Gruppo Islanda Into The Wild - Partenza del 06-07-2019

Paesaggi lunari, geyser naturali alti metri e cascate capaci di far venire i brividi: l’Islanda è una terra che non può deludere! I suoi scenari mozzafiato, la natura imponente e la capacità di farci sentire piccoli… Eccovi un viaggio di grande bellezza!

Clicca qui per informazioni generali sul viaggio. Nel forum saranno pubblicate le informazioni specifiche per questa partenza.

Islanda Into The Wild

Islanda Into The Wild

23 contenuti / 0 nuovi
Ultimo contenuto
Ritratto di Vagabondo0
Offline
Last seen: 11 ore 21 min fa
Iscritto: 10/02/2012 - 01:24
→ Iscrizioni per conferma viaggio entro il 16 giugno 
(Se entro il 16 giugno questo viaggio non raggiungerà il numero minimo di 5 partecipanti per la conferma, verrà cancellato)


Con la Vagabonda Doc Francesca / francescaBiri

imageFrancesca è una Doc nata e cresciuta a Roma, con qualche gene piemontese. Laureata in Servizio Sociale, svolge la professione di Assistente Sociale. Sin da bambina, grazie alla passione dei genitori per i viaggi in camper, si affeziona ai viaggi on the road. 
Ama tutti gli sport, anche quelli più strani (come l'hydrospeed, il rafting, la capoeira, ecc). Talvolta prende il largo con una tavola da surf o con uno snowboard oppure si perde in un bosco, ma solo per finta: i corsi di sopravvivenza sono un'altra delle sue passioni.
Parla inglese, francese ed un pò di arabo... Ama i viaggi zaino in spalla, ma in genere si adatta alle situazioni, così come si presentano.

Altra gioia per lei del viaggio: riportare a casa tanti piccoli souvenirs da donare ai propri cari. Infatti dietro alla sua indole selvaggia ed avventurosa, si nasconde un animo sensibile e generoso.

 

image

Quota

€ 1600 a persona (include già il supplemento agosto)
+ Cassa comune da aggiungere alla quota base e versare in loco: 1350 euro a persona (Cos’è e come funziona la cassa comune?)

LA QUOTA INCLUDE:

- voli internazionali incluse tasse aeroportuali ( franchigia bagaglio 20kg)
- 3 pernottamenti in ostello a Reykjiavik  
- il noleggio dei mezzi di trasporto: auto o minivan (esclusa benzina)
- assicurazione Medico Bagaglio

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

LA QUOTA NON INCLUDE (e per queste spese abbiamo previsto un costo totale di 1350 euro):

- tutti i pernottamenti in ostello con uso di proprio sacco a pelo (eccetto 3 notti a Reykjiavik )
- pasti
- benzina
- il navigatore satellitare non è incluso. Ci sono gruppi che preferiscono usare le mappe del loro cellulare o le "antiche" mappe cartacee e quindi pensiamo che non sia giusto fargli pagare il costo del navigatore satellitare che non usano. Quindi non lo includiamo nella quota che si paga dall’Italia. Poi, se il gruppo lo vuole, potrà prenderlo al ritiro dell'auto pagandolo extra. 
 
A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum. 
Vi consigliamo però di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare.

image

Programma Viaggio Islanda Into the Wild

 
potete trovare il programma dettagliato Islanda Into the Wild qui
 
image
 

Al momento della conferma del viaggio il programma potrà subire delle piccole variazioni in base ai voli utilizzati. Sempre al momento della conferma del viaggio, vi verrà inviato il programma definitivo via mail insieme a tutte le altre informazioni di viaggio.

Gruppo

Da confermare.

Il numero minimo di partecipanti per la conferma di questo gruppo è di 4 o 5 persone + il Vagabondo Doc.

Informazioni utili

image

Viaggio di Vagabondo: 
Vagabondo DOC: 
Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
BENVENUTI AL VIAGGIO PIU

BENVENUTI AL VIAGGIO PIU'BELLO DELLA VOSTRA VITA Cuore

image

Landmannalaugar

image

Skaftafell

image

I celebri geyser

image

Che ci permetteranno di fare bagni caldi e rinfrancarci dalle fatiche del viaggio.

Ancora indecisi per questa estate?

L'Islanda vi aspetta! Io sono Francesca e vi acccompagnerò alla sua scoperta E vai!! 

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Cominciamo a scoprire le

Cominciamo a scoprire le infinite bellezze di questo paese. A parte che non riusciremo mai a pronunciare i luoghi che visiteremo Triste ....Dio mio ma che lingua impossibile Malato

....E a parte che è cara arrabbiata, costa tutto una sassata... Capocciate Per il resto è un posto meraviglioso! E vai!! 

La prima tappa del nostro itinerario dopo Reykjiavik (unico nome pronunciabile di tutto l'itinerario Pardon ) è questa: CIRCOLO D'ORO – HÁIFOSS - ÞJÓRSÁRDALUR (225KM). Allora con circolo o cerchio d'oro s'intende un'area di circa 300 km che va dalla capitale Reykjiavik in giù e che consta di tre tappe Quindi vedremo: il il parco nazionale Thingvellir, le cascate Gullfoss e l'area geotermale di Haukadulur, contenente i geyser Geysir e Strokkur



Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Ecco le immagini parco

image

Ecco le immagini parco nazionale Thingvellir

Casacate Gullfoss

image

 

image

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Queste invece sono: casacate

Queste invece sono: casacate Haifoss

image

E le gole Gjain, che pure saranno tappe della seconda giornata...

image

Per cominciare direi, niente male E vai!!

Ritratto di Daniele_71
Offline
Last seen: 1 giorno 17 ore fa
Iscritto: 01/08/2016 - 09:04
Ciao Fra

Ciao Fra

eccomi qui, a quanto pare sono il primo iscritto (...il primo di una lunga serie mi auguro) ...

Questo è uno di quei viaggi che è nei miei sogni e inseguo da molto tempo ...

L'Islanda continua a chiamarmi e sfuggirmi di continuo in questi anni.. e questa volta vorrei davvero raggiungerla

a presto

Ciao

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Ciao Daniele,

Ciao Daniele,

Questa volta è la volta buona!!!

Benvenuto, questo viaggio è  talmente ricco di bellezza che non si può rinunciare...forza Vagabondi vi aspettiamo *yahoo*. E vai!!

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Parco Nazionale Skaftafell

Oggi vi presento il Parco Nazionale Skaftafell

image

 

Sembra di stare in una magia...image

Cosa ha prodotto questo incanto?

Cominciamo col dire che il Parco Nazionale è stato creato alla fine degli anni 60, per tutelare questo patrimonio di quasi 5000 Km2. I ghiacciai si sono creati in moltissimi anni, da piccole eruzioni vulcaniche che hanno ingrossato il fiume Skeiðará e generato una terra sabbiosa sotto il lago ghiacciato. All'interno del parco c'è anche una foresta di betulle.

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Buona sera amici vagabondi!

Buona sera amici vagabondi!

Sono appena tornata da un viaggetto con Vagabondo (Transilvania) e ho già tanta ma tanta ma tanta voglia di partire E vai!! E vai!!

Ancora indecisi per l'iscrizione?Help

Ma con un viaggio così secondo me c'è solo da capire il prima possibile se vi danno le ferie...io sono già pronta, vi aspetto!!! Salute!!

Per ricordarvi la bellezza di questo viaggio vi posto qualche immagine della glacier lagoon.

image

 

image

Siete mai stati su un ghiacciaio? No? E'ora di farlo no...

image

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Altro motivo per partire alla

image

Altro motivo per partire alla volta dell'Islanda sono sicuramente le Balene. A Husavik chi vorrà potrà prenotare un wale watching.

image

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Bentornati vagabondi...

Bentornati vagabondi...

Insieme alle bellezze naturali dell'Islanda, dobbiamo anche scoprire quali sono i piatti tipici di questo incantevole paese...

Diciamo che il posto non è tra quelli più amati dagli chef a caccia di stelle Michelin! Però anche l'Islanda ha la sua tradizione culinaria. 

I piatti i principali sono a base di: carne di agnello, latticini e pesce, mentre le tecniche di cottura sono la fermentazione e l'affumicatura, che permettevano anche in passato di conservare il cibo più a lungo.

Eccone alcuni esempi:

 Þorramatur image


Un pochino inquietante...ma è una testa di pecora per chi si stia chiedendo che bestia sia! Pericolo!!

Prima della cura Triste image

Dopo la cura Triste image

Eh sì...se magnano la pulcinella di mare Malato ma anche cormorani e gabbiani...


Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Per i più coraggiosi: Hákarl

Per i più coraggiosi: Hákarl

image

La carne di squalo (putrefatto)  Malato  Malato    Malato

image 

image Bohhh io in Messico ho mangiato le cavallette, le termiti sia a Cuba che in messico, in Ladakh ho bevuto il bo-chai che vi assicuro faceva proprio cagare, in Lapponia ho mangiato la renna... Ma onestamente non so se lo squalo putrefatto me lo mangerò Rotola dal ridere Risata Folle

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
lago Myvtn

Questo lago è previsto a circa metà del nostro viaggio

image

Da lontano sembra bello e molto tranquillo Occhietto

Però è un luogo davvero piacevole:

image

è famoso per essere un'attrazione per dei lunghi e piacevoli bagni caldi....

image Ecco per intenderci Figo

Non mancheremo di sicuro questa esperienza...

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
lago Myvtn e geotermia

Però sapete un'altra cosa di questo lago?

E' anche famoso per aver inaugurato una centrale geotermica già nel lontano 1977.

image

Così mentre la gente si fa il bagno...in Islanda si produce energia dal calore del magma. E'chiaro che è una bella risorsa per questa terra, che non ha tante risorse se non quella del proprio ingegno e della natura.

Prliamo di un calore di 400°, e pensate che più del 90% della popolazione urbana islandese fornisce calore alle case con energia geotermica. 

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
geotermia

Sono tante le centrali che entrano in azione e forniscono energia geotermica nel paese. Questo ci fornisce l'occasione di scoprire qualcosa in più del paese dei geyser.

L’Islanda è composta da materiale vulcanico. Più si va in profondità, più la temperatura è alta. Verosimilmente se si scavasse 5 km in profondità si raggiungerebbero 500 ° (attualmente le perforazioni sono arrivate ai 3,5 Km/ 4 Km). Nell’Isola ci sono circa centoventi montagne vulcaniche. Quando il magma sale verso la superficie, l’acqua che scorre tra le rocce si riscalda. Non in tutto il paese c'è lo stesso calore. Gli impianti utilizzati per l’erogazione di energia elettrica, si trovano attualmente a Svartsengi, Krafla e Nesjavellir per un totale di 202 installati. E altri impianti sono in costruzione, quindi si comprende facilmente che il settore è in espansione. L'uso di questa energia è molteplice: Servizi, come scuole, piscine, il riscaldamento delle case comune, il riscaldamento delle serre per l'agricoltura...

Da quel che ho dedotto, leggendo qua e là...laddove il calore supera i 150 °, conviene perforare. In alcune zone del paese il calore è sui 100, in altre 400...Tanto per intenderci.

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Però mi sono chiesta: ma come

Però mi sono chiesta: ma come...nella civilissima Islanda, tutta natura ci fanno le centrali? E poi queste centrali sono così sicure da farci il bagno a pochi metri?

Help

E cosa scopro?

Scopro che l'Italia nel 1912 ci aveva pensato prima di loro che cioè noi siamo stati i primi a sperimentare questa fonte energetica alternativa...In Toscana c'erano degli impianti (ovviamente il calore era basso...sotto i 100 °) e potevamo essere un'eccellenza. Peccato che abbiamo realizzato nel peggiore dei modi il nostro progetto iniziale. E abbiamo inquinato perchè riversavamo mercurio e ammoniaca...inquinando fiumi e chiudendo le centrali. Ed era una questione di tecnologia. Esistono gli scambiatori in pozzo, per cui non serve sempre trivellare (estraggono solo il calore dal sottosuolo, quindi non il fluido e lo trasformano in vapore) o se bisogna trivellare (nella maggior parte dei casi biogna), non si disperde calore ed è un sistema più sicuro.  Sempre leggendo ho capito che la perforazione del sottosuolo è necessaria o meno a seconda dell'uso che si vuole fare del calore. Quindi per l'acqua calda ad esempio, si può anche non perforare ma è ovvio che se si vuole sfruttare al meglio il potenziale, si deve trivellare. 

Diciamo che in Islanda non si sono spaventati e hanno investito in tecnologia, anche perchè fino agli anni 30 e oltre erano schiavi del carbone (che inquina molto). L’uso della geotermia, oltre che economicamente risolutivo, ha anche ridotto notevolmente le emissioni nocive di CO2 derivanti dal carbone.

Per tornare all'Italia però diciamo pure che le temperature dell'Islanda non sono paragonabili. Dovremmo scavare 8 km sotto il Vesuvio o l'Etna per avvicinarci alle temperature dei 3km dei magma islandesi nelle zone a maggior concentrazione. Non è proprio la stessa cosa direi... Bomba

Noi però avremmo le risorse idriche che non hanno loro... Linguaccia E vabbè... 

Comunque per concludere gli amici islandesi oggi all' 80 % consumano energia geotermica, tanto per saperlo... Vagabondo

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
E mentre salutiamo il secondo

E mentre salutiamo il secondo iscritto....ma ciaoooooo E vai!! E vai!! E vai!!

Dedichiamo al nostro nuovo amico un languido tramonto: Hofn, una delle tappe del nostro itinerario!

image


image


Forza ragazzi: iscrizioni aperte!!!! Risata E vai!! Salute!!

Vagabondo  Cuore

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
un pò di storia, i Vichinghi

image   Niente è per caso amici Occhietto Ogni paese ha la sua storia infatti!

e anche oggi nelle situazioni più disparate, esce fuori la cultura di un popolo. Noi di sicuro quando andiamo allo stadio non ci mettiamo questi cappelli, che sono la derivazione della presenza vichinga Re

image    image

 

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
i Vichinghi

image

 

Durante il primo secolo d.c. dalla Scandinavia arrivarono in molti paesi europei i Vichinghi. Il nome vik significa fiordi e infatti la loro origine è la Norvegia, la terra dei fiordi. In tutto il secolo abbiamo presenze in Svezia e Danimarca, Irlanda, Scozia, Inghilterra, Francia, Spagna e Portogallo. A Est Ungheria e Russia. I vichinghi raggiunsero persino le coste nord africane, sicuramente conoscevano la situazione dell'impero turco - ottomano e la crisi di bizantina. Verosimilmente si espansero per cercare nuove terre (forse), perchè erano abili commerianti (anche), ma anche per la difesa della loro religione. Infatti riservarono alle chiese dei nemici distruzioni e saccheggi feroci.

I Vichinghi adoravano una serie di divinità: Odino, il principio primo, Thor, il dio fulmine e della tempesta, Freyr, il dio della fecondità.

questo è Odino image questo è Freyr image e ovviamente questo è Thor image   E vai!! 

Eh lo so...ve lo dicevo che niente è per caso....Ha ispirato anche un film, con  Chris Hemsworth, "Thor", appunto.

Non è il mio genere, però magari a qualcuno interessa. 

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Oggi mi sono svegliata con

Oggi mi sono svegliata con una volgia di partire che non potete immaginare!

Qunato vorrei rilassarmi così image

Sono appena tornata dal raduno di Vagabondo dove mi sono rilassata troppo mi sa Risata

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
Ma torniamo a noi, al nostro

Ma torniamo a noi, al nostro itinerario...ci aspettano anche i firodi occidentali, tanto ma tanto, ma tanto...BELLIIIIIIiiiii E vai!!

 

Ma con dei nomi impronunciabili.... Quindi non mi aspetterò di sicuro che qualcuno si ri cordi della località Bjarhofn. Ve la mostro:

image

All'arrivo si capisce il motivo della sua fama...

Qui c'è anche un piccolo museo dedicato agli squali image Ohhhhh Paura!!

 

 

E qui potremo anche cimentarci nell'assaggio dello squalo marcio....e io non so se me la sento Malato 

Ritratto di francescaBiri
Offline
Last seen: 8 ore 53 min fa
Iscritto: 11/05/2015 - 16:31
SNAEFELLSNES

image

 

Verso la fine del nostro viaggio, rientrando verso la capitale, riusciremo a visitare anche questo straordinario parco naturale: SNAEFELLSNES 

Ci lasceremo il cuore, ne sono sicura Cuore

image

image

Ritratto di Roberta-san
Offline
Last seen: 13 ore 16 min fa
Iscritto: 10/04/2012 - 20:22
VIAGGIO NON CONFERMATO

VIAGGIO NON CONFERMATO

 

Ciao vagabondi,

ci dispiace molto informarvi che il viaggio non ha raggiunto il numero minimo di iscritti per la conferma e siamo costretti a cancellarlo.

Provate a dare uno sguardo al nostro TABELLONE PARTENZE per vedere se nel periodo che vi interessa ci sono altri viaggi. 
Oppure se volete andare sul sicuro andate nella nostra HOME PAGE VIAGGI dove scriviamo sempre tutti i viaggi già confermati e controllate se c’è qualche gruppo che vi ispira.

 

Speriamo di avevi presto in viaggio con noi.

 

un saluto dallo Staff  

Lo sapevi?

Viaggio di Vagabondo: 
Partenza e Ritorno: 
da 06/07/2019 a 20/07/2019
Iscritti finora: 
0
Status: 
Eliminato
Vagabondo DOC:
francescaBiri
Luoghi: 

Altre date

Sab 20/7/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 3/8/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 10/8/2019
Completo
11 Iscritti
Sab 31/8/2019
Da confermare
0 Iscritti
Sab 21/9/2019
Da confermare
1 Iscritto
Sab 9/5/2020
Da confermare
0 Iscritti