dalla città. Lasciamo le auto e saliamo su piccole barche che in pochi minuti attraversano la laguna. Dall’altra parte troveremo bellissime spiagge di sabbia bianca come Praia do Barril. E qui ci godiamo il mare trasparente e la sabbia bianca bianca. Nel pomeriggiorisaliamo in macchina alla volta di Sagres, la punta occidentale del Portogallo ovvero la città di Enrico il Navigatore che visse e morì nella Fortaleza. Qui siamo in pieno Parco Naturale del Sudoeste Alentejano, un enorme parco lungo ben 100 km istituito nel 1995 che è servito molto bene ad interrompere l’edilizia selvaggia in questa parte dell’Algarve. I paesini sono pochi e veri, si fa surf e si prende il sole sulle bellissime spiagge. Per le prossime 3 notti staremo qui, dormendo  sulla costa tra Zambujera Do Mar e Odexeixe, in bungalow o affittando una casa di campagna.


________________________________________________

GIORNO 8: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO

Dedichiamo questi giorni all'esplorazione delle spiagge della zona da Sagres e cabo San Vicente, fino a Sines. Sono spiagge magnifiche, tutte diverse per dimensione, ambiente, condizioni del mare, e soprattutto non affollate. Chi vuole può cimentarsi nel surf che è lo sport nazionale da queste parti, di solito in tutte le spiagge si può trovare l'attrezzatura e prendere qualche lezione. La sera potremo vagabondare per le osterie dei paesini della zona o organizzare qualche festicciola a casa o unirci a qualche party di surfisti. Insomma non ci faremo mancare nulla!


image

________________________________________________

GIORNO 9: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO

Un’altra giornata dedicata all’esplorazione di questo Parco Naturale che riserva spiagge tra le più selvagge e incontaminate di Europa, da qui anche il suo aspetto così unico e la varietà delle sue spiagge: da arenili estese a piccole insenature inserite tra falesie, lo scenario non è mai lo stesso. Tantissime le spiagge da vedere e alcune da scoprire, essendo semi-selvagge ci si può accedere solo camminando a lungo. Giornata di esplorazione a nostro piacere.

________________________________________________

GIORNO 10: PARCO NATURALE DEL SUDOESTE ALENTEJANO – LISBONA (280 KM)

Oggi ripartiamo verso nord per tornare a Lisbona. La città riappare in tutta la sua bellezza e noi approfittiamo di questo ultimo giorno per visitare quello che non siamo riusciti ancora a vedere.

Trascorriamo l’ultima serata del viaggio tra osterie e localini. Ultima notte di bagordi!

Notte a Lisbona.

________________________________________________

GIORNO 11: LISBONA – ITALIA

A seconda dell'orario dei voli facciamo ancora qualche visita/giretto in città e poi via, si torna a casa.

image


________________________________________________

 

Quota

800 euro a persona (quota base)
Supplementi alta stagione: luglio 180 euro, agosto 220 euro

Cassa comune da aggiungere alla quota base: 500 euro a persona

 

La quota include:

- volo a/r solo bagaglio a mano possibile portare un bagaglio a mano con peso massimo di 10 kg)
- tasse aeroportuali 
- pernottamento in hotel le prime 3 notti a Lisbona in camera doppia o tripla con bagno privato
- assicurazione sanitaria e bagaglio
- noleggio auto dal giorno 4 al giorno 10  Leggete bene le condizioni dei viaggi On The Road

Al viaggio partecipa anche un vagabondo DOC - chi è? cosa fa? 


La quota non include (e per queste spese è prevista una cassa comune di 500 euro a testa)

- i pasti. 
- trasporti locali nei primi 3 giorni a Lisbona e Sintra
- entrate nei musei e parchi
- bagaglio in stiva sull'aereo (si può avere con supplemento, ma va richiesto al momento della conferma del viaggio)
- Benzina, pedaggi e parcheggi
- pernottamenti non inclusi nella quota. In genere si usano alberghetti e bed and breakfast e si scelgono camere con bagno privato ma se il gruppo vuole risparmiare si può anche optare per soluzioni più economiche (ci si confronta sul forum prepartenza e si decide tutti assieme)
- il navigatore satellitare non è incluso. Ci sono gruppi che preferiscono usare le mappe del loro cellulare o le "antiche" mappe cartacee e quindi pensiamo che non sia giusto fargli pagare il costo del navigatore satellitare che non usano. Quindi non lo includiamo nella quota che si paga dall’Italia. Poi, se il gruppo lo vuole, potrà prenderlo al ritiro dell'auto pagandolo extra. 


NB: la cassa comune è a persona, non è da versare a Vagabondo ma è una previsione di spesa, leggi come funziona la cassa comune


IL BAGAGLIO DA STIVA O IL PRIORITY BOARDING PASS O ALTRI SERVIZI AGGIUNTIVI SI POSSONO RICHIEDERE SOLO AL MOMENTO DELL’ISCRIZIONE O DELLA CONFERMA VIAGGIO. 
Il pagamento va quindi effettuato insieme all’acconto del viaggio. 

Non potremo accettare richieste di servizi aerei aggiuntivi in un secondo momento, scusateci.




Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541
 

Racconti di gente che ha fatto questo viaggio

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo