Islanda Into The Wild

Paesaggi lunari, geyser naturali alti metri e cascate capaci di far venire i brividi: l’Islanda è una terra che non può deludere! I suoi scenari mozzafiato, la natura imponente e la capacità di farci sentire piccoli… Eccovi un viaggio di grande bellezza!

 image

image 

Islanda Into the Wild

DURATA:

15 giorni - Partenze da Roma e Milano
(partenze da altri aeroporti su richiesta e previa disponibilità)

QUOTA:

€ 1600 euro a persona
Supplemento agosto: € 300 a persona

CASSA COMUNE:

€ 1350 a persona 
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?) 

PERIODO:

da maggio a settembre

DIFFICOLTA’: 

avventuroso.Si dorme in ostelli, in camerate con bagno condiviso e talvolta con proprio sacco a pelo. 
Indispensabile un buono spirito di adattamento.

GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 14 + il Vagabondo Doc 

Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo.

   
   Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541


COSA SERVE SAPERE?

image
QUOTA

COSA COMPRENDE

image
TIPOLOGIA VIAGGIO

ON THE ROAD
image
INFO UTILI

DOCUMENTI E VARIE
image
DA SAPERE
DOVE SI DORME? COME CI SI MUOVE?  
image
ITINERARIO VIAGGIO

TAPPA GIORNO PER GIORNO 
image
DATE E PARTENZE

VEDI TUTTE LE DATE PREVISTE 

image

  

 

 

Da sapere Mi informo...

Un viaggio in Islanda significa un viaggio a stretto contatto con la natura e con la mancanza di strutture ricettive nel pieno rispetto della natura, il che permette a questo Paese di essere sempre e ancora bellissimo e affascinante. Non vi aspettate quindi alberghi a più piani e numerosi comfort, qui c’è la semplicità di un materasso per terra alle volte in una scuola usata anche per il turismo in estate. 
In questo viaggio serve quindi avere un buon spirito di adattamento: alle condizioni climatiche cangianti, allo stare insieme al gruppo e al dormire in camerate o posti super puliti e funzionali, ma semplici ed essenziali e a volte con bagno in comune. 

Inoltre qui vi spieghiamo il perchè non abbiamo previsto la Laguna Blu nell'itinerario ufficiale. 

Dove di dorme?

L'Islanda è una nazione con una densità di popolazione molto bassa, alcune zone sono molto remote e l'offerta di strutture ricettive è decisamente limitata. In estate soprattutto, quando l'afflusso di viaggiatori è elevato, hotel, ostelli e rifugi si riempiono completamente. Consigliamo quindi di iscriversi con largo anticipo per trovare soluzioni per i pernottamenti con buon rapporto qualità/prezzo. In base alle disponibilità delle strutture, potremmo dover modificare alcune percorrenze, ad esempio andando a dormire la sera nel successivo paesino lungo la strada, se in quello previsto in origine non ci fossero più posti liberi.
Per questo viaggio non è prevista l'opzione del pernottamento in singola.

Come ci si muove?
Auto a noleggio, questo il mezzo. Leggete maggior info su come funziona on the road

image
 

Islanda Into The Wild

Viaggiare in Islanda significa viaggiare nella sua natura geologicamente giovane, ma spettacolare. Salire su ghiacciai perenni, fare il bagno in acque sulfuree e camminare dentro a scenari mozzafiato. Una natura decisamente scenografica e capace di rigenerare i vagabondi che qui trovano un reale “stacco” dalla propria routine… Se amate la natura e i paesaggi intensi, questo è un viaggio da fare assolutamente.

image
 

 

 


ITINERARIO ISLANDA INTO THE WILD

GIORNO 1: ITALIA - REYKJIAVIK
GIORNO 2: CIRCOLO D'ORO – HÁIFOSS - ÞJÓRSÁRDALUR (225KM)
GIORNO 3: ÞJÓRSÁRDALUR - LANDMANNALAUGAR ( FJALLABAK NORTH) - ÞJÓRSÁRDALUR (151KM)
GIORNO 4: FJALLABAK NORTH SOUTH– SELJALANDSFOSS – ÞÓRSMÖRK –SKOGAFOSS (COSTA SUD) (192KM)
GIORNO 5: SKOGAFOSS - VATNAJOKULL – PARCO NAZIONALE DI SKAFTAFELL (193KM )
GIORNO 6: SKAFTAFELL - JOKULSARLON - HOFN (131 KM)
GIORNO 7: HOFN - FIORDI ORIENTALI – SEYDISFJORDUR  (213KM)
GIORNO 8: SEYDISFJORDUR - DETTIFLOSS - HUSAVIK (276KM)
GIORNO 9: HUSAVIK ED OSSERVAZIONE DELLE BALENE - LAGO MYVATN  - GODAFOSS - AKUREYRI (148KM)
GIORNO 10: AKUREYRI – HRUTARFJORDUR (247KM)
GIORNO 11: FIORDI OCCIDENTALI: HRUTARFJORDUR - HOLMAVIK - ISAFIORDUR (307KM)
GIORNO 12: FIORDI OCCIDENTALI: ISAFIORDUR - STYKKISHÓLMUR (385KM)
GIORNO 13: BUDARDALUR - PENISOLA DI SNAEFELLSNES (PARCO NAZIONALE) - REYKJIAVIK  (255KM)
GIORNO 14: REYKJIAVIK
GIORNO 15: RIENTRO IN ITALIA

 

GIORNO 1: ITALIA - REYKJIAVIK  

Arriviamo a Reykjiavik e già solo mettendo la testa fuori dall’aeroporto coglieremo che sì, siamo finalmente in Islanda. Il tempo di prendere la nostra macchina (o il nostro minibus) all'aeroporto e ci dirigiamo in albergo per riposarci che l’indomani ci aspetta una giornata piena. 
Notte a Reykjiavik

________________________________________________

GIORNO 2: REYKJIAVIK - CIRCOLO D'ORO - THJORSARDALUR

Oggi visitiamo i punti principali del cosiddetto Circolo d'Oro d’Islanda ovvero un giro vicino alla capitale capace di dare subito un assaggio molto intenso dei paesaggi tipici di questa Nazione. Passiamo quindi dal Parco Nazionale Thingvellir, dai geyser di Geysir e dalle cascate Gullfoss. Da lì proseguiremo poi lungo una strada di montagna fino alla valle Thjorsardalur (Þjórsárdalur). Lungo il percorso visiteremo le cascate Háifoss Waterfall e la gola Gjáin. Arriveremo al rifugio (probabilmente a Thjorsardalur) nel tardo pomeriggio. Pernottamento in ostello nella zona.

________________________________________________

 

GIORNO 3: THJORSARDALUR - LANDMANNALAUGAR 

Oggi ci spostiamo verso la zona altipianica chiamata Fjallabak North. Il momento più importante è la sosta a Landmannalaugar, paesaggi che paiono di fantasia e disegnati, pur essendo totalmente reali. 
Qui ci sono vari percorsi possibili da fare attraverso i campi di lava a piedi per poter godere appieno di questo scenario unico al mondo  (tra le 2 e le 4 ore o più, tutti percorsi segnati, difficoltà varia).
Dopo l'escursione ci si potrà rilassare e fare un bel bagno nell’acqua calda. 

Pernottamento in ostello nella zona. 

image

________________________________________________

GIORNO 4:  FJALLABAK SOUTH   - SELJALANDSFOSS – SKOGAFOSS  

Continuiamo l’esplorazione dell’Islanda sud-occidentale. Arriviamo a Seljalandsfoss dove lasciamo l'auto al parcheggio e prendiamo un mezzo anfibio visto che dobbiamo guadare alcuni fiumi per raggiungere e visitare  Thórsmörk, una valle boschiva tra i due ghiacciai di Mýrdalsjökull e Eyjafjallajökull (i nomi sono davvero tremendi per noi). 
Siamo in un posto di straordinaria bellezza naturale con contrasti forti, boschi e ghiacci. Rientriamo poi a Seljalandsfoss, visitiamo la cascata e poi raggiungiamo Skogafoss. 

Pernottamento in ostello nella zona.

________________________________________________

GIORNO 5: VATNAJOKULL – PARCO NAZIONALE DI SKAFTAFELL 

Ci dirigiamo a est verso il grande ghiacciaio Vatnajokull, il più grande dell’isola e visitiamo il Parco Nazionale Skaftafell. Si potrà scegliere tra numerosi percorsi diversi all'interno del Parco: camminate sul ghiacciaio, escursioni al paradiso ornitologico di Ingólfshöfði o altre attività opzionali (le escursioni a piedi sono gratuite,quelle sul ghiacciaio e quelle ornitologiche invece no). Pernottamento in ostello nella zona.

________________________________________________

GIORNO 6: JOKULSARLON (GLACIER LAGOON)

Jokulsarlon o Glacier Lagoon è il più grande e più conosciuto lago di origine glaciale dell'Islanda e si trova a Suddel Ghiacciaio Vatnajökull, tra il Parco nazionale Skaftafell e la città di Höfn. Se chiudete gli occhi e pensate alla numerose foto di iceberg e ghiacci viste dell’Islanda, quasi sicuramente, sono state scattate qui. Esploriamo quindi questa zona di rara bellezza con una escursione in barca sulla laguna dei ghiacci, navigando tra gli iceberg galleggianti. Un’esperienza unica. 
Pernottamento in ostello nella zona.

image

________________________________________________

GIORNO 7: FIORDI ORIENTALI – SEYDISFJORDUR

Oggi dedichiamo la giornata all’esplorazione dei fiordi orientali. Visitiamo prima Djopivogur, Heginfoss e Borgafjordur e arriviamo fino a Seydisfjordur, un piccolo villaggio affascinante e dall’atmosfera bohemiem dove il tempo pare essersi fermato. Quello che colpisce sempre di questi piccoli villaggi islandesi è la perfetta armonia tra case e natura circostante, decisamente delle cartoline dal vivo.
Pernottamento in zona in ostello.

________________________________________________

GIORNO 8: SEYDISFJORDUR - DETTIFLOSS - HUSAVIK

Oggi raggiungiamo la costa nord Orientale dell'isola, la nostra meta sarà Husavik, famosissima per le gita in barca alla ricerca delle balene. Durante il viaggio ci fermiamo a Dettifloss per ammirare la maestosa cascata, la più grande ed imponente d'Islanda in termini di volume d'acqua e capace di farci sentire decisamente piccoli di fronte all’imponenza della natura. 
Pernottamento in ostello nella zona di Husavik.

________________________________________________

GIORNO 9: HUSAVIK - LAGO MYVATN - AKUREYRI 

Uno dei momenti più attesi del viaggio per tanti: l’avvistamento delle balene. Finalmente questa mattina prendiamo la barca e andiamo alla ricerca delle balene in alto mare. Poi ci spostiamo e proseguiamo la giornata al lago Myvatn detto anche lago dei moscerini ed infine proseguiamo lungo la costa nord fino a raggiungere la “capitale del nord”, Akureyri, una cittadina dove sarà possibile anche uscire e andare al pub (cosa non scontata quando si viaggia in Islanda). Durante il viaggio ci fermiamo anche a vedere la cascata di Godafoss. 
Pernottamento in ostello o guesthouse ad Akureyri o dintorni.

image

________________________________________________

GIORNO 10: AKUREYRI – HRUTARFJORDUR

Vicino ad Akureyri ci sono alcuni centri termali, nel caso ci venisse voglia di fare un caldo bagno rilassante prima di metterci in marcia e proseguiamo poi il nostro viaggio in direzione costa nord dell’isola. Oggi andiamo verso i fiordi occidentali considerati i più belli dell’isola e godiamo di questi spettacolari scenari che ci appaiono lungo la strada, tra una foto e un sospiro. 

Pernottamento nella zona di Hrutarfjordur.

________________________________________________

GIORNO 11: HRUTARFJORDUR - HOLMAVIK - ISAFIORDUR 

I fiordi occidentali sono suggestivi, intercalati da spiagge dorate e lingue di sabbia. Lungo l’itinerario di oggi ci fermiamo a Holmavik, dove è allestito un museo della stregoneria, e Súðavík al Centro della Volpe Artica. Passiamo poi a Ísafiörður, una città ventosissima, situata sull'area geologica più antica di tutta l'isola. Da non perdere i gustosissimi dolcetti del Gamla Bakaríið, sorseggiando caffè.

Notte a Isafiordur o dintorni.

________________________________________________

GIORNO 12: ISAFIORDUR - STYKKISHÓLMUR

Ci svegliamo e riprendiamo la strada destinazione Stykkishólmur. Percorriamo dei tratti costieri e questo ci permetterà di vedere dei paesaggi straordinari. In base a quanto avremo voglia di guidare potremo decidere se spingerci verso il punto più occidentale dei fiordi, Látrabjarg, con spettacolari scogliere e spiagge nere e dorate oppure restare più vicini.

Pernottamento a Stykkishólmur.

________________________________________________

GIORNO 13: STYKKISHÓLMUR - PENISOLA DI SNAEFELLSNES (PARCO NAZIONALE) -   REYKJIAVIK 

In Islanda non si può andare via senza visitare il vulcano che ha reso celebre l’Islanda con i racconti dello scrittore Jules Verne, ma nemmeno si può lasciare questa terra desolata senza aver assaggiato sull’Arkal!

La prima tappa, quindi, è il villaggio di Bjarnarhöfn, riconoscibile a un bivio per una insegna di ferro a forma di squalo. Il piccolo museo a conduzione familiare racconta la storia dei pescatori di fine ‘800 e della scoperta della carne di harkal, lo squalo della Groenlandia. Passiamo per Grundarfiörður dove possiamo avvistare una cascata e una spiaggia di sabbia grigia con alghe gialle, e infine raggiungiamo il Parco di Snaefellsjokull. Qui si possono seguire i sentieri fino al cratere Vatnsborg, alla famosa spiaggia dorata di Skarðsvík e al faro arancione che si staglia sulla scogliera a picco sul mare. Un sentiero sulle scogliere a ridosso del mare, ma con un paesaggio alpino unisce Hellnar ad Arnarstapi, dove è dedicato un monumento a Jules Verne.

Si riparte infine per Reykjiavik, dove pernottiamo.

________________________________________________

GIORNO 14: REYKJIAVIK 

Siamo ormai giunti al termine del nostro viaggio. Oggi  possiamo dedicare la giornata alla visita di Reykjiavik che per quanto non sia paraginabile alle capitali europee, ha decisamente delle sue peculiarità e per molti è una città degna di visita. Possiamo fare inoltre shopping, mangiare e se c’è il sole stenderci nel parco cittadino. La sera troviamo nuovamente grande vita e divertimento. 
Pernottamento a Reykjiavik.

________________________________________________

GIORNO 15: RIENTRO IN ITALIA

A seconda del piano voli, arriviamo in Italia. 

________________________________________________

image

 

Quota

1600 euro a persona
Supplemento agosto: 200 euro 

________________________________________________

Cassa comune

Cassa comune: € 1350 a persona

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.

LA QUOTA INCLUDE:
- voli a/r incluse tasse aeroportuali ( franchigia bagaglio 20kg)
- 3 pernottamenti in ostello a Reykjiavik  
- il noleggio dei mezzi di trasporto: auto o minivan (esclusa benzina)
- assicurazione Medico Bagaglio  

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo DOC - chi è? cosa fa? 


LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo stimato una cassa comune di € 1350 a persona):

- tutti i pernottamenti in ostello con uso di proprio sacco a pelo (eccetto 3 notti a Reykjiavik )
- pasti (dove possibile si mangia al sacco o cucinando noi)
- benzina
- il navigatore satellitare non è incluso. Ci sono gruppi che preferiscono usare le mappe del loro cellulare o le "antiche" mappe cartacee e quindi pensiamo che non sia giusto fargli pagare il costo del navigatore satellitare che non usano. Quindi non lo includiamo nella quota che si paga dall’Italia. Poi, se il gruppo lo vuole, potrà prenderlo al ritiro dell'auto pagandolo extra. 
 
OPZIONI SU RICHIESTA: 
*** Stanza singola 
Possibile su richiesta e con supplemento, ma soggetta a disponibilità. 
Il costo NON è incluso nella quota, serve scrivere a staff@vagabondo.net per avere il preventivo e per verificare se disponibile.
*** Assicurazione annullamento opzionale 
Se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione e vi sarà inviato il preventivo con il costo previsto

La quota può subire supplementi a seconda del periodo dell’anno, del numero degli iscritti o dei cambi repentini dei prezzi dei voli. A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo. Inoltre i supplementi non hanno MAI valore retroattivo e quindi valgono solo per i futuri iscritti. Sul forum specifico del viaggio trovate le cifre aggiornate di volta in volta e le ragioni di eventuali variazioni. 

 

VISTI E DOCUMENTI

VISTO: non necessario.   

DOCUMENTI: necessaria carta d'identità valida per espatrio (non rinnovata con il timbro e ben conservata) o in alternativa il passaporto. 

________________________________________________

 

INFORMAZIONI UTILI PER IL VIAGGIO

Perchè non andiamo alle Blu Lagoons, o Laguna Blu

Benché siano una delle attrattive più famose della zona, abbiamo deciso di non inserire nel programma le Blue Lagoons, il centro termale tra Reykjavik e Keflavik. Innanzitutto il biglietto di ingresso è parecchio costoso (da minimo 50 euro per l'ingresso basic), e la nostra sensazione dopo averle provate è che l'esperienza non valga il costo. Essendo così famose, sono anche iper turistiche e costantemente piene di gente, talmente tanto che l'ingresso va prenotato in anticipo tramite il loro sito web e all'arrivo bisogna fare la fila per arrivare alla cassa. In Islanda ci sono tante fonti termali meno note, come ad esempio quelle vicino al Lago Myvatn, lungo la strada per Akureyri, perciò se durante il viaggio riuscite a visitarne altre meno affollate potrete quasi certamente godervele con più tranquillità e spendendo un po' meno! Se volete però provare comunque le Blue Lagoons, potrete organizzarvi liberamente sfruttando qualche ora del penultimo o ultimo giorno, a seconda dell'orario di rientro del vostro volo. 

Meteo

In Islanda da maggio a settembre le temperature sono molto variabili. Consigliamo di vestirsi sempre a strati.
Si può passare dai 5 ai 18 gradi nell'arco della stessa giornata! Guarda qui che tempo fa.

Abbigliamento

In Islanda il tempo è soggetto a repentini cambiamenti.. come dice un vecchio detto: "se non ti piace il tempo aspetta 10 minuti, vedrai che peggiorerà." 
Il periodo migliore per visitare il paese va da maggio a settembre.. vediamo cosa portare nello zaino per non trovarsi impreparati:

- vestiario comodo e sportivo (pantaloni lunghi e corti da camminata; pile, golf, polo, magliette)
- berretto/cappello e guanti (per i più freddolosi)
- giacca anti vento e anti pioggia
- k-way 
- scarpe da trekking 
- sacco a pelo termico
- costume da bagno (per rilassarci nelle sorgenti termali!) 
- zainetto e/o marsupio 
- mascherina per gli occhi per dormire (c'è luce anche la notte!) 

Curiosità sull'Islanda

- A dicembre 2008, l'Islanda aveva una popolazione di circa 320000 persone;
- La birra non è stata legalizzata in Islanda fino al marzo 1989
- Gli altipiani sono una combinazione inabitabile di sabbie, montagne e ghiacciai
- Vatnajökull è il più grande ghiacciaio d'Europa, esteso circa 8100 km²
- 90% di tutte le case in Islanda sono riscaldate con acqua geotermica e il 75% del totale di energia consumata viene da fonti rinnovabili
- In Islanda, precisamente presso il vulcano Snæffels, Jules Verne ambienta l'ingresso della via per il suo "Viaggio al centro della terra".

 

 

 

 

DATE E PARTENZE PREVISTE PER QUESTO VIAGGIO:

Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Sab 15/6/2019
-
Sab 29/6/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 6/7/2019
-
Sab 20/7/2019
2
Da confermare
francescaBiri

Con la vagabonda doc Francesca / francescaBiri. Iscritti due vagabondi + il vagabondo doc. Età degli iscritti da 35 a 47 anni

- Prenotami!  Forum! 
Sab 20/7/2019
-
Sab 3/8/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 3/8/2019
-
Sab 17/8/2019
3
Da confermare
OriOri

Con la vagabonda doc Oriana/OriOri. Iscritti un vagabondo, due vagabonde + la vagabonda doc. Età degli iscritti da 35 a 42 anni

- Prenotami!  Forum! 
Sab 10/8/2019
-
Sab 24/8/2019
11
Completo
Shella

Con il vagabondo doc Carlo / Shella. Iscritte nove vagabonde, due vagabondi + il vagabondo doc. Età degli iscritti da 29 a 57 anni.

→ COMPLETO (non è più possibile iscriversi a questo gruppo)

- Prenotami!  Forum! 
Sab 31/8/2019
-
Sab 14/9/2019
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 21/9/2019
-
Sab 5/10/2019
1
Da confermare

Vagabondo doc da nominare. Iscritto un vagabondo di 39 anni

- Prenotami!  Forum! 
Sab 9/5/2020
-
Sab 23/5/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 23/5/2020
-
Sab 6/6/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Sab 6/6/2020
-
Sab 20/6/2020
0
Da confermare
- Prenotami!

Pagine


Vagabondo viaggia senza inquinare

Fototeche di gente che ha fatto questo viaggio

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo