Gruppo Istanbul e Cappadocia Freak Style - Partenza del 11-04-2020

Antichi imperi, arte grandiosa e la più importante architettura bizantina del mondo, a Istanbul. E poi paesaggi lunari, città sotterranee, alberghi scavati nella roccia e tanta avventura in Cappadocia. Viaggiare in Turchia è un’esperienza indimenticabile, preparatevi. 

Clicca qui per informazioni generali sul viaggio. Nel forum saranno pubblicate le informazioni specifiche per questa partenza.

Istanbul e Cappadocia Freak Style

Istanbul e Cappadocia Freak Style

24 contenuti / 0 nuovi
Ultimo contenuto
Ritratto di Vagabondo0
Offline
Last seen: 15 ore 48 min fa
Iscritto: 10/02/2012 - 01:24

Con la vagabonda doc Patrizia / pollita

image

Patrizia nasce a Torino con la valigia in mano (almeno secondo suo papà!). Una delle Vagabonde DOC storiche di Vagabondo, apprezzatissima dai suoi compagni di viaggio. Molto attiva tra i vagabondi milanesi, potete incontrarla a una grigliata o a una serata di salsa. Esperta di Latino America e di Africa nera ama tornare in questi luoghi. Parla inglese, francese e spagnolo.

image

Quota

€ 950 a persona (include già il supplemento festività)

+ cassa comune da aggiungere alla quota e versare in loco: € 380 a persona (cos'è e come funziona la cassa comune?)

LA QUOTA INCLUDE:

- Volo aereo a/r dall’Italia incluse tasse aeroportuali e bagaglio da stiva
- Volo interno Istanbul - Kayseri incluse tasse aeroportuali e bagaglio da stiva da 15kg
- Pulmino privato ad uso esclusivo del gruppo dal giorno 5 al giorno 7
- Pick up e drop off in aeroporto a Kayseri i giorni 4 ed 8
- Guida parlante inglese dal giorno 5 al giorno 7 
- Assicurazione medico bagaglio

Al viaggio partecipa un vagabondo DOC - chi è? cosa fa?

LA QUOTA NON INCLUDE (e per queste spese è stata stimata una cassa comune di € 380 a persona):

- Pasti 
- Ingressi a siti e monumenti
- I pernottamenti in hotel in camere doppie o triple
- Mancia al vostro autista e guida se vi sono piaciuti

*** Polizza annullamento (opzionale, da farsi a parte. Scrivere a staff@vagabondo.net)

A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum.
Vi consigliamo però di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare.

image

Programma di viaggio Istanbul e Cappadocia freak style

 
Potete trovare il programma Istanbul e Cappadocia freak style dettagliato qui:
 
image
 

Al momento della conferma del viaggio il programma potrà subire delle piccole variazioni in base ai voli utilizzati. Sempre al momento della conferma del viaggio, vi verrà inviato il programma definitivo via mail insieme a tutte le altre informazioni di viaggio.

Gruppo

Da confermare.

Il numero minimo di partecipanti per la conferma di questo gruppo è di 4 o 5 persone + il Vagabondo Doc.

Informazioni utili

image

 

Viaggio di Vagabondo: 
Vagabondo DOC: 
Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Bentrovati!!!

Ciao Vagabondi!! Sono Patrizia, aka pollita, e sarò la vostra Vagabonda DOC in questo viaggio alla scoperta della Turchia!!! Conosco molto bene Istanbul, mentre ho voglia di scoprire la Cappadocia. Faremo un break pasquale molto vario, la prima parte dedicata a Istanbul, porta dell'Oriente, carica di storia e multiculturale, dove modernità occidentale e saggezza orientale si incontrano...per poi addentrarci tra le bellezze naturali della Cappadocia, dove cammineremo tra camini delle fate e canyon, e molto altro...insomma tutto da scoprire!!! Stay tuned!!!

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Cinque motivi per iscriversi...

1) perché solo Istanbul é la vera porta tra Oriente e Occidente! E quindi faremo un viaggio in due continenti...

2) perché dopo aver visto istanbul, ci immergeremo nella natura fiabesca della Cappadocia!

3) perché cammineremo tanto in città, e poi tanto nelle valli della Cappadocia...e quindi avanti amanti del camminare!!

4) perché esploreremo un paese con un cultura unica, passeremo da contrattare con i turchi nei mercati a scoprire la perseveranza dell'uomo!

5) e perché solo prenotare un viaggio permette di passare l'inverno!!

Istanbul Aya SofiaCappadociaGran Bazar IstanbulValle Rossa Cappadocia

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
In questa giornata piovosa io

In questa giornata piovosa io mi porto avanti...e ho prenotato due strutture molto interessanti per il nostro viaggio!

Partiamo da Istanbul: ho prenotato un hotel nello strategico quartiere di Sultanahmet,  vicinissimo a tutti le principali attrazioni che visiteremo! E ha una bella terrazza panoramica in cui fare colazione....e comodo anche a Karakoy, quartiere con meyane di cui vi parlerò più avanti!

kafkas hotel

 

Invece a Goreme ho prenotato in una tipica struttura in caverna, molto tipica della zona e che ci farà entrare in pieno nell'atmosfera della Cappadocia! Insomma io mi sto già preparando, vi aspetto!!!

Cappadocia Caves Hotel

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Due cose da fare assolutamente a istanbul...

...bere un the alla menta e fumare il narghilè!!! Conosco un paio di posticini interessanti.. Occhietto

the alla mentanarghilè

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Meyhane

Non possiamo andare a Isatnbul senza provare almeno una meyhane...ma cos'é? Figo

Potremmo tradurre come "taverna": oggi i turchi si siedono intorno al tavolo, chiacchierano, mangiano "mezze" (stuzzichini e antipasti, in genere in un piatto in mezzo ai commensali) e bevono raki (il loro liquore tipico, che sa di anice...molto simile all'ouzo o al pastis...). A Istanbul ce ne sono molte, soprattutto nel quartiere di Beyoglu, e generalmente frequentate dai locali. C'era già all'epoca ottomana e la tradizione continua!

Quindi vi aspetto anche per provare le meyhane!!

meyhanemeyhane Agora 1890

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Orient Express

Tutti conoscono l'Orient Express, soprattutto grazie ad Assassinio sull'Orient Express di Agatha Christie ma...sapete tutti che l'Orient Express nella sua epoca d'oro arrivava a Istanbul?

L'Orient Express è in effetti un treno passeggeri a lunga distanza che collegava Parigi a Istanbul. Iniziato nel 1883, con un paio di interruzioni a causa delle guerre mondiali, ha finito le sue corse nel 1977 per la concorrenza dei voli aerei. 

La sua epoca d'oro sono sicuramente gli anni trenta, dove addirittura c'era più di un servizio Orient Express in funzione: l'Orient Express, il Simplon Orient Express, e l'Arlberg Orient Express. Era famoso per l'estreo comfort e lusso, aveva carrozze notturne con servizio permanente e carrozze ristorante note per la loro raffinata cucina. E naturalmente i passeggeri erano soprattutto reali, nobili, diplomatici, uomini d'affari e ricchi borghesi...e sicuramente anche qualche criminale arricchito!! Quando poi questi ricconi arrivavano ad Istanbul, stanchi del viaggio ma non del lusso, alloggiavano al...lussuosissimo Pera Palace !!

Oltre ad essere intrigante di per sé, l'Orient express é anche stato protagonista di tanti film e libri: per esempio, oltre al già citato Assassinio sull'Orient Express (di cui recentemente Kenneth Branagh ha girato una versione godibilissima), compare nel Dracula di Bram Stoker e vi é ambientato Il treno d'istanbul di Graham Greene (siamo sempre su spionaggio e mistero...) giusto per citarne alcuni.

Ebbene, a Istanbul voglio portarvi a vedere la vera stazione dell'Orient Express, a Sirteci, e anche - perché no - a dare un'occhiata al Pera Palace!!  Insomma, vi darò anche una ottica un po' insolita di questa splendida città!!! Occhietto

image

Sirtecipera palace 

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Sempre parlando di Istanbul...

Oggi vi parlo di uno degli edifici di Istanbul più affascinanti per me : Hagya Sofia, o Basilica di Santa Sofia. Innanzi tutto una curiosità: non è dedicata a una santa ma alla Divina Spaienza (Haghia Sofia in greco). E’ stata la Basilica più grande del mondo bizantino, una gigantesca chiesa ortodossa, voluta da Giustiniano. Dopo la conquista turca nel 1400, divenne un’importante moschea e furono aggiunti i minareti, e all’interno gli scudi con i versetti del Corano. Poi nel 1935 è diventata un museo. Adesso Erdogan parla di farla tornare una moschea…

Al di là della storia, vi assicuro che è un luogo affascinante. Quando l’ho vista ne ho percepito la maestosità, ed è affascinante anche il fatto che sia un luogo dove si sono incrociate due religioni e culture importantissime. I mosaici poi lasciano senza fiato!! Un’altra curiosità: forse saprete che nell’Islam non si possono fare rappresentazioni visive di Dio e dei profeti, infatti non vedrete mai immagini nelle moschee. Qui invece ci sono mosaici che rappresentano per esempio la Madonna o il Cristo Pantocratore, per fortuna non li distrussero ma li ricoprirono di un sottile stato di intonaco che poi è stato tolto quando è stata trasformata in museo.

Un’altra curiosità? All'entrata della navata laterale sulla sinistra, si trova una colonna chiamata "la colonna piangente" oppure "la colonna sudante". Si crede che la colonna abbia poteri taumaturgici: si infila il pollice in un foro posto più o meno a un metro e mezzo di altezza e si ruota la mano a destra e a sinistra, senza staccare il palmo dalla colonna. Quando si avverte sul pollice una sensazione di bagnato vuol dire che la colonna ha recepito il tuo messaggio e ti farà guarire dai tuoi mali. Boh! Che dite, ci proviamo?

imageimageimage

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Cappadocia

Finora vi ho parlato di Istanbul (e tornerò a farlo ovviamente!!!) ma no dimentichiamo la seconda parte del viaggio: la Cappadocia! Dopo aver visitato in lungo e in largo la porta dell'Oriente, ci andremo a immergere nella natura fiabesca e piena di storia della Cappadocia. Se tutti abbiamo in mente il paesaggio lunare dei camini delle fate, ebbene sappiate che non ci sono solo quelli! Vedremo antiche città sotterranee, canyon dai colori incredibili e chiese rupestri mozzafiato!

I camini delle fate sono in realtà formazioni rocciose a forma di prisma, insomma a punta vah...e possono essere di vari tipi. Ovviamente quelli più famosi sono ...beh queelli a forma di..beh ci siamo capiti! Risata E infatti quella zona si chiama la Love valley!

Però ce ne sono di vari tipi di roccia, colorazioni...insomma un paesaggio vario e suggestivo che noi gireremo interamente a piedi! Quindi amanti della natura vi aspetto! 

love valleyimage

 

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Cari Vagabondi, io sarò in

Cari Vagabondi, io sarò in viaggio per la Birmania dal 36, quindi vi auguro Buone Feste e ci rivediamo a gennaio per nuove chicche su questo meraviglioso viaggio!! Stay tuned!!

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Natale con i tuoi....

Ciao Vagabondi!! Tornata ieri sera dalla Birmania...e beh penso subito al prossimo viaggio!!!

E come si dice...Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi!! Non c'é niente di meglio per sfuggire alla tristezza dal rientro al lavoro che pensare a nuovi viaggi. So che tra poco comincerete a pensare ai viaggi di Primavera...e quindi ...Pasqua ad Istanbul e Cappadocia!!!

Vi aspetto!!

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Buona serata Vagabondi!!!

Buona serata Vagabondi!!! State considerando questo bellissimo viaggio?

D'inverno esiste anche il piacere della lettura...(cioé veramente tutto l'anno ma di inverno ci sono più occasioni visto il clima!!) e quindi oggi voglio consigliarvi due letture, molto diverse, per immergervi nello spirito di questo viaggio.

Cominciamo da un giallo, ma non sto per citarvi Agatha Christie!!! Vi consiglio invece una serie di gialli storici scritti da Jason Godwin che hanno per protagonista Yashim, un detective eunuco - che ama le donne - nella Istanbul dell'Ottocento, in un impero ottomano ormai decadente. I primi tre casi sono raccolti nella "Trilogia di Yashim": e leggendolo si viene introdotti per esempio nel Topkapi (che noi visiteremo) dove viene assassinata una concubina, si gira per le stradine di Fatih, ci si muove nel Gran Bazar...insomma un assaggio di una Istanbul che noi vedremo in lungo e in largo! E se volete avere un assaggio della Istanbul di Yashim, che noi vedremo, guardate il video a questo link:

https://www.youtube.com/watch?v=bVK3yoXTmQYimage

image

Il secondo libro invece che vi consiglio ribalta la situazione precedente: infatti questa volta parliamo di una scrittrice turca abbastanza nota, Ayse Kulin, i cui protagonisti però sono tedeschi...o meglio ebrei tedeschi che nel 1933 lasciano la Germania e vanno a vivere e lavorare in Turchia, prima ad Ankara e poi a Istanbul. Il libro é "Le quattro donne di Istanbul" e parla di quattro donne appartenenti a questa famiglia tedesca, che si integrano nel corso degli anni con i turchi fino a diventare turche esse stesse. Man mano che si va avanti nella lettura ci si sente travolgere dal fascino della città di Istanbulcon il suo mare, il sole, i mercati, la vista. 

Insomma un modo diverso per scoprire questo paese ...e sono sicura che non vedrete l'ora di partire!!! Vi aspetto vagabondi e ...buona lettura!!

image

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Il bagno turco

Ciao Vagabondiiiiiiiii!!

Mai provato il bagno turco? O pensate di averlo provato? Beh in praticamente ogni spa che si rispetti c'é il cosiddetto "bagno turco" che é una stanza con calore e vapore, quindi calore umido (a differenza della sauna dove é secco).

Ma il tradizionale bagno turco é molto di più. Si chiama anche Hammam ed é tradizionalmente un ambiente in genere a cupola, composto da Atrio, Sala Fredda, Sala Tiepida e Sala Calda. L'interno dei bagni è decorato con marmo perché è un materiale che conserva molto bene il calore. Gli Hammam sono sempre stati un luogo di ritrovo, dove chiacchierare, bersi un caffé e leggerne i fondi. Sono anche un incontro tra Oriente e Occidente, infatti si incontra la storia delle terme romane con l'enfasi sulla pulizia islamica.

Istanbul ai tempi d'oro aveva oltre 150 hammam. Il mio preferito, uno dei più storici, é l'Hammam Cemberlitas, situato proprio in centro, risale addirittura al 1500! Ora sicuramente a Istanbul ce ne sono di più fighi, ma a me piace questo proprio per la sua aura storica!!! Tra l'altro, é più frequentato da locali e meno da turisti. Che ne dite, lo proviamo?

imageimage

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Che si beve???

Vaz bene la cultura però...parliamo di cose serie e cioé dell'alcol!!!

Allora, é vero che la Turchia é un paese a maggioranza musulmana, ma in realtà é un paese laico e soprattutto non arabo ma turco!! Ecco, non date loro mai degli arabi... Risata

Quindi, che ci berremo?

Innanzi tutto bisogna assolutamente provare il raki, liquore a base di anicie che allungato con acqua diventa bianco. Oddio, é molto simile al pastiss o all'ouzo greco!! Ma bevuto fresco va giù che é un piacere!!

E poi, cosa meno conosciuta, sappiate che una delle più grandi aziende produttrici di birra al mondo ha la sua sede in Turchia. E’ la Efes, che oltre a produrre birra con il proprio marchio, produce anche altri marchi nazionali e internazionali (una Tuborg in Turchia è sempre prodotta a Efes!!)

Quindi che aspettate adi iscrivervi? Sappiate che offrirò una Efes al primo iscritto!!!

rakiimage

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
6 curiosità sulla Cappadocia

...e 6 motivi per iscrivervi a questo viaggio!!! Dai che Pasqua si avvicina!!

1. E' stata un rifugio di antiche civiltà: non solo alcune sono fiorite qui (come quella ittita) ma in molti nel corso dei secoli ci si sono rifugiati e infatti in Cappadocia si trovano anche dei rifugi sotterranei (come quello di Kaymakli). Mozzafiato.

2Il Castello di Uchisar, con tombe del periodo bizantino: E' una struttura immensa in pietra fatta da numerose stanze collegate tra loro da scale, corridoi e tunnel. Impressive.

ukisar

3. Molto più che maestosi camini delle fate: o "Peribacalar". Queste formazioni sono l'immagine più famosa della Cappadocia, ma se ci pensiamo bene, sono un frutto dell'erosione che disegna una meraviglia della natura.

4. Le grotte sotterranee che ci lasceranno senza fiato: ci sono 36 città sotterranee,in Cappadocia, la più famosa, che visiteremo, é Derinkuyu. Risalgono al tempo degli ittiti. Claustrofobiche ma da non perdere.

5. I paesaggi lunari più nascosti: "Cappadocia" deriva da Katpadukya (terra di bei cavalli). I cavalli della regione divennero famosi perché furono offerti ai re dell’Assiria e della Persia. Ma quello che colpisce di più sono i paesaggi sconvolgenti, che non si vedono da altre parti. Man on the moon.

6. L’azione delle forze naturali che segnano il terreno60 milioni di anni fa si formò la catena montuosa del Tauro, in Anatolia Meridionale. La formazione della cordigliera dei Monti Tauro provocò numerose dirupi e depressioni in Anatolia centrale, che si riempirono di minerali vari...che poi furono erosi. Da qui ondulazioni e scenari da fantascienza. C'era una volta.

image


Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Che si mangia?

Non si vive di sole visite e quindi...argomento importantissimo, cosa si mangia? 

La cucina turca é molto varia, ed é infleunzata anche dalla cucina greca e da quella araba. Gli ingredienti più utilizzati sono la carne, le melanzane, lo yogurt, i peperoni verdi, lenticchie e fagioli, pomodori, cipolle ed aglio oltre  naturalmente a molte spezie!!!

Ci sono tantissimi piatti, e dobbiamo assaggiarli tutti!!! Una delle cose più buone sono gli antipasti, si chiamano mezze e sono tanti piattini ripieni di cose buonissime, naturalmente non mancano le olive, Tra le mie mezze preferite sicuramente le kofte (polpette con vari tipi di carne, ma sono veramente buonissime, speziate e saporite al punto giusto!!) e i borek (pasta sfoglia con dentro carne, formaggi o verdure...) o le melanzane farcite.

Naturalmente non manca il kebab, e poi assolutamente da provare la ...pizza turca!!!

E infine i dolci...molto dolci e generalmente con miele, I più conosciuti sono i baklavadolcetti fatti di pasta sfoglia ripieni di pistacchi, noci, frutta secca e tanto tanto sciroppo di miele. Slurp! Innamorato

Insomma io non vedo l'ora!!!

imageimageimageimage

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Derinkuyu

Una delle chicche che vedremo in Cappadocia é la favolosa città sotterranea di Derinkuyu.

E' straordinaria: una città scavata sottoterra che si spinge sino a circa 85 metri di profondità, composta addirittura da pozzi di ventilazione e decine di migliaia di bocchette, utili a trasportare aria persino nei punti più estremi del misterioso abitato sotterraneo. Si pensa che potesse osptiare fino a 20 mila persone!!!

Oltre tutto é una città strutturata esattamente come quelle costruite alla luce del sole! Si trovano luoghi di culto, dispense di vino, stalle per gli animali, caverne che avevano la semplice funzione di ospitare famiglie, ristoranti, cantine e tante altre cose. 

Ovviamente, gli amanti dei misteri si sono scatenati come in tutti i casi in cui l'ingegno umano ha prodotto opere meravigliose e avveniristiche per l'epoca! Quindi, ovviamente, molti sostengono che abbia un'origine extraterrestre Rotola dal ridere

C'é poi un'altra storia, ancora più antica, non ci credo ma mi affascina: la Cappadocia faceva parte dell’impero di Zoroastro. Nel testo sacro di questa religione, si dice che il dio principale Ahura Mazdā salvò il popolo da un disastro ambientale e il suo profeta, chiamato Yima, ebbe il compito di costruire un palazzo chiamato “Vara di Yima” per proteggere tutti gli animali della sua terra. Ovviamente, la misteriosa città sotterranea di Derinkuyu potrebbe essere la città creata da Yima per salvare l’umanità e gli animali da un’era glaciale...e l'ultima era glaciale é di circa 18,000 anni fa!
A questo punto, il dio Ahura Mazda potrebbe essere un...extraterrestre ovviamente!! Scambiato dal popolo per divinità. Ahura Mazdā si alzò in cielo in un carro divino, che poteva essere tranquillamente una navicella spaziale, per combattere il suo acerrimo nemico Angra Mainyu, il dio della distruzione.

Insomma, che ci crediate o no, resta il fatto che é una città affascinante e che noi visiteremo...e il mistero é solo una leva in più!!!

Derinkuyu CappadociaDerinkuyu Cappadocia

Ritratto di Chiara MV
Offline
Last seen: 2 settimane 13 ore fa
Iscritto: 14/05/2016 - 11:30
Ciao Patrizia,

Ciao Patrizia,

sembra proprio un bel viaggio!

Cosa ci dici dei trekking in Cappadocia? Mi piace camminare, ma non sono proprio una "montanara esperta" Di corsa!

Chiara

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Ciao Chiara e benvenuta!!!

Ciao Chiara e benvenuta!!!

Non ti preoccupare,  non si tratta di trekking estremi!!! Diciamo che si tratta piu di passeggiate, si sale e si scende un po' ma si va lentamente per godersi il paesaggio e poi ci sono tante tappe, insomma non mi preoccuperei al tuo posto!! Ti aspetto!!!

Ritratto di CateKate
Offline
Last seen: 12 ore 46 min fa
Iscritto: 01/06/2019 - 17:14
Ciao Patrizia, sto valutando

Ciao Patrizia, sto valutando questo viaggio che trovo molto interessate!

Sarebbe la mia prima volta con Vagabondo e il mio primo viaggio da sola..Mi piacerebbe prendere il volo in compagnia Felice Ci sarebbe qualcuno che parte da Roma?

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Ciao Cate benvenuta!! Grazie

Ciao Cate benvenuta!! Grazie per l'interesse per questo magnifico viaggio!!

Allora, sicuramente la partenza da Roma é possibile, io personalmente partirò da Milano, ma sicuramente lo troviamo un altro partecipante che parte con te!! Anzi facciamo un appello: interessati da Roma e ...oltre vi aspetto!!!

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Valle rosa e Valle rossa

Altri motivi per iscrivervi a questo viaggio? I meravigolisi paesaggi della Valle Rosa e sopratutto della Valle Rossa!! Il giorno dopo aver lasciato Istanbul ed essere arrivati a Goreme, infatti, faremo la nostra prima camminata in Cappadocia. Partendo dalla Valle di Meskendir arriveremo infatti alla valle Rosa e poi alla spettacolare Valle Rossa, forse la valle più bella della Cappadocia! 

E' infatti un un paesaggio mozzafiato che ricorda quello lunare, costituito da rrocce dai colori intensi: dal rosso al verde, dal giallo al celeste, generati dalla presenza di minerali al loro interno, colori che assumono sfumature diverse a seconda dell’intensità del sole.

Insomma io non vedo l'ora di andarci. Spero anche voi, il tempo passa e dobbiamo organizzarci! So che molti stanno gaurdando il forum, rompete il ìghiaccio e vedrete che in poco tempo il viaggio si conferma!

image

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
Camini delle fate

In Cappadocia, vicino a Goreme, vedremo anche le caratteristiche formazioni rocciose chiamate Camini delle Fate. Ma perché si chiamano così? Anche qui abbiamo storie e leggende. E' abbastanza facile capire la storia: infatti secondo le persone del luogo queste fantastiche formazioni erano proprio i comignoli delle abitazioni di fate e di altre creature leggendarie.  

C'é poi un'altra leggenda in particolare per i camini delle fate di Zelve, sempre in Cappadocia: una volta un profeta attraversava queste terre e venne rincorso da dei soldati. Pianse tanto e supplicò Dio di trasformarlo in un uccello o di trasformare in roccia i soldati. Dio esaudì questo secondo desiderio. E così nacquero i camini delle fate di Zelve.

Insomma, a me tutte queste leggende e storie piacciono, e non vedo l'ora di andare! Vi aspetto!!!

camini delle fate

Ritratto di pollita
Offline
Last seen: 16 ore 31 min fa
Iscritto: 13/10/2009 - 15:05
"Bagno alla turca"

Buon pomeriggio Vagabondi!!

Oggi vi voglio deliziare con una curiosità: vi siete mai chiesti perché i bagni in cui si fanno i bisogni accosciati si chiamano "bagni alla turca"? Beh ve lo dico io! In realtà, nei secoli scorsi i Turchi conquistarono molte parti del Mediterraneo, e portarono con loro questo tipo di "tazza" che usavano per rigoroso rispetto alle norme del Corano.

Però ho trovato anche un'altra storia: sembra che un certo Bert Vandegeim abbia inventato questi bagni nel Belgio medievale . Per non macchiarsi i pantaloni, li avrebbe legati intorno alla testa tipo turbante; la sua compagna, ridendo, l’avrebbe paragonato a un padishah ottomano, battezzando come turchi i bagni appena inventati.

Sembra che la vera storia sia la prima, ma anche questa é carina, no?

In realtà troveremo anche tazze normali, tranquilli! Rotola dal ridere

PS stavolta per ovvi motivi non pubblico foro Occhietto

Lo sapevi?

Viaggio di Vagabondo: 
Partenza e Ritorno: 
da 11/04/2020 a 18/04/2020
Iscritti finora: 
1
Status: 
Da confermare
Vagabondo DOC:
pollita
Luoghi: 

Altre date

Sab 7/3/2020
Da confermare
0 Iscritti
Sab 21/3/2020
Da confermare
0 Iscritti
Sab 11/4/2020
Da confermare
1 Iscritto
Sab 25/4/2020
Da confermare
1 Iscritto
Sab 16/5/2020
Da confermare
0 Iscritti
Sab 30/5/2020
Da confermare
0 Iscritti