Nicaragua Freak Style

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Nicaragua Viaggi di Gruppo, Viaggi Freak Style

Dai vulcani che sovrastano l’orizzonte alla giungla per finire su una spiaggia tropicale dal mare cristallino: il Nicaragua Freak Style è un viaggio intenso, perfetto per chi vuole esplorare un Paese ancora poco conosciuto ai più.

image

Nicaragua freak style

Tipologia: 


Durata:

Freak style (da leggere con cura prima di iscriversi)

17 o 18 giorni

Partenze da Roma o Milano.

Costi:
1950 euro a persona
supplemento agosto e capodanno 300 euro

+ 500 euro di cassa comune

+ volo per le Corn Island 140 USD 

 

Trasporti: Mezzi pubblici locali e barche 

Difficoltà:


Visti:

 

Viaggio avventuroso. Richiesto alto spirito di adattamento. Si dorme in posadas, non in alberghi, qualche notte senza bagno in camera. In Nicaragua l'acqua calda non esiste proprio.

nessun visto è necessario per entrare in Nicaragua (necessario invece per gli Stati Uniti: istruzioni per entrare negli Stati Uniti

 

Per informazioni  
CONTATTATECI

ci potete anche contattare telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 
clicca qui per visualizzare il numero di telefono.

programmi qui sotto

Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Mer 7/3/2018
-
Sab 24/3/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Gio 19/4/2018
-
Dom 6/5/2018
0
Da confermare
- Prenotami!  Forum! 
Mer 2/5/2018
-
Sab 19/5/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 6/6/2018
-
Sab 23/6/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 1/8/2018
-
Sab 18/8/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 3/10/2018
-
Sab 20/10/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 24/10/2018
-
Sab 10/11/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 14/11/2018
-
Sab 1/12/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 5/12/2018
-
Sab 22/12/2018
0
Da confermare
- Prenotami!
Mer 26/12/2018
-
Sab 12/1/2019
0
Da confermare
- Prenotami!

Da sapere Mi informo...

Viaggio avventuroso a stretto contatto con la realtà locale. Si viaggia su mezzi pubblici e barche.
Si dorme invece in posadas gestite da persone del posto, solitamente ambienti puliti e spartani e con bagno privato in camera anche se potrebbe capitare il bagno in comune.
Importante da sapere: in Nicaragua l’acqua calda non c’è, tranne qualche raro caso grazie ai pannelli solari, ma in linea generale non c’è acqua calda... il che significa rendersi conto di quanto alcune cose per noi scontate, siano in realtà dei lussi. Sappiate però che fa molto caldo e questo aiuta sicuramente. 


image

Nicaragua Freak Style 

A quanto pare il Nicaragua è uno dei Paesi più poveri al mondo, ma proprio grazie al turismo negli ultimi anni si è registrata una decisa crescita economica. Per Vagabondo è un viaggio importante questo: da un lato si aiuta un Paese a crescere, dall’altro si visitano delle meraviglie assolute!
I sorrisi della gente, la storia, la natura spettacolare e il bassissimo livello di criminalità ne fanno una meta perfetta per i Vagabondi e, sappiate, uno dei Paesi più sicuri di tutta l’America Latina.
 

image


ITINERARIO NICARAGUA FREAK STYLE 

image

Giorno 1: Italia -Managua - Granada
Partenza solitamente di buon ora dall’Italia per raggiungere finalmente il Nicaragua. Arriviamo a Managua, la capitale, dove troviamo un pulmino che ci aspetta per portarci a Granada. Stanchi ma felici, andiamo a dormire. Notte a Granada.

_______________________________________________________________________________

Giorno 2: Granada
Ci svegliamo e siamo a Granada: città coloniale affacciata al lago, la giriamo molto serenamente a piedi dal momento che non è troppo grande e dal punto di vista culturale è molto bella e interessante. Dopo colazione iniziamo l’esplorazione: chiese, scorci e cortili interni. 
Nel pomeriggio prendiamo una barca e facciamo una gita alle Isletas, un arcipelago di quasi 400 isolette, alcune minuscole, formatesi diecimila anni fa dall’eruzione del vicino vulcano Mombacho che si staglia sull’orizzonte. Si possono avvistare molti uccelli e c’è un’isola dove vivono delle scimmie (un veterinario le ha liberate e portate qui). Tante anche le ninfee e altre piante acquatiche.
Dopo cena relax per tutti ai bar di calle la Calzada, la bellissima calle central con molti artisti di strada.  Si può anche incontrare chi fa il ballo della Gigantona e del Nano Cabezon, due figure del Gueguense, celeberrima antica opera letteraria nicaraguense che unisce musica, danza e teatro.

_______________________________________________________________________________

Giorno 3: Granada – Pueblos Blancos - Vulcano Masaya - Granada
Oggi una gita "fuori porta" ci conduce ai "Pueblos Blancos", ovvero villaggi bianchi da radicate identità artigianali: ogni villaggio ha la sua arte e specialità. Questa zona è descritta da molte guide come bellissima, ma poco frequentata, noi invece l’esploriamo per bene. Proseguiamo di fatti per il mercato di Masaya, dove si possono comprare le amache più belle del Paese, andiamo poi alla laguna de Apoyo e infine arriviamo al cratere del vulcano Masaya, spento, da dove si gode un bellissimo panorama. Torniamo poi a Granada e passiamo qui la notte.

image

_______________________________________________________________________________

Giorno 4: Granada – San Jorge - Altagracia (Ometepe)
Sveglia di buon’ora e partiamo. Raggiungiamo il porto di San Jorge e da lì ci imbarchiamo per Ometepe, una delle isole lacustri più grandi di tutta l’America Latina. A rendere speciale quest’isola sono i due vulcani che sorgono qui rendendo il panorama quanto mai unico: Conception e Maderas i nomi dei vulcani. Arriviamo al porto di Altagracia scendiamo dal traghetto e con un pulmino raggiungiamo il centro del paese. Notte ad Algracia, sull’isola di Ometepe.

_______________________________________________________________________________

Giorno 5: Ometepe
La giornata di oggi è dedicata alla visita di Ometepe, una delle isole più strane e affascinanti del mondo. Ha una forma ad 8 e un istmo di terra collega i due vulcani, Concepcion 1610 metri e Maderas 1394 metri, che sembrano così uscire direttamente dalle acque. Prendiamo il pulmino per fare alcune belle e rilassanti escursioni. Prima di tutto un bel bagno nelle piscine termali de La Presa Ojo de Agua. Gli abitanti del posto sostengono che quest’acqua faccia ringiovanire chi ci si bagna e noi vogliamo crederci. Poi una bella passeggiata nella laguna del Chaco Verde seguita da un altro bel bagno a playa Venecia, da dove si vede un tramonto straordinario. Si torna a dormire ad Altagracia.

image

_______________________________________________________________________________

Giorno 6: Altagracia  - Ometepe
Anche oggi passiamo la giornata a Ometepe continuando ad esplorare questa isola così affascinante. Possiamo andare a vedere la cascate di San Ramon collocate vicino al vulcano di Maderas o addirittura salire il vulcano Maderas. Per chi vuole è possibile salire sul vulcano Maderas. Trekking abbastanza impegnativo, di 5-6 ore, da fare con una guida. L’ultima ora si fa arrampicandosi sulle piante e il terreno è sempre fangosissimo. Nel cratere del vulcano c’è un bel laghetto. I  alternativa c’è anche una bella spiaggia per gli amanti del relax puro. Notte a Omepete.

_______________________________________________________________________________

Giorno 7: San Josè - Solentiname
Stamattina prendiamo il traghetto per San Josè e partiamo in pulmino per Colòn e da lì prendiamo la barca che sarà con noi nei prossimi giorni lungo la “Ruta del Agua” condotta José o da amico che ci farà anche da guida, sia dal punto di vista culturale che naturalistico.
In un’oretta di facile navigazione sul lago arriviamo nello splendido arcipelago delle isole Solentiname. La nostra base sarà l’isola di San Fernando, dove ceneremo e dormiremo in albergo. Tutto intorno una vegetazione lussureggiante e tramonti pazzeschi sul lago. Trascorreremo qui due giorni, andandocene in barca a visitare le isole e i suoi abitanti. Questo primo giorno lo dedicheremo alla storia recente del Nicaragua, partendo dalla visita dell’isola di Mancarron.
Dopo la visita di Mancarron torniamo in barca a san Fernando. Cena e notte in hotel.

_______________________________________________________________________________

Giorno 8: Solentiname(gita alla reserva de Los Guatuzos)
La giornata di oggi è dedicata alla natura. In barca vedremo uccelli e scimmie. Chi vuole potrà svegliarsi presto e fare un trekking sulle colline di questa meravigliosa isola. Oppure prendere un kayak e girare per il lago. Con la nostra barca raggiungiamo la costa e ci inoltriamo in uno stretto rio immerso nella vegetazione. E' la "strada" per raggiungere la riserva naturale de Los Guatuzos, una comunità indigena che gestisce un bel parco dove potremo ammirare tre tipi di scimmie, coccodrilli, bradipi e un bel po' di altri animali. La sera faremo un’escursione notturna in barca, se fortunati le nostre torce riusciranno ad illuminare dei supercoccodrilli di 4 metri!

_______________________________________________________________________________

Giorno 9: Solentiname - El Castillo
Oggi si salutano gli amici delle isole Solentiname. In barca torniamo a san Carlos e da lì imbocchiamo il famosissimo Rio San Juan, orgoglio nazionale e patrimonio naturalistico. Navighiamo fino a El Castillo, un paesino cresciuto intorno ad un’antica fortezza costruita dagli spagnoli nel 1675 per vigilare la rotta per il lago Nicaragua e proteggere Granada e le altre città che si affacciavano sul lago. Trascorreremo due giorni nel grande Parco della Reserva Indio de Maiz. Notte in hotel a El Castillo.

_______________________________________________________________________________

Giorno 10: El Castillo (escursioni alla Reserva Indio de Maiz)
Oggi facciamo un’escursione naturalistica lunga l’intera giornata nella Reserva Indio de Maiz, uno dei parchi più grandi del Paese, una lussureggiante foresta pluviale dove potremo osservare una grande varietà di animali. Sono centinaia le specie di uccelli qui presenti, per citarne solo alcune: tucani, colibrì, are, pappagalli. La riserva è abitata anche da mammiferi come cervi bradipi, cinghiali, puma, giaguari, pacas, volpi. Nel fiume vivono addirittura dei lamantini. Senza dimenticare tutte e tre le specie di scimmie che vivono in Nicaragua (Howler, Bianco-Face, e Spider Monkey) e poi rettili come rane freccia avvelenata, serpenti, coccodrilli, tartarughe e iguane. La sera una bella cena sul fiume e poi a nanna. Notte in hotel a El Castillo.

_______________________________________________________________________________

Giorno 11: El Castillo  – San Carlos – Managua
Oggi lunga giornata di trasferimento in barca e bus pubblico per tornare nella parte ovest del Paese. Dormiamo vicino all’aeroporto per poter facilmente raggiungere la nostra nuova destinazione:
Corn Island ovvero un paradiso tropicale. Due isolette sparse nel mar Caribe con palme e acque cristalline. Ci si arriva in aereo da Managua, il costo del volo andata e ritorno si aggira sui 180-200 USD a persona. Le isole sono entrambe bellissime e difficilmente ci pentiremo della scelta. 

_______________________________________________________________________________

Giorno 12: domenica Managua - Corn Island
Avete presente quei paesaggi unici da cartolina? O quelle trasmissioni che cercano luoghi incontaminati nell’Oceano per fare la vita alla Robison Crusue ma in un Paradiso Terrestre? Ecco, queste due isole sono esattamente di questo genere. Arriviamo a Corn Island e passiamo la giornata al mare su Great Corn island, spaparanzati al sole o sott'acqua a fare snorkelling, cercando di renderci conto che no, non siamo in una foto. E’ tutto vero. 

image

_______________________________________________________________________________

Giorno 13: Corn Island
Gita in giornata a Little Corn Island. Per arrivarci ci sono 40 minuti di barca abbastanza movimentati. Ma... ne vale davvero la pena! Continuiamo a godere di questo Paradiso in Nicaragua.

_______________________________________________________________________________

Giorno 14: Corn Island  - Managua - Leon
Oggi un volo alle 7 del mattino ci riporta sul Continente. Alle 9 siamo a Managua e da lì con due ore di bus raggiungiamo Leon.

_______________________________________________________________________________

Giorno 15: Leon
La città di Leon è molto importante dal punto di vista culturale. Tante le cose da visitare, partendo dalla innumerevoli chiese per esempio. Dal tetto della cattedrale si ha una vista superba sulla catena vulcanica del nord del paese. Anche un salto all’università è molto interessante. Del resto questa è una città universitaria, la popolazione studentesca è attiva e molto ospitale. Facciamo anche una visita al museo de Leyendas y Mitos che si trova nel vecchio carcere del 21esimo presidio, dove venivano rinchiusi e torturati gli oppositori al governo Somoza. La città è anche piena di murales colorati che raccontano la recente storia rivoluzionaria. Serata e notte a Leon, per assaporarne l’atmosfera.

_______________________________________________________________________________

Giorno 16: Leon – Managua 
Se abbiamo tempo in mattinata facciamo ulteriori visite e acquisti. Poi andiamo in aeroporto per il nostro volo di ritorno.

_______________________________________________________________________________

Giorno 17: Arrivo in Italia

_______________________________________________________________________________

image 

La quota comprende:
- Il volo internazionale e le tasse aeroportuali
- l trasporto in barca privata per i 6 giorni di visita della Ruta del Agua, con assistenza della guida Josè (in spagnolo, ma il DOC di Vagabondo traduce).
- le notti in hotel (camera doppia o tripla con bagno privato) sulla Ruta del Agua (isole Solentiname e El Castillo)
- le prime notti in hotel a Granada (camera doppia o tripla con bagno privato)
- il trasporto fino a Granada all'arrivo in aeroporto
- Assicurazione sanitaria e bagaglio.

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

 

La Quota non comprende (per questi pagamenti utilizzeremo la cassa comune, stimata in circa 500 euro)
- tutti gli altri pernottamenti in camera doppia o tripla
- tutti i mezzi pubblici
- volo aereo per Corn Island
- i pasti nei ristoranti locali
- i biglietti di ingresso a siti e monumenti
- le guide (eccetto Josè che è incluso),
- le tasse di frontiera
- le altre escursioni 
 

Informazioni utili

Per viaggiare in Nicaragua vi servono assolutamente:
-    uno zaino: le strade sono spesso viottoli fangosi e con il trolley non si va da nessuna parte
-    un telo copri zaino integrale: i bagagli vengono caricati sul tetto dei bus
-    una torcia: nei piccoli centri non c’è illuminazione stradale
-    l’autan: le zanzare ci sono e pungono, ma non portano malattie. La malaria non c’è.
-    K-way: da portare sempre con voi perché piove all’improvviso

Potrebbero esservi utili
-    zanzariera o fornelletto da mettere in camera per dormire al sicuro dalle zanzare
-    coltellino
-    spago

Non servono
-    sacco lenzuolo: in tutti gli alberghi le lenzuola erano pulitissime e fresche di bucato.
-    asciugamano per la doccia: tutti gli alberghi li forniscono e sono pulitissimi
-    vaccinazioni consigliate non ce ne sono
-    cibo: si mangia benissimo e si trova ovunque qualcosa

 

Libri da donare alla piccola biblioteca di san Fernando

Sull'isoletta di san Fernando c'è una piccola biblioteca. Al suo interno ci sono pochissimi volumi però, e gli abitanti dell'isola li hanno ormai letti tutti... diverse volte.
Uno splendido regalo da fare alla comunità è portare dei libri. Ovviamente in spagnolo. Ma anche in inglese vanno bene, perchè a scuola studiano questa lingua. Quindi se vi va portate un libro da regalare!

Forum di gente che ha già fatto questo viaggio

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo