Viaggi Naturisti

Autore: 
Assonatura

La definizione ufficiale recita: Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente. (Agde - Francia 1974)


Guarda anche il Forum di Vagabondo sui viaggi naturisti!!
Vagabondo ringrazia l'Assonatura (associazione dedicata alla divulgazione del naturismo) che ci ha fornito gran parte del contenuto di questa pagina.

Innanzi tutto: cos'è il naturismo?
La definizione ufficiale recita: "Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente. (Agde - Francia 1974)". In questa ottima sintesi ci sono tutti gli elementi tipici del naturismo, come l'armonia con la natura, e cioè con se stessi, con gli altri, con gli animali, con l'ambiente. Il rispetto delle persone (quindi di se stessi), nutrendosi in modo sano, non fumando, non eccedendo negli alcolici, rifiutando le droghe, (e degli altri) rispettando, anche quando non si condividono, le idee altrui, fin quando non ledono la nostra libertà individuale o la nostra integrità fisica. Il naturismo non può inoltre prescindere dalla nudità in comune, mezzo fondamentale per tornare in contatto con la vera natura di noi stessi e dei nostri simili e per permetterci di utilizzare il nostro più esteso organo sensoriale: la pelle. Le gioie del naturismo, infatti, stanno anche nel risveglio dei sensi epidermici a contatto con l'aria, l'acqua, il sole, la terra: per sentirci di nuovo come siamo veramente quando esiste libertà e non più come siamo diventati oggi.

Foto 1 Spiaggia e campeggio libero naturista sulla piccola isola di Donoussa, Grecia. Foto 2 Naturisti su una delle splendide spiagge della costa sud-ovest di Naxos, Grecia. Foto 3 Tempesta sulla Spiaggia degli Ostriconi, Corsica, per metà naturista e per metà no. Fotografie © - Copyright Vagabondo.
Clicca per ingrandire !! Clicca per ingrandire !! Clicca per ingrandire !!

Dove fare un viaggio naturista?
Per fare un viaggio naturista è necessario scegliere un paese dove il nudo non è considerato offensivo o dalla religione di stato, qualora questa sia il potere più o meno occulto che governa quel paese e/o dalle leggi dello stato.
Alcuni stati hanno una legge specifica che riconosce e regolamenta il naturismo, come per esempio tutti gli stati della comunità europea (tranne l'Italia), gli Stati Uniti e l'Australia.
Per l'Oriente il discorso è diverso, in quanto i popoli orientali considerano il nudo una cosa normale e naturale in certe situazioni come i bagni termali, il bagno turco, i massaggi, ecc. Naturalmente chiedete sempre perché con l'arrivo dei turisti occidentali anche loro hanno spesso cambiato le regole adattandosi a persone, (noi occidentali) che vergognandosi della nudità, hanno tacitamente imposto la vestizione.
Da evitare assolutamente tutti i paesi di religione musulmana, Islamica, Brahmanica.
In America esistono centinaia di strutture turistiche dedicate al naturismo, ma per legge sono tutte all'interno, nei parchi, in campagna, nei ranch, e mai sul mare. In Australia invece le strutture sono situate anche sulla costa. L'Europa è la vera patria del naturismo che, nato proprio in Germania, si è poi sviluppato con intensità in tutti i paesi nordici e in Francia; quest'ultima vanta il maggior numero di strutture turistiche presenti al mondo in un solo stato: 180.

Viaggiare naturista in Italia.
Pur non avendo una legge che riconosce il naturismo, è possibile fare viaggi e vacanze in Italia al sicuro da brutte sorprese, anche perché una serie di sentenze emesse nel corso degli ultimi anni hanno chiarito che il naturismo non rientra nel reato previsto dal art. 726 del Codice Civile (atti contrari alla pubblica decenza).
E' possibile praticare naturismo in quei luoghi pubblici (spiagge, torrenti, laghi, parchi, ecc.) dove abitualmente si pratica da anni; spesso i luoghi più famosi sono presidiati da incaricati delle varie associazioni naturiste italiane. Oppure si può scegliere una vacanza presso le strutture esistenti in Italia, che seppur non essendo molte, offrono un discreto ventaglio di variabili.
Potete trovare una completa e aggiornata recensione dei luoghi pubblici e delle strutture esistenti in Italia al sito www.assonatura.it, nella sezione "DOVE?"

Viaggiare naturista in Francia.
La Francia è la patria del naturismo in tutti i sensi. Esiste una varietà immensa di offerta e si può soggiornare in ambienti naturali che vanno dal mare, alla collina, alla montagna. Vi rimandiamo alla pagina contenente i link dei siti interessanti.

Viaggiare naturista nel resto del mondo.
Nel mondo le strutture naturiste recensite sono circa 850, ma i luoghi dove praticarlo sono migliaia. Vi diamo qualche dritta su alcuni link che portano a siti interessanti.

Top of page!



Link utili per viaggi naturisti

Seguono i siti più completi che abbiamo trovato sull'argomento.

Assonatura
Assonatura

Associazione indipendente Italiana dedicata alla divulgazione del naturismo. Gestisce un Villaggio naturista nel Monferrato Astigiano.
FENAIT
FENAIT

Sito della FEderazione NAturisti ITaliani che raccoglie tutte le associazioni italiane che vi aderiscono.
INF/FNI
INF/FNI

Federazione Naturista Internazionale
The Nude World
Of Cat

Sito di riferimento per naturisti giovani e giovanissimi (in lingua inglese)
Top of page!



Alcuni consigli pratici di Assonatura

  •   Se siete alla prima esperienza vi sconsigliamo assolutamente di iniziare la vacanza e l'abbronzatura tenendo addosso un pezzo del costume e pensando "tra qualche giorno mi metterò nudo, ma adesso devo ambientarmi". Questo perché, quando vi spoglierete avrete già il segno del costume che resterà sempre ad una gradazione diversa per tutta la stagione. Oltre ed essere antiestetico, aumenta il rischio di scottature proprio sul sedere e sul seno. Spogliatevi completamente dalla prima ora.

  •   Se non avete mai preso il sole sul seno e sul sedere sono sufficienti alcuni accorgimenti: datevi una crema con un filtro leggermente più alto in queste due zone della pelle passando poi alla stessa gradazione dopo 5-6 giorni. Non superate mezzora /un'ora d'esposizione (a seconda del fototipo di pelle che avete) nei primi giorni ed aumentate il tempo d'esposizione gradualmente. Noterete con stupore, che i capezzoli e il pene, diventano neri più velocemente del resto del corpo. Incredibile, ma la natura ci ha dotato di una protezione (melanina) più rapida ed efficiente proprio li!

  •   Il contatto con l'aria, il sole, l'acqua o la consapevolezza di essere nudi all'aperto può creare una certa eccitazione. Nei maschi è più evidente che per le femmine e si esprime con l'erezione. Nei villaggi naturisti tutti sanno che può succedere e, di solito, si ha comprensione. Basta attuare un comportamento riservato ed attendere che passi, tutto qui. Non è tollerato invece l'esibizionismo fine a se stessa. Il naturismo è anche sport, quindi se fate sport fatelo nudi. Beach Volley, trekking, tiro con l'arco, nuoto, andare a cavallo, sono solo alcuni degli sport più praticati dai naturisti. La "ginnità" nudi è un esperienza favolosa. Non rinunciateci, anche se vedrete qualcuno indossare il costume per giocare a pallavolo, con la divertente scusa che deve farlo a causa delle grosse dimensioni dei sui genitali o del suo seno.

  •   Se fate viaggi in luoghi naturali e incontaminati, godetevi al massimo tutte le sensazioni che vi da lo stare nudi in tali ambienti; possono essere anche molto forti; non rifiutatele ma lasciatevi attraversare da esse.

  •   Rispettate sempre i luoghi dove passate o vi fermate e anche se sono inaccessibili o distanti da luoghi abitati e non sono dotati di servizi, portate SEMPRE via i vostri rifiuti del pranzo e le cicche delle sigarette (se sfortunatamente siete fumatori). Un Naturista quando lascia un luogo dove ha soggiornato non lascia tracce della sua presenza; prima di incamminarvi, giratevi indietro e verificate se è così.

  •   Portate sempre i bambini con voi; per loro il nudismo é naturale, praticamente genetico! Insegnate loro che il naturismo comprende oltre al nudismo il rispetto di se stessi, degli altri e della natura.

Top of page!



Alcune considerazioni di Vagabondo per viaggiatori fai-da-te

Ai consigli di Assonatura voglio aggiungere alcune considerazioni nate dalle mie esperienze di viaggio ed indirizzate esplicitamente a chi non è alla ricerca di villaggi, agriturismo o strutture oragnizzate.

  •   Per i viaggiatori italiani le mete ideali del naturismo sono, oltre all'Italia stessa, la Francia (e la Corsica), la Grecia e la Croazia.

  •   Ho notato come agosto (soprattutto la prima metà) sia il periodo peggiore per trovare luoghi adatti al naturismo: la folla dei turisti dilaga ovunque e spiagge che fino ad una settimana prima erano frequentate da venti nudisti vengono "invase" da migliaia di persone. Se potete scegliete periodi alternativi come settembre, luglio o, ancora meglio, giugno. Questo consiglio non è solo per i naturisti, ma per chiunque voglia vivere la propria vacanza con la migliore armonia possibile verso la natura.

  •   In Corsica ho incontrato molti naturisti che facevano campeggio nautico, soprattutto nella zona nord del "deserto". Penso sia una splendida esperienza.

  •   In Grecia la situazione varia da isola ad isola e da spiaggia a spiaggia, ma su Internet ci sono ottime risorse.

  •   In generale mi sembra che in Francia, Grecia e Croazia il naturismo non organizzato sia praticato e praticabile senza problemi in quasi tutte le località di mare non pesantemente battute dal turismo di massa e non troppo vicine ai centri abitati... quindi nei luoghi più belli :-)

Lo sapevi?