Gruppo Uzbekistan Freak Style - Partenza del 13-09-2019

Viaggiare in Uzbekistan, percorrere l’antica via della Seta, scoprire le meraviglie di Khiva e Bukhara, prendere i mezzi pubblici e poi immergersi nella mitica Samarcanda definita “più bella di quanto possiate immaginare”. Andiamo in compagnia?

Clicca qui per informazioni generali sul viaggio. Nel forum saranno pubblicate le informazioni specifiche per questa partenza.

Uzbekistan Freak Style

Uzbekistan Freak Style

19 contenuti / 0 nuovi
Ultimo contenuto
Ritratto di Vagabondo0
Offline
Last seen: 1 giorno 20 ore fa
Iscritto: 10/02/2012 - 01:24
→ Iscrizioni per conferma viaggio entro il 23 agosto
(Se entro il 23 agosto questo viaggio non raggiungerà il numero minimo di 5 partecipanti per la conferma, verrà cancellato)

Con la Vagabonda doc Valeria / vale_pell

image

Viaggiatrice curiosa e sempre con lo zaino pronto, Valeria parla inglese in modo quasi istintivo, francese con la mente e spagnolo con il cuore.
In lei convivono due anime: “metropolitana” e “campagnola” e di solito la seconda prende il sopravvento. Adora viaggiare in (quasi) tutte le sue forme. La natura la fa sentire libera, la rilassa e le regala il giusto tempo per apprezzare le cose. Entra in contatto con le popolazioni locali e quando non parla la loro lingua se la cava con sorrisi e semplici gesti.
Instancabile camminatrice, quando non è in montagna potreste vederla con il naso all’insù ad ammirare un tempio cercando una strada con la mente per vederlo anche dall’alto… Sperimenta con entusiasmo la cucina locale e adora il curry verde, i samosa e lo tzatziki. Al tofu preferisce parmigiano e pecorino sardo.

 

image

Quota

€ 1200 euro a persona

+ cassa comune da aggiungere alla quota base e versare in loco: € 560 a persona (cos'è e come funziona la cassa comune)

LA QUOTA INCLUDE:

- Voli internazionali incluse tasse aeroportuali (franchigia bagaglio 20kg)
- Volo domestico Urgench/Tashkent
- I pernottamenti a tashkent in hotel 3* stelle in camera doppia o tripla
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc

LA QUOTA NON INCLUDE (e per questo abbiamo previsto il costo indicato nella cassa comune):

- Tutti gli ingressi ai musei ed escursioni
- I treni e i trasporti non presenti ne la quota include
- Mance
- I pranzi e le cene
- Biglietto/permesso per la macchina fotografica

*** Assicurazione annullamento opzionale: se la volete stipulare avvertite lo staff al momento dell'iscrizione e vi sarà inviato il preventivo con il costo previsto)

A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum.
Vi consigliamo però di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare.
 

image

Programma di viaggio Uzbekistan freak style

Potete trovare il programma Uzbekistan freak style dettagliato qui:

image

Al momento della conferma del viaggio il programma potrà subire delle piccole variazioni in base ai voli utilizzati. Sempre al momento della conferma del viaggio, vi verrà inviato il programma definitivo via mail insieme a tutte le altre informazioni di viaggio.

→ QUESTO VIAGGIO E' UNA PRIMA (nessun gruppo è mai partito fino ad ora per fare questo itinerario, sarete i primi a vivere quest'esperienza vagabonda)

Gruppo

Da confermare.

Il numero minimo di partecipanti per la conferma di questo gruppo è di 4-5 persone + il vagabondo doc.

Informazioni utili

image

Viaggio di Vagabondo: 
Vagabondo DOC: 
Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Benvenuti in Uzbekistan

Ciao a tutti vagabondi,

sono Valeria e sarò la vagadoc per questo bellissimo viaggio in Uzbekistan. 

Paese crocevia di mille culture, ancorato tra Asia ed Europa, ricco di suggestioni storiche ma allo stesso tempo proiettato verso il futuro: chi viene a scoprirlo insieme a me nella nuova modalità Freak Style (la modalità è ben rodata per vagabondo ma è inedita per l'Uzbekistan)?

Io ce l'ho in testa da un po', quest'anno è decisamente arrivato il momento.

Avremo la libertà di esplorare le città come meglio vogliamo, di muoverci da una città all'altra usando gli efficienti treni uzbeki, e saremo i primi vagabondi a farlo! 

Da febbraio 2019 il visto per i cittadini italiani non è più necessario ... ulteriore semplificazione!

Chi ci può fermare?

Applauso

 

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Non è poi così lontana Samarcanda...

Mosaici, lapislazzuli, bazar variopinti, arte islamica in tutto il suo splendore, il mitico Tamerlano...

Entriamo nella leggenda, partiamo!

 

image

 

image

 

image

 

image


In poco più di due ore da Tashkent arriveremo alla mitica Samarcanda: sulla via della Seta a bordo del treno ad alta velocità.

 

image

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Clima

Qual è il periodo migliore per andare in Uzbekistan?

Il nostro (e Maggio ma piove di più Timido )!

A Settembre non fa caldissimo, siamo comunque sotto i 30 gradi, mentre le piogge sono scarse o assenti.

 

Gennaio  image

Febbraio  image

Marzo      image

Aprile       image

Maggio     image

Giugno     image

Luglio       image

Agosto      image

Settembre image

Ottobre     image

Novembre image

Dicembre  image

 

Settembre arriva in un attimo, voliamo in Uzbekistan!

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Vagabondi!

Ma cosa c'è in questo viaggio? 

C'è Tashkent, la capitale del Paese, nostro punto di partenza e di arrivo, con le sue madrase, musei, bazar e gli immensi parchi

C'è Samarcanda, il cui nome evoca mille suggestioni, con il Registan, la piazza più famosa, dove si affacciano i suoi monumenti più celebri

C'è Bukhara, la città sacra per eccellenza dell'Asia Centrale e il suo centro storico immutato negli ultimi secoli

C'è Khiva, piccola città fortezza e caravanserraglio nell'VIII secolo, una vera perla poco conosciuta

C'è una storia millenaria

C'è una popolazione accogliente ed ospitale

C'è un paese che aspetta tutti gli amanti di arte, bellezza, storia e mix di culture, ancora incredibilmente poco turistico e tutto da scoprire

 

E i vagabondi dove sono? Forza non siate timidi e fatevi avanti, sono certa che anche nel vostro immaginario ci sono questi luoghi e questo viaggio vi ispira parecchio! 

Io vi aspetto fiduciosa per iniziare a preparare il nostro tour freak style e intanto vi lascio qualche immagine dei coloratissimi costumi uzbeki...che ne dite?

 

image

 

image

image

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Citazioni su Samarcanda

 “Tutto quello che ho udito di Marakanda (Samarkanda per i greci) è vero, tranne il fatto che è più bella di quanto immaginassi” (Alessandro Magno)

 

"Da ragazzo sognavo sugli atlanti. Vi immaginavo viaggi e avventure… Questa è forse la ragione per cui da adulto ho deciso di visitare tutti i luoghi il cui nome aveva un tempo colpito la mia immaginazione, come Samarcanda o Tumbuctou, il fortino di Alamo o il Rio delle Amazzoni, e mi mancano ancora solo Mompracem e Casablanca" (Umberto Eco)


“Non viaggiamo solo per il commercio. Da venti più caldi sono infiammati i nostri cuori ardenti. Per la bramosia di conoscere ciò che non andrebbe conosciuto, percorriamo la Strada Dorata che porta a Samarcanda” (James Elroy Flecker, poeta britannico)


"Se dovessi andare a Samarcanda | magari troveresti Sherazade | in mille riproduzioni, | vestita di lustrini, come souvenir, | e le cupole dorate di Al-al Din | ricoperte di segnali turistici sovietici | e ossidate, su un cielo metallico" (Kate Clanchy, scrittrice britannica)


“Ora che ho visto Samarcanda, non potrò più sognarla.” (Tiziano Terzani)


E noi cosa diremo dopo averla vista? Vagabondo  Vagabondo  Vagabondo 

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Di sicuro non andremo al mare...

... Sapete che l'Uzbekistan è uno dei !!!DUE!!! soli Paesi al mondo doppiamente senza sbocchi sul mare?

Ovvero, è uno Stato che non affaccia al mare e circondato da altri stati che non hanno sbocco al mare...

Sinceramente pensavo ce ne fossero di più, invece ho scoperto che questa condizione è condivisa solo da due Paesi... chi indovina qual è l'altro?

Mi informo... Mi informo... Mi informo...

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Tashkent

Oggi parliamo di Tashkent, la capitale del Paese, e anche il maggior centro economico e culturale.

Possiamo riassumere così la sua lunga e travagliata storia: fondata dagli arabi nel lontano 750 d.C., ha visto i cinesi come suoi primi occupanti stabili, poi nel 1219 le truppe di Gengis Khan distrussero parte del centro. Successivamente il grande impero creato da Gengis Khan si frazionò nei cosiddetti "khanati", regni governati dai khan, e Tashkent nel 1809 fu annessa al khanato di Kokand, fino al 1865, quando finì sotto l'impero russo e in seguito, assieme al resto del Paese, venne incorporata nell'URSS.

Nel 1991 diviene capitale dell'Uzbekistan indipendente.

Noi non mancheremo di visitare la parte storica della città, con le sue stradine dove si affacciano madrase e moschee, rimaste indenni alla distruzione causata in parte da un violento terremoto nel 1966 e in parte dall'"ammodernamento" ai tempi dell'URSS.

image

 

image

 

E poi non mancheremo di tuffarci nel bazar Chorsu, emblema della città, spesso frequentato da uzbeki in abiti tradizionali.

image

 

image

 

La cosa bella di questo viaggio freak style è che potremo (e dovremo) scegliere tra le tante cose da fare, ci sarà chi preferirà visitare dei musei, chi passeggiare con il naso all'insù, chi vedersi uno spettacolo teatrale, chi fare di tutto un po'.

Per alcune visite potremo anche prendere delle guide se il gruppo concorderà, ma non sarà complicato muoverci in autonomia se lo vorremo. L'importante è organizzarci al meglio per far sì che il viaggio sia per tutti una esperienza indimenticabile.

Mancate solo voi vagabondi!

Vi saluto per un po', sono in partenza per la Russia con un gruppo di vagabondi, inizio a portarmi verso est... , ma voi scrivete per qualunque dubbio, domanda, e iscrivetevi, io sbircerò spesso sul forum sperando in qualche gradita sorpresa! Nascosto

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Lingue in Uzbekistan

Appena tornata dalla Russia, e già con la voglia di ripartire!

Il viaggio in Russia mi ha dato modo di avvicinarmi a questa parte di mondo, poco nota ai più: l'Asia Centrale.

E devo dire che sono rimasta stupita positivamente su vari fronti. 

Adesso sono curiosa di vedere in prima persona come la popolazione uzbeca abbia mantenuto i propri tratti, nonostante il processo di russificazione messo in atto dall'impero di Mosca. L'Uzbekistan infatti più di altri paesi è riuscito a mantenere la propria identità.

E voi che idea avete dell'Uzbekistan? Il fatto che se ne sappia poco a me attira molto...

Ad esempio sapete che la popolazione ama e rispetta profondamente il proprio Paese ed è nota per l'accoglienza verso lo straniero?

Sarà perché da queste parti ci sono passati tutti nel corso della storia, o sarà che anche loro sono curiosi nei confronti dei turisti, e cerchino il dialogo nonostante la barriera linguistica?

E quali lingue si parlano in Uzbekistan? Facile, l'uzbeko. Ma non solo.

L'uzbeko è parlato dall'85% della popolazione, ma sapevate che è una lingua turca? Dal 1992 è scritta nell'alfabeto latino (quindi i caratteri ci sono familiari).

Una parte della popolazione (circa il 15%) usa il russo come lingua principale, mentre molte altre persone lo usano come seconda lingua. 

Poi c'è il tagiko, la terza lingua più parlata in Uzbekistan, soprattuto a Samarcanda e Bukhara, dove vive una popolazione relativamente ampia di tagiki.

Ci sono poi altre lingue, in totale una dozzina, parlate da minoranze della popolazione (tra cui il coreano!!)

Insomma il mix culturale non è solo quello del passato, ma sopravvive, e noi ci saremo immersi pienamente.

Partiamo!! Bacio


image

 

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Colori dell'Uzbekistan

Andiamo a perderci tra i colori dell'Uzbekistan?

Tra il marrone di Bukhara, il turchese di Khiva e il blu di Samarcanda...

Ci resteranno nel cuore gli intarsi dei legni di gelso e olmo, i minareti, le maioliche policrome delle moschee, il verde dei giardini, sempre molto curati, i tappeti tradizionali sapientemente tessuti, i colori e gli odori delle spezie dei bazar, e non ultimi i deliziosi e sostanziosi pasti!

Questo Paese si sta aprendo sempre più al turismo, che dite di andarlo a visitare finché non sarà letteralmente invaso di viaggiatori?

Io vorrei cogliere l'occasione per avvicinare una delle anime e delle popolazioni più autentiche ed accoglienti dell'Asia, in un viaggio Freak Style con la libertà di girare come meglio vogliamo, con i nostri tempi, i nostri modi... chi rompe il ghiaccio?

 

Minareto di Kalta, Khiva

image

 

Mercato dei tappeti, Bukhara

image

 

 

Mausoleo di San Daniele a Samarcanda (18 metri di lunghezza!)

image


Mercato di spezie a Tashkent

image

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
E tanto per iniziare a parlare di cibo...

... guardate alcune immagini del pane uzbeko Balla

image

image

image

La produzione del pane riporta ad una delle più antiche religioni del passato, lo zoroastrismo.

Il pane nella tradizione uzbeka è stato il cibo principale per molto tempo. Il legame tra lo zoroastrismo e il pane è nelle figure impresse in superficie, che rappresentano il sole, venerato ai tempi di Zaratustra, come simbolo di pace e felicità.

Lo stesso simbolo si ritrova anche sulle facciate di molte costruzioni religiose ... andiamo a degustare il pane uzbeko? 

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Ciao!

Ciao vagabondi, state ancora pensando a come ovviare al trauma del rientro al lavoro a settembre? 

Magari avete a piano già qualche viaggetto a luglio o agosto, ma poi tocca rientrare... e cosa c'è di meglio che ripartire dopo qualche settimana, peraltro prendendo solo 6 giorni di ferie?

I voli per l'Uzbekistan solitamente partono nel pomeriggio, quindi anche se siete distanti da uno dei principali aeroporti farete in tempo a raggiungerlo nella giornata di venerdì (13 settembre). E la domenica della settimana successiva saremo di ritorno, pronti per rientrare a lavoro ad estate ormai conclusa!

 

Mancano meno di due mesi alla partenza. Sembra tanto? No...i mesi passano in fretta cari vagabondi, non perdete tempo ed iscrivitevi ed iniziamo a conoscerci sul forum! 

Vi consiglio di non attendere l'ultimo minuto per iscrivervi, primo perché se tutti tardano a fare il primo passo poi il viaggio non parte, secondo perché potrebbe aumentare il costo dei voli Boh... e quindi la quota del viaggio.

Tanto più che Vagabondo non chiede alcun acconto fino alla conferma effettiva del viaggio (è raccomandato però di iscriversi quando si è ragionevolmente certi di poter partire).

Ecco qua tutti i link utili per sapere come funzionano i viaggi di Vagabondo Mi informo...   ma per ogni dubbio chiedetemi pure!


COME CI SI ISCRIVE

COME E QUANDO SI PAGA

IL VAGABONDO DOC: CHI E' E COSA FA

CHI PARTECIPA AI VIAGGI DI VAGABONDO

LA CASSA COMUNE:  COS'E' E COME FUNZIONA

 

Se avete domande non esitate a chiedere, e cominciamo a pianificare il nostro viaggio in Asia Centrale.

A presto  Ciao

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Qualche piatto tipico

La cucina uzbeka ci riserverà delle sorprese, qui oltre alla carne cucinata in tanti modi abbondano noci, melograni, carote gialle, mele cotogne, pomodori, ravanelli: insomma se come me amate frutta e verdura (oltre al resto Occhietto ) non avrete di che preoccuparvi.

A me piace immergermi nella cucina locale quando faccio un viaggio, sia perché è parte integrante della cultura di un popolo, sia perché mi piace proprio provare sapori di ogni tipo.

Qui troveremo un mix di sapori greci, mediterranei, persiani, arabi, indiani, cinesi e mediorientali, e molti dei gusti non saranno nemmeno troppo lontani da quelli a cui siamo abituati.

Il piatto tipico nazionale è il plov, composto da riso con carne , cipolle, carote, uva passa, mele cotogne e piselli. Ogni regione ha la sua ricetta e ogni famiglia lo cucina a modo suo. 


image

Poi ci sono minestre varie, a base di carne e/o verdure, delicate o più saporite, a volte con dei tagliolini. 

image


E ovviamente le carni, di ogni tipo, certo non mancheranno...

image


Qualche samsa lo assaggeremo, anche perché lo troveremo ovunque, nei ristoranti ma anche come street food. Ce ne sono tante varianti, quella base è un fagottino di pasta sfoglia ripiena di carne, cipolle e verdure.

image

Non mancano ravioloni, riso, formaggi, pane in tutte le sue forme, e anche i dolcetti non ci deluderanno.

 

image


image


Non vi invoglierebbe provarli sul posto? Risata Salute!!  

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Samarcanda

Vagabondi, come state? Siete presi con i viaggi estivi?

Beh io vi suggerisco di prendere in considerazione l’Uzbekistan, se vi va di fare qualcosa di insolito, di tuffarvi nella storia e nell’arte e se avete le ferie a settembre, periodo ideale per viaggiare da queste parti!

Oggi proseguiamo con il nostro itinerario e parliamo della mitica Samarcanda, forse la città più famosa dell'Uzbekistan, che visiteremo il terzo e quarto giorno di viaggio.

Non so se è così anche per voi, ma questa città è nel mio immaginario fin da bambina, evocando sogni e fantasie, e riportandomi alle favole delle Mille e Una Notte, con la sua eroina Shahrazad che proprio qui nacque.

E siccome mi piace inquadrare i posti che vado a visitare anche dal punto di vista storico, ecco allora qualche nota per capire meglio la città e i suoi trascorsi.

 

image

image

Registan

 

Samarcanda è situata lungo la famosa Via della Seta, un tempo la maggiore via commerciale di terra tra Cina e Europa; era la città più prospera dell'Asia centrale e per la maggior parte della sua storia fece parte dell'Impero Persiano

Fu conquistata da Alessandro Magno nel 329 a.c. e nei secoli successivi passò da un impero all’altro, poi nel 1220 il suo sviluppo si arrestò bruscamente a causa dell’invasione e della distruzione ad opera di Gengis Khan, che avanzava verso Occidente.

Quando l’impero mongolo cominciò a sgretolarsi, saltò alla ribarta Tamerlano alla fine del ‘300, che la ricostruì e la fece diventare capitale di un impero esteso dall’India alla Turchia.

In quel periodo quindi divenne un polo di attrazione di artisti, scrittori, architetti, letterati e fu considerata la città più bella del mondo di quei tempi.

Anche sotto il regno di Ulugh Beg, nipote di Tamerlano, la città ebbe un notevole sviluppo soprattutto in campo culturale, con la creazione di varie scuole scientifiche dedite allo studio della matematica e dell'astronomia, e con la costruzione di un grande osservatorio astronomico.

 

image

Mausoleo Gur-Emir


Il declino iniziò nel XVI secolo, quando gli Uzbeki spostarono la capitale a Bukhara e la via della Seta non aveva più l’importanza di un tempo come rotta commerciale. Fu quasi abbandonata nel XVIII secolo dopo l’assalto dei persiani. 

Nel 1868 la città entrò a far parte dell'Impero russo, divenendo poi capitale del Turkestan russo e dell’Uzbekistan sovietico dal 1925 al 1930.

image

Moschea Bibi-Khanym

Noi ritroveremo il cuore di queste bellezze nei suoi tesori artistici, mausolei, moschee e madrase che ancora oggi caratterizzano il profilo della città.

Siete pronti alla partenza? Applauso


Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Vagabondo Viaggi azzera la CO2

Un altro motivo per viaggiare con Vagabondo?

 

Leggete qua tutti i dettagli dell'iniziativa di compensazione della CO2, partita dal 1° gennaio 2018 e se vi va postate al link che vi ho messo i vostri commenti e opinioni sull'iniziativa.

Questo vale per tutti, ma proprio tutti i viaggi di Vagabondo. E non è poco Occhietto

image

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Ciao!

Ciao Vagabondi, guardate questo video e ditemi che non vi è venuta voglia di andare a scoprire "L'Uzbekistan, la gemma dimenticata dell'Asia Centrale"...



Video dei Vagabrothers (si chiamano quasi come noi, è un segnale...)

E vai!!

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Forza vagabondi!

Siamo ancora in tempo per partire per il nostro Uzbekistan Freak Style! Ci aspettano posti e gente meravigliosa e molto accogliente!

Una delle tappe fondamentali del viaggio sarà Khiva, l'avete mai sentita nominare? 

E' una città museo da certi punti di vista e ci sembrerà di esser tornati indietro nel tempo.

E' una delle poche città dell'Asia centrale ad essere stata oggetto di restauri conservativi, che non hanno quindi intaccato la sua bellezza ma che le hanno dato un aspetto del tutto simile a quello passato.

Ed è quel complesso unitario di moschee, palazzi, madrase e case della gente comune, tutte all'interno delle antiche mura ben conservate, che fanno di questa città un gioiello ancora poco visitato.


Qualche cenno storico:

Secondo la leggenda, Khiva è stata fondata da Sem, il figlio di Noè.

Nata come piccola fortezza e centro commerciale sulla via della seta, nel 1592 diventa capitale del Khanato di Khiva, nella regione asiatica di Corasmia, e per molto tempo è nota per il mercato degli schiavi.

Verso la metà del 1700 è distrutta dai persiani e ricostruita solo alla fine del secolo. Nel 1876 è conquistata dai russi, diventando vassalla dello zar fino al 1924 quando è inglobata nello stato dell'Uzbekistan.



 

image

Minareto di Kalta Minor

 

image

Fortezza Kunya Ark

 


image

Moschea Juma con le sue 218 colonne di legno

 

image

Mausoleo di Pahlavon Mahmud


Non temete di fare il primo passo, qualcuno deve pur farlo! E a ruota seguiranno altri vagabondi! Linguaccia

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Ciao!

Vi aspetto vagabondi per questi 10 giorni in Asia Centrale!

Sono in partenza per la Croazia, dove rimarrò fino a fine mese, ma non mancherò di sbirciare sul forum e sperare che qualcuno abbia rotto il ghiaccio perché questo viaggio merita veramente, ed il periodo è il TOP dell'anno.

Vi saluto con l'immagine della piazza Lyabi-Hauz di Bukhara, dove si trova la statua di Hoja Nasruddin a cavallo di un asino.

 

Hoja Nasruddin era un Mullah famoso per alcune perle di saggezza popolare.

Una narra la storia di Hoja che un giorno incontra un uomo che piangeva.

"Si avvicina per chiedergli come mai e l’uomo risponde che, non avendo i soldi per comprare della carne si era avvicinato per sentirne il profumo, ma l’oste gli aveva chiesto dei soldi anche solo per sentire il profumo della carne cotta.

Allora Hoja va dall’oste, prende delle monete, le mette nel palmo della mano e le fa suonare dicendo: ecco, ora sei stato pagato per il profumo della tua carne con il rumore dei soldi."

 

image

Ritratto di vale_pell
Offline
Last seen: 17 min 27 sec fa
Iscritto: 28/08/2017 - 20:17
Ultima chiamata!

Vagabondi mancano 2 giorni e mezzo per le iscrizioni! Tutto può ancora succedere! Se siete interessati siete ancora in tempo e potremo realizzare questo super viaggio Aaaaaaah!

Lo sapevi?

Viaggio di Vagabondo: 
Partenza e Ritorno: 
da 13/09/2019 a 22/09/2019
Iscritti finora: 
1
Status: 
Da confermare
Vagabondo DOC:
vale_pell

Altre date

Ven 13/9/2019
Da confermare
1 Iscritto
Ven 27/9/2019
Da confermare
0 Iscritti
Ven 11/10/2019
Da confermare
0 Iscritti
Ven 25/10/2019
Da confermare
1 Iscritto
Ven 15/11/2019
Da confermare
1 Iscritto
Ven 29/11/2019
Da confermare
0 Iscritti