Fauna indesiderata

Di racconti se ne sentono sempre tanti, e anche se alcuni sono un po’ esagerati, beh… E’ innegabile che quando si viaggia in mezzo alla giungla, si percorrono deserti o si vivono dei Safari, la fauna c’è e a volte è indesiderata. Ad esempio dentro la propria camera! Ma non solo, alle volte anche sulle splendide spiagge caraibiche o sulle isolette del sud-est Asiatico, diciamo che la lista, lo sapete, è lunga.

Alcuni consigli sono sempre validi: 

- non tenete cibo in stanza
- usate le zanzariere se ne avete
- chiudete zaini 
- mettete le scarpe con l'apertura verso il basso 
 

... Ma ovviamente mettete in conto che alcuni insetti, potrebbero esserci lo stesso e dal momento che Vagabondo cerca di conoscere un posto e non di guardarlo dal finestrino, ai nostri gruppi l'esperienza è capitata.

1. Gli amati scarafaggi!
Farvi l’elenco dei posti in cui li abbiamo trovati, sarebbe ardua… Ma dalle stanze in Guatemala ai treni di prima classe in Vietnam, facciamocene una ragione. Alle volte li si trova anche nei vecchi appartamenti italiani, figuriamoci in giro per il mondo se possiamo evitarli. 
 

2. I topi
Questi per fortuna in città sono decisamente meno comuni. Una delle cose più belle di alcuni viaggi di Vagabondo sono proprio le home-stay solo che queste home-stay sono esattamente quanto crediamo: dormire a casa dei locali e nei loro villaggi. Scelta che come sapete facciamo per poter dare soldi ai locali e poter viaggiare addentro un posto senza guardarlo dalla hall di un grande albergo. 

Ad esempio nel gruppo del Borneo Malese dell'agosto 2013, l’esperienza è stata intensa.
A Mabul a quanto ci hanno scritto i partecipanti, quell’anno di topi ce n’erano parecchi e anche se l’Asia è piuttosto nota per questo suo aspetto (avete presente il tempio in India dove li ritengono sacri e li nutrono e li venerano?), non tutti hanno apprezzato.

Fabio del gruppo di settembre per esempio ci ha scritto:
tutte le sere mentre cenavamo si vedevano ratti passare in sala da pranzo e diversi miei compagni se li sono ritrovati più volte in camera mentre dormivano, con tutti i pericoli che ne conseguono.

E molti altri di questo gruppo la pensano allo stesso modo. Scrivono:
Nel programma non era specificato che le condizioni igieniche erano scarse e che a farci compagnia ci sarebbe stata una  "simpatica famigliola di topi"

E alcuni di loro propongono di cercare una soluzione alternativa. A Mabul purtroppo non esiste un albergo senza topi. In realtà in tutto il Borneo Malese non esiste un albergo privo di topi. L’unico modo sarebbe creare un container sigillato e metterci dei letti dentro.

E quindi che fare? Interrompere i viaggi in Borneo Malese perché ci sono i topi? Interrompere i viaggi in Guatemala perché ci sono gli scarafaggi?

La risposta ce la da Luana, partecipante del gruppo qui sopra (quello che ha trovato i topi). Ci scrive:
Per me la cosa migliore è solamente informare e non interrompere con questi viaggi, poi una volta che qualcuno decide di andare sa a cosa va incontro. Mi dispiace dei malumori che ci sono stati, ma per me personalmente è stata un'esperienza bellissima. Inserirsi nel contesto locale, anche con i disagi per me è il modo migliore di conoscere un territorio e una popolazione. Di certo i problemi che ci sono stati non sono dipesi da vagabondo. Spero che anche gli altri si renderanno conto che non possono pretendere le stesse comodità e la stessa assistenza che si ha in Italia. Sicuramente un articolo come state pensando di fare è la maniera migliore per "preparare" i futuri viaggi. 
Da parte mia vi dico solo grazie per avermi fatto fare questa esperienza. 
Luana

E concordiamo appieno che serva informare. 

Nel programma del Borneo Malese nel paragrafo su Mabul c’era già questa avvertenza sotto ma evidentemente non è stata sufficiente.

L’isola pur essendo piccolissima è divisa idealmente in due: da una parte un esclusivissimo resort cinque stelle e qualche altro resort abbastanza triste a capitale straniero, popolato da turisti che in Borneo di fatto non ci sono ancora arrivati; dall’altra il villaggio di pescatori, con semplici case in legno su palafitte, la scuola, qualche negozietto, tante galline e, soprattutto, la simpatica gente che ci abita. Noi di Vagabondo abbiamo scelto questa seconda soluzione perché ci piace far lavorare gli abitanti locali e pensiamo che i nostri viaggiatori non siano interessati a ballare la sigla e mangiare spaghetti scotti in qualche villaggio turistico. Se stai leggendo e non sei d’accordo non te ne vogliamo, ma questo non è un viaggio adatto a te e ti preghiamo di sceglierne un altro.

Abbiamo quindi deciso di essere ancora più espliciti e aggiungere nelle tabelle dei viaggi in partenza un paragrafo “fauna indesiderata”. E di spiegare ai viaggiatori che in Borneo ci sono topi e sanguisughe e che in Guatemala ci sono zanzare, ragni pelosi e scarafaggi. E altri ancora, che magari ci racconterete voi? 

 

 

Sulla mappa: 
Ritratto di Aroundtheworld
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 06/07/2003 - 06:40
cosa possiamo fare noi turisti

Cosa possiamo fare noi turisti per aiutare un po' gli abitanti locali?

Di certo lamentarci perchè la loro spiaggia è sporca non serve a molto. Piuttosto noi di Vagabondo vorremmo impegnarci a pulirla questa spiaggia.

Già abbiamo un buon punto di partenza perchè almeno i nostri gruppi non le sporcano le spiagge Felice e riportano sempre indietro rifiuti e cicche di sigarette (in questo i nostri tour leader sono molto bravi a sensibilizzare i gruppi).

Ma ci piacerebbe anche organizzare, per i gruppi futuri che andranno a Mabul, una battuta di pulizia della spiaggia. Chi vorrà (non è obbligatorio) potrà partecipare alla pulizia della spiaggia. Ci doteremo di guanti e sacconi dell'immondizia e raccoglieremo i rifiuti.

E' un piccolo gesto, si, ma che può sensibilizzare anche gli altri turisti.

Ritratto di BarbieIrrequieta
Offline
Last seen: 3 anni 10 mesi fa
Iscritto: 05/07/2010 - 20:03
Io adoro i procioni ma i

Io adoro i procioni ma i ragni pelosi no.

Ritratto di ric570
Offline
Last seen: 1 anno 10 mesi fa
Iscritto: 07/07/2009 - 00:26
Grazie Sara,

Grazie Sara,

bellissimo bramito.

Ritratto di heep
Offline
Last seen: 1 anno 8 mesi fa
Iscritto: 19/07/2005 - 16:55
Non ho le possibilità di

Non ho le possibilità di potermi permettere questi tipi di viaggi, aimè, ma Vi seguo sempre con piacere e le cose che hai scritto sono veramente interessanti e giuste secondo me.  Se potessi dormirei pure su uno spinaio pur di vedere quei bei posti!!!

Ritratto di Aroundtheworld
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 06/07/2003 - 06:40
Grazie ragazzi, mi fa davvero

Grazie ragazzi, mi fa davvero molto piacere che abbiate apprezzato questo articolo.

Ritratto di _Nur_
Offline
Last seen: 2 ore 14 min fa
Iscritto: 02/06/2010 - 23:15
Bello!

Veramente un bellissimo articolo!!

Credo che trovarsi ognitanto qualche animale a faci compagnia faccia "parte del gioco" se si vuole andare in questi paesi al di fuori dell'Europa, sta a noi infatti informarci sulle tradizioni, i costumi e gli animali comuni del paese di cui siamo ospiti e non scandalizzarsi poi se capita un incontro inaspettato.

Ritratto di raffy
Offline
Last seen: 19 ore 19 min fa
Iscritto: 30/11/2006 - 12:21
ciao

io sono stata a Mabul per tre giorni ad agosto ( son tornata da poche settimane) e mi aspettavo di incontrare chissà che..mentre mi sono imbattuta solo in un paio di topi che camminavano sul tetto. L'unica accortezza che avevo preso era quella di non tenere cibo in camera ed infatti li non si sono mai visti. Una sera mi son trovata anche un animaletto nero che volteggiava nella stanza...poveretto non riusciva più ad uscire dalla stanza. Vabbè, piano piano l'ho "accompagnato" alla porta: mi dispiaceva troppo ucciderlo! Risultato? Ho perso 5 minuti del mio tempo ma il mister animaletto nero è ancora felice di svolazzare ovunque..forse anche nelle camere di qualcun altro ma almeno è vivo di godersi le meraviglie di mabul...porcaccia miseriaccia come vorrei essere ancora li a fare snorkelling ed a prendermi il sole Si si

Ritratto di Aroundtheworld
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 06/07/2003 - 06:40
Raffy quando è tornata si è

Rotola dal ridereRotola dal ridere Raffy quando è tornata si è lamentata che c'erano POCHI topi Capocciate

ne avrebbe voluti di più

mitica Raffy!

Vagabondo

Ritratto di Vagabondo
Offline
Last seen: 22 ore 4 min fa
Iscritto: 16/12/2015

Lo sapevi?

Mar, 08/10/2013 - 11:03