Belgrado Fly and Drink

Paesi visitati Tipo di Viaggio
Serbia Viaggi di Gruppo, Viaggi Fly & Drink, Viaggi low budget

Forse non lo sapete ma Belgrado ora è una delle città più festaiole d'Europa ed ha una vita culturale davvero interessante. Non vi annoierete di certo: di giorno musei e palazzi antichi, di notte la musica dei violinisti rom nelle osterie.

image

image

 

BELGRADO FLY&DRINK

DURATA:

4 giorni - Partenze da Roma e Milano
(partenze da altri aeroporti su richiesta e previa disponibilità)

QUOTA:

€ 440 euro a persona
Supplemento Pasqua, Ponti e Capodanno: € 60 a persona

CASSA COMUNE:

€ 130 a persona
da aggiungere alla quota base e versare in loco (Cos’è e come funziona la cassa comune?)

PERIODO: tutto l'anno
DIFFICOLTA': 

Facile

 GRUPPO:

Minimo 4/5 partecipanti. Massimo 15 + il Vagabondo Doc

 
Possibili eccezioni: a volte potremmo confermare il gruppo anche a 3 partecipanti + il Vagabondo Doc oppure chiudere il gruppo prima del raggiungimento del numero massimo. 
Sul forum di viaggio trovate sempre gli aggiornamenti per ogni singolo gruppo.
 

  Per informazioni scrivete a staff@vagabondo.net oppure telefonate al 333 2675541

COSA SERVE SAPERE?

image
QUOTA

COSA COMPRENDE

image
TIPOLOGIA VIAGGIO

FLY&DRINK
image
INFORMAZIONI 

QUALCOSA SULLA CITTA'
image
DA SAPERE
DOVE SI DORME? COME CI SI MUOVE?  
image
PROGRAMMA VIAGGIO

GIORNO PER GIORNO 
image
DATE E PARTENZE

VEDI TUTTE LE DATE PREVISTE 

image

 

 

Da sapere Mi informo...

1. Dove si dorme?
In alberghi e hotel prenotati direttamente dallo staff. Camere doppie o triple con bagno privato.
Possibile richiedere stanza singola. 
Il costo NON è incluso nella quota e serve scrivere a staff@vagabondo.net per avere il preventivo e per verificare se disponibile.
NB: noi vi consigliamo sempre di condividere la stanza insieme agli altri del gruppo però. E’ più economico, divertente e spesso è l’inizio di una nuova amicizia! 

2. Come ci si muove?
Principalmente a piedi o con i mezzi pubblici. La città è visitabile quasi interamente a piedi, perché è abbastanza piccola. In ogni caso i bus sono comodi ed economici. Si acquista una tessera in qualsiasi edicola o tabaccaio e si ricarica con le corse necessarie. Il bus servirà per andare a Zemun, a Novi Beograd o sulle spiagge sul fiume. Un altro mezzo di trasporto ottimo è la bicicletta. Per arrivare in città dall’ Aeroporto ci sono dei minibus molto frequenti (linea A1) che in 30 minuti vi portano in città. Il costo è di circa 2,5 € e in centro fanno un paio di fermate. Oppure ci sono gli autobus normali, più lenti ma ancora più economici.

image

________________________________________________


Programma Belgrado Fly&Drink giorno per giorno

GIORNO 1: ITALIA – BELGRADO

Un volo dall’Italia e atterriamo a Belgrado. A seconda dell'orario di arrivo cominciamo la nostra visita della città e andiamo verso Skadarlija (o Skardaska), il quartiere ex bohemienne. All’inizio del 1900 era la Montmartre di Belgrado, ma gli artisti non se ne sono andati, li trovate ancora qui! E’ pieno di ristoranti, taverne e osterie e avremo un divertente primo contatto con la cucina serba: cevapi e raznici, montagne di carne grigliata, cipolla e patate. E ci sarà anche il battesimo della rakia, la fortissima grappa di prugne che allieterà le nostre serate!

La vitalità dello spirito balcanico è la cosa che accomuna tutti gli abitanti di questa parte del mondo. Quando si tratta di produrre arte, musica, cinema… e feste, le differenze spariscono e la gente si unisce nella creazione e nel divertimento. Notte a Belgrado.

image

________________________________________________

GIORNO 2: BELGRADO

La giornata di oggi sarà dedicata alla storia della città.Passeggiamo per il centro. Da piazza Terazje, una delle più animate, ci dirigiamo attraverso piacevoli strade fino alla cittadella di Kalemegdam, la fortezza/parco che sorge sul punto in cui la Sava entra nel Danubio. Da qui il panorama è abbastanza ampio per accorgerci che la “città bianca” (Beo Grad = città bianca) di bianco ha veramente poco! La prima di una serie di contraddizioni che scopriremo durante il viaggio. Il colore predominante è invece il rosso intenso, quello dei tetti che potete vedere ma anche quello del sangue qui versato che non potete vedere ma solo ricordare. I 2300 anni di storia di Belgrado comprendono un numero impressionante di guerre, assedi, distruzioni. Ma poi tutto è stato sempre ricostruito, uguale o più bello di prima. La cittadella Kalemegdam nel corso dei secoli è stata distrutta più di 40 volte. Tutta la città di Belgrado nel 1999 sia stata bombardata (dalla NATO) per ben 78 giorni.

Belgrado rinasce ogni volta, come una fenice, dalle ceneri che lasciano gli uomini. Gli edifici vengono ricostruiti e restaurati, la vita nelle strade torna a pulsare. Sempre. E sapere questo è molto importante per capire il popolo serbo. Visitiamo il mausoleo di Tito con annesso Museo di Storia Jugoslava dove spesso vengono organizzate mostre molto interessanti e sono conservati tutti regali assurdi che Tito ricevette dai vari presidenti mondiali. Se è una bella giornata possiamo anche fare un giro ad Ada Ciganlija, l’isola che viene chiamata “il mare di Belgrado”. Qui si può prendere il sole sul prato, affittare un kayak e passare il tempo come lo trascorrono i belgradesi nei giorni di festa.

Altra seratina in giro per localini. Qui a Belgrado ce ne sono talmente tanti che… non c’è più posto per aprirne altri, e così li hanno costruiti sulle chiatte e ormeggiati in riva al fiume. Stasera possiamo ballare ai ritmi del "turbo-folk" locale. Di sicuro il divertimento non mancherà!

________________________________________________

GIORNO 3: BELGRADO

Oggi tocca alla Belgrado novecentesca, ricca di begli edifici Secession (liberty) o decò. Il più bello è forse la Scuola delle Belle Arti. Passeggiamo verso Sveti Sava, la più grande chiesa ortodossa al mondo, dedicata a San Sava che è il santo fondatore della chiesa serba. Poi ci imbatteremo nei resti del ministero delle finanze bombardato dalle forze Nato nel 1999 durante la guerra del Kosovo e così lasciato, a testimonianza dell'ultimo colpo della travagliata storia di questa città e di tutta la regione. Nel pomeriggio possiamo visitare il museo Nikola Tesla, il genio serbo che contese a Edison il Nobel per l'invenzione della lampadina. Alla fine nessuno dei due andò a ritirarlo per paura di doverlo condividere. Questo aneddoto vi fa già presagire il carattere folle e fiero della gente di queste parti. Gente che avrete già imparato a conoscere e ad amare. Nel museo c’è una parte interattiva davvero divertente. Dopo un'ultima cena a base di cevapi e cipolla ci aspetta un'ultima notte brava nella follia della città. Potremo andare in qualche Kafana a concludere degnamente la serata.

image

________________________________________________

GIORNO 4: BELGRADO - ITALIA

Oggi a seconda degli orari dei voli e delle nostre preferenze decidiamo cosa fare. Noi consigliamo di arrivare al sobborgo di Zemun, un grazioso borgo sulle rive del Danubio ormai inglobato nella città (dista 6 km da Belgrado). Per arrivarci attraverseremo in autobus la così detta Novi Beograd, l'espansione cittadina progettata in epoca socialista. Brutta ma non priva di un certo fascino. Zemun invece oltre che fascinosa è anche bella! E’ molto piacevole poi passeggiare tra le stradine acciottolate del borgo. Qui i belgradesi fanno le loro gite attratti dall’atmosfera tranquilla e dagli ottimi ristoranti di pesce. La domenica mattina c’è il mercatino delle pulci, chiamato Buvljak. Qui si trova praticamente tutto, dalle biciclette ai vestiti e tutto a prezzi estremamente convenienti. Storicamente Zemun è stato il punto più a sud dell’impero austro-ungarico. Da visitare ci sono sicuramente la fortezza di Gardos e la chiesa Nicolajevka. E infine andiamo in aeroporto per il ritorno in Italia.

image

________________________________________________


 

 

Quota 

€ 440 euro a persona
Supplemento Pasqua, Ponti e Capodanno: € 60 a persona

________________________________________________

Cassa comune

Cassa comune: € 130 a persona

La cassa comune è una previsione di spesa di tutte quelle voci che non sono incluse nella voce “la quota include” e come tale va intesa.  Questa previsione di spesa è calcolata in base ai viaggi precedenti o alla nostra esperienza nel caso di prime. Si versa solo una volta arrivati in loco e il valore è calcolato in base a dei costi medi. 
Per informazioni dettagliate vi invitiamo e leggere per bene qui: CASSA COMUNE DI VAGABONDO.

LA QUOTA INCLUDE:

- volo aereo con solo bagaglio a mano
***in base alle disponibilità del vettore includiamo l'opzione priority. Se non più disponibile, potrebbe essere richiesto di imbarcare il bagaglio a mano senza alcun costo aggiuntivo prima di effettuare i controlli di sicurezza
- tasse aeroportuali
- pernottamento in camera doppia (o tripla se siete dispari) con bagno privato
- assicurazione sanitaria

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo stimato una cassa comune di € 130 a persona): 

- pasti
- mezzi pubblici per muoversi in città
- ingressi nei siti e musei a pagamento 
- bagaglio in stiva sull'aereo (per chi lo vuole con supplemento)
- city tax da pagare direttamente in hotel 
 
OPZIONI SU RICHIESTA: 
*** Stanza singola
Possibile su richiesta e con supplemento, ma soggetta a disponibilità.
Il costo NON è incluso nella quota, serve scrivere a staff@vagabondo.net per avere il preventivo e per verificare se disponibile.
*** Assicurazione annullamento opzionale 
Se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione e vi sarà inviato il preventivo con il costo previsto

*** IL BAGAGLIO DA STIVA O IL PRIORITY BOARDING PASS O ALTRI SERVIZI AGGIUNTIVI SI POSSONO RICHIEDERE SOLO AL MOMENTO DELL’ISCRIZIONE O DELLA CONFERMA VIAGGIO. 
Il pagamento va quindi effettuato insieme all’acconto del viaggio. 
Non potremo accettare richieste di servizi aerei aggiuntivi in un secondo momento, scusateci.

La quota può subire supplementi a seconda del periodo dell’anno, del numero degli iscritti o dei cambi repentini dei prezzi dei voli. A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo. Inoltre i supplementi non hanno MAI valore retroattivo e quindi valgono solo per i futuri iscritti. Sul forum specifico del viaggio trovate le cifre aggiornate di volta in volta e le ragioni di eventuali variazioni. 

 

INFORMAZIONI UTILI PER VISITARE BELGRADO

Dove mangiare e dove andare la sera

Belgrado è strapiena di localini meravigliosi.
Le Kafane sono quelli più simpatici: si tratta di osterie dove si ascolta musica tradizionale dal vivo (a volte virtuosistici violinisti rom) tracannando rakia. Sono posti dove in genere si può sia cenare che andare solo a bere. Ne proveremo molte in questo viaggio. La cucina serba è famosa per la carne. Alla griglia nella versione dei cevapcici (polpettine di carne), dei pljeskavica (hamburger speziati) o dei raznjici (polpette di maiale o vitello). Al forno o in casseruola con la celebre musaka (melanzane a strati con patate e carne tritata), la sarma (carne e riso avvolte in foglie di cavolo), il kapama (agnello stufato con cipolle, spinaci e yogurt) e le punjane tikvice (zucchine ripiene di carne). Ma anche i vegetariani mangeranno qualcosa di buono. Come in tutto l’est Europa le insalate sono fresche e saporite e ci sono torte e pizze rustiche di formaggio, spinaci e altre verdure.

Lo spuntino locale più famoso è il burek, una sfoglia di pasta che può essere ripiena di diverse cose: formaggio, patate, carne, funghi. Se ne trovano per tutti i gusti.
Quando andrete a bere proverete la fortissima rakija, la grappa locale, la cui versione base è distillata dall’uva, ma ha delle sottoversioni molto interessanti distillate da prugne, noci, mele, pere. Tutte da provare. Altri alcolici famosi sono il bernet, un vino da dessert, la medovaca, un liquore ricavato dal miele, e il pelinkovac, un distillato di erbe.

Questa è una città economica e mangiare costa poco.
Al ristorante per un piatto unico con contorno e una birra spenderete dai 5 ai 10 euro e le porzioni sono abbondanti. Nei bar una birra costa da 1 a 3 euro (a seconda della sciccheria del locale).

A Belgrado, come abbiamo scritto, la vita notturna impazza in tutta la città. I poli maggiori sono il quartiere di Skardaska e le rive del Danubio. Ma anche la Stari Grad (città vecchia) e il quartiere di Dorcol.

A Skadarlija
Skadarlija
(o Skardaska) è il quartiere ex bohemienne.  All’inizio del 1900 era la Montmartre di Belgrado, ma gli artisti non se ne sono andati, li trovate ancora tutti qui! E’ pieno di ristoranti, taverne e osterie. Cucina casareccia e coinvolgente musica rom.

Dva Jelena (nel quartiere Skardaska) Taverna rustica antichissima in cui si mangia cibo tipico serbo e c’è musica tradizionale. Una vera istituzione a Belgrado.

Red Bar (Skadarska 17) Kafana nel quartiere di Skadarlija.
 

A Stari Grad (città vecchia)

? Question Mark  (Znak Pitanja; Kralja Petra 6). La kafana più antica di Belgrado (dal 1823). Anche il nome è leggenda: prima si chiamava “Alla Cattedrale” ma i fedeli della chiesa vicina si arrabbiarono non poco perché la taverna era piena di ubriachi ufficiali. I gestori del tempo decisero di togliere l’insegna e sostituirla con un punto interrogativo. In ogni caso qui si mangiano ottime grigliate, pollo ripieno e agnello cotto nella pentola di ghisa, come una volta. E si beve un sacco!

Mikan (Marsala Birjuzova 14) Ottimo ristorante di cucina locale, con un giardino all’aperto.  Attenzione però a cosa scegliete, perché il piatto può risultare molto speziato.

Mikan fast food (stessa gestione del ristorante). E’ una finestrella aperta sulla strada, ottimi piatti e panini cotti alla griglia a prezzi imbattibili, si mangia o da asporto o su piccoli tavolini lungo la strada.

Blaznavac (Kneginje Ljubice 18) un bel giardino all’aperto arredato con mobili colorati, atmosfera “cool” dove trascorrere le calde serate estive.
 

A Zemun
Eden Cafè
(Kej Oslobođenja br. 67, Zemun) un bar tranquillo dove sorseggiare una birretta osservando scorrere il Danubio.

 

Sui lungofiume
Bar Corba
(Brace Krismanovic, sul lungofiume) bar con musica dal vivo.

E diversi Bar Boat sulla Sava, molto divertenti il fine settimana ed animati fino alla mattina presto

 

Altro da fare, suggerimenti, idee ecc.

-   E’ possibile effettuare un DOWNTOWN WALKING TOUR con guida in inglese. Vi può far rivivere le varie fasi della tormentata storia di questa città. Al momento gli orari sono i seguenti: Ogni Lunedi, Mercoledì, Venerdì e Sabato parte alle ore 11:00 da Piazza della Repubblica (di fronte Museo Nazionale).

-   Communist tour. Altro tour con guida in inglese incentrato sulla Belgrado Comunista.

-   Si possono affittare delle biciclette e percorrere la bella strada sul fiume.

-   si può andare alla Banca Nazionale e visitare il piccolo ma interessante Museo Della Moneta Jugoslava. E’ gratis, basta lasciare la carta d'identità.

-   Il Palazzo Reale dove ancora abita quello che sarebbe il principe ereditario. Si possono visitare le stanze reali. E’ visitabile solo nei week end e nei mesi estivi.

-   il palazzo dela principessa  Ljubica

-   un giro per il multiculturale quartiere di Dorcol, dove si trova l’unica moschea rimasta oggi a Belgrado

 

DATE E PARTENZE PREVISTE PER QUESTO VIAGGIO:

Partenza e Ritorno Iscritti, Status, TL Note Prenotazioni Forum
Gio 6/2/2020
-
Dom 9/2/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Gio 30/4/2020
-
Dom 3/5/2020
1
Da confermare
M.Ruggy

Con il vagabondo doc Marco / M.Ruggy

- Prenotami!  Forum! 
Ven 5/6/2020
-
Lun 8/6/2020
0
Da confermare
- Prenotami!
Gio 1/10/2020
-
Dom 4/10/2020
0
Da confermare
- Prenotami!

Vagabondo viaggia senza inquinare

Fototeche di gente che ha fatto questo viaggio

Lo sapevi?

Viaggi di Vagabondo