Londra Fly&Drink

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Gran Bretagna – UK Viaggi Fly & Drink

Un viaggio di 5 giorni tra divertimenti, natura, cultura, negozi e spettacoli, birra e hippie a suono di musica ROCK! A voi la bella, elegante, dinamica...la sua maestà, LONDRA!!!

Londra Fly and drink

Durata:

5 giorni

Costi:

 

500 euro a persona

Per ponti e capodanno potrebbero esserci dei supplementi, guardate sul forum della partenza.

La quota comprende: volo andata e ritorno, tasse aeroportuali, pernottamento a Londra in ostello in camere da 4 persone con bagno in camera, assicurazione.
Dato il costo molto alto degli alberghi londinesi abbiamo scelto di dormire in ostelli (camere quadruple con bagno in camera ).
Se volete una camera doppia e la richedete in anticipo potrete averla, con un supplemento di circa 200 euro.

Partenza da Roma, Milano, Bologna. Altri aeroporti su richiesta.

Note:

Gruppo minimo 5 partecipanti + il Vagabondo DOC.

Cassa comune per pasti, trasporti e ingressi ai musei: prevediamo circa
250 euro.

Difficoltà:  Facile.
 Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541 

Al momento non sono previste date di viaggio in questo luogo.
Per maggiori informazioni scriveteci!


Vagabondo viaggia senza inquinare

Era da tanto che avrei voluto andarci. Gustarmi la sua atmosfera misteriosa con luci che spuntano dalla foschia , girare le sue strade incoronate di case di mattoncini a volte vecchie e decrepite, annusare il suo odore di mondo racchiuso in una città. E allo stesso tempo sentire la sua forza, ammirarla in tutto il suo splendore. Una città che osa, stravagante, caotica, grande e affascinante, vivace e sempre diversa. Ma allo stesso tempo avvolta da una sensazione di tranquilità, di ritorno nel passato mentre si passeggia nei suoi bellissimi parchi o nei musei tra i più belli al mondo.
Fu così che mi innamorai. ( Alexandra )
 image

Giorno 1 Giovedì : Italia -Londra
Che fai oggi? Vado a Londra con Vagabondo. image
All’aeroporto incontro il gruppo. Assieme a loro prendo l’aereo e dopo poco eccomi qui, a Londra.
Da subito danziamo all’unisono con la grande città.

Immagina di essere in una barca su un fiume con tutt’intorno alberi di mandarino e cieli di marmellata. Qualcuno ti chiama, tu rispondi abbastanza lentamente

In silenzio inizio ad alzare la testa e mi trovo davanti Westminster Abbey e l’imponente Big Ben. Questo è il vero e proprio fulcro della chiesa anglicana.
Camminando verso il Jubilee Bridge un altro impatto: la visuale sul London Eye, un’altra icona della città. Qui ci vuole anche una birra fresca, magari al Tattershall Castle, un floating bar sul Tamigi (location fantastica, soprattutto in primavera e in estate quando si sta all'esterno, d'inverno si va sottocoperta).   
Poi mi sposto a Piccadilly Circus per entrare nella sfavillante zona dei teatri passeggiando con lo sguardo in alto fino all'esotica Chinatown; tra pagode e anatre caramellate, respirando un po' di fresca aria e di odore orientale in una città che della multiculturalità ha fatto la propria caratteristica. Chiuderò la serata immerso nella vitalità di questo posto.

Giorno 2 venerdì
Mi sono svegliato, buttato giù dal letto. Ho trascinato un pettine fra i capelli. Sono riuscito a scendere per bere un caffè e alzando lo sguardo mi sono accorto che ero in ritardo. Ho trovato il cappotto e afferrato il cappello. Ho preso l'autobus al volo e sono arrivato in Trafalgar Square, dove mi sono perso tra Tiziano, Caravaggio e Monet in una delle più importanti pinacoteche del mondo, la National Gallery.
Poi da St. James Park fino a Buckingham Palace per il cambio della guardia, una delle più antiche tradizioni londinesi. Per capire se la Regina è nel palazzo, do un'occhiata al numero delle sentinelle davanti: sono quattro, la Sua Maestà si trova dentro. Sua Maestà è una ragazza molto carina, ma non ha molto da dire. Sua Maestà è una ragazza molto carina ma cambia da un giorno all'altro. Voglio dirle che la amo molto ma devo bermi prima parecchio vino. Sua Maestà è una ragazza molto carina, un giorno o l'altro la farò mia. Oh, sì, un giorno o l'altro la farò mia.
imageDopo aver assistito alla parata raggiungo il quartiere bomboniera di Notting Hill per fare un giro nei suoi negozietti e al mercato di Portobello.  
Il pomeriggio lo passo tra un museo e l’altro poi un giro per i negozi in Oxford Street, una delle strade più famose della città. Quando avevo diciassette anni, Londra significava Oxford Street. Dove sono cresciuto, non c'erano fabbriche.  C'era una scuola e negozi e alcuni campi e alberi. E file di case a una a una sono apparse.

Giorno 3 sabato
Sono andato al drugstore di Chelsea per fare delle commissioni. Stavo facendo la fila con Mr. Jimmy. Ragazzi, sembrava piuttosto malato! Abbiamo preso una bibita insieme, il mio gusto preferito, ciliegia rossa. Ho cantato la mia canzone a Mr. Jimmy.  Sì, e lui mi ha detto una parola. E io gli ho detto che era morto… Ero appena tornato dall'High gate cemetery.
E' un cimitero in uso dagli inizi dell'ottocento che fu utilizzato anche per la sepoltura di personalità illustri. L'architettura dei monumenti funebri è esemplare e nel complesso formano un luogo davvero suggestivo… e anche un po' inquietante.
E per qualche nota allegra si va verso Camden town, la zona colorata e alternativa di Londra dove ci si perde tra negozi e mercati. Qua si trova dell’ottima cucina etnica in una delle bancarelle del Camden Lock. Ci sono torte Turkish, fake design, preti vestiti da suore, ogni tipo di musica qui.
Continuo sul Regent’s Canal fino a Regent Park, dove  si può fare una remata in barca, visitare il giardino di rose della regina Mary o semplicemente riposare. Poi cammino fino a Little Venice. Da qui mi separa un quarto d’ora di metro dal British Museum che ospita la più grande collezione di antichità e di oggetti d'interesse storico al mondo. Non me lo posso perdere! Passando dalla stazione di Kings Kross incontro dei fan di Harry Potter che vanno a farsi una foto sul binario 9 e ¾, hehe , siamo proprio a Londra!
imageChiudiamo insieme la serata con una cena in un pub tipico londinese e visto che siamo al centro della multiculturalitá, ci sbizzarriamo esplorando i sapori del mondo . E loro sanno ciò che facciamo/ Ciò che lanciamo e giriamo di notte/ Stanno aspettando per fare le loro mosse/Ma le stelle sono fuori stanotte

Giorno 4 domenica

Il sole inizia a splendere/ Un nuovo giorno un giorno con te/ E’ strano ciò che il sole può fare… finalmente a South Bank!... Eccomi davanti alla Torre di Londra, la più bella fortezza medievale di tutto il paese. Una ripida scalinata mi porterà in cima ad uno dei ponti più imponenti del mondo, il Tower Bridge. Camminare lungo i Cat's Walk , i passaggi pedonali a 42 metri dall'acqua, è un'esperienza davvero emozionante con una vista mozzafiato sulla città. Qui, Seduto con gli anziani di una razza gentile/ Che questo mondo hanno visto raramente/ Parlando di giorni, dove seduti aspettano e/ tutto verrà rivelato.

imageQuesta è la parte moderna di Londra: è il quartiere dei grattacieli che contrasta con le case basse e dalle porticine colorate degli altri quartieri. Una tappa al Ledenhall Market (anche qui ci hanno ambientato delle scene di Harry Potter), salgo allo Sky garden al 20 di Fenchurch St. e sullo Shard  per godermi uno dei più incantevoli panorami della città. Poi cammino verso Katherine Docks e Canary Wharf, fino al quartiere artistico di Bricklane per una deliziosa cena esotica.

Giorno 5 lunedi

Il nome Greenwich mi ha sempre riportato all'infanzia e alle lezioni di geografia sui meridiani e i paralleli. Ci sto arrivando con la cable car e l’emozione è davvero grande! Un pò come Un sogno, uno spirito, un premio, uno scopo/ Un baluginio dorato di ciò che dovrebbe essere/ È una specie di magia/ Un raggio di luce che mostra la via.. Passeggiando per prati verdi salgo all'osservatorio e scatto una bella foto a cavallo del meridiano zero, che strana sensazione! Poi il mercato che profuma tutti i sapori del mondo. Una signora robusta mi offre un piatto di deliziosi fish & chips. Quale miglior modo per gustarsi l’ultimo pranzo?
Un altro luogo mi aspetta , oggi lascerò la capitale più energica, più frenetica e più multietnica dell’Europa con in mente una canzone:
Non importa cosa abbiamo ricavato da ciò
So che non lo dimenticheremo mai
Fumo sull'acqua, fuoco nel cielo..image

La quota di partecipazione comprende: 
- volo aereo con solo bagaglio a mano (max 10 kg)
- tasse aeroportuali
- pernottamento in ostello in stanze quadruple con bagno privato
- assicurazione sanitaria
- colazioni (in alcune partenze sono previste in altre no) 

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo DOC.

La quota non include:
- pasti
- mezzi pubblici per muoversi in città
- ingressi nei siti e musei a pagamento
- bagaglio in stiva sull'aereo (per chi lo vuole supplemento di 40 o 50 euro).

- polizza annullamento (opzionale, da chiedere al momento della conferma)
 
Per queste spese è prevista una Cassa Comune di 250 euro.

Le canzoni con le quali abbiamo scritto questo itinerario
Lucy in the sky with diamonds
( The Beatles – A day in the life
The Beatles – Her Majesty
Everything but the girl – Oxford Street )
Rolling stones - YOU CAN'T ALWAYS GET WHAT YOU WANT
Suggs – Camden Town
David Bowie – The stars are out tonight
( Deep Purple – One more rainy day
Led Zeppelin - Kashmir
( Queen – A kind of magic
Deep Purple – Smoke on the water )

I pub e locali di Londra

I pub sono la quintessenza della cultura inglese, risalenti al medioevo e Londra ne vanta di alcuni tra i più belli d'Europa. Quale migliore città per partire per un fly&drink? Ecco una parte dei posti che meritano una visita:

The Old Cheshire Cheese
 Questo pub dispone di un'atmosfera davvero unica. Situato in pieno centro ha la particolarità che si sviluppa in una serie di cantine sotterrane e su diversi piani. image

The George Inn
Il pub fu aperto intorno al 1542 e si pensa che fosse stato frenquentato anche da Shakespeare. Aperto dal lunedì al sabato dalle 11:00 alle 23:00, la domenica dalle 12:00 alle 22:30.

The Dove
Affacciato sul fiume Tamigi è uno dei più famosi pub di tutta Londra, uno dei posti che Hugh Grant frequentava da giovane.

Carpenter's Arms un ottimo rifugio per chi ama il buon cibo, ottimi vini e gustose birre.

Hard Rock Cafè - qua troverete un piccolo caveau che ospita numerosi oggetti appartenuti a leggende della musica british: dai Beatles a Madonna, dagli Who a Jimi Hendrix, da Eric Clapton agli Oasis, chiedete allo staff di portarvi all’interno di The Vault, l’ingresso è gratuito.

Crawdaddy Club Qua I Rolling Stones tennero il loro primo concerto nel febbraio del 1962

I mercati di Londra

I mercatini di Londra, siano essi delle pulci, dell’usato o dell’artigianato, sono parte integrate della cultura locale, motivo per cui sono famosi e ce ne sono tanti. Qui c’è una mappa di quelli del centro http://www.streetsensation.co.uk/markets.htm

I più noti e visitati, specie nel weekend, sono il mercato di Portobello a Notting Hill (il quartiere è grazioso e un’occhiata la merita), quello di Camden Town che ne include almeno 6 diversi (ottimo visitare gli Stables quando piove perché sono al coperto) e quello di Covent Garden (anche questo al coperto). Altri mercati sono il Columbia Market, che è letteralmente zeppo di fiori e piante (se siete nei paraggi buttateci un’occhiata), il mercato di Bricklane (solo di domenica, vicolo carino anche per mangiare, con piccole gallerie d’arte moderna), lo Spitafields market che offre abiti vintage al giovedì, oggetti artistici e abbigliamento al venerdì e un po’ di tutto la domenica. Anche a Greenwich c'è il mercato locale. Nel quartiere afro caraibico c'è il mercaro coperto di Brixton.

  

Chi ha creato questo viaggio

I viaggi di Vagabondo vengono creati dallo staff assieme ai Vagabondi DOC in appositi gruppi di lavoro. Vengono prima "provati" da staff e Vagabondi DOC e poi si aprono ai partecipanti.
Ecco qui chi dobbiamo ringraziare per questo itinerario:

Ci siamo messi al lavoro alcuni mesi fa e abbiamo finalmente creato questo itinerario. Il gruppo di lavoro, coordinato da Alexandra, era formato dai seguenti Vagabondi DOC e partecipanti speciali:

Cinzi@   Ogni volta che è stata a Londra si è fatta rapire: sì, dalle insegne sbarluccicose dei musical, dai dumplings di Chinatown e dalle creste colorate dei punk. Il suo sogno fin da piccola è guidare un double decker bus! Il posto giusto per vivere il mondo tutto in una volta nella sua versione più spaziale!
image

uinsor da quando l'ha "scoperta" a 16 anni, Londra per Guido ha sempre coinciso con l'idea stessa di libertà; è per questo che da allora non passa anno senza che ci rimetta piede andando a  trovare amici, a feste, matrimoni, mostre, mercatini, a esplorare nuovi quartieri in bici, a passeggiare nei parchi, a bersi un thè alle 5 e una birra alle 6!
Ritratto di uinsor
The Rolling Stones - gruppo musicale britannico e pietra miliare nell'evoluzione della musica rock del XX secolo. L'esordio ufficiale avviene in uno dei templi del rock, il Marquee di Londra, il 12 luglio 1962.
image
AlexandraT - è partita per approfondire l'inglese. Ricorda una Londra magica avvolta dalle luci di Natale, poca pioggia e tanti sorrisi . Una città che si porta nel cuore.
image
Led Zeppellin innovatori del rock e tra i principali pionieri dell'hard rock. Nel 2007, a seguito dell'incredibile richiesta di biglietti per la loro esibizione all'The O2 Arena di Londra (oltre 20 milioni di prenotazioni in circa 24 ore), il gruppo è entrato nel Guinness dei primati per la "maggior richiesta di biglietti per una singola esibizione dal vivo"
image
smarro ha studiato e ci ha vissuto per 2 anni.
https://www.vagabondo.net/sites/www.vagabondo.net/files/profilo/smarro/img_7229.jpg  
The Beatles - Secondo una stima del 2001, è risultato in assoluto il gruppo musicale di maggior successo commerciale, con vendite complessive che superano il miliardo di dischi e di musicassette, e per la rivista Rolling Stone i Beatles sono i più grandi artisti di tutti i tempi .
image                                                   

HANNO INOLTRE COLLABORATO PORTANDOCI TANTA ISPIRAZIONE CON LA LORO MUSICA i  Deep Purple, Queen, David Bowie, Suggs.

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo