I templi di Angkor

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Cambogia In letargo, Per Viaggiatori Indipendenti

Le magie nascoste intorno a Siam Reap, perché solo di magie si può parlare quando vieni a trovarti sotto i mille volti del Bayon o ti ritrovi a leggere gli altorilievi lungo le mura di Angkor Wat... Siete pronti ad immergervi nella storia?

image

 

I Templi di Angkor per indipendenti

Durata: 4 giorni/3 notti
Costi

325 USD (dollari, non euro!) a persona se viaggiate in 2 
280 USD a persona se siete un gruppetto da 3 o più

Supplemento camera singola 80 USD a persona
Upgrade a hotel 4 stelle --- 40 USD a persona

Supplementi per Capodanno, Capodanno cinese e cambogiano, Festa dei lavoratori.

Alloggio e Trasporti: Si dorme in confortevole albergo 3*, in camere doppie con bagno privato.
Ci si muove  in auto/pulmino con autista.
Inclusi nella quota:

Trasporti, hotel, prime colazioni, guida/autista parlante ITALIANO,  biglietto di ingresso ad Angor.

 

Al momento non sono previste date di viaggio in questo luogo.
Per maggiori informazioni scriveteci!


Vagabondo viaggia senza inquinare

Tutti avrete sentito parlare almeno una volta nella vita della magnificenza dei templi di Angkor. Il più famoso è sicuramente Angkor Wat, ma quello che si trova in questa area a nord ovest della Cambogia è un parco archeologico senza eguali che si estende su 400km2 e raccoglie centinaia e centinaia di templi.

E' qui che a partire dal IX fino al XV secolo fiorì l'impero Khmer, di cui Angkor fu la capitale amministrativa e culturale. ll fondatore dell'impero fu Jayavarman II, dopo di lui si susseguirono altri 26 re nel corso dei 6 secoli di regno. E' proprio ai re Khmer che si deve la costruzione dei templi che vediamo oggi, che testimoniano il potere e la grandezza di questa civiltà.

Quando l'impero Khmer fu fondato, la religiorne principale era l'Induismo, è per questo che molti dei templi di Angkor sono dedicati alle divinità indù (Angkor Wat è uno di questi), in particolare a Shiva (dio della rinascita e della distruzione), Vishnu (il protettore) e Brahama (il creatore). Nel corso dei secoli però il Buddismo divenne più prominente e le statue di Buddha andarono a sostituire quelle indù. 

Tra i 27 re che si susseguirono al potere spiccano due nomi: Suryavarman II (1112 - 1152)  Jayavarman VII (1181 - 1219). E' durante i loro imperi che vennero eretti i templi più importanti di Angkor. A Suryavarman II si deve la costruzione di Angkor Wat, meantre a Jayavarman VII vanno attribuiti, tra gli altri, Angkor Thom, Bayon, Ta Prohm, La terrazza dell'Elefante e la terrazza del Re Lebbroso.
Neanche a dirlo, questi templi sono un must visit se vi trovate ad Angor.

 image


Programma

Giorno 1:   Arrivo - Siem Reap
Una volta arrivati all'aeroporto sarete accolti e accompagnati presso il vostro Hotel.
Pernottamento a Siem Reap
Pasti inclusi: nessuno.

Giorno 2: Angkor Temples Tour
Questa mattina dopo colazione inizieremo la visita del complesso di Angkor. I templi si raggiungono da Siem Reap. Alcuni sono molto vicini come Angkor Wat, altri un po' più distanti come Bentany Srei.

Inizieremo dalla città fortificata di Angkor Thom, che copre un'area di 10km2. Entreremo dal cancello sud per percorrere una stradina rialzata adornata da entrambi i lati da statute di dei e demoni. Faremo sosta al Bayon temple per continuare poi verso la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. La prossima tappa sarà Ta Phrom - che è stato per anni abbandonato al potere distruttivo della natura dagli archeologi francesi che volevano dimostrate la potenza incredibile della natura.

Nel pomeriggio andiamo ad Angkor Wat – il più grande e famoso di tutti i templi. Visitiamo Angkor Wat e poi ci spostiamo a Phnom Bakheng per goderci il tramonto. 

Angkor Wat venne costruito in onore di Vishnu, con cui Suryavarman II si identificava, e dopo la morte del re divenne il suo mausoleo. Il nome vuol dire letteralemte " città reale che è un monastero". La parola "wat" infatti vuol dire proprio "monastero" e venne aggiunta nel XIII secolo quando l'impero abbracciò il Buddismo e il tempio venne trasformata da santuario Vishnuita a monastero Buddista. Per costruirlo ci vollero 30-35 anni e vennero impiegati 4.000 elefanti. 

Angkor Wat, così come gli altri templi Khmer, è piena di elementi simbolici. Il tempio rappresenta l'universo Hindu e le sue cime richiamano il Monte Meru, la montagna sacra della mitologia induista e casa delle divinità Hindu.

Pernottamento a Siem Reap
Pasti inclusi: Prima colazione, acqua durante il tour.
 

Giorno 3: Banteay Srei – Banteay Samre - Rulos Group

In mattinata visitiamo il tempio di Banteay Srei – la cittadella delle donne, decorata con intricati rilievi di varie divinità intagliate in pietre di arenaria rosa. In seguito andiamo a Banteay Samre, tempio risalente alla metà del 12° secolo e dedicato a Vishnu. Infine nel pomeriggio visitiamo il Roluos Group, che include i templi di Bankong, Preah Ko, Lolei e Baray. 
Pasti inclusi: Prima colazione.
 
Giorno 4: Siem Reap - partenza
Dopo colazione sarete accompagnati all’aeroporto di Siem Reap per il vostro volo di partenza. 
 
Si il vostro volo parte in serata o nel pomeriggio, potete approfittare per fare un giro all'Old Market oppure, se avete mezza giornata a disposizione, fare un'escursione in barca al Tonle Sap Lake, il lago più grande del Sud Est Asiatico in cui si trovano diversi villaggi galleggianti (Roberta c'è stata e le è piaciuto un sacco). 

Pasti inclusi: Prima colazione.

 

Incluso nella quota
- Guida/autista parlante italiano
- 3 pernottamenti in camera doppia in hotel 3*
- tutte le prime colazioni
- trasporti con auto privata con A/C
- acqua durante le visite
- biglietto di ingresso ai templi

 

Non incluso nella
- visto per la Cambogia
- pranzi e cene
- volo o bus da e per Siem Reap
- mance

 

Come raggiungere Angkor Wat

Per visitare i templi di Angkor bisogna fare tappa a Siem Reap, che è la città appena fuori il parco archeologico. A Siem Reap si può arrivare facilmente via terra o in aereo da diverse destinazioni.

Via terra 

Da Bangkok
E' possibile prendere dei bus diretti che partono da Moh Chit Terminal a nord di BKK e nel giro di 6 o 7 ore arrivano a Siem Reap. Ci sono sia linee di autobus privati sia statali. Quelli statali sono diventati operativi dal febbraio 2013 . I prezzi vanno dagli 8 a 17 euro. Inoltre ora raggingere Siem Reap è più semplice perchè la strada da Poipet a Siem Reap, che prima era in condizioni disastrose, è stata sistemata.
 
Da Phnom Penh
Da Phnom Penh è possibile prendere degli autobus per Siem Reap. Ci sono autobus più economici che fanno diverse fermate durante il tragitto, è autobus diretti un poco più costosi. Il viaggio dura anche qui 6 o 7 ore.
 
Via Aerea
Ecco alcune delle città da cui si possono prendere voli diretti per Siem Reap.
 
- Phnom Phen (Cambodia Angkor Air)
- Kuala Lumpur (Air Asia)
- Bangkok (Air Asia, Bangkok Airways, Cambodia Angkor Air)
- Hanoi (Vietnam Airlines)
- Ho Chi Min City (Vietnam Airlines)
- Luang Prabang (Vietnam Airlins)
 
 

Visto

Per entrare in Cambogia bisogna fare il visto. E' possibile farlo all'arrivo in aeroporto oppure alla frontiera. Il costo è di 20 dollari americani. All'aeroporto di Siem Reap la procedura è molto veloce, ci vogliono 15 minuti e il gioco è fatto. Se non avete dei dollari con voi non vi preoccupate perchè c'è un bancomat proprio agli arrivi e potete ritirarli lì. Ricordate di portare un paio di fototessere.
 
Altra opzione è quella di fare il visto on-line al costo di 25 dollari americani, questo è il link: http://evisa.mfaic.gov.kh/.
 
Ed ecco qualche foto scattata da Roberta durante il suo viaggio di prova:
 

Temperature

La stagione più fresca e secca va da dicembre a febbraio, anche se la colonnina di mercurio arriva lo stesso fino ai 30°C durante il giorno. La sera però rinfresca e c'è bisogno di una giacchina. Il caldo e l'umidità arrivano verso marzo e raggiungono il picco ad aprile che è il mese più caldo (si sfiorano i 40°C). Intorno a maggio aumentano le precipitazioni e il periodo più piovoso è tra settembre d ottobre. La pioggia comunque in genere non è costante ma si concentra in acquazzoni pomeridiani. 


Abbigliamento

Come al solito vige la regola di vestirsi il più comodi possibile. Lasciate a casa i jeans se non volete morire di caldo ed optate per tessuti freschi e traspiranti, evitate però abiti troppo scollati.

Delle normali scarpe da ginnastica vanno benissimo, oppure per stare più freschi anche dei sandali da passeggio possono fare al caso vostro. Non dimenticate di portare con voi un cappello ed un k-way per ogni evenienza. 


Ecco qualche foto che Roberta ha fatto durante il suo viaggio:

Bayon

Bayon


 Bakong Temple

Preah Ko temple


Preah Ko temple

Preah Ko temple


Ta Prohm

Ta Prohm



Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo