Gruppo Mongolia ad oltranza - Partenza del 2019-06-28

Mongolia Wild Style



  • Prezzo base: 2300
  • Cassa comune: 200
  • Partenza: 28 Giugno 2019
  • Ritorno: 17 Luglio 2019
  • Durata: 20 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Da confermare
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM



Partecipanti

Vagabondo DOC: simovalley   

Simona lavora come fotografa e traduttrice e vive a Norimberga. Il suo viaggio ideale è zaino in spalla e senza un itinerario preciso, fermandosi dove si sente più ispirata, lasciando ampio spazio al caso. È una grande appassionata di musica e cinema. Pur essendo socievole e amando essere in compagnia degli altri, apprezza anche il silenzio e la solitudine. Parla inglese, spagnolo e francese e sta studiando tedesco.

Iscritti/posti:

→ Iscrizioni per conferma viaggio entro il 28 maggio 

(Se entro il 28 maggio questo viaggio non raggiungerà il numero minimo di 5 partecipanti per la conferma, verrà cancellato)


Con la Vagabonda Doc Simona / simovalley

imageSimona lavora come fotografa e traduttrice e vive a Norimberga. Il suo viaggio ideale è zaino in spalla e senza un itinerario preciso, fermandosi dove si sente più ispirata, lasciando ampio spazio al caso. È una grande appassionata di musica e cinema. Pur essendo socievole e amando essere in compagnia degli altri, apprezza anche il silenzio e la solitudine. Parla inglese, spagnolo e francese e sta studiando tedesco.

 

image

Partenza Speciale

Questa inoltre è una partenza speciale: NAADAM FESTIVAL IN MONGOLIA

La partenza per questo viaggio è programmata durante il periodo dei festeggiamenti del Naadam Festival, che si celebra ufficilamente a Ulanbatar l'11-13 luglio e con 1-3 giorni di anticipo nei paesini della Mongolia. In queste località i festeggiamenti sono più tradizionali ed interessanti, ma anche imprevedibili (nel 2017 ad esempio molti festeggiamenti sono stati annullati senza preavviso per via della siccità e per delle elezioni politiche improvvise). Non ci è possibile per questo indicare date precise o programmazioni specifiche per i vari eventi, la nostra guida cercherà di informarsi durante il viaggio per poter dare al gruppo la possibilità di assistere alle celebrazione ma, considerando l'imprevedibilità dei festeggiamenti, solo in loco si potrà avere la certezza di potervi prender parte. 

Quota

2400 euro a persona voli inclusi (include già il supplemento di luglio)

+ Cassa comune da aggiungere alla quota base e versare in loco: 180 euro a persona (Cos’è e come funziona la cassa comune?)

  

La quota comprende:
- voli intercontinentali di linea da Roma o da Milano incluse tasse e bagaglio da stiva
- i trasporti in pulmino o jeep Uaz con autista (dal giorno 3 al giorno 19)
- tutti i pernottamenti: nella capitale in alberghetto nel resto della Mongolia in ger (camerate senza bagno in camera) o tenda.
- accompagnatore locale mongolo parlante mongolo e inglese (il vagabondo DOC traduce)
- Assicurazione Medico Sanitaria e Bagaglio

Al viaggio partecipa sempre anche un nostro Vagabondo Doc - chi è? cosa fa?

 

La quota non comprende (per queste spese prevediamo una cassa comune di 180 euro, incluso il costo del visto da richiedere prima della partenza):
- il visto (da richiedere prima della partenza) - i pasti: a Ulan Bator mangeremo in ristorantini locali; nel resto della Mongolia mangeremo presso gli accampamenti ger dei villaggi (una cena costa sui 4-5 euro) oppure cucineremo da noi (la guida porta tutta l'attrezzatura da cucina). Il gruppo farà una spesa comune all'arrivo in Mongolia.
- un'integrazione di provviste da portare dall'Italia (tipo parmigiano reggiano, pasta, salumi... insomma, il gruppo si mette d'accordo con Vagabondo Doc per portare qualcosetta che integri il cibo mongolo - e magari anche qualche bottiglia di vino. In questo modo si riesce anche a risparmiare sulla cassa comune). - mance - sacco a pelo proprio (da portare dall'Italia)
Opzionale - assicurazione annullamento (da richiedere al momento dell'iscrizione. Costa un 5-6% del costo del viaggio)   A volte siamo costretti ad inserire dei supplementi a causa del costo elevatissimo dei voli, ma vi informiamo sempre e con anticipo proprio su questo forum. Vi consigliamo di iscrivervi con anticipo se non volete correre il rischio di supplementi da pagare a causa dei voli   image  

Programma di viaggio Mongolia ad oltranza

Potete trovare il programma viaggio Mongolia ad oltranza dettagliato qui:
 

Gruppo

Da confermare.

Il numero minimo di partecipanti per la conferma di questo gruppo è di 4 o 5 persone + il Vagabondo Doc.

 

Informazioni utili

image


 

Forum del Viaggio



Forum del viaggio

Ciao a tutti,

mi chiamo Simona e sono felicissima di accompagnarvi in questo fantastico viaggio in Mongolia. Un itinerario adatto a chi ama la natura e a chi non teme né i grandi spazi aperti (quelli naturali) né i piccoli spazi chiusi (le tende o gher dove dormiremo). Il grande bonus di questa partenza speciale è il Naadam Festival, che è un misto di foklore e attività sportive.

[video:https://www.youtube.com/watch?v=Seps-BCNk0g width:340px ratio:16/9 align:center autoplay:0]

Nei prossimi giorni scopriremo insieme il programma di viaggio, nel frattempo vi lascio sognare con qualche immagine di quello che ci aspetta *cuore* chi viene con me? *yahoo*

Gio, 02/07/2019 - 18:30 Collegamento permanente

Una delle cose più eccitanti di un viaggio, secondo me, è entrare in contatto con le tradizioni locali. La Mongolia è un paese così distante dal nostro, non solo geograficamente, e sarà interessante scoprire come vivono i suoi abitanti. Mangeremo (anche) con loro, dormiremo vicini ai loro accampati in tende tradizionali, proveremo a mungere le mucche insieme a loro... e forse, se siamo fortunati, li sentiremo cantare.

Una delle peculiarità della Mongolia, infatti, è il canto armonico (throat singing). Potete sentirne un esempio qui, non è meraviglioso?

Ven, 02/08/2019 - 14:07 Collegamento permanente

Per convincervi ad iscrivervi vi ispiro con un interessante video della RSI sulla capitale mongola Ulan Bator e sui suoi abitanti :ciao:

[video:https://www.youtube.com/watch?v=C1Vl7TnsKKI width:540 autoplay:0]

Ulan Bator sarà la città dove il nostro viaggio avrà inizio, e dove si concluderà. Devo confessare che, pur essendo particolarmente attratta dai paesaggi naturali che andremo a scoprire, sono anche molto curiosa di visitare Ulan Bator! 

Mar, 02/12/2019 - 11:39 Collegamento permanente

Parliamo un po' più nel dettaglio di questo Naadam Festival. Il viaggio in Mongolia sarà una partenza speciale proprio per cercare di addentrarci in questa variopinta festa popolare, soprattutto nei villaggi. Il Naadam Festival è infatti il momento culturale più importante dell'estate mongola e offre uno sguardo autentico sul ricco patrimonio della Mongolia. In compagnia di famiglie locali e cavalieri vestiti in modo elaborato, è possibile osservare i giochi tra i paesaggi rurali della provincia di Bulgan, una delle poche regioni arabili della Mongolia. L'occasione giusta, insomma, per sperimentare qualcosa del vero spirito della tradizione mongola! *cuore*

Dom, 02/17/2019 - 14:17 Collegamento permanente

Ho pensato molto a come raccontare la bellezza e la poesia di questo viaggio, e alla fine ho deciso che non c'è modo migliore se non quello di mostrarvi alcune immagini scattate dal gruppo che è partito lo scorso anno con la Vagadoc Stefania. Cosa ne pensate? Certi paesaggi e certi sguardi parlano da soli... *cuore*

:ciao:

Lun, 02/18/2019 - 19:55 Collegamento permanente

Non vi ho ancora detto che sono una laghée e quindi quello che sto per scrivere è significativo, visto che oggi vi parlerò del Lago Khovsgol.

Il Lago Khovsgol, che raggiungeremo da Bulgan, è il più grande specchio d'acqua della Mongolia per volume d'acqua e il secondo per superficie. Il lago è circondato da montagne, e nelle sue acque vi sono ben 4 isole.

Pensate che d'inverno in questa zona si raggiunge anche la temperatura di -40°C, e il lago si ghiaccia completamente. In queste acque vivono pesci come la trota, la bottatrice e il pesce persico... chissà se riusciremo a farci un bel risotto in stile brianzolo? *lol*

Mar, 02/26/2019 - 21:23 Collegamento permanente

Moron – anzi, Mörön – non è solo un insulto in lingua inglese *lol* ma anche il nome di una cittadina mongola. Il suo nome si pronuncia "murun" e si trova nei pressi del fiume Delgermurum e di un vasto incrocio di strade.

La cittadina è circondata da colline verdeggianti e presenta uno stadio da wrestling, un grande parco, un paio di hotel, un mercato labirintico, alcuni ger e un complesso di templi in periferia. Questo centro nevralgico dei trasporti della Mongolia settentrionale è anche il centro della civiltà in questa parte del paese (qui si possono trovare una discreta connessione a internet, un ufficio di informazioni turistiche e persino un paio di ristoranti). Al passaggio dei turisti per Khövsgöl Nuur, d'estate, la città si rianima.

Questo è un buon posto per fare rifornimento di provviste, fare una doccia calda, sedersi su un gabinetto funzionante e generalmente godersi i piccoli lussi della vita. :si: *drinks*

Mar, 03/05/2019 - 15:11 Collegamento permanente

Khorgo è il nome del vulcano che potremo visitare il nono giorno, a circa 3 km a est del lago Tėrhijn Cagaan nuur con il quale costituisce il nucleo del "Parco Nazionale Horgo-Tėrhijn Cagaan Nuur".

Con un breve trekking potremo esplorarne il cratere!

Il vulcano si vede anche alla fine di questo video "on the road" dalla Mongolia, dove quello che affascina è la varietà e la vastità dei paesaggi *cuore*

[video:https://www.youtube.com/watch?v=zKi2q4ntckM width:540 autoplay:0]

Lun, 03/11/2019 - 18:21 Collegamento permanente

I "bagni di Bormio" mongoli: le sorgenti termali di Tsenkher! *yahoo*

La provincia di Arkhangai è famosa per i numerosi vulcani antichi. Questi vulcani spiegano la presenza di sorgenti di acqua calda naturale, acqua che scorre tutto l'anno a 1860 metri sopra il livello del mare. Questa località si trova a 27 km a sud della città di Tsetserleg e nel centro della provincia di Arkhangai. Le sorgenti termali di Tsenkher hanno proprietà curative in particolare sulle malattie articolari e le malattie del sistema nervoso. Composizione: carbonato di sodio, idrocarbonato, solfato, fluorite, idrogeno solforato. In una piacevole area verdeggiante sono stati allestiti dei campi di yurte e bagni con una temperatura meno bollente (per non lessare i turisti...). L'acqua curativa e la straordinaria natura delle montagne circostanti, ricche di boschi, rendono questo posto eccellente per rilassarsi. E cosa ne dite di un bagno notturno, immersi nell'acqua calda ad ammirare le stelle in un cielo buio che più buio non si può? *cuore*

P.S. Dopo questo post rilassante mi aspetto un boom di iscrizioni, sapevatelo *biggrin*

Mer, 03/13/2019 - 16:13 Collegamento permanente

Sapevate che oltre 1/4 della popolazione mongola è nomade?

E che nel deserto del Gobi sono stati ritrovati uova e fossili di dinosauro?

E che la mega statua di Gengis Khan, fondatore della Mongolia, situata alle porte di Ulaanbaatar, è la statua equestre più alta del mondo?

Per scoprire di più, clicca su PRENOTAMI *yahoo*

Sab, 03/16/2019 - 18:24 Collegamento permanente

Qualcuno ha mai visto la bandiera mongola?

È questa qui, e fu adottata nel 1992.

Il blu simboleggia il colore della terra dove il cielo è blu. Ha associazioni buddiste con il cielo, il concetto di purezza e di guarigione. 

Il rosso simboleggia la libertà e il progresso. Senza dubbio i comunisti si sono accontentati di lasciarlo sulla bandiera della Mongolia dagli anni '20 agli anni '90 a causa delle sue associazioni con il socialismo.

Il simbolo (oro) di Soyombo è l'emblema nazionale della Mongolia e appare anche nello stemma del paese. Vi è una sorprendente varietà nelle interpretazioni di questo simbolo, questo perché il simbolo Soyombo è stato creato da un lama buddista più di 300 anni fa, e la maggior parte delle scritture e dei documenti religiosi sono stati bruciati durante le repressioni comuniste.

Partendo dall'alto: il fuoco rappresenta la crescita e il rinnovamento eterni, con tre poli che indicano ieri, oggi e domani. Si trova in cima al Sole e alla Luna, ciò viene interpretato come simbolo dell'universo (o come origine del popolo mongolo, o che i mongoli vivranno per sempre, a seconda di ciò che si legge!). Sotto vi sono delle frecce: il loro significato è la volontà di difendere dei valori o sconfiggere i nemici. Tra le frecce vi è un simbolo ying-yang (antico simbolo cinese che rappresenta il dualismo complementare di luce e buio, uomo e donna, vecchio e giovane...). Secondo altri si tratta del simbolo di due pesci (a indicare la vigilanza, perché i pesci non chiudono mai gli occhi) ma dato che il Soyombo è stato creato da un buddista con forti legami con la Cina, si ritiene che lo yin-yang sia molto più probabile. Intorno a questo ci sono due rettangoli verticali, che rappresentano i muri di pietra di una fortezza, a simboleggiare la forza e l'unità.

Dom, 03/17/2019 - 18:49 Collegamento permanente

Cari vagabondi interessati,

so che siete tanti e meditate di iscrivervi... in privato mi avete chiesto del clima, e rispondo qui che il periodo migliore per andare in Mongolia sembra essere proprio quello in cui andremo noi! *yahoo* Il clima è di tipo continentale e le giornate iniziano a scaldarsi da aprile, raggiungendo il picco di calore a luglio (sui 23° a nord e circa 30° a sud). Potrebbe capitarci qualche pioggia, ma saremo ben attrezzati ad affrontarla, no? Nella regione meridionale (deserto del Gobi) le temperature aumentano e le piogge diminuiscono. 

Lun, 03/25/2019 - 15:39 Collegamento permanente

Mi avete scritto in tanti, cosa aspettate a iscrivervi e a partire con me per assistere a quelle che possono essere definite come "Olimpiadi mongole"?

La tre giorni del Naadam Festival si traduce letteralmente in "tre giochi maschili": corse di cavalli, tiro con l'arco e lotta - gli sport tradizionali che si praticano da secoli.

Corse di cavalli: giovani fantini, ragazzi o ragazze dai 5-13 anni, mettono alla prova le capacità dei cavalli correndo lungo le pianure per 15-30 chilometri.

Tiro con l'arco: una competizione aperta sia agli uomini che alle donne in categorie separate, che però tende a scomparire a causa della mancanza di partecipanti. 

Lotta libera: una competizione a forte predominanza maschile, più popolare tra gli abitanti delle città. 

Durante le cerimonie di apertura e chiusura i visitatori possono assistere a colorate sfilate di soldati, atleti e monaci. Un tempo festa buddista, oggi il festival commemora la vittoria della Mongolia nel 1921 per l'indipendenza della Mongolia. L'UNESCO ha riconosciuto il festival come patrimonio immateriale nel 2010.

Sab, 04/06/2019 - 12:36 Collegamento permanente

Abbiamo attraversato valli, laghi e boschi, visitato deserti e vulcani, accarezzato cavalli e mucche e visto le celebrazioni del Naadam. Tutto meraviglioso, ma non vi è venuta un po' di fame?

Se la risposta è sì, siete capitati su questo forum nel momento giusto, perché oggi parliamo di una questione fondamentale che è: CHE SE MAGNA IN MONGOLIA??! *biggrin*

La cucina mongola è influenzata dal clima continentale della regione, ma anche un po' dalla cultura russa e cinese. Carne e latticini costituiscono l'alimento base di questa cucina nomade, con un uso limitato di verdure. La carne di cavallo, yak, manzo, agnello e persino cammello viene consumata come prelibatezza.

Khorkhog (il barbecue mongolo)

Agnello cotto in una pentola a fuoco aperto con carote, cipolle e patate. La specialità di questo piatto è che durante la cottura, pietre lisce sono poste nel contenitore per favorire il processo di cottura. Il sapore affumicato della carne completa il sapore blando delle verdure.

Buuz 

Pasta di farina, farcita con carne di manzo o agnello tagliuzzata, cotta con cipolla, aglio e pepe, e poi cotta al vapore. Abbastanza simile ai ravioli, ma più intenso e un po' più piccante.

Boodog 

Una capra intera, con ripieno di pietre calde, cipolle e patate al suo interno, in modo che sia cotta nella sua pelle. Oltre alle capre, per questa preparazione si usano anche marmotte intere. Un piatto mongolo autentico e molto sano, dall'aroma e sapore di carne.

Tsuivan 

Spaghetti cucinati con carne di maiale, manzo o montone e un pizzico di cavolo, cipolla e carote. La carnosità dello spezzatino si fonde con il sapore libero delle verdure per creare un gusto unico.

Guriltai Shul (zuppa di pasta mongola)

Questo piatto tradizionale è fondamentalmente zuppa di montone o brodo servito con tagliatelle e verdure. La ricetta autentica richiede carne grassa, anche se può essere utilizzata anche la carne di lombo. L'acidità della zuppa, spesso preparata con cagliata di latte di yak, e la crudezza del montone ne fanno un antipasto lussurioso!

Budaatai khuurga 

Riso cotto con agnello o manzo tagliuzzato, cipolle, cavolo, carote e peperone. Questo cibo appagante che può essere servito sia a pranzo che a cena ha una deliziosa piccantezza. 

Insomma, bene ma non benissimo per quelli come me che non amano la carne *pardon* *crazy* *help* ma non vi preoccupate, porteremo delle scorte dall'Italia e faremo una bella spesa a Ulan Bator in modo che potremo cucinarci qualcosa "on the road", magari scambiandoci qualche ricetta con le donne del posto *lol* :si:

Nel prossimo post scopriremo i cibi delle occasioni speciali, le bevande e i dolci :ciao:

Mer, 04/10/2019 - 15:10 Collegamento permanente



  • Prezzo base: 2300
  • Cassa comune: 200
  • Partenza: 28 Giugno 2019
  • Ritorno: 17 Luglio 2019
  • Durata: 20 Giorni
  • Iscritti/posti:
  • Status: Da confermare
  • Vagabondo DOC
PRENOTA FORUM




    
Trova il tuo viaggio

Effettua la ricerca in base a:

Continente
Italia
Sud America
Centro America
Africa
Sud Est Asiatico
Asia
Medioriente
Europa
Nord America
Oceania
Paese
Nord Italia
Centro Italia
Isole
Sud Italia
Argentina
Belize
Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Peru
Costa Rica
Cuba
Giamaica
Guatemala
Messico
Nicaragua
Etiopia
Marocco
Namibia
Seychelles
Sud Africa
Tanzania
Birmania-Myanmar
Cambogia
Filippine
Laos
Malesia
Singapore
Thailandia
Vietnam
Bhutan
Cina
Giappone
India
Indonesia
Ladakh
Mongolia
Nepal
Sri Lanka
Tibet
Uzbekistan
Georgia
Giordania
Israele
Oman
Palestina
Turchia
Albania
Austria
Belgio
Bosnia Herzegovina
Croazia
Finlandia
Francia
Germania
Gran Bretagna – UK
Grecia
Irlanda
Islanda
Malta
Norvegia
Polonia
Portogallo
Repubblica Ceca
Romania
Russia
Serbia
Spagna
Ungheria
Usa
Canada
Quebec
Arizona
California
Colorado
Florida
Mississippi
Nevada
New York
Nuova Zelanda
Mese
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre


In maniera REALE, concreta e verificabile; qui in Italia, nel Parco della Valle del Treja!

APPROFONDISCI