Gruppo Giappone Freak Style - Partenza del 2016-04-04

Giappone Freak Style

4
Apr
Confermato

Viaggio in Giappone alla scoperta dei suoi Patrimoni Unesco, delle sue meraviglie naturali, delle sue tradizioni e della sua modernità. E ancora dell’ottimo cibo giapponese da un lato e dei suoi enigmi dall’altro.

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Image
Vai al forum

Dettagli del viaggio

Confermato
  • Quota: 1950 €
  • Cassa comune: 800 €
  • Partenza: 4  Aprile  2016
  • Ritorno: 18  Aprile  2016
  • Durata: 15 Giorni
  • Vagabondo DOC: kokowitz

Partecipanti

Vagabondo DOC

Questa partenza

  • 4
    Apr
    Dal 4  Apr al 18  Apr
    Confermato
Vedi tutto

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

Forum del viaggio

In risposta a di Evy82

11/3/2016 - 23:37 Collegamento permanente

beh ma noi ci proviamo lo stesso!

Ho letto info su vari siti: in alcuni posti se hai tatuaggi ti sbattono fuori senza tanto pensarci, mentre in altri chiudono un occhio e ti fanno entrare senza problemi.

Quindi, mai disperare!

A presto, con nuove curiosità!

Repondi
10/3/2016 - 10:10 Collegamento permanente

Una sera un Onsen si può provare. Tipo... dopo una giornatina come oggi...e sono ancora le 10 del mattino!
ma tanto siamo in partenza!

Se la prima sera andassimo qui?
https://www.gotokyo.org/it/tourists/info/observatory.html
Giusto per guardare Tokyo dall'alto e dire: NOI SIAMO QUIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Magari poi siamo lontani da lì e ha poco senso, booohhh

 

Repondi
11/3/2016 - 09:01 Collegamento permanente

Buongiorno a tutti.....Onsen si!!!! Con sushi annesso, é possibile?? si lo so, a quest'ora del mattino sembra che io stia delirando ma il pensiero di questo viaggio mi martella....da brava anziana non ho tatuaggi spero però di riuscire a fare questa esperienza con voi....ci proveremo....

Sono andata a cercare la guida. la Lonely, ma in libreria hanno ancora quella vecchia e visto il costo e la mappazza che é ho girato i tacchi.....sono enormi, non pensavo fossero cosi.....sabato prossimo sarò a  Genova magari trovo quella nuova o magari un'altra guida cosi magari confrontiamo le info.....

Cristiana ti mando il mio numero via messaggio privato, non é il caso di scrivere qui, non mi collegherò da oggi pomeriggio fino a lunedi quindi se c'é necessità di qualcosa puoi contattarmi via sms.

Buona giornata

Repondi
11/3/2016 - 09:33 Collegamento permanente

Ciao!

Per la guida ci sarebbe anche quella della Rough Guides che è aggiornata, ma anche quella è un mattone enorme!

La settimana prox mi arriva quella del National Geographic, così vedo quando pesante è.

Per la Lonely valuta eventualmente di acquistarla on line e stamparti solo quel che ti interessa

Buon week end!

Repondi
11/3/2016 - 10:13 Collegamento permanente

Per Tokyo io sto vedendo la guida ufficiale online: http://www.gotokyo.org/it/index.html

Ci sono due guide pdf interessanti, che conto di filtrare delle cose che non ci interessano (es: tokyo in inverno) e stampare

Uh, ho appena trovato anche il sito di Kyoto: http://kyoto.travel/it

Ma oggi giornataccia di lavoro, magari domani vedo

Per i giri ufficiali mi affido a Cristiana! ^__^ 

Repondi
11/3/2016 - 10:18 Collegamento permanente

A Kyoto c'è : http://www.miyako-odori.jp/english/

Le geiko, o geisha, e le maiko, le apprendiste geisha, si esibiscono tutt’ora nelle tradizionali danze annuali nel periodo di picco della fioritura dei ciliegi, in aprile. Le più popolari tra queste danze sono le Miyako Ōdori, in particolare la “Danza della fioritura dei ciliegi” e la “Danza della vecchia capitale”. 

E io torno al lavoro.

Repondi
13/3/2016 - 22:12 Collegamento permanente

Questa sera il protagonista del nostro forum sarà lo sport nazionale giapponese: il SUMO!

Le origini del sumo risalgono agli inizi del VI secolo, sviluppatosi dalle radici degli antichi riti religiosi scintoisti e dalle preghiere in richiesta di raccolti abbondanti. Lo sport in principio era più ruvido rispetto alla versione moderna, con la presenza di elementi di combattimento simili alla boxe e al wrestling. I primi gruppi professionistici cominciarono a formarsi nei primi anni del XVII secolo.

Due lottatori esclusivamente maschi, detti rikishi, si affrontano in una zona di combattimento detta Dohyo. Lo scopo dell'incontro è atterrare l'avversario o spingerlo fuori dal dohyo

I lottatori sono organizzati in una graduatoria generale detta banzuke secondo principi di capacità e forza e non in categorie di peso. Caratteristica distintiva dei lottatori di sumo è l'indossare quale capo di abbigliamento un particolare perizoma detto mawashi e acconciare i loro capelli con una particolare crocchia detta oi-cho mage.

Nel sumo amatoriale i lottatori possono essere di sesso femminile ma la cosa è impensabile nel sumo professionistico vero e proprio. I praticanti di sumo possono anche essere chiamati sumotori ma diventano noti come rikishi quando diventano professionisti.

I tornei                                                                                                                                                                                                                                   

I tornei tra sumōtori professionisti si svolgono a Edo sin dal 1623, ma coll'andare del tempo il loro numero passò da uno all'anno durante l'epoca kansei (1789-1800) a sei annuali: tre a Tokyo in gennaio, maggio e settembre, uno a Osaka in marzo, uno a Nagoya in luglio ed uno a Fukuoka in novembre. Ogni torneo inizia di domenica, dura quindici giorni e vengono svolti molti incontri in cui i rikishi affrontano ogni giorno un avversario diverso. Il rikishi che dovesse vincere più incontri degli altri vince il torneo; solo se il rikishi riesce a vincere otto incontri su quindici può mantenere la propria posizione nella graduatoria detta banzuke , ulteriori vittorie o sconfitte ne determinerebbero la promozione o la retrocessione; questi ranghi sono fondamentali poiché solo un sumōtori capace di entrare nei primi cinquanta campioni sekitori potrà aver diritto ad un vitalizio e a degli assistenti.                                                                                                        

Il grado più alto è quello di yokozuna,( letteralmente "ampia corda") che un lottatore può raggiungere se vince due tornei di fila, ottiene punteggi altrettanto degni e possiede le qualità morali necessarie al titolo che saranno valutate da un apposito comitato nazionale; uno yokozuna diviene egli stesso una semi-divinità scintoista e riceverà un generoso vitalizio anche a fine carriera. Lo yokozuna deve incarnare l'ideale del lottatore di sumō, difatti nel caso non riuscisse a vincere otto scontri nel corso di un torneo non sarebbe retrocesso, ma ci si aspetterebbe il suo ritiro. Lo yokozuna è distinguibile perché durante l’ ingresso sul dohyo indossa una pesante corda annodata detta Tsuna.

Il sumo rituale

Il sumo, oltre che sport di combattimento, è considerato essere una vera e propria forma d' arte.                                                        

I riti principali relativi al sumo sono: lo shiko, lo Yokozuna dohyohiri, il Makuuchi dohyohiri, il lancio del sale                                   

Lo shiko

Lo shiko è un movimento particolare nel quale un rikishi si posiziona a gambe larghe con le ginocchia piegate e, alternativamente, solleva le gambe in aria cadendo poi con leggerezza. Tale movimento ha finalità ginniche di stretching ed anche rituali per allontanare demoni ed intimorire l'avversario.                                                                                                                                                  

Lo Yokozuna dohyohiri                                                                                                                                                                                                    

La giornata di combattimenti non può avere inizio prima dell'ingresso ufficiale dello yokozuna e ell'esecuzione di movimenti tradizionali che vedono il grande leader del banzuke compiere il rituale propiziatorio                                      

Il Makuuchi dohyohiri                                                                                                                                                                                                 

Tutti i rikishi della categoria dei Makuuchi all'inizio della giornata di combattimento salgono sul dohyo e si presentano al pubblico. La presentazione prevede un cerimoniale fatto di movimenti tradizionali con le braccia e di scaramantici movimenti con un particolare grembiule detto kensho mawashi colorato con i simboli rappresentanti il rikishi.

Il lancio del sale                                                                                                                                                                                                          

Prima di ogni incontro, i rikishi raccolgono da un apposito contenitore una manciata di sale e la lanciano sul dohyo. Tale gesto è propiziatorio e ben augurante finalizzato a proteggere i rikishi da sfortunati scontri, ferite, infortuni e cadute.

Il sumo sportivo                                                                                                                                                                                                                  

A differenza di quanto avviene nel sumo tradizionale, le cui regole sono dettate dalla storia, dalla cultura nipponica e dalla religione, il sumo sportivo è una forma di lotta le cui regole di combattimento somigliano molto a quelle del sumo "originale". La totale assenza dei rituali, la possibilità di partecipare alle competizioni anche per le donne ed una giuria formata da un solo arbitro sono le principali note che caratterizzano il sumo sportivo.

 

 

Buona serata a tutti! :ciao:

 

Repondi
15/3/2016 - 09:40 Collegamento permanente

Tra tre settimane a quest'ora stiamo dirigendoci verso l'albergo (se ho imparato a ragionare con i fusi orari).

@capo, secondo te riusciamo ad assistere all'inizio + 1 round di sumo tradizionale? Più di un round credo che ci annoiamo...

Repondi