Racconti di viaggio in Fiji

  • Isola di Wallis, un piccolo regno perduto nel Pacifico
    Questo è stato un viaggio nel viaggio, nel senso di uno straordinario "fuori programma" di ben una settimana. Il viaggio era stato completamente pensato per esplorare le isole Fiji, ma una decisione improvvisa ci porta ad approfittare della rara possibilità di recarsi a Wallis, oggi raggiungibile da Nadi con un comodo volo dell'Air Caledonia (ad un costo non proprio economico di ca. 240 euro pro capite - durata un'ora e un quarto). Abbiamo alloggiato a Mata Utu, in un alberghetto prenotato per telefono, l'hotel Moana Hou, pulito, camere ampie con aria condizionata, bagno privato e sala ristorante. Gradevole sistemazione a ca. 85 euro a notte (i prezzi a Wallis non sono popolari). Ottimo il ristorantino sul mare "Chez Patricia", nella località di Vailala, a nord dell'isola (mediamente 25-30 euro a testa per cenare a base di pesce). Da consigliare anche il ristorante Le Recif, a Mata Utu, in cui abbiamo speso 80 euro in due, di cui 26 per un ottimo vino francese. A chi si recasse a Wallis in agosto, consiglio di non perdere la funzione religiosa nella cattedrale di Mata Utu nel giorno di Ferragosto e la grande festa che segue e dura per l'intera giornata. A Wallis chi è cellulare-dipendente o internet-assuefatto non avrà vita facile. Di seguito, qualche notizia in più di questo meraviglioso angolo di mondo perduto.
    Creato da

Lo sapevi?

Ti trovi in Fiji che sta in Oceania

Cambia destinazione