Gruppo Giappone Freak Style - Partenza del 2016-04-04

Giappone Freak Style

4
Apr
Confermato

Viaggio in Giappone alla scoperta dei suoi Patrimoni Unesco, delle sue meraviglie naturali, delle sue tradizioni e della sua modernità. E ancora dell’ottimo cibo giapponese da un lato e dei suoi enigmi dall’altro.

Conosci il gruppo

Partecipa, scrivi, chiedi, conosci i tuoi compagni di viaggio!

Image
Vai al forum

Dettagli del viaggio

Confermato
  • Quota: 1950 €
  • Cassa comune: 800 €
  • Partenza: 4  Aprile  2016
  • Ritorno: 18  Aprile  2016
  • Durata: 15 Giorni
  • Vagabondo DOC: kokowitz

Partecipanti

Vagabondo DOC

Questa partenza

  • 4
    Apr
    Dal 4  Apr al 18  Apr
    Confermato
Vedi tutto

Forum del viaggio

Per poter commentare o dialogare con i partecipanti al viaggio è necessario accedere o registrarsi al sito.

Forum del viaggio

7/3/2016 - 13:04 Collegamento permanente

Buongiorno a tutte!

Iniziamo dalla Fioritura dei Ciliegi, così diamo una nota di colore a questo lunedì mattina!

Per vedere la fioritura idirei proprio che siamo in tempo!

Ho girovagato un po' su internet per verificare su più fonti le informazioni, ed ecco quanto ho trovato:

Previsioni Fioritura 2016 (aggiornata al 16 febbraio 2016):

Tokyo: 26 Marzo – Periodo migliore: dal 2 al 10 Aprile

Kyoto: 29  Marzo – Periodo migliore: dal 4 al 12 Aprile

Yokohama: 28  Marzo – Periodo migliore: dal 4 al 12 Aprile

Kanazawa: 4 aprile – Periodo migliore: dal 8 al 16 Aprile

Nagoya: 26 Marzo – Periodo migliore: dal 2 al 10 Aprile

Osaka: 29 Marzo – Periodo migliore: dal 4 al 12 Aprile

Nara: 28 marzo – Periodo migliore: dal 3 al 11 Aprile

Hiroshima: 29 Marzo – Periodo migliore: dal 4 al 12 Aprile

Potremmo forse arrivare un po' tardi per Hiroshima, tuttavia, da quel che ho visto e letto, Hiroshima non è la città migliore per vedere l' Hanami.

 

Per quanto riguarda gli alloggi io ho già fatto delle prenotazioni (eventualmente cancellabili) in modo da non trovarci in difficoltà poi, perché il periodo è di altissima stagione ed i posti sono molto limitati.

Nei prossimi giorni vi darò un po' di informazioni sulle prenotazioni che ho fatto nelle strutture trovate.

... e poi inizieremo a parlare anche di "cosa mettere nello zaino".....

il tempo scorre ed il Giappone si avvicina sempre di più!!!!!!

Che bellezza!

Repondi
7/3/2016 - 14:13 Collegamento permanente

Non potevamo decidere periodo migliore direi...yuppie!!!

Perfetto per le prenotazioni, guadagnamo tempo per stare in giro ;)

Repondi
7/3/2016 - 23:48 Collegamento permanente


Ikebana (生け花 o いけばな) è l'arte giapponese della disposizione dei fiori recisi, anticamente conosciuta come Kadō.

La traduzione letterale della parola Ikebana è "fiori viventi", ma l'arte dei fiori può essere anche indicata come Kadō, cioè "via dei fiori", intendendo cammino di elevazione spirituale secondo i principi dello Zen.

L'Ikebana è un'arte molto antica. Ebbe origine in Oriente (India, Cina), ma solo nel complesso artistico e religioso del Giappone trovò terreno fertile per il proprio sviluppo trasformandosi, da iniziale offerta agli dei, in una multiforme espressione artistica. Le origini risalgono al VI secolo d.C., al periodo in cui il buddhismo, attraverso la Cina e la Corea, penetrò nell'arcipelago nipponico introducendovi, fra le altre, l'usanza delle offerte floreali votive. In origine l'arte dei fiori era praticata solamente da nobili e monaci buddhisti, le classi elevate del Giappone; solo molto più tardi si diffuse in tutti i ceti, diventando popolare con il nome di Ikebana. Il primo stile, piuttosto elaborato, fu il Rikka, che nella composizione comprendeva la presenza di sette elementi: i tre rami principali e i quattro secondari. In seguito fu elaborato uno stile più semplice, il Nageire, al quale seguì il Seika, un Rikka semplificato, meno austero del Nageire. In epoca moderna ogni scuola adottò un proprio stile personale e si cominciarono ad usare anche vasi bassi dal bordo poco elevato, e sassi, rami secchi ed altri materiali naturali.

Tutti gli elementi utilizzati nella costruzione dell'ikebana devono essere strettamente di natura organica, siano essi rami, foglie, erbe, o fiori. Nelle composizioni dell'Ikebana rami e fiori sono disposti secondo un sistema ternario, quasi sempre a formare un triangolo. Il ramo più lungo, più importante, è considerato qualche cosa che si avvicina al cielo, il ramo più corto rappresenta la terra e il ramo intermedio l'uomo. Così come queste tre forze si devono armonizzare per formare l'universo, anche i fiori e i rami si devono equilibrare nello spazio senza alcuno sforzo apparente.

Le scuole più famose, ognuna col proprio stile, sono: Ikenobo, Ohara, Sogetsu.

Un capitolo a parte è costituito dalle composizioni che vengono preparate per la Cerimonia del tè o Cha no yu, che sono di solito di dimensioni molto contenute e vengono designate come chabana, cioè fiori per il tè.

Repondi
8/3/2016 - 10:04 Collegamento permanente

buongiorno...spero che sentivate la necessita' di avere un uomo che vi protegesse ..mi chiamo andrea pernazza..sono anche su facebook..e sono un vostro nuovo compagno di viaggio....

Repondi
8/3/2016 - 10:45 Collegamento permanente

Benvenuuuuuuuuuuuuutoooooooooooo!!!!! Che bello, vedrai che sarà un viaggio indimenticabile e un ometto (o omone? :shy: ) ci sta, soprattutto se ha voglia di proteggere!!!

Bravo!!!!

Repondi
8/3/2016 - 11:18 Collegamento permanente

Benvenuto, Andrea! 
Dimmi che sei appassionato (o lo sei stato ai tempi, come me) di manga e quindi vuoi visitare anche tu lo Studio Ghibli :) :)

 

Meno di un mese alla partenza!!! 

Repondi
8/3/2016 - 11:37 Collegamento permanente

ma che bella accoglienza...x prima cosa..tanti auguri a tutte le mie donne giapponesi..bacibaci...sul fisico nn ci contate troppo..ahahaha..poi magari che se mi contatttate su fb...e piu facile...xche altrimenti tra whatsapp messanger fb..gruppi vari..diventa un delirio...

Repondi
8/3/2016 - 11:42 Collegamento permanente

guarda di manga conosco un signore ma e del senegal...ahahahaha..ma si chiama cosi...sono appassionato di tante cose..ma quello che vi posso rassicurare che sono disp a tutto..o quasi..ahahaha dunque nn disturbero...avrei solo da proporre una cosa al capo...sono a conoscenza di un paesino veramente unico ..ancora intatto con casine di legno..nn e difficile da raggiungere in treno...magari se ci fai un pensierino..si chiama..takayama....su fb..cercatemi andrea pernazza porto l abbigliamento rosso della ferrari...buona giornata

Repondi
8/3/2016 - 18:02 Collegamento permanente

Ciao Andrea!

per Takayama ho guardato un po' di orari e, per riuscire a visitarla, dovremmo utilizzare come minimo un' intera giornata, perché ci vogliono dalle 4 alle 5 ore di treno per andarci da Tokyo, comunque vediamo poi quando siamo là cosa si può fare (c'è una giornata libera al rientro a Tokyo, pertanto potremo decidere cosa fare e potremo, eventualmente, anche dividerci se ci sono diverse preferenze dei componenti).

PS: ti ho cercato su FB, ma non vedo foto del profilo con abbigliamento rosso della Ferrari...., sei forse l' unico Andrea Pernazza del quale non riesco a visualizzare la foto del profilo? :((

A presto! :ciao:

Repondi