Gruppo Giappone freak style dal 17 giugno al 1 luglio 2013

Scritto il 17 Apr 2013 da:
Card image cap

ucisod  

Ultimo accesso:


Dati essenziali



Questo è il forum del viaggio di Gruppo Giappone freak style dal 17 giugno al 1 luglio 2013.

SCONTO DI 15O EURO PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 15 MAGGIO!!!

 

Il TL Daniele (Dan°)

Daniele è un grandissimo viaggiatore di Vicenza. Qualche anno fa, dopo aver visitato varie nazioni del continente asiatico, è partito per il giro nel mondo in 800 giorni attraversando 4 continenti e 26 paesi, e dopo due anni è ritornato ed è diventato tour leader di Vagabondo.
Tra le sue passioni ci sono le lingue, ne parla ben 4, la fotografia, il cinema, le buone letture e l'acqua e ama scrivere e fotografare il mondo che vede.

"Amo portare in giro altri viaggiatori perché, non essendo geloso delle mie scoperte, ritengo che il mondo sia bello abbastanza per essere gustato da tutti, secondo i propri ritmi; e mi sono accorto che ogni nuova esperienza di viaggio, con nuovi compagni di viaggio, lascia alla fine tutti più ricchi"
Daniele

[view:viaggi_tabella_date=block_1=Giappone Freak Style]

Qui ci si può presentare ai vostri compagni di viaggio, richiedere informazioni e cercare compagni di stanza.

Risposte



Risposte

Gio, 04/25/2013 - 23:24 Collegamento permanente

Conicciuà a tutti quanti!

Sono Daniele, il TL assegnato da Vagabondo a questo tour, che è un freak style (qui le spiegazioni dettagliate), ovvero:

  • creare una formula di viaggio economica;
  • poter girare il mondo usando anche i mezzi pubblici per un maggiore contatto con la realtà locale;
  • riuscire a creare gruppi formati al 100% da veri viaggiatori che non vadano in crisi di fronte all'imprevisto ma anzi che se ne nutrano.

Ed è un grande freak style, un gran signor viaggio, credetemi (io questi posti li ho visitati alcuni anni fa, e qui sul mio sito pecorElettriche.it trovate i racconti di quel viaggio): le zone dell'Honshū, l'isola più grande dell'arcipelago giapponese, che visiteremo sono sicuramente le più rappresentative per quanto riguarda la storia, le tradizioni, le bellezze del paese del Sol Levante.

Il periodo è tra i migliori, giusto al termine della primavera e con un bel teporino che scalderà le nostre giornate; se poi non bastasse, ci saranno sempre i bagni termali (onsen) a nostra disposizione...

Che dite, cominciamo a presentarci?

Lun, 04/29/2013 - 17:02 Collegamento permanente

Ola Daniele   il mio nome e Alfio  <alias Bruniyno>sono interessato a questo tuo viaggio in Giappone, sono un viaggiatore incallito... con parecchi viaggi  -avventure nel mondo-vorrei sapere il costo del viaggioper favore .tanti saluti Bruniyno

Lun, 04/29/2013 - 21:41 Collegamento permanente

Ciao, Alfio.

Trovi informazioni dettagliate su questo bel tour alla pagina http://vagabondo.net/viaggi/giappone-freak-style; per rispondere alla tua domanda, cmq, il costo è di 2600 euri se siamo in meno di 9, e 2350 sopra quel numero. La cassa comune dovrebbe ammontare intorno ai 450 euri, quindi diciamo che la prospettiva è circa 3050 euri, a cui togli 150 euri se ti iscrivi entro il 15 maggio... non male, considerando che parliamo di 15 giorni volo compreso...

Spero deciderai di iscriverti, e che altri seguiranno poi il tuo esempio.

Se hai altre domande, ovviamente io sono qui a tua disposizione; nei prossimi giorni aggiungerò anche dei commenti sulle singole giornate previste dal programma.

Ven, 05/03/2013 - 15:27 Collegamento permanente

Quando racconto di aver trascorso due mesi in giro per il Giappone senza mai mangiare pesce, le persone normalmente non mi credono: la cucina del paese del Sol Levante è, nel nostro immaginario, indissolubilmente legata al sushi, al sashimi ed a tutte le possibili alternative di pesce/molluschi/crostacei/frutti di mare a cui si possa pensare.

In realtà, il Giappone è un paese dalle lunghe ed antiche e gustose (!) tradizioni culinarie, quindi non solo è possibile sopravvivere per due mesi senza dover mangiare pesce, ma è persino possibile godersela... Ecco alcuni esempi di piatti da provare:

  • udon, una varietà di spaghetti preparati con farina di grano, spesso serviti come "zuppa di noodle" in brodo caldo, ma che io amo in particolare modo asciutti, posizionati su una specie di griglia fatta in legno;
  • lamen (o ramen, sapete che i paesi orientali hanno difficoltà a distinguere tra R e L), tagliatelle di tipo cinese di frumento servite in brodo di carne e/o pesce, spesso insaporito con salsa di soia o miso e con guarnizioni in cima come maiale affettato, alghe marine secche, cipolla verde e a volte mais; i migliori che ho provato li fanno a Fukuoka, con una zuppa di carne di maiale;
  • okonomiyaki (letteralmente: "cucinalo come ti piace") è un piatto agro-dolce che ricorda nella forma il pancake americano. Vi sono diverse varianti di questa pietanza, ma l'impasto comprende solitamente fettine di foglie di cavolo, acqua, farina e uova, al quale vengono aggiunti, a seconda dei gusti, carne, seppie, gamberetti eccetera. Solitamente viene cucinato negli appositi ristoranti su una piastra calda chiamata teppan, e spesso tale piastra fa parte del tavolo dei commensali o del bancone e viene utilizzata per cucinare direttamente l'okonomiyaki o per mantenere caldo quello cotto nella cucina.

Le carni quindi non mancano, anche se è vero che la maggior parte di esse sono abbastanza costose in quanto il Giappone non ne ha una grande produzione e ne importa una grande quantità, molto spesso da paesi sudamericani (il Cile, per esempio, che viene ritenuto particolarmente sicuro a causa delle sue strette regolamentazioni sull'importazione di alimenti). Vale quindi la pena di provarle, anche se siete amanti del pesce.