Gruppo Costa Rica Freak Style - Partenza del 2016-08-04

Costa Rica Freak Style



  • Prezzo base: 1550
  • Cassa comune:
  • Partenza: 4 Agosto 2016
  • Ritorno: 21 Agosto 2016
  • Durata: 18 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Vagabondo DOC: wavesere   

Serena è un'instancabile viaggiatrice laureata in ingegneria . Ama scrivere di teatro, le piace il trekking in alta montagna ed è innamorata follemente della sua città, Napoli. Parla inglese, spagnolo e il francese.

Ama l'arte ed è appassionata di fotografia. Adora la pizzica salentina per l'energia e la passione che trasmette (e la studia diligentemente!) Collabora con una ONLUS e si occupa di organizzare eventi a Roma e missioni umanitarie in Kenya.

Iscritti/posti:

Questo è il forum dl viaggio Costa Rica Freak Style dal 4 al 21 agosto 2016

Con la Vagabonda DOC Serena wavesere

image Serena è un'instancabile viaggiatrice laureata in ingegneria .
Ama scrivere di teatro, le piace il trekking in alta montagna ed è innamorata follemente della sua città, Napoli. Parla inglese, spagnolo e francese.
Ama l'arte ed è appassionata di fotografia. Adora la pizzica salentina per l'energia e la passione che trasmette (e la studia diligentemente !) Collabora con una ONLUS e si occupa di organizzare eventi a Roma e missioni umanitarie in Kenya.  

Elenco iscritti

  Marco marco benedetti - Roma - Cerca compagno di stanza - Fa trekking Maria Emilia Mamila - Roma - Cerca compagna di stanza - Non fa trekking Carlo clong - Milano - Cerca compagno di stanza - Fa trekking Francesca Francybi - da Milano - cerca compagna di stanza - Fa trekking

Vagabonda Doc Serena wavesere - Roma - Cerca compagna di stanza

Quota

2650 Euro supplemento agosto compreso per chi fa il trekking

2500 Euro supplemento agosto compreso per chi non fa il trekking

Piano voli

Da Roma Fiumicino (United Airlines)*

Su questo volo la doc Serena e Mamila

UA   41  04AUG 4 FCOEWR  0955 1325 
UA1082 04AUG 4 EWRSJO   1759 2119 
UA1097 20AUG 6 SJOIAH    0630 1125 
UA1256 20AUG 6 IAHORD  1440 1724 
UA  970 20AUG 6 ORDFCO 1810 1030 21AUG 

*Questo volo passa per gli USA e vi sarà necessario fare l'ESTA. Come si compila l'ESTA.

Da Milano Malpensa (con United Airlines)* 

Su questo volo Carlo e Francesca

UA8695 04AUG 4 MXPYYZ 1245 1540 
UA6109 04AUG 4 YYZIAH  1755 2038 
UA1181 04AUG 4 IAHSJO   2125 0005 05AUG 5
UA1097 20AUG 6 SJOIAH   0630 1125 
UA8411 20AUG 6 IAHYYZ  1525 1931 
UA8700 20AUG 6 YYZMXP 2055 1110 21AUG 7

*Questo volo passa per gli USA e vi sarà necessario fare l'ESTA. Come si compila l'ESTA. Questo volo passa anche per gli USA e vi servirà l'ETA. Più informazioni sull'ETA.

Da Roma Fiumicino (Air France)*

Su questo volo Marco

AF1205 04AUG 4 FCOCDG  1015 1225 
AF 474  04AUG 4 CDGPTY   1355 1740 
CM 192 04AUG 4 PTYSJO    1846 1915  AF5799 20AUG 6 SJOATL    0700 1257  AF3579 20AUG 6 ATLFCO   1519 0700 21AUG 7

*Questo volo passa per gli USA e vi sarà necessario fare l'ESTA. Come si compila l'ESTA.

Programma di viaggio

Giorno 1: volo dall'Italia - arrivo nel pomeriggio a san Josè di CR - Alajuela 4 agosto

La mattina si parte dall’Italia e si attraversa l’oceano alla volta di San Josè di Costa Rica. Ci fermiamo ad Alajuela, una bella cittadina vicino all’aeroporto. Subito a nanna causa jet lag.

Giorno 2 – Alajuela – vulcano Poas – Alajuela 5 agosto
Oggi una bella gita al vulcano Poas. Da Alajuela c’è un bus pubblico che porta al vulcano Poas, e poi torna ad Alajuela.

Giorno 3 – Alajuela – san Josè – Puerto Jimenez 6 agosto
Oggi si va nella penisola di Osa, nell'estremo sud del Costa Rica, sul versante pacifico. E' una zona poco turistica, frequentata da avventurosi trekkers e viaggiatori che non amano le masse.
Il viaggio è lungo e avventuroso. Alle 6 e alle 12 da san Josè parte un bus per Puerto Jimenez (compania Blanco Lobo, 8 ore). In alternativa (se non si trova posto sui primi) si può prendere il bus per Golfito delle 7 (Tracopa, 8 ore) e poi fare la traversata in barca (Bellissima!!!).
Siamo quindi arrivati nel parco Corcovado, dove vivono tutti ma proprio tutti gli animali presenti in Costa Rica, compreso il mitico giaguaro.
Una parte del gruppo farà il trekking, chi non fa il trekking rimarrà a Puerto Jimenez ad aspettare i compagni di viaggio al mare.

trekking impegnativo, di 3 giorni e 2 notti, al parco Corcovado. Uno dei parchi più belli e avventurosi del mondo, ma arrivarci non è facile. Si prende un trasporto la mattina presto per la prima stazione dei rangers e poi a piedi per 16 km lungo una bellissima spiaggia. Così si arriva alla Sirena, che è la stazione dove si avvistano più animali (che chi parla di giaguari in stazionamento sulla piccola pista di volo). Si sta due notti e poi si torna per la stessa strada. In questi giorni avvisterete tutti gli animali descritti sopra... e di più.
Avrete una guida, altrimenti vi perdete!

Giorno 4: Puerto Jimenez: trekking 7 agosto
Trekking al Corcovado. O ozio a Puerto Jimenez.

Giorno 5: ancora trekking o altro a puerto Jimenez 8 agosto
Chi è partito per il Corcovado oggi esplorerà il parco e i suoi abitanti pelosi e pennuti. 

Giorno 6:  Puerto Jimenez – Manuel Antonio 9 agosto
In bus pubblico ci vuole quasi tutto il giorno. Si cambia bus a Palmar Norte e si arriva a Manuel Antonio nel tardo pomeriggio.

Giorno 7:  Manuel Antonio 10 agosto
Giornata nel parco, con le sue bellissime spiagge. Qui i bradipi dormono placidi sugli alberi e pizotes e procioni vi rubano la merenda (attenti agli zaini!). Un luogo paradisiaco.

Giorno 8:  Manuel Antonio – Jaco – Montezuma 11 agosto
Si arriva a Montezuma con il jet boat da Jacò.

Giorno 9:  Montezuma 12 agosto
Montezuma è spiaggia freakkettona e simpatica. Un luogo fantastico dove divertirsi.

Giorno 10:  Montezuma 13 agosto

Giorno 11:  Montezuma – San Josè 14 agosto
Oggi pulman per San Josè.

Giorno 12 – San Josè – Cariari – Tortuguero 15 agosto
Oggi un bus ci porta a Cariari, da dove partono lance che solcano scuri canali immersi in una vegetazione rigogliosissima. Frequenti gli avvistamenti di bredipi, pappagalli, tucani, iguane e... caimani. Siamo nel parco del Tortuguero, una piccola Amazzonia centramericana. In un'ora di splendida navigazione arriviamo sull'isoletta di Tortuguera, una lingua di sabbia stretta tra i canali e il mar dei Caraibi. La sera ci divertiremo nei semplici ma simpatici localini del villaggio di Tortuguero. Qui dormiamo immersi in una natura incontaminata.

Giorno 13 - Tortuguero 16 agosto

Oggi esploreremo il parco prenderìndo delle barchette a remi e inoltrandoci nei canali più fitti, dove potremo vedere un bel po' di animali.
Una passeggiata in spiaggia (niente bagno, qui ci sono gli squali!), cenetta e poi tutti pronti per un'esperienza che vi rimarrà stampata nel cervello per tutta la vita. Accompagnati da una guida si cammina in fila indiana e in silenzio sulla spiaggia. Tutti al buio (le torce sono vietate), con la sola luna che illumina il nostro cammino. I nostri occhi si abitueranno pian piano alla penombra e ci accorgeremo che sulla spiaggia stanno arrivando dal mare centinaia di enormi testuggini. Si trascinano sul bagnasciuga salendo fin dove il mare non può arrivare. La guida ci farà assistere senza far rumore alla deposizione delle uova, che dura fino a 40 minuti. L'enorme tartaruga chiude la buca di sabbia con le zampe e faticosamente torna verso il mare, un passo dopo l'altro, con una lentezza millenaria. Arrivata al mare nuota e la vedremo sparire a largo. Gli vorremmo gridare "Adios, in bocca al lupo, ritorna l'anno prossimo" ma sappiamo che non possiamo disturbare l'evoluzione di questa grande eppur fragile specie. Così la saluteremo solo con la mano. Ciao, Tartaruga.

Giorno 14  - Tortuguero - Cahuita 17 agosto
Oggi un'altra barca ci farà navigare su tutto il fiume Tortuguero. 4-5 bellissime ore per ammirare muri di altissimi alberi, scimmie, colonie di caimani ecc. Arrivati a Puerto Limon prendiamo un bus che va a sud. E siamo a Cahuita. Caraibiiiiiii.

Giorno 15 -  Cahuita 18 agosto

Cahiuta è un altro splendido parco nazionale costaricense. Una spiaggia bianca come ne avete viste poche, con un'acqua azzurra e calda dove stare a mollo tutto il giorno. Insomma: paradiso terrestre.
E la sera rummettino e quattro salti in paese non ce li toglie nessuno!

Giorno 16 -  Cahuita - San Josè 19 agosto

Sveglia con calma, all'ora di pranzo prendiamo il bus che ci riporterà a san Josè. Dove si dorme un'ultima notte.

Giorno 17 San Josè – volo ritorno 20 agosto
Un ultimo giretto per gli ultimi acquisti al mercato di san Josè e nel pomeriggio si parte.

Giorno 18: arrivo in Italia 21 agosto

 

La quota comprende:

- Il volo internazionale e le tasse aeroportuali
- le prime 2 notti in posada a Alajuela

Un pacchetto trekking avventuroso al Corcovado, che comprende:

- bus pubblico da Puerto Jimenez al Corcovado
- 2 pernottamenti in camping in tenda
- Ingresso al parco 
- Guida naturalista parlante inglese e spagnolo

Chi non fa il trekking al Corcovado avrà incluso solo le notti a Puerto Jimenez e uno sconto di 150 E sulla quota totale.

- Assicurazione sanitaria e bagaglio.

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc.

Con la cassa comune, stimata in circa 600 USD (Dollari, non Euro), invece pagheremo:

- tutti gli altri pernottamenti in camera doppia o tripla
- tutti i bus pubblici
- i pasti nei ristoranti locali
- i biglietti di ingresso a siti e monumenti
- le guide (eccetto al Corcovado, che è inclusa),
- la tassa di partenza dal Costa Rica (25 dollari)
- le altre escursioni

 



Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Ciao Serena,

ora che hai inserito anche qualche dettaglio sulla cucina direi che ci sono tutti gli ingredienti per un viaggio perfetto. Bisogna portarsi tenda e sacco a pelo o pensi si possano noleggiare in loco?

Ven, 05/13/2016 - 14:30 Collegamento permanente

In risposta a di opopgaget

Ciao ispettore, benvenuto al mio primo iscritto!

Erano anni che sognavo di viaggiare con chi mi sa risolvere tutti i problemi semplicemente con un "op op"!

Hai visto che bel viaggio? 

Allora, ti rispondo subitissimo: niente tenda e niente sacco a pelo, dormiremo su delle palafitte sopra dei materassini e sotto le zanzariere :)

L'unica cosa mooolto utile da portare con noi (ovviamente per chi sceglierà di fare il trekking lungo) è il sacco lenzuolo!

 

Ven, 05/13/2016 - 15:44 Collegamento permanente

Come espressamente richiesto, quali sono i film dove possiamo apprezzare degli splendidi paesaggi del Costa Rica?

Diciamo che nella maggior parte dei casi il Costa Rica viene utilizzata dalle produzioni come location: grazie ai suoi splendidi panorami, infatti, il Paese si e' prestato spesso ad essere set di film del piu' vario genere, dall'avventuroso al fantascientifico, dallo storico al romantico.

Tanto per citarne alcuni, Basic con John Travolta, CongoJoaquin Phoenix: Io sono qui! che ha girato molte scene sulla spiaggia di Montezuma (dove noi andremo!), After Earth, che ha utilizzato la natura rigogliosa de La Fortuna (San Carlos) e del Parco Nazionale del Vulcano Arenal, Spy Kids 2 - L'isola dei sogni perduti, che si svolge su un'isola misteriosa, per cui son state utilizzate le location del Lago Arenal e del Manuel Antonio National Park, 1492 - La conquista del Paradiso, in cui Gerard Depardieu sceglie di sfruttare la splendida Playa Herradura di Puntarenas in Costa Rica per raccontare la storia della scoperta dell'America, The Blue Butterfly, che vede protagonista un bambino di dieci anni, malato terminale, alla disperata ricerca della farfalla più bella del mondo proprio nella fittissima giungla costaricense.

Ma ci sono anche alcuni film dove il Costa Rica fa da vero protagonista dello spettacolo. Tra i vari ve ne segnalo alcuni da non perdere per capire un pò della cultura, della natura e della gente del Paese:

  • The Return (2006)
    Thriller tutto costaricense, realizzato grazie anche alla raccolta di fondi online dal regista Hernan Jimenez. Il protagonista della storia è un nativo del Paese, di ritorno per una breve visita. Il film ci permetterà di avere un interessante spaccato della vita a San José e di scoprire molti temi locali.
  • Italia 90 (2014)
    Una pietra miliare del cinema della Costa Rica. Una celebrazione di un momento indimenticabile della storia sportiva del Paese, quello dei Mondiali di Calcio italiani di ormai 25 anni fa. Il documentario ritrae il trionfo e la delusione di un popolo, alle prese con gli ottavi di finale della competizione mondiale, nel bel mezzo della propria guerra civile. Un trionfo della positivà del popolo nativo.
  • Sharkwater (2006)
    Un documentario sugli squali ambientato nei magnifici fondali dell''Isola di Coco.
  • Iriria - Nina Terra (2013)
    Film documentario girato in Costa Rica e dedicato alla comunità indigena Bribri-Cabécares, della riserva naturale di Alta Talamanca, oggi costretta nelle riserve ma abituata da sempre a vivere in simbiosi con la natura, tanto da riuscire a mantenersi esclusivamente grazie all'agricoltura.

 Direi che con i compiti per casa può bastare, no?E sono sicura che così vi verrà davvero voglia di partire con noi!!!! 

Lun, 05/16/2016 - 10:53 Collegamento permanente

E cosa leggere sul Costa Rica per prepararci al nostro viaggio?

Se spulciamo nella letteratura del Costa Rica troveremo storie, novelle e saggi che risentono fortemente dei cambiamenti interni avvenuti nella nazione. Poeti e scrittori infatti hanno, infatti, contribuito nel tempo all'identificazione e alla formazione di un'identità nazionale, nel continuo susseguirsi di ribaltamenti politici ed economici.

Tra la produzione più significativa del 900 ricordiamo quella realista di Joaquin GARCIA MONGE (El Moto), considerato il primo racconto della storia costaricense, che parla dell'amore tra un contadino e la figlia del capo del villaggio, in una celebrazione della natura della vita,oltre agli scritti politici comunisti in cui si rivendicava la situazione sociale e la funzione dell'educazione e della rivoluzione di Carmen LYRA (1931) (Bananas y hombres) e Carlos Luis FALLA(1941) (Mamita Yunai).

E' poi la volta dell'introspezione psicologica e dello studio della psiche umana, con Yolanda OREMUNO (1949) (La rutade su evasion) che parla della situazione intima della donna, per arrivare ad utilizzare la natura come manifesto del proprio dolore o gioia, con i racconti di Carlos SALAZAR HERRERA (Cuentos de Angustias y Paisajes), piccole storie sulla vita rurale plasmate sulla vita sociale e psicologica del Paese.

Negli anni '70 - '80 la profonda crisi del Paese fa virare la sensibilità degli scrittori verso l'analisi della propria identità: a questo va ricondotta la produzione di Duran AYANEGUI ( Las estirpes de Montanchez) e di Tatiana LOBO (Asalto al paraiso). 
Gli ultimi esempi di letteratura sono Rafael ANGEL HERRA, che esplora il terreno mistico e filosofico (La guerra prodigiosa) (1986), e Fernando CONTRERAS, con il ritorno alla denuncia sociale (Unica mirando al mar) (1993).

Se invece la letteratura costaricense ci sembra troppo complessa da digerire o, soprattutto, non sappiamo parlare e capire lo spagnolo (direi che quasi tutti questi scritti si possono trovare soltanto in lingua originale) possiamo affidarci alla penna di Nicoletta Salvatori con il suo "Costa Rica. Un Paese, due oceani, tre anime": un piccolo libricino semplice da digerire che ci fa avere una prima idea su quello che il Costa Rica e i "ticos" stanno facendo per sé stessi e per il mondo intero.

Direi che a questo punto abbiamo solo l'imbarazzo della scelta!

 

Gio, 05/19/2016 - 09:56 Collegamento permanente

Tu, Serena, hai già visto o letto alcuni dei film e dei libri che hai citato? Raccontaci cosa ne pensi!

Io ho appena prenotato in bilioteca il libro "Costa Rica: un paese, due oceani, tre anime", di Nicoletta Salvatori. Vi farò sapere. I film invece faccio fatica a recuperarli...

Pensavo citassi il romanzo "Jurassic Park", che dovrebbe essere ambientato in Costa Rica, sebbene la rappresenti in modo completamente diverso da come è realmente. Wikipedia dice: "Nella vicenda per esempio è coinvolta una fantomatica Guardia nazionale armata di elicotteri, mezzi da guerra e addirittura di gas nervino. Nella realtà il paese, per esplicita scelta politica, non dispone di alcuna forza armata, ma solo di un corpo di polizia (usato solo per funzioni di ordine pubblico).".

Gio, 05/19/2016 - 13:08 Collegamento permanente

Ciao!

Allora, sebbene nel libro di Jurassic Park si parli di Costa Rica, il film non è stato girato nel Paese, ma in alcune isole hawaiane... per questo mi sembrava improprio citarlo sia tra i film che tra i romanzi, dal momento che non c'è nessun riferimento a vita e posti locali.

Ad ogni modo, se riesci, guardalo e ci dirai la tua!

Per quanto riguarda i film, io ho visto Italia 90 che è molto carino e parla del sentimento di appartenenza ad un Paese mai sulla bocca del popolo se non per un evento fortuito quanto improbabile come quello di essere finalista ai mondiali di calcio, e il documentario Iriria, molto bello per le location ed interessante per il tema della salvaguardia ambientale.

Libri, sto leggiucchiando i racconti di Herrera, che ho con me in lingua originale. Sono semplici ed adatti anche ai neofiti della lingua e raccontano un pò dei paesaggi e del modo di vivere degli autoctoni!

Aspettiamo che tu ci dica del libro della Salvatori ;)

Gio, 05/19/2016 - 14:44 Collegamento permanente

In risposta a di Luca 87

Benvenuto sul forum!

Allora, trovi tutte le informazioni qui: https://www.vagabondo.net/it/viaggi/costa-rica-freak-style

Vedo che sei nuovo del forum, quindi magari è il caso che ti spieghi un pò meglio come funziona il pagamento.

C'è un cifra base, in questo caso 2.650 euro (comprensiva del supplemento alta stagione), che servirà a coprire:

- Il volo internazionale e le tasse aeroportuali
- le prime 2 notti in posada a Alajuela

- un pacchetto trekking avventuroso al Corcovado (chi non fa il trekking al Corcovado avrà incluso solo le notti a Puerto Jimenez e uno sconto di 150 E sulla quota totale), che comprende:

  - bus pubblico da Puerto Jimenez al Corcovado
  - 2 pernottamenti in camping in tenda
  - ingresso al parco 
  - guida naturalista parlante inglese e spagnolo

- assicurazione sanitaria e bagaglio.

Al momento dell'iscrizione al viaggio (che farai riempiendo il modulo cliccando su "prenotami") non ti verrà richiesto di pagare nulla, fino al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti (4-5). Successivamente, a gruppo confermato, ti verrà richiesto di versare un acconto (ca. il 30% dell'ammontare complessivo); il saldo dovrà essere fatto a 30 giorni dalla partenza.

Per quanto riguarda invece le spese vive, c'è la cassa comune (ca. 500 euro) che verrà raccolta durante il viaggio un pò alla volta e servirà appunto a coprire vitto e alloggio.

Con questo, dovrei averti detto tutto, ma per qualsiasi altra informazione sono qui!

Ah, ovviamente, iscriviti che è un viaggio che non dimenticheremo mai! :)

Mar, 05/24/2016 - 09:42 Collegamento permanente

Ciao Ragazzi, sono un iscritto del'ultimo minuto, sono piuttosto interessato a questo viaggio, volevo chiedere nel particolare quanto tempo sarà dedicato al mare piochè oltre ad essere innamorato sarei propenso soprattutto alle immersioni, ho letto rapidamente e mi pare tu le abbia citate ma volevo chiedere qualche delucidazione in più.

Grazie,

Marco

Mer, 05/25/2016 - 23:26 Collegamento permanente

Anche io se riesco vorrei fare qualche immersioncina... quindi sei ancora di più il benvenuto :) (io sono un pò arrugginitella, lo voglio un esperto vicino! :D)

Durante il nostro percorso, toccheremo un paio di punti interessanti per immersioni e snorkeling (per i meno temerari).

In particolare, se dai uno sguardo all'itinerario, saremo al mare dal giorno 7 al 10 (4 giorni pieni) tra Manuel Antonio e Montezuma.

Mentre Montezuma non ha un fondale particolarmente ricco - e quindi il mio consiglio è rilassarsi :P - Manuel Antonio è un centro molto importante per il diving, soprattutto sul lato Pacifico. 

I fondali di Manuel Antonio sono piuttosto vari: dai 10 ai 90 piedi di profondità, possono essere di origine vulcanica, corallina, sabbiosa o anche veri e propi canyon sottomarini. Per quanto riguarda la fauna si potranno vedere pesci angelo, pesci trombetta, barracuda, squali pinna bianca, razze, murene, pesci palla, polpi e, in alcune zone, aragoste. A seconda delle nostre abilità, potremo scegliere l'immersione più adatta a noi! La maggior parte dei siti si trova a soli 20 minuti dalla costa e la temperatura dell'acqua va dai 21 ai 26 gradi. 

I principali siti di diving lungo la costa di Manuel Antonio sono:

  • Pixie Rock, il punto più a nord, con profondità dai 6 ai 12 metri e quasi senza correnti. Grazie alla scarsa profondità, c'è molta luce per vedere la vita marina, in particolare banchi di pesci, pesci angelo, pesci trombetta, jack fish e vegetazione marina. Adatto per i meno esperti.
  • Isla Largo, con le sue caverne sottomarine dove albergano banchi di pesci. La profondità va da 9 a 27 metri con lievi correnti. La fauna marina comprende aragoste, aquile di mare, dentici rossi, pesci palla e pesci scorpione. Adatto per subaquei intermedi, ma nuotatori poco esperti.
  • Canyon Reef, per vedere coralli e canyon. Profondità variabile da 6 a 24 metri: tra i coralli potremo vedere banchi di pesci, mentre nelle altre zone squali bianchi, razze, anguille e pesci palla. Corrente mite.
  • Light House Rock, un'area vulcanica concave e caverne che ospitano una variegata vita marina: banchi di pesci, pesci palla, squali bianchi e anche un tipo di cavalluccio marino molto piccolo. Profondità da 10 a 25 metri, con pochissima corrente.
  • El Aquario, che presenta formazioni rocciose stratificate oltre ad un banco di sabbia. La profondità va dai 5 ai 15 metri e le correnti sono basse; la fauna è molto varia e comprende anche tartarughe marine, razze e aragoste.
  • Ola Quita, un'altra isola vulcanica, con fondali di profondità dai 10 ai 27 metri e lievi onde di fondo. La vita marina nella zona è costituita da aragoste, murene, polpi, pesci angelo e pesci farfalla.

Dopo circa una settimana, sbarcheremo, poi, sulla costa caraibica, in particolare a Cahuita. La parte più interessante della costa è la barriera corallina appena fuori dal Parco Nazionale di Cahuita che consente di guardare oltre un centinaio di diverse specie di pesci, 140 di molluschi e 35 specie di coralli. Troveremo ricci di mare, polpi, pesci pappagallo, pesci angelo, mante, barracuda, squali, murene, remore, gamberi, aragoste, spugne e tartarughe. Inoltre, se sei un appassionato di relitti, c'è una nave affondata nel diciottesimo secolo che si trova alla foce del fiume Perezoso ed è ricca di vita marina. 

Spero di essere stata esauriente e di averti convinto ad aggiungerti al nostro gruppo!!!

:D

Gio, 05/26/2016 - 09:36 Collegamento permanente

Che bello! Marco, pure io sono un sub e, nei viaggi che lo consentono, colgo sempre l'occasione di fare almeno un paio di immersioni... In più qui abbiamo anche la nostra leader che ci seguirà sott'acqua, dunque sarebbe veramente divertente farlo! :)

Guardando la lista dei siti di immersioni che ha scritto Serena, ce ne sono alcuni che sembrano particolarmente carini. Più che altro, sarei curioso di vedere: aragoste, aquile di mare, squali bianchi, cavalluccio marino...

Allora partiamo?

Gio, 05/26/2016 - 10:52 Collegamento permanente

Ma certo che ci aiutiamo!!!

Per il mare, dovrebbero essere 6 giorni pieni, più il giorno che passeremo al Parco del Tortuguero, che è sempre mare, ma non adatto alla balneazione!

E poi 3 giorni di meraviglioso trekking nella giungla più incontaminata!

Come fai a resistere?

Ven, 05/27/2016 - 10:33 Collegamento permanente

Ciao a tutti! Qualche giorno fa sono passato in biblioteca a ritirare dei libri in preparazione al viaggio.

Il libro "Costa Rica. Un Paese, due oceani, tre anime" di Nicoletta Salvatori è molto carino e ve lo consiglio vivamente. In poche ore di lettura, dà una panoramica a 360° del Costa Rica: attraverso un racconto scritto come se fosse un diario di viaggio, descrive paesaggi, città, alcune persone del posto, fa capire su cosa si basa l'economia locale, l'attenzione dei cittadini alle questioni ambientali, le difficoltà e le grandi sfide che questo paese ha deciso di affrontare...

Libri sul Costa Rica

Ven, 06/03/2016 - 13:08 Collegamento permanente

Non so più cosa fare per convincervi a partire con me e quindi ho deciso di conquistarvi con la cosa più banale ma spesso d'impatto... come diceva Renato Zero... SPIAGGE!

Partiamo da quella di Manuel Antonio, la spiaggia a metà tra il lusso più sfrenato e la scoperta selvaggia! :)

Chiudete gli occhi ed immaginatevi a cavallo con indosso i bikini da spiaggia lì, tra una fitta giungla piena di scimmie ed un oceano dalle acque calme e tiepide. 

Potremo scegliere se visitare le spiagge più popolari, come quella principale accanto al Parco Nazionale, oppure scoprire quelle più nascoste e sconosciute, come Playa Biezans, dove ci faremo indirizzare dagli abitanti locali.

Un vero e proprio Paradiso!

      

Mer, 06/08/2016 - 11:42 Collegamento permanente



  • Prezzo base: 1550
  • Cassa comune:
  • Partenza: 4 Agosto 2016
  • Ritorno: 21 Agosto 2016
  • Durata: 18 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Completo
  • Vagabondo DOC
FORUM


Tutte le altre date


    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI