Sicurezza in Guatemala

Forum: Guatemala - I Viaggi di Vagabondo

21 contenuti / 0 nuovi
Ultimo contenuto
Ritratto di Aroundtheworld
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 06/07/2003 - 06:40

---

Ritratto di eva_b_it
Offline
Last seen: 5 anni 8 mesi fa
Iscritto: 22/07/2007 - 10:17
Sicurezza in Guatemala

Grazie! Ho trovato molto interessanti le tue info, queste estate infatti andrò in Guate, zaino in spalla e qualche timore dopo aver letto i vari blog mi è venuto! :o Può essere pericoloso secondo te portare macchine fotografiche o videocamere? anche se non si viaggia in macchina a noleggio?Inoltre volevo chiederti una consulenza sull'itinerario, rispetto a quello proposto da te "Livingstone, Rio Dulce, Tikal, Belize" cosa ne pensi di "Tikal, Rio dulce, Livingstone, Puerto barios, Belize"? xchè mi piaceva l'idea di attraversare il Belize Lungo la costa invece che dall'interno. Grazie mille ciao, Eva

Ritratto di eva_b_it
Offline
Last seen: 5 anni 8 mesi fa
Iscritto: 22/07/2007 - 10:17
Sicurezza in Guatemala

Infatti volevo fare il tragitto in bus, esattamente come avrei fatto attraversando l'interno partendo da Flores. Approfitto ancora della tua gentilezza: Mi puoi dire qual'è l'agenzia del tuo amico ad Antigua così informarmi per pernottamento ed eventualmente transfer?per i soldi meglio portare travel, bancomat o contante?In Agosto è un problema trovare da dormire senza aver prenotato nulla?Grazie ancora!

Ritratto di rosaliacastro
Offline
Last seen: 5 anni 8 mesi fa
Iscritto: 13/06/2007 - 11:25
Sicurezza in Guatemala

Ciao! Sono rientrata domenica da un favoloso viaggio in guatamala e nicaragua, per cui ho trovato davvero utili i consigli di Vagabondo. Scrivo in questa sezione perchè anche io, prima di partire, avevo qualche timore legato alle cose lette su questi paesi (anche sul sito del nostro ministero, che definirei quasi terroristico) e scrivo per confermare che non ho avuto alcun tipo di problema, anzi, la gente è disponibilissima e pronta ad aiutarti. Abbiamo viaggiato sempre con mezzi di trasporto locali, facendo anche tratte notturne (tipo ciudad de guatemala - flores) senza mai incorrere nemmeno nella sensazione di correre pericoli. Certo, ci siamo attenuti alle regole di comportamento del buon senso (che però personalmente uso anche a Milano, che è la mia città e di cose ne succedono ogni giorno), ma senza mai limitarci negli spostamenti. Grazie ancora Vagabondo, e se avete bisogno di info sono a disposizione. Alessandra Ciao ciao!

Ritratto di OLETTA
Offline
Last seen: 5 anni 8 mesi fa
Iscritto: 16/05/2007 - 14:25
Sicurezza in Guatemala

Ciao Vagabondo, sono Nico, ci siamo contattate verso aprile, per il Guate, dove non sono riuscita ad andare, ma andrò a gennaio e penso di stare, forse un paio di mesi. Mi dai una mano ad organizzare almeno l'arrivo? Ho letto dell'agenzia di Walter, di cui tutti sono entusiasta e vorrei farmi dare una mano da lui almeno appena arrivo, per arrivare e trovare sistemazione ad antigua e poi da lì girovagabondare, probabile fino al messico. Leggevo però ora sul sito del ministero degli esteri che la situazione sicurezza è piuttosto a rischio in queste ultime settimane! Di tutto e di più, al solito come in tutti i paesi del sud del mondo. Anche della Tanzania dicevano lo stesso, ma mi è sembrata una situazione piuttosto tranquilla.Tu che sei in diretto contatto con loro in Guatemala, mi sai dire qualcosa di +, qualche rassicurazione! Io viaggerò sola,poi incontrerò gente strada facendo. Grazie intanto per questa tua prima risposta, poi ci sentiamo presto.

Ritratto di gianf77
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: 08/10/2007 - 10:30
Sicurezza in Guatemala

Ragazzi non preoccupatevi il Guate è un paese fantastico popolato da gente meravigliosamente cordiale; quindi non scoraggiatevi da quello che scrivono il sito del ministero degli esteri o delle varie ambasciate (dove praticano un terrorismo psicologico). Io sono stato quasi un mese vagabondando per tutto il Guatemala sia di giorno che di notte, restando sempre a contatto con la gente locale e vi posso assicurare che non ho avuto la minima sensazione di essere in pericolo. Quindi andate tranquilli e usate solamente la normale prudenza e il buon senso.
Buon Viaggio!!!

Ritratto di Rikvagabond
Offline
Last seen: 8 anni 10 mesi fa
Iscritto: 09/01/2010 - 11:46
Quello della sicurezza in

Quello della sicurezza in Guatemala è un argomento spinoso: siamo partiti con molta ansia, dallItalia sembrava non aspettasserol altro che aggredire e rapinare turisti, indubbiamente la criminalità esiste e si sente, i guatemaltechi che hanno a che fare con i turisti li vedono comepolli da spennare, più o meno come noi Felice , e sono cordiali la maggiorparte delle volte a suon di dollaroni, molti  sono diffidenti, la povera gente anche ma non produce criminalità e ci si entra in simpatia presto; i loro sguardi tristi non portano ad essere allegri, non è un viaggio semplice.

Anche io ero preoccupato sul mio corredo fotografico ma basta non stare sempre con la reflex da 1000euro attaccataal collo, videocamera in spalla, oro inbella vista e non dovrebbe accadere nulla sui percorsi turistici.

Su di un autobus di linea LITEGUA, famosa, prima di risalire da una sosta siamo stati perquisiti da una guardia, il che la dice tutta!!!Abbiamo visto anche un civile armato a puerto BArrios

Per quello che riguarda il Belize confermo la pessima sensazione di Belize city nel tragitto dalla stazione del water taxi, nei pressi della quale però vedevo vecchiette turiste americane girare con borsette al collo tranquillamente, fino alla stazione dei bus, almeno per quello che si vedeva dalla striscia del parabrezza non oscurata del taxi!!!!

Mare o terra?l autobus da BC a punta gorda dove ci aspettava la lancia per ilGuatemala, ci ha fatto godere di un bellissimo panorama nell entroterra beliziano:si vede a un certo punto lo stacco tra la popolazione nera tipica beliziana e la popolazione maya guatemaltecache popola il sud del belize.

viaggio non rilassante, comunque

Ritratto di Rikvagabond
Offline
Last seen: 8 anni 10 mesi fa
Iscritto: 09/01/2010 - 11:46
Non lo ho vissuto male ma se

Non lo ho vissuto male ma se ci sei stata 4 volte non puoi aver notato la miseria e la sofferenza fisica in cui versa la maggiorparte della popolazione,che pure faranno feste, ma si riflette sul tessuto sociale in toto..

ho detto semplicemente che chi opera nel turismo l ho visto abbastanza intento anche ad approffitarsi del turista, oltretutto ho visto come lo guardavano alcuni suoi connazionali quando ci si fermava per una sosta ad esempio...ma non voglio scoraggiare chi vuole andare con queste parole, diciamo che sono considerazioni che valgono in qualsiasi paese povero sfruttato da anni!

i guatemaltechi non nel turismo sono sicuramente più disinteressati e molto più alla mano, ma è più che evidente la diffidenza che nutrono verso gli stranieri oltre la loro richiesta frequente di denaro: mi è capitato di vedere un bambino che prendeva in braccio la sorella più piccola e portarla immediatamente via alla nostra visione quando siamo andati alla fonte di finca el paraiso, una semplice camminata nel bosco!miè poi capitato di vedere bambini salutarci ricambiando generosamente, oppure vederli sorridere mentre magari dividevamo il nostro pranzo in strada con loro; d altra parte si visitano per lo più popolazioni montane o di collina quindi chiuse di per sè come in ogni parte del mondo o comunque raramente cittadine come ad antigua dove la presenza di altre nazionalità è la norma!

d altra parte la mortalità infantile è del 5%, un assurdità!mangiano una volta al giorno, sono bronchitici cronici, soffrono di problemi intestinali frequentemente, si vedono pochissimi vecchi e quelli che sembrano vecchi magari hanno 50 anni....Tutto questo l abbiamo saputo  e integrato da un italiano che vive là da 10 anni e coopera con un associazione per i bambini, gli abbiamo lasciato tutti i nostri farmaci e consiglio chi va in quei posti di portare medicinali da donare a queste associazioni, ne hanno veramente bisogno.

Ad ogni modo non si può stare molto rilassati quando vedi al fiume i poliziotti fare la guardia o quando ti perquisiscono risalendo su di un autobus di linea...o quando ti dicono che i poliziotti, come dici anche te, sono una minaccia loro stessi perchè sono supercorrotti!

è un viaggio molto istruttivo ad ogni modo che consiglio di fare da soli per vivere a pelle senza filtri o "bomboniere", sconsigliata la lonely planet!

Ritratto di saretta_62
Offline
Last seen: 4 mesi 3 settimane fa
Iscritto: 23/06/2009 - 21:16
Viaggi in Guatemala

Scusate se intervengo ma io in Guatemala sono andata e tornata di recente (il 18/02/2011).

Prima cosa devo dire che anche io ho notato  che il Guatemala e' un paese diciamo "problematico" da girare soprattutto per conto proprio proprio perche' c'e' questo problema della sicurezza ma non rivolto ai turisti, in generale il Guatemala e' un paese dove la violenza, anche quella personale, se non si viaggia nei viaggi organizzati, si percepisce da tante cose. Dallo sguardo delle persone che incontri, dalle notizie che leggi sui giornali (corpi di ragazze fatte a pezzi, furti e omicidi con tragici epiloghi nelle citta' piu' grandi come Citta' del Guatemala) dai controlli dei poliziotti ai posti di blocco e sguli autobus, gli scioperi per gli aumenti delle tasse che bloccano strade di accesso principali del paese.... Ma quello che ti colpisce e' nonostante la diffidenza (che c'e' non si puo' dire di no il carattere non e' cosi aperto come quello dei vicini messicani) dovuta sicuramente anche agli "squadroni della morte" (sara' poi vero che non ci sono piu'?) che hanno seminato terrore e metodi brutali nella polizia, e' la cordialita' delle persone e la benevolenza nei confronti dei turisti (forse non proprio degli americani, ma questa pio' essere la mio opinione!). Non ho avuto assolutamente l'impressione che volessero "spennare i turisti". Piuttosto ci sono contraddizioni tipiche di certi paesi molto poveri: ad es. i trasporti costano delle cifre folli proprio perche' i guatemaltechi piu' poveri (lo vedi propio che qua i nativi indigeni vivono in condizioni a dire poco disperate e comunque inaccettabili per le condizioni generali del paese che e' ricchissimo di ogni sorta di materia prima e pietre preziose) non si muovono mai! o comunque solo nei dintorni! Il cibo pero' e' a buon mercato e anche l'alloggio, quello che costa molto sono le entrate ai siti archeologici(il doppio che per i locali quando va bene se non dieci volte tanto!) ai musei e appunto i trasporti, le gite e escursioni sono a prezzi piu' che accettabili alla fine penso sia lo stato che tenta di approfittarsene! Una cosa che mi ha molto colpito e' come ti salutano (ovviamente se capiscono che capisci lo spagnolo) e come si salutano tra di loro : " que te vaja bien" a cui si risponde "equalmente".

Avevo chiesto a Vagabondo se si poteva prelevare con carte di credito ricaribili negli ATM del paese perche' la mia banca prima me la vende e poi mi dice che non lo sa! Bene non so se tu ultimamente ci sei stata ma non solo si puo' prelevare ma spesso ho visto che accettano QUALSIASI carta anche la VISA ELECTRON (la Postepay per intenderci) un po' come in America anche perche' gli Americani sono i turisti piu' numerosi visto la vicinanza altro che "il centro america e' un posto particolare difficile accettino carte ricaricabili....".

Per quanto riguarda la sicurezza dicevo.... beh il problema c'e' .... al lago Titicaca alcuni posti che dovevano essere il centro del divertimento la sera sono deserti perche' la sera sconsigliano vivamente di circolare! Sono i locali stessi che te lo dicono, i gestori degli ostelli, proprietari di ristoranti, autisti dei numerosi autobus privati.... Come anche le spiagge un po' isolate sono sconsigliate! forse sono anche le elezioni imminenti che rendono gli animi piu' infiammabili ma forse piu' semplicemente ci sono troppe differenze sociali! Questo pero' influisce fino ad un certo punto col turismo certo le notti brave non si possono fare.... ma di giorno non c'e' nessun problema e come dicevo sono le persone con cui hai a che fare che ti avvertono e ti consigliano quello che puoi o non  puoi fare perche' non consigliabile! Io sinceramente ci tornerei anche domani! Magari con altri compagni di viaggio quelli che avevo erano piu' interessati alle foto che alle persone e ai costumi! Ma si possono paragonare le Eolie con il lago Titicaca? Anche ammesso e non  concesso che siano piu' belle che senso ha confrontarle? Si da un'altra parte del mondo con altri usi e costumi! E poi per tutto il viaggio convinti che fossimo nell' emisfero australe! e che li fosse estate ! e guai a dirlo che era inverno perche' eravamo al nord dell'equatore! Ma cosa ho fatto di male per meritarmi cio?

Scusate lo sfogo ma ci voleva!

Que te vaja bien!

Hasta luego

Sara

 

 

Ritratto di raffy
Offline
Last seen: 15 ore 38 min fa
Iscritto: 30/11/2006 - 12:21
                     ogni

                     ogni posto dove si va, nel mondo o in italia, si vive anche secondo il proprio stato d'animo di quel momento.....

Ritratto di pimpa
Offline
Last seen: 7 anni 6 mesi fa
Iscritto: 26/07/2011 - 11:51
Guatemala - sicurezza

Ciao Vagabondo

quest'estate andrò in Guatemala, ma mi stanno facendo preoccupare perchè la questione "sicurezza" pare si sia drasticamente aggravata, anche cò sta storia delle elezioni a settembre.

La nostra idea è fare il giro classico: Antigua-Panajachel (Chichi-Atitlan)-Copan-Livingston-Rio Dulce-Tikal per poi andare in Belize a fare mare e ripartire col volo da Cancun.

Mi sapresti dire se anche oggi secondo te questo tipo di giro si può fare senza problemi?

Sapresti anche consigliarmi qualche bel posto per fare mare in Belize?

Grazie!! (anche a chiunque altro vorrà darmi notizie)

Ritratto di milenadu
Offline
Last seen: 7 anni 4 giorni fa
Iscritto: 19/01/2012 - 19:19
viaggio in GUATEMALA

CIAO Vagabondo, VORREI CHIEDERTI SE SECONDO TE CI SONO PROBLEMI ENTRANDO IN GUATEMALA DAL MESSICO DA TAPACHULA, E ATTRAVERSANDOLO POI CON I MEZZI PUBBLICI FINO A LIVINGSTON. IO L'HO FATTON  TANTI ANNI FA E NON SO COSA  E' CAMBIATO NEL FRATTEMPO. POI HO LETTO CHE VOI AVETE ANCHE UNA PERSONA LI CHE PUò ORGANIZZARE DEI TRATTI DI VIAGGIO. MI PUOI SPIEGARE UN PO?  grazie!!!

Ritratto di Aroundtheworld
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 06/07/2003 - 06:40
---
Ritratto di milenadu
Offline
Last seen: 7 anni 4 giorni fa
Iscritto: 19/01/2012 - 19:19
guatemala en brisa....... purtroppo

Ciao noi siamo di sicuro in due(forse 4ma ancora non si sa) e venendo dal Messico e avendo poco tempo mi sembra che si riesca in pochi giorni a vedere i posti più interessanti, quando sono stata da sola mi ricordo che gli spostamenti erano abb lenti ein pochi giorni si combina niente. ci piacerebbe fare questo giro di sicuro in febbraio ma ancora non sappiamo le date . volevo sapere quanto prima bisogna fissare la data e se è flessibile…per ora non mi viene in mente altro grazie

Ritratto di milenadu
Offline
Last seen: 7 anni 4 giorni fa
Iscritto: 19/01/2012 - 19:19
guatemala en brisa...

in Guatemala una settimana massimo per questo avevo letto del vostro programma di 6 giorni e mi sembrava potesse andare ma volevo sapere se è possibile e quanto prima bisogna fissare , noi arriveremmo dal Messico o in aereo o in autobus a seconda di cosa conviene...

Ritratto di Caracol
Offline
Last seen: 5 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/10/2013 - 22:58
Guate-lindo

Mi sono ritrovata in questo forum cercando informazioni su italiani che avessero subito rapine in Guatemala, e mi sono ritrovata a leggere tutti i commenti. Sono appena tornata dal Guatemala, é la seconda volta che ci sono stata e lo trovo un paese veramente interessante, con molto da offrire e con tante possibilità di ecoturismo e di "avventura". Però non é un paese facile. Sono d'accordo con quei viaggiatori che lo descrivono come un paese fortemente contrastante e profondamente segnato dalla povertà e dalla miseria. Se si esce dai circuiti turistici (o si é solo un po' più attenti alle tante persone che offrono souvenir, bibite o comida), se si viaggia sui minibus, se si frequentano i mercati di paese, non si può che restare colpiti dalla povertà e dalle difficoltà che affrontano ogni giorno tanti guatemaltechi. Esistono guatemaltechi ricchi, esiste il ceto medio, ma certo é che i poveri sono tanti, tantissimi, e che la loro condizione può facilmente colpire il viaggiatore socialmente sensibile.

Per quanto riguarda il carattere, é vero che sono un popolo allegro e molto propenso ad aiutare i viaggiatori stranieri. Però é anche vero che noi per loro siamo un piatto ricco, e i prezzi che offrono a noi generalmente non sono quelli che offrono ad altri centroamericani (é da un lato li capisco, quando non guadagni neanche 300 dollari al mese, se puoi vendere a prezzo più alto a un turista che sta spendendo 2000 o 3000 euro per le vacanze...perché non farlo?). 

Infine, devo essere una voce discordante sulla sicurezza in Guatemala. E' sicuramente un paese in cui serve attenzione, in cui non si può stare in giro a qualsiasi ora del giorno e della notte, in cui se sei una viaggiatrice sola non ti puoi permettere camminate in posti solitari (includendo anche alcuni sentieri un po' isolati che fanno parte dei siti archeologici). Però non serve creare allarmismo, io penso che chi decida di andare in Guatemala, abbia un'idea del viaggio che lo aspetta. Durante il mio primo viaggio in Guatemala (estate 2011), il nostro bus é stato assaltato da una decina di uomini armati e con il viso coperto. Hanno fermato il bus, che in quel momento si stava avvicando alla frontiera con El Salvador (si trattava di un bus della compagnia PullmanTours sulla tratta Città di Guatemala-San Salvador), mettendo un pick up di traverso sulla strada e sono saliti. Hanno fatto partire il bus a bassa velocità e con le pistole in pugno ci hanno intimato di dargli tutto quello che avevamo. Dopo cinque-dieci minuti sono scesi con il bottino, senza aver recato danno fisico a nessuno. Però la paura é stata tanta, soprattutto per il fatto di essere donna. Nella stessa settimana, secondo i quotidiani di San Salvador, altri tre autobus sono stati rapinati sulla stessa tratta. La cosa che mi ha fatto più impressione é stato che molti viaggiatori (c'erano abbastanza europei sul pullman e, guarda caso, italiani!) avrebbero voluto fermarsi in frontiera e sporgere denuncia. Però l'autista non ce l'ha permesso, giustificandosi con un "tanto non serve a niente". Si vocifera che dietro gli assalti ad autobus e macchine ci sia la stessa polizia (chi altri avrebbe le armi e l'organizzazione per far ciò? I narcos sicuro, ma ai narcos non interessa rubare ai turisti), e la mia esperienza mi fa propendere verso questa spiegazione. In tutti i casi, si trattava di un autobus "per ricchi", cioé un autobus turistico paragonabile a quelli a cui siamo abituati in Europa (e quindi comodo). Quando abbiamo viaggiato con i chicken bus o con i minibus non ci é mai successo niente (a parte, essere spesso scomodi, viaggiare in 25 in un minibus per 11 o 12 persone e rischiare la vita in sorpassi che definirei più che azzardati - non so se vi é mai capitato di trovarvi su un minibus in corsa con un'altro minibus per chi era davanti e quindi, acchiappava più clienti).

In tutti i casi, nel bene e nel male, consiglio un'esperienza in Guatemala, e consiglio anche di provare a fare un giro nel vicino El Salvador. E' un paese poco toccato dalle rutte turistiche ma con posti e paesaggi interessanti da offrire (per esempio, vicino alla frontiera con il Guatemala c'é Ataco e la ruta de las flores).

Un saluto a tutti!

Ritratto di Caracol
Offline
Last seen: 5 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/10/2013 - 22:58
In realtà l'autobus (e non

In realtà l'autobus (e non minibus) su cui ci hanno rapinato appartiene a una impresa serissima, che molti locali danarosi e turisti americani ed europei utilizzano (con regolari servizi di collegamento tra le capitali centroamericane). Forse é proprio questo il problema, che si tratta di un bottino sostanzioso, a differenza di un "chicken bus". Addirittura l'impresa ha vinto premi centroamericani per lo sviluppo di un turismo di qualità http://www.pullmantur.com/. Difficilmente avrebbe potuto trattarsi di uno scherzetto dell'autista. 
 

Ritratto di Rachella
Offline
Last seen: 5 anni 4 settimane fa
Iscritto: 27/12/2013 - 16:06
Ciao e buon anno!

Ciao e buon anno!

Grazie per questo utilissimo blog.... Io sono ancora un po' incerta però!! Vorrei partire con il mio ragazzo per El Salvador/Guatemala.

Leggo messaggi terroristici ovunque Pericolo!! e la cosa non mi convince, però so anche che qui si prevedeva la "tempesta di Natale" e, almeno a Roma, c'è stato un acquazzone scarso Paura!!

Diciamo che l'idea di pagare la polizia ed essere rapinata nell'autobus non mi piace granchè. Sono stata in Malesia con un'amica, zaino in spalla e in giro con i bus locali, e non ci è mai successo niente. Però da quel che leggo, in Guatemala ti succede per forza qualcosa (sicuro ti derubano da qualche parte, a quanto pare), ma in pratica devi metterti l'anima in pace....è vero o ho capito male? Help

Che voi sappiate, la situazione a El Salvador è uguale? Noi potremmo anche andare a Cuba o in Brasile, ho trovato dei buoni voli, però la vita costa molto di più, si dorme con 30$ e volevamo cercare di spendere poco. Non vorrei perdermi formichieri, tucani e scimmie ragno!!!!!!

Grazie per le informazioni!!! Ciao

Ritratto di zell23
Offline
Last seen: 3 anni 4 mesi fa
Iscritto: 23/08/2015 - 21:15
Aggiornamento

Ciao Vagabondo (e tutti quanti)...

faccio un bell'up di questo post per un bell'aggiornamento.

Andrò in Guatemala tra fine Dicembre e inizio Gennaio... dovevo stare con un paio di amici di Guatemala City (non sempre li eh...diciamo che dovevo girare in loro compagnia)..ma probabilmente finirò da solo. Non ho preoccupazioni per lingua e sistemazioni ecc ecc... confesso di essere finito qui cercando info sulla tanto decantata "pericolosità" e "scarsa sicurezza" del paese. Novità rispetto ai post che ho letto, i cui piu recenti risalgono ad un paio di anni fa?

Il giro più o meno (ancora non ho fatto piani dettagliati) sarebbe il solito... Guatemala City, Antigua, Lago Atitlan, Chichicastenango, Semuc Champey (forse), Tikal, Livingston, Rio Dulce (e poi di nuovo Guatemala city per il volo di rientro).

Leggendo le info in giro ero un po preoccupato soprattutto per il fatto che un viaggio 100% da solo dalla parte opposta del mondo ancora mi manca...per lavoro giro l'Italia sempre da solo (ogni settimana un posto diverso)..ma credo che la cosa sia molto diversa. 

Grazie per le info!

Ritratto di Thompi
Offline
Last seen: 2 anni 1 settimana fa
Iscritto: 13/01/2017 - 17:54
Ciao a tutti

Ciao, mi chiamo Thomas e ho 21 anni. Qualche sera fa raccogliendo un po' di informazioni sul Guatemala ho trovato questo forum ed ora eccomi qua a scrivere! Vorrei fare il mio primo viaggio in solitaria con zaino in spalle proprio su questo bellissimo paese e mi piacerebbe fare anche un sacco di attività. Viaggio da quando ero piccolo ma ora, vuoi il lavoro, vuoi che gli amici e la famiglia sono impegnati o hanno i loro problemi, sta volta prendo e me ne vado da solo. Qui vorrei domandarvi: fare l'intero viaggio di un mese/un mese e mezzo solo in Guatemala è sprecato in termini di tempo/cose da fare o con tutto questo lasso di tempo visitare anche gli stati vicini oppure, come detto prima, dedicarmi solo al Guatemala? Mi consigli di viaggiare facendo autostop e i mezzi pubblici? Quali rischi principali rischio di correre durante l'intero viaggio? E soprattutto mi consigli di farlo?
Attendo con MOLTA ansia una vostra risposta Risata

Ritratto di raffy
Offline
Last seen: 15 ore 38 min fa
Iscritto: 30/11/2006 - 12:21
Ciao Thompi

puoi postare qui per dare maggiore visibilità al tuo post: https://www.vagabondo.net/it/forums/trova-informazioni-per-viaggiare

Buona giornata dallo Staff

Lo sapevi?