India in camper

Scritto il 6 Feb 2010 da:
Card image cap

cruiser  

Ultimo accesso:


Dati essenziali

  • Quanto è vincolante la data?
    Se serve si può spostare di qualche giorno


Sto organizzando un viaggio via terra, da Pisa al Kashmir indiano, che avrà luogo tra luglio e agosto 2010.

L'itinerario prevede l'attraversamento di Slovenia, Croazia, Serbia, Bulgaria, Turchia, Iran, Pakistan.  L'ingresso in India è previsto dopo circa 10-13 giorni di viaggio (dipende da quante soste intermedie si faranno).

Cerco 1 o 2 persone per formare un equipaggio e condividere il viaggio oppure una parte del viaggio.

Vorrei che fosse chiaro fin da subito che un giro di questo tipo richiede spirito di adattamento e capacità di sopportare fino a 20 ore di viaggio nelle giornate più impegnative. Inoltre, per partire a fine luglio, è necessario iniziare la procedura di richiesta visti entro la fine di maggio.

Sono un viaggiatore totalmente indipendente, non lavoro per nessuna agenzia, e ho già effettuato viaggi intercontinentali in camper. A chi fosse interessato posso inviare i resoconti dei miei ultimi viaggi e i dettagli sull'itinerario a cui sto lavorando.

Un saluto!

Risposte



Risposte

Si tratta di un viaggio molto interessante, avrei alcune domande da farti:

- l'attraversamento di Iran e Pakistan può risultare pericoloso (soprattutto il Pakistan, vista la vicinanza con l'Afghanistan)?

- Avresti intenzione di entrare in India dal Pakistan? so che la situazione sul confine non è ideale, viste le tensioni legate al Kashmir

- il viaggio quanto durerebbe?

Io ho sempre avuto l'intenzione di raggiungere l'India via terra, ma soprattutto viste le recenti vicende di Iraq e Afghanistan ho sempre desistito. Un itinerario forse più sicuro (ma più lungo) potrebbe passare da Turchia-Georgia-Russia-Kazakistan-Cina-India, ma mi è stato detto che è molto difficoltoso il visto delle autorità cinesi.

Viste le tue esperienze passate, come ci si trova a viaggiare in camper per così tanto tempo? io ho fatto viaggi abbastanza lunghi, ma sempre in automobile (Marocco, Turchia e Capo Nord)

Ciao, Andrea

Sab, 02/06/2010 - 21:26 Collegamento permanente

Ciao,

Mi chiamo Sara e sono una camperista da sempre, sono praticamente nata in un camper e credo sia davvero il migliore modo di conoscere il mondo.

Mi interessa il tuo viaggio, ma quanto tempo pensavi di prenderti per farlo?

Fammi sapere, mi sembra tu abbia gia' le idee chiare.....

a  presto

Sara

Dom, 02/07/2010 - 16:59 Collegamento permanente

Vedo di rispondere, nell'ordine, alle domande di Andrea e Sara.

ANDREA:

-Sì, attraversare Iran e Pakistan presenta alcuni rischi REALI.
In Iran, la zona sud-est (Beluchistan), cioè quella oltre Kerman richiede una certa cautela a causa della presenza di contrabbandieri, trafficanti di droga, ecc. Ma c'è anche la possibilità di incontrare altri viaggiatori e formare una carovana per attraversare in gruppo il Beluchistan e la frontiera con il Pakistan.
In Pakistan la zona più critica è quella tra Quetta e Multan. C'è però da dire che a Quetta la polizia organizza le scorte per i turisti, qualora ci siano rischi. Quindi io mi aspetto di viaggiare in convoglio almeno in quella zona.

-India e Pakistan sono da sempre in conflitto per via del Kashmir, non è una novità. L'unica frontiera ufficiale tra i due paesi è comunque regolarmente aperta in entrambe le direzioni. Figurati che ogni sera, alla chiusura del valico, i soldati indiani e quelli pakistani fanno una cerimonia pubblica e si stringono la mano.

-Il viaggio durerebbe al massimo 30-35 giorni. Devo ancora decidere se andare e tornare via terra, oppure se andare via terra e rientrare in aereo (dopo aver affidato il camper a uno spedizioniere per l'imbarco su un cargo a Mumbai).  Nel caso di andata e ritorno via terra, il tempo del soggiorno in India è di 8-10 giorni.

-Com'è viaggiare in camper per tanto tempo?  Molto faticoso ma anche affascinante.

SARA:

-Il tempo massimo è di 35 giorni. Eventualmente, chi ha meno tempo può fare l'andata in camper e tornare in aereo.

Se mi volete contattare in privato vi invio la versione preliminare dell'itinerario, su cui si può discutere. Basta che sia chiaro fin da subito che non sarà una passeggiata.

Saluti,

Giuseppe

Lun, 02/08/2010 - 12:45 Collegamento permanente

Ciao rosaria.

Il programma non è ancora definitivo ma è all'incirca il seguente:

partenza da Pisa a fine luglio. 3 giorni per attraversare ex-Yugoslavia e Bulgaria. Brevi soste in Turchia: Edirne e Istanbul.

Trasferimento veloce in Iran: soste a Tabriz, Isfahan, Bam, Kerman.

Attraversamento del Pakistan, dove non ho previsto soste turistiche.

Al 13° g. si arriva al confine indiano nei pressi di Lahore. Da lì si entra in India ad Amritsar e si va verso il Kashmir indiano.  Da stabilire se raggiungere Leh via Srinagar, seguendo una strada molto panoramica ma anche pericolosa, oppure via Manali.  Oltre a Leh vorrei visitare anche la valle di Nubra e fermarmi qualche giorno a Diskit per un po' di meritato riposo.

Dalle informazioni che ho raccolto, tutto l'itinerario è fattibile in camper.

Per ogni dubbio chiedi pure.

Saluti

Mar, 02/09/2010 - 14:57 Collegamento permanente

Ciao Giuseppe.....visti gli ultimi sviluppi in Iran...credi sia una buona idea passare dall'iran??Questi conflitti rendono tutto cosi complicato...e pensare che negli anni 70 una marea di giovanni attraversavano questi paesi per arrivare in Nepal senza alcun problema.....questo e' il progresso!!!

Saluti

Mer, 02/10/2010 - 12:55 Collegamento permanente

Ciao Rosaria,

per il momento non ritengo di dover variare l'itinerario. Ritengo che l'Iran rimanga un paese sicuro per gli stranieri.

Ci sono alternative per raggiungere l'India via terra, ma sono troppo complesse sia logisticamente che burocraticamente.

Per esempio: Europa dell'est-Russia-Kazakstan-Kyrgystan-Tajikstan-Cina-Pakistan. Questa rotta è sicuramente fattibile e anche interessante, però ci vedo i seguenti punti critici:

- rischio sicurezza in Russia, dove la polizia stradale rompe moltissimo (molto più dei basiji iraniani)

- necessità di procurarsi i visti per: Russia, Kaz., Kyr, Taj, Cina

- problemi alla frontiera con la Cina che non riconosce i documenti doganali e le patenti internazionali

- difficoltà della Karakorum highway tra Kashgar e Islamabad, che non è adatta a un camper come il mio

- tempi molto più lunghi, sia per il chilometraggio che per le soste alle frontiere. Un mese non basta

- costi che lievitano

Detto ciò, non vorrei sembrare ostinato, ma se la situazione non peggiora preferisco indubbiamente passare per l'Iran!!

Saluti

Giuseppe

Mer, 02/10/2010 - 18:38 Collegamento permanente

 Per quanto riguarda al Russia io ci sono stata la scorsa estate e non ho avuto nessuna difficolta' per i visti....anche in Cina ci sono arrivata dalla Mongolia...nessuna difficolta'.Anche io sono molto affascinata dall'Iran, infatti vorrei oragnizzare un viaggio solo li...ma non so se in questo momento rilascerennero i visti....cmq il viaggio e' interessante.....noi saremmo in due.

Possiamo partire solo in Agosto purtroppo.....cosa faccioamo?

Saluti

Rosaria

Mar, 02/16/2010 - 15:28 Collegamento permanente

Ciao Rosaria,

L'Iran è molto esteso e offre molte attrattive. Secondo me, dato che sei particolarmente interessata all'Iran, ti conviene organizzare un giro solo in quel paese.

Penso che non ci siano problemi per i visti allo stato attuale... non vedo perchè ce ne dovrebbero essere!

Gio, 02/18/2010 - 12:42 Collegamento permanente

Ciao a tutti.

Scrivo per ricordare che la preparazione del viaggio va avanti  e che sono ancora alla ricerca di 1 o 2 persone per effettuare questa memorabile spedizione Italia-India via terra in camper.

Ven, 03/26/2010 - 11:37 Collegamento permanente

Ciao Cruiser,

il tuo viaggio è molto interessante...molto hippy:D

Io sarei molto interessato, però ho qualche problematica per le date...dunque vedo cosa posso fare e nel giro di un paio di settimane ti scrivo se ti confermo la mia presenza o meno...

Sono un viaggiatore indipendente, però non ho mai viaggiato in camper : ) spero che questo non mi escluda dal trip:p

Per il percorso anch'io penso sia meglio il percorso delineato inizialmente...passare per le ex repubbliche sovietiche potrebbe rivelarsi antipatico visto lo stato di corruzione della polizia locale...soprattutto se muniti di un proprio automezzo : ):lol:

Spero di risentirti presto

jimmy

 

 

Ven, 03/26/2010 - 16:22 Collegamento permanente

Salve Giuseppe,

leggo soltanto ora la tua proposta di viaggio… decisamente affascinante, sia per quanto riguarda l’itinerario, sia per la destinazione.

Relativamente al periodo, da fine luglio all’intero agosto se non ho capito male, non ho problemi.

Ho già esperienze di viaggi auto-organizzati alle spalle, ma nulla che riguardi spedizioni in camper purtroppo… spero che questo non costituisca un problema, sarebbe d’altronde un’ottima occasione per imparare e lo spirito di adattamento certo non manca.

Vorrei soltanto domandarti qual’è il budget di spesa pro-capite che hai previsto… nel caso in cui quest’ultimo si mantenesse entro limiti per me ragionevoli, credo che potremmo già programmare un incontro per scambiare qualche parola e conoscerci di persona, nel caso tu fossi d’accordo. 

Resto dunque in attesa di un tuo riscontro.

Saluti.

 

Raffaele

Lun, 03/29/2010 - 17:53 Collegamento permanente

Cari tutti,

cerco di darvi una risposta "collettiva".

Innanzitutto viaggiare in camper non richiede alcun "addestramento" preventivo, basta ricordarsi che il camper non è un appartamento su ruote: la riserva idrica è limitata, così come lo spazio, ma facendo attenzione si può cucinare e fare la doccia ogni giorno.

E' difficile pronunciarmi sul budget, perchè tanti soldi se ne andranno per i visti già prima della partenza.

Ovviamente bisogna avere il passaporto in regola e con una validità redisua, in caso contrario bisogna rinnovarlo (spesa di circa 90 euro).

Direi, esagerando, che 500 euro bastano per i visti di Iran, Pakistan e India, per una buona assicurazione di assistenza sanitaria e per la Patente Internazionale.

Durante il viaggio la spesa più grossa sarà quella del carburante e dei pedaggi autostradali.   1400 euro da dividere (esagerando) dovrebbero essere più che sufficienti per il viaggio di andata.

Altri soldi se ne andranno per il cibo, le telefonate, i souvenir, i musei (ognuno decide se e dove entrare).  Molto economiche saranno le soste presso villaggi/campeggi, in quanto i prezzi sono più bassi che in Italia.

Faccio presente che il mio itinerario ha già previsto i punti sosta per quasi tutte le notti di viaggio. Qualche volta si farà "sosta libera", ovviamente con il buon senso.

 

Il viaggio di rientro rimane un'incognita e ci sono due possibilità:

- rientrare via terra

- rientrare in aereo (mentre il camper verrà spedito via mare, ma la spedizione naturalmente la pago io)

Il vantaggio di rientrare in aereo è che si guadagnano almeno 10 giorni da passare in India, cosa che non è male visto che ci spacchiamo la schiena per arrivarci.

Salutoni

Lun, 03/29/2010 - 19:19 Collegamento permanente

Ciao Giuseppe,
ti ringrazio per la precisione con la quale hai risposto. Vorrei tuttavia approfittare ancora della tua disponibilità per chiederti un parere su questa mia stima dei costi.

Dunque calcolando le spese per visti, assicurazione e patente, per il carburante ed i pedaggi, per il cibo e le soste, più il viaggio di ritorno (via terra o aerea), oltre che le immancabili varie ed eventuali (musei ecc.), difficilmente si rimane sotto i 2.000 euro pro-capite… che ne pensi?  
In effetti, se la cifra fosse questa (se non superiore), sarebbe oltre il budget a mia disposizione per il viaggio estivo, che copre poco più della metà della somma indicata.

Mi rendo conto di farti una domanda che implica un marcato grado di imprecisione, ma data la tua esperienza una tua previsione dei costi sarà senz’altro più precisa della mia.    
 
Attendo dunque un tuo riscontro, in maniera tale da confermarti o meno la mia disponibilità…

Grazie mille.

Raffaele

Mer, 03/31/2010 - 19:51 Collegamento permanente

Raffaele,

fai benissimo a chiedere il parere sul budget. In effetti penso anch'io che la spesa pro-capite sarà vicina ai 2000 euro.

Per me la priorità non è la divisione delle spese di viaggio ma fare il viaggio in gruppo per motivi sia di svago che di sicurezza. Quindi il contributo delle spese di viaggio (che comunque saranno effettuate giorno per giorno), si potrebbe anche approssimare per difetto. Potresti non fare la patente int. e  l'assicurazione sanitaria risparmiando altri 100 o 200 euro.  Se puoi recarti a Roma alle ambasciate di persona per ottenere i visti, risparmi altri soldi. Io infatti penso che spenderò circa 500 euro perchè non posso andare a Roma e faccio la richiesta visti tramite agenzia.

Però siamo sempre molto sopra i 1000, e secondo me è rischioso partire per un viaggio di un mese attraverso 8 nazioni senza avere un margine economico contro eventuali imprevisti.

Spero di non averti scoraggiato!

Giuseppe

Gio, 04/01/2010 - 15:08 Collegamento permanente

Ciao Giuseppe, in effetti non sarebbe affatto saggio partire senza un certo margine di sicurezza economica che permetta di stare un po’ “larghi”, il viaggio è del resto lungo ed impegnativo: come hai scritto, pur limando le voci che hai segnalato (cosa comunque non consigliabile per quanto riguarda l’assistenza sanitaria e la patente internazionale in una spedizione del genere), la cifra si aggirerebbe ben al di sopra della mia soglia critica… Non mi resta dunque che ringraziarti per la disponibilità… magari lo scambio di battute sarà risultato utile anche ad altri per farsi un’idea più precisa circa la spedizione da te progettata. Salutandoti, auguro quindi a te ed ai tuoi compagni di avventura… buon viaggio! Raffaele.

Mar, 04/06/2010 - 19:37 Collegamento permanente

Ciao Giuseppe, in effetti non sarebbe affatto saggio partire senza un certo margine di sicurezza economica che permetta di stare un po’ “larghi”, il viaggio è del resto lungo ed impegnativo: come hai scritto, pur limando le voci che hai segnalato (cosa comunque non consigliabile per quanto riguarda l’assistenza sanitaria e la patente internazionale in una spedizione del genere), la cifra si aggirerebbe ben al di sopra della mia soglia critica… Non mi resta dunque che ringraziarti per la disponibilità… magari lo scambio di battute sarà risultato utile anche ad altri per farsi un’idea più precisa circa la spedizione da te progettata. Salutandoti, auguro quindi a te ed ai tuoi compagni di avventura… buon viaggio! Raffaele.

Mar, 04/06/2010 - 19:37 Collegamento permanente

Ciao Giuseppe:

sono interessata al tuo viaggio, e ne sono venuta a conoscenza attraverso un amico "comune", con il quale sono in contatto - da un paio di giorni soltanto ;) 

L'idea di un passaggio verso l'India via terra mi affascina tantissimo, così come la visita dei paesi che attraverserai. Ho però un enorme dubbio per quanto riguarda il Pakistan e la zona iraniana di cui scrivi, pullulante di contrabbandieri e trafficanti di droga e armi. Credo di non essere sufficientemente ardita e coraggiosa per affrontare i potenziali pericoli che il transito in zone così calde può comportare. In due giorni mi sono fatta una cultura sul Pakistan e sui rischi che presenta come paese, e più leggo, più mi convinco che sarebbe un luogo da evitare. E' vero che ovunque le eventualità di trovarsi coinvolti in attentati terroristici, furti, sequestri etc... sono ormai reali, e forse prendere un aereo per gli Stati Uniti può presentare una percentuale più alta di rischio di essere coinvolti in attentati terroristici che viaggiare in territori abitati da integralisti musulmani, ma indirizzarsi verso quei luoghi suona un po' come voler entrare nella tana del lupo.

Sarà forse anche che, come donna, mi sento particolarmente fragile in territorio musulmano, dove l'integralismo è una realtà legittima, ed adottare involontariamente comportamenti che potrebbero offendere i rigidi "masculi" islamici potrebbe comportarmi conseguenze anche gravi.

Quindi, premesso questo, mi resta il fascino verso la tua proposta di viaggio, ma con le riserve derivanti dalla tua intenzione di percorrere zone, a mio avviso, eccessivamente aperte a rischi rilevanti.

Mi domando se potrebbe essere possibile viaggiare con voi fino in Iran, poi -sperando che la vostra rotta sia verso il sud del paese, fino a raggiungere la costa sul Golfo Persico- prendere un battello per Dubai, da qui un volo per l'India da cui  ricongiungermi eventualmente con qualcuno di voi per proseguire il viaggio verso altre mete.

Potrebbe essere una soluzione proponibile e fattibile?

Al momento di quante persone è composto l'equipaggio? E quante persone in tutto potrebbe accogliere il tuo camper?

Chiedo un'altra cosa: nel tragitto sarebbe possibile includere la Romania, per poter visitare i castelli di Dracula? (sono appassionatissima di castelli, non propriamente di vampiri... :~

Spero di ricevere una tua risposta entro breve, per riflettere sulla tua proposta e decidere se essere dei vostri o ricacciare indietro questa "insana" voglia di avventura :D

Grazie,

ciao!!

 

Lun, 05/10/2010 - 13:33 Collegamento permanente