Laboratorio di Arancine. Questa casa non è un albergo

Scritto il 26 Apr 2014 da:
Card image cap

Chinaski  

Ultimo accesso:


Dati essenziali

  • Cosa
    Pizzata, cinema, festa, ecc.
  • Quando


Questa è un'attività autogestita che faremo al Raduno vagabondo al lago Trasimeno, che si terrà dal 30 maggio al 2 giugno.

Se vuoi maggiori informazioni su come funziona il raduno e/o se ti vuoi iscrivere vai a questo link
C'è anche una pagina dove troverai l'elenco iscritti

-----------------------------

LABORATORIO DI ARANCINE

Lunedì mattina invaderemo la cucina per preparare delle deliziose arancine! inizieremo da zero preparando risotto e ripieno, dopodichè impasteremo le arancine e, dopo averle fritte, ci faremo una bella mangiata! tenete presente che durante la preparazione ci saranno un po' di tempi morti, nei quali possiamo approfittare della piscina per darci una rinfrescata ;)

Tipo di attività: massimo 10 persone. (iscrivetevi qui)

Costo: si paga la spesa degli ingredienti (che poi ci mangiamo)

Quando: lunedì 2, si comincia alle 9.

NOTE: le arancine classiche sono al ragù, se c'è qualce vegetariano tra i partecipanti si faranno anche con ripieno diverso

-----------------------------

Attività autogestite

Tutti possono proporre delle attività, di qualsiasi tipo. C’è un forum , un grosso brain storming aperto a tutti dove chiunque può tirar fuori un idea che, se avrà seguito, si trasformerà in qualcosa di reale.
Saranno attività che certo non faremo in 100 ma in gruppi molto più piccoli  e in questo il forum sarà utilissimo per iscriversi alle varie cose.

PROPONI UNA NUOVA ATTIVITA' AUTOGESTITA

Quando: Domenica, 1 giugno 2014Luogo preciso:

Risposte



Risposte

Aroundtheworld

Mmmmm in realtà si potrebbe fare anche lunedì perchè il nostro ragù lo facciamo presto, l'impasto pure e lasciamo la cucina ai peruviani. Per fare i pallocchi possiamo usare un'altra sala. poi friggere è un attimo.

Se a Chinaski sta bene farlo anche lunedì la mettiamo ai voti. In effetti domenica sono tutti impegnati in escursioni e trek vari.

 

Gio, 05/08/2014 - 18:08 Collegamento permanente

eh il fatto è che io volevo fare anche il corso di cucina peruviana, se nessuno può domenica ci rinuncio senza problemi, però per ora voto di lasciare il laboratorio nella data stabilita

Gio, 05/08/2014 - 18:51 Collegamento permanente
Aroundtheworld

Ok, sposto a lunedì.

Comunque dato che la cucina è una si può partecipare anche a tutti e due i corsi e mangiare arancine + peruviano a pranzo per poi farsi una pennica lunga 6 ore ed essere pronti per tornare a casa. Alla faccia di quelli che fanno trekking!

*lol*

Lun, 05/12/2014 - 20:24 Collegamento permanente

cari tutti! come promesso vi posto la ricetta delle arancine che abbiamo fatto al raduno ;) vi anticipo che le mie ricette sono molto approssimative perchè me le ricavo da me :D

la ricetta si basa su un chilo di riso, con cui abbiamo fatto circa trenta arancine

IL RISOTTO

1Kg di riso

1 cipolla

700 mL di vino bianco

2 dadi per brodo

2 bustine di zafferano

tenete da parte un pentolino con il brodo dentro tenendolo sempre in ebollizione. tagliate una cipolla grande e fatela rosolare sfumando di tanto in tanto con acqua, quando è bella dorata aggiungete il riso e ricopritelo con del vino bianco. Lasciate cuocere il riso aggiungendo brodo di tanto in tanto così da non farlo seccare, quando è al dente aggiungete lo zafferano e, volendo, anche un po' di concentrato di pomodoro per dare un po' di colore. una volta pronto il risotto conviene sistemarlo in una ciotola e lasciarlo raffreddare per bene, magari girandolo di tanto in tanto.

IL RAGU'

il ragù è il ripieno classico, ma vi esorto a sbizzarrirvi con i ripieni più stravaganti (zucchine e ricotta, pesce spada e melanzane, speck e stracchino...)

1 cipolla

300 mL di vino bianco

600 g di carne

150 g di piselli

concentrato di pomodoro

un barattolo di pelati

fate soffriggere la cipolla e poi aggiungete la carne, innaffiandola con il vino e un mestolo del brodo preparato per il risotto. aggiungete sale, pepe nero e noce moscata a piacere insieme ad abbastanza concentrato di pomodoro da dare un bel colorito rosso al tutto (aggiungetelo poco alla volta e mischiate bene per capire quando è abbastanza). il tempo di cottura è arbitrario, vi basti sapere che più tempo cuoce meglio è (almeno 2 ore direi), dopo circa un'ora che sta cuocendo aggiungete i pelati e lasciate cuocere a volontà (nei limiti della decenza).

IMPASTO

farina

pangrattato

6-8 uova (solo l'albume!)

assicuratevi che il riso sia freddo, dopodichè aggiungete ad esso 3-4 tuorli d'uovo, fino ad ottenere una consistenza abbastanza collosa. consiglio di utilizzare i guanti in lattice per impastare, evitano che il riso vi si appiccichi sulle mani e rendono più svelto il tutto. prendete abbastanza riso da formare uno strato omogeneo di circa 2 cm sulla mano stesa, dopodichè piegate la mano verso l'interno così da formare una fossetta tra il palmo e l'attaccatura delle dita (la tipica mano a coppetiello). prendete abbastanza ripieno da riempire la cavità e posizionatelo al centro di essa, dopodichè prendete un altro po' di riso e coprite, l'arancina adesso va lavorata cercando di compattarla, una volta ottenuta una discreta solidità (provata a lanciarla in aria e vedete se tiene) è pronta per essere impanata. l'obiettivo è mettere il più ripieno possibile mantendola compatta, quindi cercate di aumentare gradualmente il ripieno fino a che vi sembra che reggano!

dopo aver "assemblato" le arancine, il primo passaggio è l'infarinatura, consiglio di impastare tutte le arancine e infarinarle prima di passare alla fase successiva, ci si inguacchiano meno le mani e si fa prima. una volta che avrete infarinato tutte le arancine, passatele nell'albume d'uovo (solo l'albume mi raccomando!) e poi nel pan grattato. una volta impanate, riempite un pentolino con abbastanza olio da sommergere le arancine e iniziate a friggere solo dopo esservi assicurati che l'olio sia ben caldo (provate a mettere un mestolo di legno nell'olio, se si formano le bollicine intorno ad esso, l'olio è pronto). friggetele fino a che non siano belle dorate e poi asciugatele per bene prima di servirle.

fatemi sapere come vengono e che varianti avete provato, buon appetito! *DANCE*

 

 

 

Mer, 06/04/2014 - 19:38 Collegamento permanente