Gruppo Uzbekistan - Partenza del 04-05-2019

L’Uzbekistan è senza dubbio uno dei gioielli dell’Asia Centrale, culla della civiltà da oltre duemila anni e vero e proprio patrimonio artistico ed architettonico dell’umanità. Si trova lungo l’antica Via della Seta ed è patria della città che più ne è rappresentativa, Samarcanda.

Clicca qui per informazioni generali sul viaggio. Nel forum saranno pubblicate le informazioni specifiche per questa partenza.

Uzbekistan

Uzbekistan

11 contenuti / 0 nuovi
Ultimo contenuto
Ritratto di Vagabondo0
Offline
Last seen: 9 ore 17 min fa
Iscritto: 10/02/2012 - 01:24

Con la Vagabonda Doc Miriam/ miri miri

imageArchitetto viaggiatore, Miriam fa della libertà uno stile di vita. Fruga nel mondo e cerca il bello in ogni angolo spinta da una naturale curiosità, con lo zaino in spalla, non ha mai tempo per scendere a compromessi con la noia. È stata più volte in Africa che in chiesa, se dovesse scegliere un posto speciale vi porterebbe di sicuro lì! Ama le persone, le mille culture umane, la natura, il cibo, il buon vino, le spiaggette tra gli scogli e il bivacco a duemila metri: nessuna sfida è impossibile, basta avere la giusta attrezzatura e un po' di intraprendenza. Viaggia sempre in compagnia, pensa sia più bello condividere al momento le emozioni che raccontarle una volta tornata. Ogni viaggio è una frenetica armonia, sempre ben pianificata e densa di significati, che porterà chi le sta accanto ad apprezzare un po’ di più il mondo in cui viviamo.

 

Quota

1980 euro a persona per i gruppi da 5 a 9 partecipanti 
1880 euro a persona per i gruppi da 10 a 15 persone 
 
 + Cassa comune da aggiungere alla quota base e versare in loco: 230 euro a persona
 

LA QUOTA INCLUDE:

- Voli internazionali incluse tasse aeroportuali (franchigia bagaglio 20kg)
- Volo domestico Tashkent/Urgench
- Tutti i pernottamenti in hotel 3* stelle in camera doppia e una notte nella tipica yurta in cui si dormirà in gruppi di 6.
- Le prime colazioni 
- 1 bottiglia di acqua a testa al giorno
- Tutti gli ingressi ai musei ed escursioni
- Spettacolo e concerto folkloristico a Bukhara
- Bus ad uso esclusivo del gruppo con autista
- Guida locale parlante inglese
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio
 
Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc - chi è? cosa fa?

 
LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo stimato una cassa comune di € 230 euro)
- Il visto (da richiedere a propria cura prima della partenza)
- mance
- supplemento singola 20 euro per notte (ma è possibile cercare un compagno/a di stanza nel gruppo). Per la notte nello yurte l'opzione singola chiaramente non è possibile. 
- i pranzi e le cene
- biglietto/permesso per la macchina fotografica
 
- Polizza annullamento (opzionale, da farsi a parte. Per richiedere preventivo scrivere a staff@vagabondo.net)
 
A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum. 
Vi consigliamo però di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare.

image
 

Programma di viaggio Uzbekistan

Potete trovare il programma Uzbekistan dettagliato qui:

image

Al momento della conferma del viaggio il programma potrà subire delle piccole variazioni in base ai voli utilizzati. Sempre al momento della conferma del viaggio, vi verrà inviato il programma definitivo via mail insieme a tutte le altre informazioni di viaggio.

Gruppo

Da confermare.

Il numero minimo di partecipanti per la conferma di questo gruppo è di 4 o 5 persone + il Vagabondo Doc.

Informazioni utili

image


Viaggio di Vagabondo: 
Vagabondo DOC: 
Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Eccomi!

Eccomi!

Sarò la vostra vaga doc per questo viaggio nel tempo in Uzbekistan, quasi non mi sembra vero .. Chi lo conosce questo posto?

Il miglior periodo per visitare questo “strano e lontano paese" è durante la primavera (aprile-maggio), quando anche il deserto si copre di fiori multicolori, le temperature non sono eccessive e la frequenza delle piogge diminuisce, oppure, in alternativa, l'autunno.

Pubblico anche una mappa per capire meglio dove andremo … Prof

image

 

Visiteremo la mitica Sanmarcanda, ma esiste davvero?

 

image

Si, esiste! 

E' una città dell'Uzbekistan, celebre per le sue moschee e i suoi mausolei. Si trova sulla Via della Seta, l'antica via commerciale che collegava la Cina al Mediterraneo. 

Tra gli importanti luoghi di interesse a Samarcanda si trovano il Registan, una piazza delimitata da 3 madrase ricercate e decorate con maioliche risalenti al XV e XVII secolo

image

e Gur-e-Amir, l'imponente Mausoleo di Tamerlano, fondatore dell'Impero Timuride

image

Per poter apprezzare pienamente questo viaggio è necessaria una buona dose di curiosità e subire il fascino del passato. Cercherò, nei prossimi interventi, di fornirvi un pò di informazioni per incuriosirvi e farvi arrivare preparati. 

Sarà un viaggio comodo, ma ci confronteremo con una cultura molto stratificata e fondamentalmente diversa dalla nostra.

Sarà un'esperienza indimenticabile E vai!!

 

 

 

 

 

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Prima tappa Tashkent.

Prima tappa Tashkent.

È una delle città più verdi dell’Asia e del mondo (circa il 35% del territorio è verde: 68,4 mq di giardino per ogni cittadino), Tashkent, la capitale dell’Uzbekistan, circondata da piantagioni di tè e ginepri, con i suoi magnifici parchi e i molti bazar: per chi ama lo shopping orientale è un delirio!

Per molti secoli il più noto bazar della capitale, Chorsu Bazar, è stato uno dei più affollati dell’Uzbekistan, e forse di tutta l’Asia centrale, poiché si trova sulla Via della Seta, l’antica e mitica strada commerciale asiatica

image

Questo famoso bazar è specializzato in tutto: gioielli ceramiche, vasellame, costumi tradizionali e nazionali e casalinghi. È sempre vivace e, anche se non si ha intenzione di acquistare nulla, visitare il posto è sempre un’esperienza da non perdere. 

Il Chorsu Bazar ha un vasto mercato all’aperto dove si possono trovare tappeti accuratamente tessuti accanto a ceramiche luccicanti, frutta e tante spezie: zenzero e zafferano, pepe nero e altro, montagne di frutta secca che si trovano sotto la grande cupola turchese.

image

Non mancano i negozi di scarpe, abbigliamento e negozi di artigianato. In questo antico mercato della capitale potremo acquistare il tyuboteyka nazionale, il tradizionale berretto uzbeko

image

Ci sono anche molti choykhana o “case da tè” dove potremo fermarci per prende un tè caldo e degli shashlyk kebab. È aperto tutti i giorni della settimana dalle prime ore del mattino e fino a sera.

Il più grande dei parchi di Tashkent è l’Alisher Navoi National Park che comprende un immensa area a verde, un grande lago, canali e fontane, un prato e giardini ornamentali. È il cuore verde capitale dell’Uzbekistan ed è il posto migliore per sfuggire alla vita caotica. Qui le persone corrono, nuotano, salgono, cavalcano, o semplicemente si siedono a leggere

image

L’Alisher Navoi National Park ospita numerosi edifici e monumenti come l’Oliy Majlis, il Parlamento

image

la Madrasa medievale Abulkasim, il, la sala concerti Istiqlol e il famoso monumento a Alisher Navoi 

image

C’è poi un piccolo parco in città, tra i luoghi preferiti per i set fotografici nuziali: è il giardino giapponese.

Un piccolo stagno, ricoperto di fiori di loto giapponesi, giardini in miniatura in pietra, ponti in legno, anatre che nuotano nel lago, cicogne e persino pavoni che vagano liberamente attraverso il prato il prato e attirano gli sposi per foto commemorative. C’è anche una casa da tè nello stagno, dove si può improvvisare una vera cerimonia del tè. Il giardino giapponese della capitale dell’Uzbekistan esprime un concetto filosofico-etico dell’universo in miniatura e si propone di regalare un effetto nobilitante sul mondo dell’anima umana attraverso la bellezza della natura

image

Faremo una visita guidata in città così avremo modo di vedere i monumenti più interessanti ascoltandone la descrizione.

Cosa dire? Un mix di architettura sovietica, costruzioni moderne e tradizione orientale. Io sono curiosisssima, e voi?

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Ciao a tutti!

Ciao a tutti!

Non è mia intenzione mettervi fretta, ma se qualcuno stesse seguendo questo viaggio con interesse Occhietto è importante che sappia che, se non si riuscisse a raggiungere il numero minimo di iscritti circa 20 giorni prima della partenza, il viaggio verrà annullato.

Quindi non aspettate troppo tempo ad iscrivervi. Di solito funziona così: dopo il primo o il secondo iscritto che "rompe il ghiaccio", poi arrivano a pioggia tutte le altre iscrizioni ... sono in tanti che seguono questo forum e, probabilmente sono in tanti quelli aspettano di vedere un pò di movimento per decidersi ad iscriversi

Coraggio, non esitate Applauso

L'iscrizione non comporta nessun esborso anticipato, è solo un'impegno e nel caso incui il viaggio venisse annullato da Vagabondo gli iscritti verrebbero automaticamente cancellati.

Scrivete tranquillamente su questo forum ogni vostro dubbio o perplessità, io sono qui per rispondervi. A presto Ciao

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Forse ho capito il motivo

Forse ho capito il motivo della vostra titubanza ... vi state chiedendo: ma cosa si mangia e cosa si beve in Uzbekistan? Siamo italiani Risata

Tranquilli, si mangia bene! Come buona parte delle tavole dell’Asia centrale, anche quella uzbeka presenta piatti, profumi e gusti simili al mondo mediorientale e mediterraneo, con un largo uso di riso, condimenti saporiti, verdure e legumi, yogurt e carni grigliate. Abbondano i pasti a base di riso, kebab, tagliolini e pasta, stufati, pane e pasticceria elaborata. Tantissime verdure, tra cui alcune specie meno conosciute come ravanelli verdi, carote gialle e pomodori dolci. Ovunque si trova frutta secca ..

image

A prevalere a tavola è la carne, specie di agnello e montone, anche se non mancano il manzo e il suino tra i non mussulmani. Le pietanze sono insaporite da semi neri, pepe rosso e nero, coriandolo, cumino e semi di sesamo, aneto, prezzemolo e basilico. Ogni pasto viene accompagnato dall’indispensabile pane locale, il nan , dalla tipica forma rotonda che varia da una regione all’altra

image

Molto spesso viene cotto nei forni “tandoor” e servito con il tè. Alcune varietà si preparano con le cipolle o la carne, altri vengono ricoperti di semi di sesamo o kalonji

image

Il piatto che incorona la cucina uzbeka è il plov, riso speziato a base di carne di montone (fritta e bollita), cipolle, carote e riso, uva secca, ceci o frutta. La tradizione vuole che il cuoco – oshpaz – sia un uomo

image

La zuppa più diffusa è la lagman, una zuppa di tagliolini insaporita con carne fritta e verdure

image

Altri piatti della tradizione sono lo shashlyk , noto anche come kebab , ossia pezzi di carne di montone cucinati allo spiedo, sulla brace, e serviti con cipolla e nan

image

e il samsa, fagottini di pasta sfoglia ripieni di carne e verdura (cipolle o zucca, patate, cavolo, funghi o noci) e cotti nel tandyr un forno tradizionale di argilla, a forma cilindrica, riscaldato con carbone. 

image

Oppure i manty, dei grandi ‘ravioli cinesi’ ripieni di carne finemente tritata, marinata con spezie e cipolla, quindi cotti a vapore in uno speciale recipiente (il kaaskan): una prelibatezza .....

image

Svariato il repertorio di dolci di pasta sfoglia ripiena e pasticceria

image

 

Come potrete immaginare il tè è onnipresente, ed esistono usanze e riti particolari per la sua preparazione. Se il tè verde è la bevanda dell’ospitalità in tutto il paese, spesso servito con mandorle e pistacchi, il tè nero è una scelta obbligata nella capitale, dove viene servito con samsa, pane e fritti

image

Curiosa, per noi occidentali, la ritualità che si consuma nelle  ‘Choyxona’ (case da tè) che rappresentano un centro di incontro importantissimo per la società uzbeka. Sono una sorta di divanetto in legno multiposto, posizionato all’ombra, sotto gli alberi e preferibilmente vicino a un piccolo fiume.  E’ un luogo dove si radunano uomini e donne per interagire e discutere. Sono sparse un pò dappertutto

image

E per chi, come me, detesta pasteggiare con l'acqua ... ho scoperto che, nonostante la religione prevalente sia la musulmana, quasi tutti gli uzbeki bevono alcolici e, da buona tradizione russa, prediligono la vodka, che spesso si sostituisce alle bevande da pasto, specie se ci sono ospiti a tavola.

Preferisco il vino, ma so anche accontentarmi ...

Vi ho introdotto brevemente i piatti più comuni e adesso mi aspetto di poter gustare tutti questi cibi in vostra compagnia Salute!!

A presto Ciao

 


Ritratto di caterina.lorusso
Offline
Last seen: 5 ore 52 min fa
Iscritto: 25/08/2017 - 09:45
Ciao mi interessa molto

Ciao mi interessa molto questo viaggio ma non so ancora se avrò le ferie. Cosa vuol dire che non bisogna dare anticipo? Di solito vagabondo lo chiede sempre quando ci si iscrive . Grazie ciao 

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Ciao Caterina, mi fa molto

Ciao Caterina, mi fa molto piacere che tu sia interessata a questo viaggio *DANCE*, io ci terrei tantissimo a partire. E' una destinazione così particolare e piena di storia ... 

Sono in tanti a seguire il forum, ma nessuno si è ancora "manifestato" Virgolette . La tua iscrizione cambierebbe le sorti di questo viaggio perchè, credo, sbloccherebbe le incertezze degli altri.

Con Vagabondo se tu ti iscrivi ad un viaggio, nel momento in cui non è ancora confermato (come nel nostro caso perchè il viaggio viene confermato al raggiungimento di 4 o 5 iscritti) non ti verrà richiesto alcun anticipo: è solo un'impegno diciamo morale.

Nel momento in cui il viaggio venisse confermato ti verrà richiesto il versamento dell'acconto perchè Vagabondo acquisterebbe i voli.

Dai, ti aspetto!!!!  Ciao

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
La notte in Yurta

La notte in Yurta

Avete letto il programma? Trascorreremo una notte nel silenzio della steppa e dormiremo in una tipica Yurta Uzbeka. Sarà un’esperienza molto spartana, a contatto con una natura incontaminata e i nomadi della steppa, sicuramente un'esperienza indimenticabile! E vai!!

image

Le yurte sono le abitazioni tipiche dei nomadi dell’Asia Centrale, costituite da una struttura in legno che fa da scheletro 

image

che viene poi interamente rivestita da tappeti di feltro. Al centro c’è un’apertura per fare uscire il fumo o la canna fumaria della stufa posta al suo interno. L’interno è sempre molto colorato, l’arredo è essenziale. Di solito ci sono solo i letti, le un tavolino basso e la stufetta.

C’è solo una piccola porta d’entrata, sempre rivolta a sud

image

Le docce e i bagni sono in comune, po’ come in campeggio. E’ solo per una notte, non preoccupatevi .. Io, sinceramente, sono affascinata da questa esperienza e non vedo l'ora di esserci.

Mancano pochi giorni alla chiusura di questo viaggio, affrettatevi ad iscrivervi!!! Vi aspetto Ciao

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Niente più VISTO

Lo sapevate che non è più richiesto il Visto d'ingresso? 

L’Uzbekistan sta diventando una meta molto pubblicizzata e sempre più apprezzata da un turismo colto e motivato. L’Uzbekistan apre le sue porte e mostra al mondo le sue meraviglie e la gente accoglie con molta cordialità i turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Dal 1 febbraio 2019 è entrata in vigore per 45 Paesi, tra i quali l’Italia, l'esenzione del visto di ingresso. Il regime senza visto si applica ai cittadini italiani titolari di qualunque tipologia di passaporto (diplomatico, di servizio, ordinario) per un soggiorno fino a 30 giorni sul territorio della Repubblica dell'Uzbekistan, indipendentemente dallo scopo del viaggio.

Per entrare in Uzbekistan i cittadini italiani devono essere muniti unicamente del passaporto con di validità residua di non meno di tre mesi alla data di ingresso nel Paese.

 

 

Ritratto di miri miri
Offline
Last seen: 5 ore 3 min fa
Iscritto: 28/03/2016 - 20:37
Guardate un po' che

Guardate un po' che coincidenza … Proprio questo mese è uscito il numero 248 di Meridiani tutto dedicato all’Uzbekistan. Ovviamente l’ho comprato Si si

image

Se vi capitasse di dargli un’occhiata, non potrei che consigliarvelo, capireste immediatamente perché il turismo si sta mostrando così interessato a questo paese ricco di storia millenaria e bellezze naturali: da Samarcanda, uno dei luoghi più antichi al mondo, alle stupefacenti opere del socialismo sovietico, dai laghi di montagna, alle sponde di quel che era il quarto mare interno più grande del mondo, il lago Aral che purtroppo ormai si è ridotto del 90% Triste

image

La rivista è piena di articoli interessanti che non si troverebbero su una guida tradizionale. Ad esempio chi si immaginava che in Uzbekistan ci fossero anche famosi stilisti di moda? Infatti questo paese fin dal XII secolo è rinomato per la produzione di tessuti stampati coloratissimi chiamati “ikat”

image

tessuti a mano con il telaio 

image

e tessuti finemente ricamati chiamati “suzani” 

image

image

Questi tipici tessuti uzbeki sono stati presi come ispirazione da famosi stilisti contemporanei occidentali e ora ridisegnati e rivalutati anche da un’emergente generazione di stiliste uzbeke

image

image

image

E' un paese di cui non siamo abituati a sentirne parlare, andiamo a scoprirlo insieme? Applauso

Ritratto di Roberta-san
Offline
Last seen: 11 ore 11 min fa
Iscritto: 10/04/2012 - 20:22
VIAGGIO NON CONFERMATO

VIAGGIO NON CONFERMATO

 

Ciao vagabondi,

ci dispiace molto informarvi che il viaggio non ha raggiunto il numero minimo di iscritti per la conferma e siamo costretti a cancellarlo.

Provate a dare uno sguardo al nostro TABELLONE PARTENZE per vedere se nel periodo che vi interessa ci sono altri viaggi. 
Oppure se volete andare sul sicuro andate nella nostra HOME PAGE VIAGGI dove scriviamo sempre tutti i viaggi già confermati e controllate se c’è qualche gruppo che vi ispira.

 

Speriamo di avevi presto in viaggio con noi.

 

un saluto dallo Staff  

Argomento chiuso

Lo sapevi?

Viaggio di Vagabondo: 
Partenza e Ritorno: 
da 04/05/2019 a 15/05/2019
Iscritti finora: 
0
Status: 
Da confermare
Vagabondo DOC:
miri miri
Luoghi: 

Altre date

Sab 7/9/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 21/9/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 5/10/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 26/10/2019
Da confermare
1 Iscritto
Sab 9/11/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 4/4/2020
Da confermare
0 Iscritti