Taj Mahal, una delle 7 meraviglie del mondo (e non un hotel)

Taj Mahal, una delle 7 meraviglie del mondo (e non un hotel)

image

Ci sono storie che vanno raccontate.
Foto che vanno ammirate.
Luoghi che vanno visitati... E sicuramente il Taj Mahal situato ad Agra nell’India del Nord è uno di questi. 


Tra le 7 meraviglie del mondo moderno dal 2007, il Taj Mahal è uno dei posti che sa di magia, misticismo e mistero.
E la grande fama guadagnata nel corso degli anni, a detta di tutti coloro che l’hanno visto, è assolutamente meritata. 
 

C’è chi vorrebbe andare in India SOLO per vedere questo monumento. E chi ne parla con gli occhi sognanti nell'attesa di tornarci. Ma...

Sapete che cosa sia esattamente "questo" Taj Mahal?

Il Taj Mahal è una tomba. Un mausoleo. Un monumento funerario fatto costruire nel XVII secolo dall’imperatore Shah Jahan appartenente alla stirpe islamica dei Moghul. E discendente dalle tribù mongole comandate da Attila e Gengis Khan.

Il Taj Mahal è stato costruito per amore. Questo dice la leggenda. Una leggenda che già fa capire come mai questo monumento sia arrivato a far parlar di sè, dal momento che si tratta di un vero e proprio romanzo...

L’imperatore Shah era profondamente innamorato di sua moglie. Al punto da farle 4 promesse nel caso in cui lei fosse morta prima di lui.
Le 4 promesse chieste da Mumtaz Mahal (la moglie) furono:
1. costruire il Taj Mahal
2. sposarsi nuovamente per dare una nuova madre ai figli
3. essere sempre comprensivo con i figli
4. visitare la tomba della moglie ad ogni anniversario della sua morte.

E come in tutte le leggende questa morte avvenne. Dopo aver dato alla luce un bimbo, nonostante si dice che ne avessero già 14, Mumtaz Mahal (l’imperatrice) morì nel mentre in cui accompagnava il marito in una missione per sedare una rivolta.
E lui trovò la più totale disperazione al punto che nel giro di pochi mesi i suoi capelli e la sua barba divennero totalmente bianchi. Ma mantenne la promessa e iniziò a costruire il Taj Mahal.

Ci vollero 22 anni e ancora oggi la sua costruzione è piuttosto incerta per alcuni aspetti.
Il nome dell’architetto per esempio o lo stile unico della costruzione non hanno ancora basi storiografiche certe.

Mentre la leggenda è chiara e prosegue nel suo racconto...

Tutti i lavoratori che presero parta all’edificazione e creazione del Taj Mahal subirono amputazioni alle mani e i decoratori furono privati degli occhi: non potevano e non dovevano mai più ripetere tale costruzione che doveva restare unica al mondo.

E così è oggi.
Non solo un monumento irrepetibile, ma anche una meraviglia che in India viene consacrata all’amore eterno. 
E come tutti gli amori eterni, irripetibile. O no? ; 

 

INDIA DEL NORD CON VAGABONDO:
Se volete partire con Vagabondo, e andare a vedere dal vivo questa meraviglia, affrettatevi!
Il gruppo India del Nord già confermato e in partenza chiude le iscrizioni il 26 luglio, 
ma per ora c'è ancora postogruppo India del Nord partenza 12 agosto

image


GALLERIA FOTO INDIA DEL NORD:
Se volete invece guardare alcune foto di questo viaggio, eccovi qui le foto di un nostro Vagabondo, Stefano Zumstein,
nel corso di un India Del Nord di tempo fa: 
galleria India del Nord gruppo novembre 2011

image


PS: e se vi chiedete perchè nel titolo abbiamo scritto "che non è un hotel", è semplice... C'è chi ce l'ha chiesto e chi lo credeva, capite che abbiamo sentito l'esigenza di parlarne un attimo? Occhietto 

Sulla mappa: 

Vagabondo

Ritratto di Vagabondo
Offline
Last seen: 9 ore 59 min fa
Iscritto: 16/12/2015

Lo sapevi?

Ven, 15/07/2016 - 14:09